Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di ciessedizioni

I gemelli King e Il Serpente piumato

immagine copertina
Sonia Dal Cason
I gemelli King e Il Serpente piumato
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 32:

Amjad rallentò: sotto di loro i gemelli videro per la prima volta le grandi linee che, salendo e scendendo pendii e avvallamenti, si perdevano all'orizzonte seguendo tracciati perfettamente rettilinei. Matt scorse nel deserto ciò che pareva una pista d’atterraggio con tanto di uscite laterali, quasi quasi si aspettava di vedere un terminal passeggeri con gli aerei pronti al decollo. Scattò molte fotografie.
«Guarda, Anna! È incredibile! Questa specie di carreggiata sarà larga un centinaio di metri ed è perfettamente dritta!» urlò in preda a un entusiasmo sfrenato, quasi non credeva ai suoi occhi.

inviato il 07/04/2013
Nei segnalibri di:

Squadra Antimafia - I "Lupi" di Palermo

immagine copertina
Carlo Santi
Squadra Antimafia - I "Lupi" di Palermo
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 54:

«Perché la Mafia è il male, è il perno del crimine, devasta la nostra società minandola nelle fondamenta. La Mafia ci vuole piegare al suo volere, alle sue logiche, cioè quelle condivise da pochi uomini d’onore che detengono il potere, anche quello di determinare la vita e la morte. Intende imporsi al centro del comando, non solo sulle persone e sulle cose, ma anche e soprattutto sui Popoli. Crea adepti, ma la gente non vuole morte e dolore. Le persone per bene vogliono un Paese libero dal male che la Mafia rappresenta, aborrono il crimine in generale perché degenera i principi, i valori e le regole democraticamente previste. Noi siamo lo Stato, Matteo, noi siamo qui per rappresentarlo, anche in nome e su mandato del Popolo. E in Sicilia, ma ovunque ci sia Mafia, siamo in guerra. Una guerra dove noi siamo i soldati.»

inviato il 07/04/2013
Nei segnalibri di:

Mai come ieri

immagine copertina
Stefano Marino
Mai come ieri
CIESSE Edizioni 2011
10 righe da pagina 270:

Mai come ieri è un romanzo ambientato a Corvegna, un piccolo paese immaginario della provincia di Torino. La vicenda viene narrata attraverso il racconto in prima persona di Michele Revelli, giornalista e scrittore cresciuto a Corvegna, di ritorno al paese natale dopo alcune vicissitudini personali che hanno portato alla separazione dalla moglie e a difficoltà professionali.
Michele si troverà coinvolto nel difficile compito di fare chiarezza circa la dinamica degli eventi che hanno portato alla scomparsa, nonché alla ricerca di informazioni utili al ritrovamento delle persone sparite. Il suo racconto al presente viene intervallato dalla prospettiva in terza persona di altre persone le cui vicende si intersecano nel racconto: la figlia Marta, coetanea dei ragazzi spariti; l’ispettore Achille Lopresti, amico di infanzia di Michele; Junior Ahmendi, fratello di uno dei ragazzi scomparsi. Tra intrecci a cambi di prospettiva, le vicende volgono rapidamente al termine nell’arco di tre giorni, in un finale carico di tragicità e redenzione.

inviato il 11/01/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Inviata ora la mail con la correzione del problema, scusandoci del disguido, ringraziamo della disponibilità.

Scusate, in effetti non avevamo colto, provvediamo a rimediare via mail

Grazie care :)
Ciesse edizioni, dovresti postare le 10 righe tratte dal libro... questo è il regolamento http://www.10righedailibri.it/faq . Non sono ammesse sinossi, schede e nemmeno quarta di copertina. Manda a info@10righedailibri.it le 10 righe e il numero della pagina (entro oggi alle ore 23) dei post precedenti cosi li integriamo. Nel caso in cui non dovessimo ricevere le 10 righe, i post saranno cancellati.... questo post, che naturalmente non concorre per il libro incentivo lo lasciamo come esempio così i lettori possono leggere il commento ;)

eh sì è, non funziona così. Si devono mettere le dieci righe scritte dall'autore

...forse CIESSE si è solamente sbagliato, o no? ;)

Piccola protesta. Credo che lo spirito del gioco sia quello di individuare le dieci righe che ci colpiscono di più in un libro, non di mettere quello che normalmente appare nella quarta di copertina (che credo abbia altro spazio in questo sito). O sbaglio?

Ma l'Amore chi è?

immagine copertina
Vito Bontà
Ma l'Amore chi è?
CIESSE Edizioni 2010
10 righe da pagina 110:

Tutti parliamo dell’Amore, ma sappiamo davvero cos’ è l’Amore? O meglio, Chi è l’Amore?
Questo piccolo libro ci aiuta a comprendere meglio, perché riesce a farci giocare con le parole e contemporaneamente penetra nei cuori dei lettori per sensibilizzarli e portare un messaggio. Un libro, quindi, per bambini, ragazzi, genitori, nonni, insegnanti, perché l’Amore bussa alla porta di tutti, ma proprio tutti…

inviato il 11/01/2011
Nei segnalibri di:

La pipa, Mr. Ceb e l'Altra

immagine copertina
Irina Turcanu
La pipa, Mr. Ceb e l'Altra
CIESSE Edizioni 2010
10 righe da pagina 94:

Alcuni collezionano francobolli, altri monete, altri ancora soldatini. Mr. Ceb collezionava pipe, dalla forma delicata e sinuosa come una donna. Uomo di potere, impegnato attivamente nella vita politica, ha una moglie accanto, tante donne attorno e un’Altra nel cuore. La conservava lì sin dalla giovinezza, racconra Lei, ed era certo di essere immune ai suoi incantesimi dopo tutti gli anni di lontananza. Rivederla, però, era ben altro dall’immaginarla. Un incontro breve, architettato, temuto, sperato era ciò che bastava per muovere al contrario le lancette del tempo e renderli ragazzi dentro, adulti fuori.
Sullo sfondo di una Milano contemporanea, si intrecciano le vite di un’eterna Altra, un’eterna fidanzata ed un eterno collezionista. "La pipa, Mr. Ceb e l’Altra": un cocktail di amore, amicizia, tradimenti e riscatti. Un cocktail di vita.

inviato il 11/01/2011
Nei segnalibri di:

Il racconto dei boschi

immagine copertina
Savina Trapani
Il racconto dei boschi
CIESSE Edizioni 2010
10 righe da pagina 9:

A volte, durante le lunghe notti autunnali, quando nel cielo splende la luna piena, nel silenzio di un bosco si può udire un sussurro che, come un canto giunto da lontano, comincia a narrare:
“Ti racconterò una storia senza spazio e senza tempo. Una storia che viene narrata dallo Spirito del bosco. E’ il racconto di un ricordo lontano che gli uomini ormai sconoscono, ma che la terra, l’aria e le forze della natura riescono ancora a rievocare durante le notti di luna piena, cantandola per ricordare un antico Errore.
Questa storia trova il suo inizio nella Valle di Amur, fra i fiumi di Batam e Alled, su di una terra che non conosce tempo e dove si erge maestosa la rocca del “Perenne Silenzio”, che come un avido falco, regge fra i suoi artigli il cuore e l’anima di queste sperdute terre.

inviato il 11/01/2011
Nei segnalibri di:

La Bibbia Oscura

immagine copertina
Carlo Santi
La Bibbia Oscura
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 372:

Tommaso Santini, assieme al Sanctum Consilium Solutionum, viene chiamato nuovamente a risolvere un misterioso caso che mina le radici della Chiesa. Trentatre anni prima, il seme di un ragazzo posseduto dal Demonio, viene prelevato per fecondare una giovane donna, nove mesi dopo nasce Belial Bompiani. Una Setta satanica ha fatto di Belial il nuovo Anticristo, forte di un testo profano chiamato: La Bibbia Oscura. Una nefasta profezia renderà Belial, al compimento del suo trentatreesimo anno di vita, uno strumento distruttivo che vorrà colpire mortalmente la Chiesa facendo uso di quell’esecrabile testo. Ancora una volta il Risolutore si troverà di fronte a un nemico indicibile. A Santini il compito di uccidere Belial Bompiani prima che compia il trentatreesimo anno di vita.

inviato il 11/01/2011
Nei segnalibri di:

Il quinto Vangelo

immagine copertina
Carlo Santi
Il quinto Vangelo
CIESSE Edizioni 2010
10 righe da pagina 500:

Un commando ruba un antico manoscritto dall’archivio della Biblioteca Vaticana: un Vangelo. La Chiesa franerebbe sotto la verità di quel Vangelo, per questo il Papa incarica Tommaso Santini, il "Risolutore", di recuperare il manoscritto a tutti i costi. Santini si scontrerà con un nemico millenario della Chiesa, un’organizzazione spietata e potente denominata "Il Crepuscolo".

inviato il 10/01/2011
Nei segnalibri di:

I gemelli King e Il Serpente piumato

immagine copertina
Sonia Dal Cason
I gemelli King e Il Serpente piumato
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 32:

Amjad rallentò: sotto di loro i gemelli videro per la prima volta le grandi linee che, salendo e scendendo pendii e avvallamenti, si perdevano all'orizzonte seguendo tracciati perfettamente rettilinei. Matt scorse nel deserto ciò che pareva una pista d’atterraggio con tanto di uscite laterali, quasi quasi si aspettava di vedere un terminal passeggeri con gli aerei pronti al decollo. Scattò molte fotografie.
«Guarda, Anna! È incredibile! Questa specie di carreggiata sarà larga un centinaio di metri ed è perfettamente dritta!» urlò in preda a un entusiasmo sfrenato, quasi non credeva ai suoi occhi.

inviato il 07/04/2013
Nei segnalibri di:

Squadra Antimafia - I "Lupi" di Palermo

immagine copertina
Carlo Santi
Squadra Antimafia - I "Lupi" di Palermo
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 54:

«Perché la Mafia è il male, è il perno del crimine, devasta la nostra società minandola nelle fondamenta. La Mafia ci vuole piegare al suo volere, alle sue logiche, cioè quelle condivise da pochi uomini d’onore che detengono il potere, anche quello di determinare la vita e la morte. Intende imporsi al centro del comando, non solo sulle persone e sulle cose, ma anche e soprattutto sui Popoli. Crea adepti, ma la gente non vuole morte e dolore. Le persone per bene vogliono un Paese libero dal male che la Mafia rappresenta, aborrono il crimine in generale perché degenera i principi, i valori e le regole democraticamente previste. Noi siamo lo Stato, Matteo, noi siamo qui per rappresentarlo, anche in nome e su mandato del Popolo. E in Sicilia, ma ovunque ci sia Mafia, siamo in guerra. Una guerra dove noi siamo i soldati.»

inviato il 07/04/2013
Nei segnalibri di:

La visitatrice

immagine copertina
Andrea Santucci
La visitatrice
ST-Books

Era una ragazza anonima, né bella né brutta, una di quelle che se chiedi agli amici se è carina, ti senti rispondere “è simpatica”. Però aveva un’aria innocente che strideva con la sala colloqui della prigione di Meadowbank. Portava i capelli crespi raccolti in una massa informe, indossava una gonna nera che le arrivava sotto al ginocchio e una camicetta rosa che avrebbe avuto bisogno di una stirata supplementare alle maniche. Teneva stretta al petto una cartellina di cartoncino giallo.
Dopo averla squadrata per qualche secondo, Rafe scosse la testa e sorrise.
E così era lei la sua visitatrice.
Non aveva idea di chi potesse essere, ma era il primo esterno che veniva a trovarlo da parecchio tempo, quindi, in un certo senso, era una cosa positiva.

inviato il 01/06/2012
Nei segnalibri di:

UNABOMBER

immagine copertina
Emiliano Grisostolo
UNABOMBER
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 15:

Nessun prigioniero, nessun morto, solo una semplice e facile via
di mezzo. Ci vuole abilità, e lui la possiede. Nessuno sa che lui è in
grado di assemblare quelle trappole infernali, di pensarle, progettarle,
crearle con sistematica attenzione ai dettagli, anche i più assurdi. Un
errore, uno solo, e perderebbe la capacità di proseguire nel progetto
che molti dichiareranno eversivo, terroristico. No, lui è uno attento,
ha studiato le fasi di montaggio con calma, nessuno ha fretta e lui
meno ancora, questo è un vantaggio al quale non deve rinunciare. Se
poi tutto dovesse andare a puttane per un suo errore, tutti si insospettirebbero, saprebbero. Non sarà così, sarà vigile, pochi movimenti ancora, e tutto sarà finito, pronto all’uso.

inviato il 01/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuto Emiliano, posta 10 righe anche dai libri che hai letto ;)

YESSSS

ho messo il segnalibro

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

immagine copertina
10 righe da pagina 27:

Il gatto nero grande e grosso prendeva il sole sul balcone, facendo le fusa e meditando su come si stava bene lì, a pancia all'aria sotto quei raggi tiepidi, con tutte e quattro le zampe ben ritratte e la coda distesa.
Nel preciso istante in cui si girava pigramente per farsi scaldare la schiena dal sole, sentì il sibilo provocato da un oggetto volante che non seppe identificare e che si avvicinava a grande velocità. Vigile, balzò in piedi sulle zampe e fece appena in tempo a scansarsi per schivare la gabbiana che cadde sul balcone.

inviato il 27/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo al MINIGIOCO del 27 maggio autori sudamericani http://scrivi.10righedailibri.it/10-righe-sui-libri
http://scrivi.10righedailibri.it/storia-di-una-gabbianella-e-del-gatto-che-le-insegnò-volare-1

Il quinto Vangelo

immagine copertina
Carlo Santi
Il quinto Vangelo
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 14:

Nel frattempo, in Piazza S. Pietro e all’interno della Basilica la folla era sempre più numerosa. Per questo la sicurezza fece transennare l’intera Basilica e, chiamati i responsabili, presero a verificare cosa fosse successo. La lapide si presentava fuori dalla sua disposizione naturale e non risultava sigillata come doveva essere; era chiaramente stata aperta di recente. Non senza timore reverenziale, un operaio del Vaticano fece leva con un attrezzo per aprire la bara e rimasero tutti sconvolti dalla macabra scoperta. Ai piedi dell’antico Papa, ivi sepolto, trovava posto il corpo esanime e senza vita di Monsignor Paolini: il Vice Prefetto della Biblioteca Apostolica Vaticana.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

La Bibbia Oscura

immagine copertina
Carlo Santi
La Bibbia Oscura
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 66:

Gli venne un colpo al pensiero. «Quindi, secondo la profezia, il 28 settembre 2011, cioè fra poco più di tre mesi, l’Anticristo in terra, il figlio legittimo del Diavolo, compirà il suo trentatreesimo anno di vita e acquisirà i pieni poteri determinati dagli insegnamenti che ha assimilato dalla Bibbia Oscura, causando poi la distruzione della Santa Sede e provocando l'abominio della desolazione e la devastazione della terra tramite eventi catastrofici di entità enormi?»
Non serviva una risposta, bastavano le facce dei due interlocutori per confermare che Santini aveva praticamente compreso la situazione.
A Santini venne l’ultima domanda. «Qual è il mio incarico, Santità?»
«Dovrai trovare l’Anticristo e ucciderlo prima che compia trentatré anni!» Decretò il Papa concludendo, così, anche la discus-sione.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

Ordine annullato

immagine copertina
Carlo Santi
Ordine annullato
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 11:

Venne aperto il portale e Crepaldi vi entrò. Appena superata la soglia prese il corridoio di destra e fece un centinaio di metri, fino a quando non giunse a una porta con i vetri satinati. Su quei vetri vi era l’emblema dello Stato Italiano e una sigla: D.I.S. - Dipartimento Informazioni per la sicurezza della Repubblica. Il Dipartimento informazioni per la sicurezza era l’organo, di cui si avvaleva il Presidente del Consiglio dei ministri, che aveva l’Autorità delegata ad assicurare l’unitarietà nella programmazione della ricerca informativa, nelle analisi e nelle attività operative dell’Agenzia informazioni e sicurezza esterna (AISE) e dell’Agenzia informazioni e sicurezza interna (AISI). In pratica, l’Agenzia era meglio conosciuta con il nome di SISDE: cioè il servizio segreto italiano.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

MINON

immagine copertina
Alexia Bianchini Fiorella Rigoni
MINON
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 18:

La principessa affondò le lunghe dita negli occhi della preda, senza nessuno sforzo, senza preoccuparsi dell'urlo che fuoriuscì dalla gola di quell'essere. Ne succhiò l'anima malvagia fino all'ultima goccia, strappando lembi di carne, poi gettò il corpo esanime, grondante sangue, per terra, davanti ai suoi piedi.
Gli umori che gocciolarono da quei resti si mischiarono alla terra, Exafiria chiuse di nuovo gli occhi, persa in un momento di estasi: adesso anche i suoi arti inferiori godevano di quel piacere assorbendo gli ultimi residui che si stavano spargendo così generosamente nelle fessure del pavimento.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

grazie per l'accoglienza :-)

Fiorella, benvenuta :)

DELITTI AL CASTELLO

immagine copertina
Francesca Panzacchi&Carlo Santi
DELITTI AL CASTELLO
CIESSE EDIZIONI
10 righe da pagina 15:

La storia del castello delle Asturie era avvolta dal mistero.
Si diceva, infatti, che non fosse mai stato un borgo abitato da uomini, donne e bambini, come solitamente avveniva per altri siti in zone vicine. Forse per questo era rimasto un edificio isolato, con prevalente destinazione militare. Una struttura antica, ed estremamente importante per la sicurezza della popolazione dell’epoca che, in caso di attacco, trovava rifugio fra quelle mura possenti e impenetrabili.
Il castello visse momenti di grande sfarzo, ma anche di grandi polemiche e timori; girava voce, fra le genti comuni, che all’interno del borgo succedessero cose strane: scomparivano persone senza apparente motivo.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

promette bene

interessante :)

UNABOMBER

UNABOMBER 7 years 12 settimane fa

YESSSS

Mai come ieri

Mai come ieri 8 years 32 settimane fa

Inviata ora la mail con la correzione del problema, scusandoci del disguido, ringraziamo della disponibilità.

Mai come ieri 8 years 32 settimane fa

Scusate, in effetti non avevamo colto, provvediamo a rimediare via mail

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy