Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Mmauro

Poesia di Pablo Neruda

immagine copertina
Pablo Neruda
Poesia di Pablo Neruda
Poesie in 10 righe

Se saprai starmi vicino,
e potremo essere diversi,
se il sole illuminerà entrambi
senza che le nostre ombre si sovrappongano,
se riusciremo ad essere "noi" in mezzo al mondo
e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere.

Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo
e non il ricordo di come eravamo,
se sapremo darci l’un l’altro
senza sapere chi sarà il primo e chi l’ultimo
se il tuo corpo canterà con il mio perché insieme è gioia...

Allora sarà amore
e non sarà stato vano aspettarsi tanto.
(Pablo Neruda)

inviato il 14/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

- illustrazione: "Les Amoureux" di Raymond Peynet

Gelo per i bastardi di Pizzofalcone

immagine copertina
Maurizio De Giovanni
Gelo per i bastardi di Pizzofalcone
Einaudi 2014
10 righe da pagina 116:

La felicitá si riconosce a posteriori. È il prezzo che paghiamo per il nostro essere sempre proiettati verso il futuro: i giorni, le settimane, i mesi che verranno. Facci caso, aveva detto una volta Pisanelli a frate Leonardo, il minuscolo francescano della Santissima Annunziata che era il suo unico, vero amico: siamo felici sono nel passato. Dal passato emergono ricordi una mattinata, di una festa, di un pranzo, magari con una persona cara che non c'é più, come ne mio caso, o semplicemente della giovetù perduta, ed ecco che sorge lancinante il rimpianto.La felicitá si riconosce a posteriori. È il prezzo che paghiamo per il nostro essere sempre proiettati verso il futuro: i giorni, le settimane, i mesi che verranno. Facci caso, aveva detto una volta Pisanelli a frate Leonardo, il minuscolo francescano della Santissima Annunziata che era il suo unico, vero amico: siamo felici solo nel passato. Dal passato emergono ricordi di una mattinata, di una festa, di un pranzo, magari con una persona cara che non c'é più, come nel mio caso, o semplicemente della gioventù perduta, ed ecco che

inviato il 16/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao!! Ma l'avevo già fatto (vedi commento ) non va bene ??

SuzieQ. Ci comunichi 10 righe che più ti piacciono a partire da lunedì 23 febbraio a 28 marzo. Riportando qui nei commenti il link della pagina. Grazie :)

grazie mille! :-) :-)

Ciao! Le tue 10 righe vincono nella classifica settimanale di Febbraio, ti aggiudichi un libro incentivo! Manda un tuo recapito a libroincentivo@10righedailibri.it

Che bello!
Queste sono le 10 righe che scelgo
http://scrivi.10righedailibri.it/lascensore-ansiogeno

Ciao Suzie, sei nella classifica di febbraio... Ricordati di trascrivere (riportando) il link qui nei tuoi commenti, le 10 righe che più preferisci, da oggi a sabato 28 febbraio... Grazie

L'innocenza rubata

immagine copertina
Elissa Wall
L'innocenza rubata
Tradotto da Rocco Minerva
Piemme 2010
10 righe da pagina 149:

Ero in camera mia e a un tratto avvertii la presenza di mia madre alle mie spalle mentre stavo per scrivere interrogativi e preoccupazioni.
"Lesie, dovresti fare attenzione a quello che scrivi" mi avvertì, interrompendo il mio flusso di coscienza. "Le tue parole non sono un fatto privato."
Alzai sorpresa il viso verso di lei. "Che cosa intendi dire? Chi potrebbe andara a curiosare sul mio diario?"
"Bè, quello che scrivi su questo momento importante della tua vita resterá in ereditá ai tuoi figli e dovrebbe essere solo qualcosa di cui sei orgogliosa, per non dovertene poi pentire."
Le parole di mamma erano sconvolgenti. Mi stava dicendo che non dovevo esprimere quello che sentivo! Ed ero terrorizzata all'idea che i miei sentimenti non fossero un fatto privato e che scrivere delle riflessioni potesse essere condiserato un fatto d'insubordinazione. L'invito a scrivere solo quello che secondo loro avrei dovuto sentire mi lasció sbigottita.

inviato il 27/10/2014
Nei segnalibri di:

Ovunque tu vada

immagine copertina
Katia Tenti
Ovunque tu vada
Farfalle Marsilio
10 righe da pagina 139:

Era portata a guardare dentro le cose, un vero talento. E vedeva lontano, quasi esclusivamente in direzione del passato. Altrimenti non avrebbe potuto fare tanta fortuna e riscuotere tale successo tra i suoi clienti. Tutti smaniosi di andare alla radice del problema. L'infelicitá. E per poter perpetrare questo stato, il guardarsi indietro, scavare ossessivamente, sminuzzare e analizzare, era tra le tecniche migliori. Se solo lei avesse svelato subito che vivere il presente é decisamente piú proficuo e consente almeno qualche attimo di non-infelicitá, sarebbe stato come ammettere la totale inutilitá della sua professione.

inviato il 13/10/2014
Nei segnalibri di:

IL MALE NON DIMENTICA

immagine copertina
Roberto Costantini
IL MALE NON DIMENTICA
Farfalle Marsilio i gialli
10 righe da pagina 24:

era stufo quanto sereno. Aveva lentamente svuotato se stesso ma la sua non era una scelta zen nè una forzatura. Era una conseguenza naturale della terra bruciata di rapporti umani che aveva fatto intorno a sè nel corso degli anni.

inviato il 01/10/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie molte

Francesca benvenuta :)

I bastardi di Pizzofalcone

immagine copertina
Maurizio De Giovanni
I bastardi di Pizzofalcone
Einaudi (Stile libero big) 2013
10 righe da pagina 265:

Si passó una mano tremante sul volto: - Scusatemi, sono tre giorni che non dormo. Non ci riesco. Ho paura... ho paura di sognare, e quindi non dormo. E ho paura di quell'attimo, sapete, quell'attimo quando ti svegli e non ricordi quello che é successo. E poi ti ritorna tutto in mente. Ti arriva addosso la consapevolezza, e riprovi di nuovo tutto il dolore, la stessa sensazione.

inviato il 29/09/2014
Nei segnalibri di:

Le figlie del libro perduto

immagine copertina
Katherine Howe
Le figlie del libro perduto
Tradotto da Valentina Daniele
Salani 2009
10 righe da pagina 93:

"Che strano, eh?" disse Sam, sporgendosi verso di lei e abbassando la voce.
"Cosa é strano?" chiese lei, guardandolo.
"Che vivi la tua vita, con le tue opinioni, gli amori, le paure. Alla fine quelle parti di te scompaiono e poi anche le persone che le ricordano, e in breve tutto quello che resta di te é il nome in un registro..."

inviato il 15/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Secondo me la parte finale è stata troppo sbrigativa, avrei preferito un po' più avventuroso e la ricerca del libro più lunga.

Sisi l'ho finito qualche giorno fa.è partito bene, poi la parte "fantasy" o "sovrannaturale" l'ho più percepita come inverosimile... Esatto complessivamente carino e una lettura piacevole e scorrvole, ma manca qualcosa per rimanere impresso

;) Ho scritto carino e non bello, perché avrei voluto un po' più... te lo scrivo quando avrai terminato la lettura e mi avrai detto il tuo parere.

si la tematica mi interessa molto. cercavo appunto un libro che parla di streghe, della caccia alle streghe... e ho trovato questo.

Letto, carino.

Doctor Sleep

immagine copertina
Stephen King
Doctor Sleep
Tradotto da Giovanni Arduino
Sperling & Kupfer 2014
10 righe da pagina 56:

Forse sapevo che sarebbe successo. Peró le cime del New Hampshire erano piú basse di quelle che ogni tanto popolavano ancora i suoi incubi. Con il tempo ci faró il callo, si disse. A patto di cancellare il ricordo del bambino con la maglietta dei Braves. E di mollare la bottiglia.
Arrivava un momento in cui ti rendevi conto che continuare a scappare era inutile. Che ovunque andassi, avevi sempre te stesso al tuo fianco.

inviato il 23/06/2014
Nei segnalibri di:

La Nausea

immagine copertina
Jean -Paul Sartre
La Nausea
La Biblioteca di Repubblica

Pensavo vagamente di sopprimermi, per annientare almeno una di queste esistenze superflue.

Ma la mia stessa morte sarebbe stata di troppo.

Di troppo il mio cadavere, il mio sangue su quei ciottoli, tra quelle piante, in fondo a quel giardino sorridente.

E la carne corrosa sarebbe stata di troppo nella terra che l'avrebbe ricevuta, e le mie ossa, infine, ripulite, scorticate, nette e pulite come denti, sarebbero state anch'esse di troppo: io ero di troppo per l'eternità.

inviato il 23/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie !!! :D

Benvenuto/a :)

L'uccello del malaugurio

immagine copertina
Camilla Läckberg
L'uccello del malaugurio
Farfalle Marsilio 2012
10 righe da pagina 73:

Il bene aveva bilanciato il male. O non era cosí? A volte, quando di notte si agitava in preda agli incubi, non ne era tanto sicuro. Ma alla luce del giorno era certissimo che il bene avesse prevalso. Il male si percepiva solo sotto forma di ombre annidate negli anfratti, incapaci di mostrare al mondo la loro brutta faccia.

inviato il 10/06/2014
Nei segnalibri di:

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy