Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di giuse.wochicevick

Non dimenticarti dei sogni

immagine copertina
Giuseppe Wochicevick
Non dimenticarti dei sogni
Abel Books 2018

Cosa abbiamo fatto, dove siamo rimasti, convinti di andare lontano
per poi rimanere fermi, inermi,
a guardare il tempo
Dovevamo cambiare il mondo, è rimasto tutto uguale
Cerchiamo soltanto di conservarci per sentirci giovani, per darci un tono
collezionando i ricordi senza immaginare il domani
C'è rimasto il cuore
per provare finalmente a vivere l'oggi fino all'ultimo
come mai abbiamo fatto, mettendo da parte l'età
le date, i numeri
L'album dei rimpianti lo sfoglieremo alla fine
un attimo prima di chiudere gli occhi, quando eravamo già morti
Mettiamo via le paure adesso
e cerchiamo di vivere fino all'ultimo respiro
senza pensare al dopo, al poi
Per i ricordi, c'è ancora tempo

inviato il 05/05/2018
Nei segnalibri di:

Quante parole valgono

immagine copertina
Giuseppe Wochicevick
Quante parole valgono
Ed. ilmiolibro.it 2016
10 righe da pagina 77:

La vera rivoluzione
è essere
tesoro di se stessi

Accettarsi

Conoscersi

La vera rivoluzione
è saper ascoltare

Aspettare

Cambiare opinione

Comprendere
i propri errori

I propri sbagli

inviato il 04/07/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Giuse.wochicevick , per te un libro incentivo come finalista 10righe scelte dalla redazione nel mese di luglio. Ricordati di inviare i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie davvero!Giuse

Ciao Giuse sei nella finale di luglio, 10 righe scelte dalla redazione.

Terme e sorgenti di Napoli

Filiberto Passananti
Terme e sorgenti di Napoli
Tascabili economici Newton 1996
10 righe da pagina 7:

I greci li chiamarono Campi Flegrei,cioè campi ardenti. Un nome
che sottolineava la gran quantità di fenomeni vulcanici, di tipo
diverso,che vi si sviluppavano. Allora ancora più numerosi che oggi.
Nei secoli,quest'area è sempre stata considerata la “terra magica”,
dove il male e il bene,il brutto e il bello convivono in un equilibrio
tanto incredibile quanto soprannaturale.
L'alea di magia,che corre dall'isolotto di Megaride,sistemato
proprio al centro del golfo di Napoli,fino al campo di Miseno,
traspare chiara dalle vicende delle colonie greche nell'Italia Meridionale
da quelle della Repubblica di Roma e dal successivo Impero

inviato il 16/02/2016
Nei segnalibri di:

Io mi chiamo Giuseppe Wochicevick

Giuseppe Wochicevick
Io mi chiamo Giuseppe Wochicevick
autoprodotto ebook
10 righe da pagina 4:

Forse
è proprio il volere del nostro inconscio
a portarci verso il destino
a guidarci verso quello strano viaggio
a scrivere
nelle pagine della nostra vita
a dettare
quello che per ognuno di noi
potrà sembrare soltanto
una casuale combinazione

inviato il 02/12/2015
Nei segnalibri di:

L'arte di ottenere sempre ragione

Artur Schopenhauer
L'arte di ottenere sempre ragione
Tradotto da Nicola Curcio Franco Volpi
Adelphi 1991
10 righe da pagina 65:

“Ogni piacere dell'animo
e ogni ardore
risiedono nell'essere qualcuno
dal confronto con il quale si possa trarre
un altro sentimento di sé”
Nulla
supera per l'uomo
la soddisfazione della sua vanità
e nessuna ferita duole più di quella in cui
viene colpita la vanità

inviato il 16/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Happy!

Giuse.wochicevick, sei nella classifica settimanale di novembre. :-)

Buongiorno,
Anno di edizione 1991
Traduttori Nicola Curcio Franco Volpi

Ciao giuse.wochicevick, anno di edizione del libro e traduttore.

Giulio Cesare

William Shakespeare
Giulio Cesare
Tradotto da Flavio Giacomantonio
Biblioteca economica Newton 1995
10 righe da pagina 71:

Cassio: Vieni Antonio! E anche tu,giovane Ottavio,vieni!
Vendicatevi solo su Cassio, chè Cassio è stanco del mondo:
odiato da chi ama; sfidato da suo fratello; rimbrottato come
uno schiavo; tutti i suoi errori scrutati, annotati, studiati e
imparati a memoria, per poi rinfacciarli. Oh, la mia anima
potrebbe fluire dagli occhi col pianto! Ecco il mio pugnale, e
qui il mio nudo petto, con dentro un cuore più prezioso delle
miniere di Pluto, più ricco dell'oro: se tu sei un romano,
strappalo. Io, che ti ho negato l'oro, ti darò il mio cuore:
colpisci, come colpisti Cesare;

inviato il 12/09/2015
Nei segnalibri di:

Ali colorate

immagine copertina
Giuseppe Wochicevick
Ali colorate
LOPcom Leaves On Paper

“ Ali colorate è una raccolta di poesie di libero pensiero
Una visione introspettiva affrontata con semplicità
Una confessione del proprio amore per la poesia
Della propria scelta d'espressione
Dell'essere se stesso
Sempre ”

Ali colorate
Poesia di libero pensiero
di Giuseppe Wochicevick
ebook pubblicato da LOPCom Leaves On Paper
Disponibile Gratuitamente

inviato il 10/09/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Giuseppe, scrivi 10 righe tratte anche dai libri che hai letto... ;)

Vele di memoria

immagine copertina
Giuseppe Wochicevick
Vele di memoria
LOPcom Leaves On Paper

Sogni, colori, speranze e illusioni
una serena introspezione d'emozioni nelle sensazioni di un cuore che batte
Stralci di vita urlata al vento
riflessa nei pensieri
dipinta in un immagine fermata nel tempo
Il coraggio di scrivere su bianche pagine
tutto l’amore che si ha dentro
un percorso in salita
talvolta doloroso
affrontato a viso aperto

inviato il 19/10/2014
Nei segnalibri di:

Scrivo qualcosa per te

immagine copertina
Giuseppe Wochicevick
Scrivo qualcosa per te
Ed. ilmiolibro.it

Scrivo qualcosa per te, qualcosa di profondo, ricco come il mare. Voglio raccontarti un amore entrato come un fulmine, riempiendo i miei occhi di luce, trapassando il mio cuore.
Scrivo qualcosa per te, un tuffo nel passato, qualcosa che ho perso, quello che ho dato, cosa ho pensato, ciò che ho fatto...

inviato il 10/02/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Anche se in ritardo... Benvenuto Giuseppe : )

Volevo tacere

immagine copertina
Sándor Márai
Volevo tacere
Tradotto da Laura sgarioto
Adelphi 2017
10 righe da pagina 95:

Con l'eco di questo allarmante e odioso grido di battaglia nelle orecchie e nell'animo salii nella mia stanza d'albergo per posare, per la prima volta dopo vent'anni, la testa sul cuscino nella mia città natale. Dormii un sonno agitato da sogni sgradevoli e angoscianti. All'alba non mi svegliai solo dai sogni di quella notte ma da quelli dell'ultimo ventennio. Come disse Churchill: " I fatti valgono più dei sogni". Eravamo stati impoveriti di un sogno e costretti ad affrontare i fatti. (...) ci resta ancora qualche mese per vivere, viaggiare, comportarci come se l'Europa fosse al suo posto, come se fossero ancora una realtà le idee, le istituzioni, le forme dello spirito che plasmano la personalità di questa parte del mondo dietro la divisa della civiltà.

inviato il 08/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Scusate il ritardo, scelgo http://scrivi.10righedailibri.it/canti-scelti

Sándor Márai nacque a Košice l'11 aprile 1900.

Grazie.

Ciao Barbara, sei nella finale settimanale i maggio. Scegli da oggi 14 maggio a domenica 20 maggio, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

La tregua

immagine copertina
Mario Benedetti
La tregua
Tradotto da Francesco Saba Sardi
narrativa Nottetempo 2014
10 righe da pagina 143:

“Le sono andato vicino, io pure sono stato a guardare come pioveva, per un po’ non ci siamo detti nulla. Poi all’improvviso, ho avuto coscienza che quel momento, quel frammento di quotidianità, era il grado massimo del benessere, la Felicità. Mai ero stato tanto pienamente felice come in quel momento, tuttavia avevo la dolorosa sensazione che mai più lo sarei stato, almeno con quella forza, con quell’intensità. L’apice è così, esattamente così. Come se non bastasse, sono certo che l’apice duri solo un secondo, un breve istante, la durata di un lampo, e non si ha diritto a proroghe”.

inviato il 07/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Francesca, sei nella finale di maggio, 10righe sceltedalla redazione.

La passeggiata

immagine copertina
Robert Walser
La passeggiata
Tradotto da Emilio Castellani
Adelphi 2014
10 righe da pagina 33:

Ogni passeggiata è piena di incontri, di cose che meritano d’esser viste, sentite. Di figure, di poesie viventi, di oggetti attraenti, di bellezze naturali brulica letteralmente, per solito, ogni piacevole passeggiata, sia pur breve. La conoscenza della natura e del paese si schiude piena di deliziose lusinghe ai sensi e agli sguardi dell’attento passeggiatore, che beninteso deve andare in giro ad occhi non già abbassati, ma al contrario ben aperti e limpidi, se desidera che sorga in lui il bel sentimento, l’idea alta e nobile del passeggiare.

inviato il 07/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Robert Walser (Bienne 1878 – Herisau 1956), scrittore e poeta svizzero.

ipotesi di felicità

immagine copertina
Alberto pellegatta
ipotesi di felicità
A. MONDADORI 2017

Sembra l'adolescenza
ma è solo un drink con un estraneo
piacere insolente.

Come scriveremo tra decenni,
- in codice, senza verbi -
pressioni di cerbiatti sulla neve.

Convincerci, come prima di una recita,
che anche questa perfidia ci appartenga.
non esistere, per quanto eccellenti siano
le camice nei cassetti.Continuerebbe
bene anche nei bassifondi.

messo il libro sullo scaffale giusto
starai meglio, tra le robinie e le tue scatole
seriali, che spaventano le ragazze, vuote.
Lo chiami spirito ma è un disturbo del sonno
che ci riporta agli entusiasmi dei doganieri

inviato il 07/05/2018
Nei segnalibri di:

Venga la tempesta

immagine copertina
Leena Lander
Venga la tempesta
Tradotto da Ernesto Boella e Jari Boella
Mondolibri 1999

La bambina, gracile e bionda, è in mezzo al cortile, silenziosa, immobile.
Cosa vuoi, piccola?
Voglio morire.
No, scaccia quell'immagine. Non pensarci. Ti fa male. E tu non vuoi sapere che cosa è accaduto.
è di pietre che vuoi parlare. Ti hanno sempre affascinata. Fin da bambina raccoglievi normalissimi sassi, che lavavi e custodivi sotto il letto dentro scatole di cartone. All'inizio le tue sorelle trovavano la cosa divertente, poi penosa. Per loro, non aveva alcun senso. Le pietre non sono niente. Non valgono niente.
Ma non è vero. La pietra è il tempo, la pazienza incrollabile del tempo.

inviato il 07/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazieeeeeeeeeeeee mi fa molto piacere

Ciao Cristina, sei nella finale di maggio, 10righe scelte da Voi utenti.

La notte del predatore

immagine copertina
Wilbur Smith - Tom Cain
La notte del predatore
Tradotto da Sara Caraffini
Longanesi 2016
10 righe da pagina 15:

Aveva giustiziato senza ricorrere alla legge il primo dei due assassini della moglie, Carl Bannock, dandolo in pasto ai suoi stessi coccodrilli nel parco del castello in cui lo aveva sorpreso. Gli enormi rettili lo avevano dilaniato e divorato, ma poiché Jo non aveva assistito alla cattura e all’esecuzione, aveva potuto fingere di non sapere nulla.
Era però con Hector quando lui aveva preso il secondo responsabile, un criminale di nome Johnny Congo, che era già stato condannato a morte da un tribunale texano ma che era riuscito a evadere. Era intervenuta con forza per impedire a Hector di farsi giustizia da solo per la seconda volta e alla fine aveva minacciato di troncare la relazione, se lui non avesse consegnato Congo agli ufficiali giudiziari americani.
Con riluttanza, lui aveva obbedito.

inviato il 08/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Wilbur Addison Smith (Broken Hill, 9 gennaio 1933) - Tom Cain pseudonimo di David Thomas (Mosca, 17 gennaio 1959)

La solitudine dei numeri primi

immagine copertina
Paolo Giordano
La solitudine dei numeri primi
Mondadori 2008
10 righe da pagina 11:

Alice Della Rocca odiava la scuola di sci. Odiava la sveglia alle sette e mezzo del mattino anche nelle vacanze di Natale e suo padre che a colazione la fissava e sotto il tavolo faceva ballare la gamba nervosamente, come a dire sù, sbrigati. Odiava la calzamaglia di lana che la pungeva sulle cosce, le moffole che non le lasciavano muovere le dita, il casco che le schiacciava le guance e puntava con il ferro sulla mandibola e poi quegli scarponi troppo, sempre troppo stretti, che la facevano camminare come un gorilla. -" Allora lo bevi o no questo latte?" La incalzò di nuovo suo padre. Alice ingurgitò tre dita di latte bollente, che le bruciò prima la lingua, poi l'esofago e lo stomaco. "Bene. e oggi fai vedere chi sei" le disse....E chi sono?, pensò lei.

inviato il 30/04/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

2008...pag. 1

grazie mille ..spero di vincere ma come si dice l'importante è partecipare..:-/..

Ciao Marsielo, sei nella finale del mese di maggio, 10righe scelte dalla redazione.

Grazie :)

2008 Arnoldo mondatori editore s.p.a. milano...........pagina 11..

Scrivi qui nei commenti l'anno di pubblicazione e il numero di pagina delle tue 10righe. :-)

Benvenuto Marsielo.

Tre camere a manhattan

immagine copertina
George simenon
Tre camere a manhattan
Tradotto da Laura Frausin Guarino
adelphi 1998
10 righe da pagina 87:

Si parla, a volte, di "campi senz'anima". E probabilmente anche a lui, come a tutti, era capitato di usare tale espressione. Ma quel giorno, in quel preciso istante, all'angolo fra la sessantaseiesima strada e Madison Avenue, si sentiva davvero un corpo inanimato, il cui pensiero, la cui vita, erano altrove. (...) Sembrava che ciascuno conoscesse solo le proprie battute, il proprio personaggio e ignorasse il resto della commedia o non gliene importasse granchè e sopratutto che gli importasse niente degli altri attori. Nemmeno si salutarono.

inviato il 03/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Georges Joseph Christian Simenon, nacque a Liegi, 13 febbraio 1903 .

Grazie.

Grazie ☺

Ciao Barbara, sei nella finale settimanale i maggio. Scegli da oggi 7 maggio a domenica 13 maggio, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

La custode di mia sorella

immagine copertina
Jodi Picoult
La custode di mia sorella
Tradotto da Lucia Corradini Caspani
Corbaccio 2005
10 righe da pagina 144:

Quando apre gli occhi, rischio di cadere dal letto; è un momento da Esorcista. "Anna?" dice lei, guardandomi dritto in faccia. Non vedevo il suo sguardo così spaventato da quando eravamo piccole e Jesse ci faceva credere che un vecchio fantasma indiano fosse ritornato a pretendere le sue ossa sepolte per errore sotto la nostra casa,
Se avete una sorella, e questa muore, non dite più che avete una sorella? Oppure siete sempre una sorella, anche quando l'altra metà dell'equazione se n'è andata?
Striscio sul letto, che è stretto, ma grande abbastanza per noi due. Appoggio il capo sul suo petto, così vicino al tubo centrale che posso vedere il liquido gocciolare dentro di lei. Jesse si è sbagliato, non sono venuta a trovare Kate perché poi mi sentirò meglio. Sono venuta perché senza di lei è difficile, per me, ricordare chi sono.

inviato il 01/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

significativo..:-)

Non lasciarmi

immagine copertina
Kazuo ishiguro
Non lasciarmi
Tradotto da Paola Novarese
Einaudi 2006
10 righe da pagina 121:

Talvolta percorro una lunga strada tortuosa in mezzo alla palude,o magari oltrepasso filari di campi arati,il cielo enorme grigio e sempre uguale a se stesso miglio dopo miglio,e mi ritrovo a pensare al mio saggio,l'unico che avrei dovuto scrivere allora ,quando eravamo ai Cottages. I tutori avevano menzionato i saggi di tanto in tanto per quell?ultima estate,cercando di aiutare ognuno di noi a scegliere un argomento che ci avrebbe completamente assorbiti per circa due anni.In un certo senso però- forse dipendeva da qualcosa nel comportamento dei nostri tutori-nessuno credeva veramente che i saggi fossero così importanti,e raramente furono oggetto di discussione tra noi.Ricordo che quando comunicai a Miss Emily di avere scelto i romanzi vittoriani,non avevo riflettuto molto al riguardo,e mi sono resa conto che lei se n?era accorta.

inviato il 02/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Kazuo Ishiguro è nato a Nagasaki - Giappone -8 Novembre 1954 ;si è trasferito a Londra con la famiglia; vincitore premio Nobel 2017

Quante parole valgono

Quante parole valgono 1 year 44 settimane fa

Grazie davvero!Giuse

L'arte di ottenere sempre ragione

L'arte di ottenere sempre ragione 2 years 26 settimane fa

Happy!

L'arte di ottenere sempre ragione 2 years 26 settimane fa

Buongiorno,
Anno di edizione 1991
Traduttori Nicola Curcio Franco Volpi

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy