Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di rinuccia

Racconti umoristici e satirici

immagine copertina
Heinrich Boll
Racconti umoristici e satirici
Tradotto da Lea Ritter Santini
Bompiani 1964
10 righe da pagina 203:

L'UOMO CHE RIDE

Quando mi interrogano sulla mia professione,mi sento imbarazzato, : divento rosso,balbetto, io che altrimenti sono noto per essere un uomo disinvolto.
Invidio la gente che può dire : faccio il muratore.
Ai parrucchieri, ai ragionieri, agli scrittori invidio la semplicità delle loro confessioni; queste professioni si spiegano da sole, non richiedono ulteriori chiarimenti.
Io invece sono costretto a rispondere a queste domande: rido.
Un'ammissione simile ne richiede altre, perchè anche alla seconda domanda "Vive di questo Lei ?" devo rispondere "sì"; il che risponde al vero.
Vivo realmente del mio riso, per esprimersi commercialmente, è richiesto.
Rido bene, ho imparato a ridere,nessun altro ride come me, nessuno conosce come me le sfumature di quest'arte.
Per molto tempo - per sfuggire a noiose spiegazioni - mi sono definito attore, ma le qualità mimche e recitative sonono così povere che questa definizione non mi è
sembrata rispondere a verità e la verità è: rido.

inviato il 12/11/2013
Nei segnalibri di:

Se il sole muore

immagine copertina
Oriana Fallaci
Se il sole muore
Rizzoli 1994
10 righe da pagina 191:

Ci ritroveremo ancora
non so dove, non so quando,
ma so che ci ritroveremo
in un giorno di sole.
Sorridi, ti prego, come sai sorridere tu,
sorridi finché il cielo azzurro
scaccia le nuvole nere,
e saluta, ti prego, la gente che conosco.
Digli he non starò a lungo lontano,
li farà contenti sapere
che mentre partivo cantavo questa canzone:
Ci ritroveremo ancora
non so dove, non so quando
ma so che ci ritroveremo
in un giorno di sole.

inviato il 13/11/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Volentieri Emma, augurissimi Valentina un abbraccio dalle lettrici scatenate ;)

grazie Elena, la canzone mi è piaciuta molto , dedichiamola a Valentina per il suo bel compleanno ! oggi il tema qui è quello del sole che atmosfericamente non c'è ma è già tanto averlo dentro di noi.

http://www.youtube.com/watch?v=rxRnZtObQyM

Emma, ascolta questa canzone. Grazie per questa bellissima poesia.

grazie Emma grazie mille!!

auguri Valentina e che nella tua vita ci sia sempre tanto sole ! La tua è l'età più àbella della vita , te lo dico io che l'ho già passata.

Se il sole muore

immagine copertina
Oriana Fallaci
Se il sole muore
Rizzoli
10 righe da pagina 388:

Io mi diverto ad avere trent'anni, io me li bevo come un liquore i trent'anni: non li appassisco in una precoce vecchiaia ciclostilata su carta carbone.
Sono stupendi perché sono liberi, ribelli, fuorilegge, perché è finita l'angoscia dell'attesa, non è incominciata la malinconia del declino, perché siamo lucidi, finalmente, a trent'anni!
Se siamo religiosi, siamo religiosi convinti. Se siamo atei, siamo atei convinti. Se siamo dubbiosi, siamo dubbiosi senza vergogna. E non temiamo le beffe dei ragazzi perché anche noi siamo giovani, non temiamo i rimproveri degli adulti perché anche noi siamo adulti. Non temiamo il peccato perché abbiamo capito che il peccato è un punto di vista, non temiamo la disubbidienza perché abbiamo scoperto che la disubbidienza è nobile. Non temiamo la punizione perché abbiamo concluso che non c'è nulla di male ad amarci se ci incontriamo, ad abbandonarci se ci perdiamo: i conti non dobbiamo più farli con la maestra di scuola e non dobbiamo ancora farli col prete dell'olio santo. Li facciamo con noi stessi e basta, col nostro dolore da grandi.

inviato il 13/11/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Chiedo scusa è stato pubblicato per Rizzoli nel 1965

Ciao Valentina, in che anno è stato pubblicato? :)

Ciao Valentina, io li compio fra qualche giorno... Bellissime righe. :)

:)

e io li compio domani.....

Il piccolo principe

immagine copertina
Antoine de Saint-Exupéry
Il piccolo principe
Tradotto da Nini Bompiani Bregoli
BOMPIANI 2000
10 righe da pagina 84:

E' una follia odiare tutte le rose perché una ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perchè uno è fallito.
E' una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttare via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto.
Ci sarà sempre un'altra opportunità, un'altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c'è un nuovo inizio.

inviato il 07/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Carmela abbiamo pubblicato le tue 10 righe sul sito Libridinosi http://www.libridinosi.com/antoine-de-saint-exupery-il-piccolo-principe/

Grazie Carmela :)

pag 84

Complimenti Carmela!!!
Le tue 10 righe sono risultate le più segnalibrate e per questo ti aggiudichi il libro incentivo!
Lunedì prossimo, dopo aver scelto il vincitore tra le 10 righe postate da oggi a domenica 20 ottobre, invia il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it
per poter ricevere il libro incentivo devi però integrare con il numero della pagina da cui hai tratto il brano, hai tempo fino a lunedì prossima... dai!!!! sfoglia il libro e inviaci il numero della pagina
http://www.10righedailibri.it/giochi-segnalibri

Grazie!

traduttore Bompiani Bregoli N.,anno di edizione 2000. Pagina non ricordo, queste righe le avevo annotate sul mio diario perchè mi hanno colpito tantissimo

Amo questo libro. L'ho letto più e più volte provando ogni volta, la stessa emozione

Carmela, nome del tratture, anno di edizione e numero della pagina da cui hai tratto le 10 righe? :)

Marigold Hotel

immagine copertina
Deborah Moggach
Marigold Hotel
Tradotto da Paolo Gessini
Elliot 2013
10 righe da pagina 129:

In cuor suo, Evelyn non aveva mai creduto alle storie dei cristiani, se ne era resa perfettamente conto di recente. Nessuno che si definiva Dio avrebbe potuto permettere che accadesse ciò che accadeva. Forse gli indiani, che erano colpiti da tragedie immani e incomprensibili, avevano il buon senso di non ritenere nessuno responsabile. Delle esistenze così miserabili e così terribilmente brevi dovevano trovare un motivo di conforto nel sapere che questo è solo un viaggio attraverso il regno animale. Non c'era da stupirsi, allora, se apparivano così rassegnati, sereni addirittura.

inviato il 01/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie :-)

Benvenuta Carmela :)

IL LIBRO SEGRETO

immagine copertina
Gabriele d'Annunzio
IL LIBRO SEGRETO
Rizzoli BUR CLASSICI MODERNI 2010
10 righe da pagina 127:

Quando nella notte io mi curvo su la mia pagina, in questa officina, operaio artiere artista, intera volontà d'invenzione e di espressione, puro come l'aria della notte innanzi l'alba, con in me non so qual tremolìo continuo che mi è prossimo come il battito del mio cuore e rimoto come la scintillazione delle stelle, a volte poso la penna e ascolto, senza volgere il capo verso le finestre. ascolto (...) Il vento e l'acqua nel mio giardino alternano o contrappongono melodie. ogni nota delle foglie e delle gocciole mi tocca in tal parte di me dove non giunge la musica degli strumenti, ma "con volontà di musica". mi tocca dove vuol toccarmi: mi commuove come vuole commovermi: con una esattezza e con una sapienza che m'è quasi insegnamento di composizione.

inviato il 02/09/2013
Nei segnalibri di:

COMPLEANNI D'AUTORE 2013

immagine copertina
Antonio Tabucchi
COMPLEANNI D'AUTORE 2013
10righedailibri 1943

Nasceva oggi: Antonio Tabucchi

Ora Tristano è davvero stanco, non ha più fiato, lo senti, avrebbe voglia di dormire, ma non il breve sonno di un'iniezione, a lungo, come deve essere lungo il sonno che compensi la fatica di aver vissuto... È ora che le palpebre si abbassino e stendano sul dentro un'ombra più scura di quelle persiane... Non mi dici mai che giorno è, o forse sono io che me lo scordo, ma è ancora agosto, la canicola sta finendo, avverto qualcosa che sa di settembre, non so cosa, del settembre, ma ho fatto prima di lui, l'ho fregato... Sai cosa sta vedendo Tristano, dietro le palpebre?
(Tristano muore)

inviato il 24/09/2013
Nei segnalibri di:

L'eleganza del riccio

immagine copertina
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio
Edizioni e/o
10 righe da pagina 14:

Il problema è che i bambini credono ai discorsi dei grandi e, una volta grandi, si vendicano ingannando a loro volta i figli. “La vita ha un senso e sono gli adulti a custodirlo” è la bugia universale cui tutti sono costretti a credere. Da adulti, quando capiamo che non è vero, ormai è troppo tardi. Il mistero rimane, e tutta l'energia disponibile è andata da tempo sprecata in stupide attività. Non resta che cercare di anestetizzarsi, nascondendo il fatto che non riusciamo a dare un senso alla nostra vita e ingannando i nostri figli per cercare di convincere meglio noi stessi.
La gente crede di inseguire le stelle e finisce come un pesce rosso in una boccia.
Mi chiedo se non sarebbe più semplice insegnare fin da subito ai bambini che la vita è assurda. Questo toglierebbe all'infanzia alcuni momenti felici, ma farebbe guadagnare un bel po' di tempo all'adulto – senza contare che si eviterebbe almeno un trauma, quello della boccia.

inviato il 23/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grassie cara è uno dei miei libri preferiti! una specie di breviario per i giorni belli e per quelli un po' più brutti!

ottima scelta... racchiude l'esistenza! Brava!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy