Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di giovanni.digiro

Scelgo di Essere Felice

immagine copertina
Giovanni Di Girolamo
Scelgo di Essere Felice
Taita Press 2017

"Spesso ti troverai a ballare come un canna al vento, ma resisterai. Le tue radici diventeranno sempre più forti, ma continueranno a nutrirsi della terra e dell’acqua. Non si chiuderanno su se stesse, non marciranno e presto daranno vita a nuove primavere. La tua stessa vita diventerà una primavera di colori e di profumi e, quando ti troverai a riflettere sulla tua vita e sulle tue scelte, ti sentirai sereno ed in pace con te stesso e con il mondo. Ti sentirai vivo"

inviato il 19/07/2017
Nei segnalibri di:

Scelgo di Essere Felice

immagine copertina
Giovanni Di Girolamo
Scelgo di Essere Felice
Taita Press 2017

“Caro lettore, ti auguro di andare oltre per leggere quanto ti voglio raccontare. Non per insegnare qualcosa, non per convincerti di quanto sia bella la vita. Ma desidero renderti partecipe di questo viaggio. Il segnalibro che tieni fra le mani non rimanga a lungo su questa pagina. Se ti scivolerà via per via del sonno non ne avrò a male. Così, continuando a leggere, mi darai la possibilità di raccontare, sperando che io riesca a emozionarti e a comunicarti ciò che sto vivendo…”.
(Scelgo di Essere Felice - Giovanni Di Girolamo)

inviato il 22/05/2017
Nei segnalibri di:

Il guardiano del faro

immagine copertina
Sergio Bambarèn
Il guardiano del faro
Fanucci, Sperling, Bompiani, Mondadori, Salani

“Il futuro ci dà da pensare, il passato ci obbliga a voltarci indietro e questo è il motivo per cui non possiamo sentirci felici. Ci lasciamo sfuggire il presente! Assapora la tua vita un giorno per volta, perché la bellezza è ovunque qualche volta nascosta persino nei risvolti della vita miserabile a cui siamo condannati”.
(Il Guardiano del Faro - Sergio Bambarén)

inviato il 22/05/2017
Nei segnalibri di:

Scelgo di Essere Felice

immagine copertina
Giovanni Di Girolamo
Scelgo di Essere Felice
Taita Press

Le cose non accadono mai a caso. Le novità sopraggiungono quando meno ce lo aspettiamo, quando siamo pronti a che esse accadano, quando abbiamo imparato a non vivere di aspettative e di rimorsi, ma ad osservare e ad assaporare il nostro presente nelle sue innumerevoli sfumature.

inviato il 15/05/2017
Nei segnalibri di:

L'Alchimista

immagine copertina
Paulo Coelho
L'Alchimista
Assaggi di narrativa Bompiani

L'Anima del Mondo è alimentata dalla felicità degli uomini. O dall'infelicità, dall'invidia, dalla gelosia. Realizzare la propria Leggenda Personale è il solo dovere degli uomini. Tutto è una sola cosa. E quando vuoi davvero qualcosa, l'intero universo cospira affinché chi lo desidera con tutto sé stesso possa riuscire a realizzare i propri sogni, per quanto sciocchi possano sembrare. Perché sono nostri e soltanto noi sappiamo quanto ci costa sognarli

inviato il 15/05/2017
Nei segnalibri di:

L'Ombra di Kukulkan

immagine copertina
Giovanni Di Girolamo
L'Ombra di Kukulkan
Navarra Editore
10 righe da pagina 119:

Si avvicinò alla riva del fiume e osservò la sua immagine riflettersi sulla superficie dell’acqua. Chinandosi sulle ginocchia, immerse la mano e sfiorando il fondale raccolse sul palmo dei sassolini e dei minuscoli cristalli di rena che brillavano alla luce del sole e che gli apparvero come le sfumature imprevedibili della sua esistenza. Dalla pietra viva si dipartiva una rosa di arcobaleni che parevano scale verso universi ancora inesplorati.

inviato il 18/06/2014
Nei segnalibri di:

L'Alchimista

immagine copertina
Paulo Coehlo
L'Alchimista
2010 BOMPIANI

Sono vivo. Mentre mangio, non faccio altro che mangiare, se stessi camminando, camminerei e basta. Il giorno in cui dovrò combattere, sarà un buon giorno per morire come qualunque altro. Perché io non vivo nel passato, ne nel mio futuro. Possiedo solo il presente ed è il presente che mi interessa. Se riuscirai a mantenerti sempre nel presente, sarai un uomo felice. La vita sarà una festa, un grande banchetto, perché è sempre e soltanto il momento che stiamo vivendo.

inviato il 18/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

traduttrice: Rita Desti...la pagina, purtroppo, non la ricordo :)

Benvenuto G DG...
Scrivi qui sotto il nome del traduttore e da che pagina hai tratto le tue 10 righe... :D

L'Ombra di Kukulkan

immagine copertina
Giovanni Di Girolamo
L'Ombra di Kukulkan
Navarra Editore
10 righe da pagina 7:

Senza dubbio poteva ritenersi il signore indiscusso degli affari mondiali, ma doveva sarcasticamente convenire che fra le mura domestiche non aveva mai fatto carriera. Con il passare dei giorni questo cruccio si era radicato nella sua mente, dilaniandola come un aculeo pungente e spietato. Quell’insicurezza latente che per anni aveva tenuto soffocata nei labirinti della sua risolutezza era ora esplosa come una belva crudele e famelica, trafiggendolo di dubbi lancinanti. Qualunque cosa avessero potuto pensarne gli ignari uomini che sottostavano alle sue decisioni, non era Bill Chandler il cattivo.

inviato il 26/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Giovanni, scrivi 10 righe tratte anche dai libri che leggi ;)

La scopa del Sistema

immagine copertina
David Foster Wallace
La scopa del Sistema
Edizioni Mondolibri su licenza Einaudi
10 righe da pagina 344:

- Be’, all’inizio una persona comincia a piacerti sulla base di, appunto, sulla base di alcune sue caratteristiche, no? L’aspetto fisico, oppure come si muove, o l’intelligenza, o magari una combinazione di tutte queste cose insieme. Sicché all’inizio a farti sentire in un certo modo nei confronti di una certa persona sono appunto quelle che tu chiami caratteristiche, cioè aspetti di quella certa persona.
- Sento che le cose si mettono male.
- ma poi arriva al punto che… cioè, se quella persona arrivi ad amarla, allora è come se la faccenda si capovolgesse. Cioè non è più che apprezzi quella persona per via di certi aspetti di quella persona; piuttosto è che cominci ad apprezzare gli aspetti di quella persona perché apprezzi la persona. Tipo come una cosa centrifuga anziché centripeta.

inviato il 26/03/2014
Nei segnalibri di:

Il Delfino

Sergio Bambarèn
Il Delfino
Mondadori su licenza Sperling & Kupfer

I sogni sono fatti di tanta fatica. Forse, se cerchiamo di prendere delle scorciatoie, perdiamo di vista la ragione per cui abbiamo cominciato a sognare e alla fine scopriamo che il sogno non ci appartiene più. Se ascoltiamo la saggezza del cuore il tempo infallibile ci farà incontrare il nostro destino. Ricorda: quando stai per rinunciare, quando senti che la vita è stata troppo dura con te, ricordati chi sei. Ricorda il tuo sogno.

inviato il 12/03/2014
Nei segnalibri di:

L'Alchimista

immagine copertina
Paulo Coelho
L'Alchimista
Romanzo Bompiani
10 righe da pagina 64:

"Esiste un linguaggio che va al di là delle parole," pensò. "L'ho già sperimentato con le pecore, e adesso lo sto sperimentando con gli uomini." stava imparando tante cose nuove: cose che aveva già provato, ma che tuttavia gli suonavano nuove, perché prima gli erano passate accanto senza che lui se ne accorgesse. e non se n'era accorto perché vi era abituato. "Se imparerò a decifrare questo linguaggio senza parole, riuscirò a decifrare il mondo." "E' un tutt'uno," aveva detto il vecchio.

inviato il 15/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille :)

benvenuta La divoratrice di libri :)

Un'estate da ragazzi

immagine copertina
Richard Cox
Un'estate da ragazzi
Tradotto da Sonia Folin
Baldini&Castoldi 2017
10 righe da pagina 75:

“Mi dispiace”, disse Bob al poliziotto. Non riuscì a trattenersi, e la risata gli esplose in gola, con scoppi potenti che invasero il silenzio. Il poliziotto sembrò confuso e spaventato, ma Bob non ricordava un momento più felice in tutta la sua vita. Dopo anni vissuti trascinandosi nell'ombra di suo padre, Bob Steele stava finalmente per mettersi in luce ed essere riconosciuto come il migliore dei due.
“Mi dispiace”, disse di nuovo. “Todd ha detto che finisce così”.
Bob accese il fiammifero e lo lanciò in aria. Il sottile stecchino di legno parve fluttuare davanti ai suoi occhi e roteare più e più volte, come al rallentatore. Quando il primo proiettile lo colpì al petto, Bob provò una sensazione simile all'estasi.
Le fiamme comparvero dal nulla, ondeggiando di fronte a lui come spirali danzanti. Bob cadde a terra e fu inghiottito dal fuoco.
Morì sorridendo.

inviato il 17/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie allo staff di 10Righe e all'editore Baldini&Castoldi per questo libro incentivo

Uno, nessuno e centomila

immagine copertina
Luigi Pirandello
Uno, nessuno e centomila
Acquarelli
10 righe da pagina 20:

Avrei potuto, è vero, consolarmi con la riflessione che, alla fin fine, era ovvio e comune il mio caso, il quale provava ancora una volta un fatto risaputissimo, cioè che notiamo facilmente i difetti altrui e non ci accorgiamo dei nostri. Ma il primo germe del male aveva cominciato a metter radice nel mio spirito e non potei consolarmi con questa riflessione.

inviato il 17/07/2017
Nei segnalibri di:

LA MIRABILE VISIONE

immagine copertina
GIOVANNI PASCOLI
LA MIRABILE VISIONE
NICOLA ZANICHELLI 1902
10 righe da pagina 20:

Angelo chiama in divino intelletto,
e dice: "Sire, nel mondo si vede
meraviglia ne l'atto, che procede
da un'anima, che fin quassù risplende".
Lo cielo, che non ha altro difetto
che d'aver lei, al suo Signor la chiede,
e ciascun santo ne grida merzede.
Sola pietà nostra parte difende;
chè parla Dio, che di madonna intende:
"Diletti miei, or sofferite in pace,
che vostra speme sia quanto mi piace
là, dov'è alcun che perder lei s'attende,
e che dirà ne lo inferno a' malnati:
Io vidi la speranza dei beati".

inviato il 18/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Giovanni Pascoli nacque a San Mauro di Romagna il 31 dicembre 1855.

I Malavoglia

immagine copertina
Giovanni Verga
I Malavoglia
Acquarelli
10 righe da pagina 59:

La Mena, appoggiata alla porta della cucina, colla faccia nel grembiule, si sentiva il cuore che gli sbatteva e gli voleva scappare dal petto, come quelle povere bestie che teneva in mano. La dote di Sant'Agata se n'era andata colla Provvidenza, e quelli che erano a visita nella casa del nespolo pensavano che lo zio Crocifisso ci avrebbe messo le unghie addosso. Alcuni se ne stavano appollaiati sulle scranne, e ripartivano senza aver aperto bocca, da veri baccalà che erano; ma chi sapeva dir quattro parole, cercava di tenere uno scampolo di conversazione, per scacciare la malinconia, e distrarre un po' quei poveri Malavoglia i quali piangevano da due giorni come fontane.

inviato il 18/07/2017
Nei segnalibri di:

Daughters of the Dragon

immagine copertina
William Andrews
Daughters of the Dragon
Lake union publishing
10 righe da pagina 299:

<<...in times like this, it was hard for me to believe that Soo-bo and I were direct descendants of Empress Myeongseong, responsible to carry on the legacy of the two-headed dragon. Certainly l believed in the spirits of my ancestors. l could feel them inside me and see them in the people and land of my country. But if Soo-bo and l were a part of their grand scheme, why didn't they help us? Why did we have to suffer and die for Korea?>>

inviato il 20/05/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Isabella, sei nella finale di Maggio, 10 righe scelte dalla redazione.

Le stagioni della vita

immagine copertina
Hermann Hesse
Le stagioni della vita
Tradotto da Non citato
Oscar Mondadori 1988
10 righe da pagina 66:

La vera cultura non è quella che mira a un qualche scopo, ma, come ogni ricerca della perfezione, ha il suo significato in se stessa. Come la ricerca della forza, dell'agilità e della bellezza fisica non ha un suo fine ultimo (quello, ad esempio, di farci ricchi, celebri e potenti), ma ha la sua ricompensa in se stessa, in quanto esalta il nostro senso vitale e la nostra fiducia in noi stessi, ci rende più lieti e più felici e ci dà un più alto senso di sicurezza e di salute. così anche la ricerca della "cultura", cioè di un perfezionamento intellettuale e spirituale, non è un cammino faticoso verso un qualche fine limitato, ma un fortificante e benefico allargamento della nostra coscienza, un arricchirsi delle nostre potenzialità di vita e di gioia.

inviato il 22/05/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :))

Ciao Francesca, le tue 10 righe sono le finaliste del mese di Maggio, 10righe scelte da Voi utenti. Per Te un libro incentivo. Manda i tuoi dati all'indirizzo: libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie :))

Ciao Francesca, sei nella finale di Maggio, 10righe scelte da Voi utenti.

Ciao Francesca, sei nella finale settimanale di Maggio.

Per mano nel buio

immagine copertina
Barbara Demick
Per mano nel buio
Tradotto da Valentina Ricci
Piemme 2010
10 righe da pagina 259:

Il preferito di Jun-sang era Via col vento,il cui stile melodrammatico non era molto dissimile dal tono della narrativa coreana.Fu colpito dai parallelismi tra la guerra civile americana e la guerra di Corea.Per lui era incredibile che gli scontri tra compatrioti potessero essere tanto crudeli;era ovvio che gli americani avevano un indole passionale come quella dei coreani,tuttavia a loro era andata meglio ,perché il loro paese era rimasto unito,al contrario della Corea.Ammirava l'audacia dell'eroina,Rossella O'Hara.Gli ricordava un po' le protagoniste dei film nordcoreani ,sempre nella polvere a lottare per la loro terra;Rossella però era un individualista
una qualità non particolarmente osannata nella letteratura nordcoreana.E di sicuro
le eroine nordcoreane non avevano legami sentimentali.Per gli standard nordcoreani quella roba piccante, e Jung -sang volle saperne :prese in prestito
tutto quello che riusci a trovare:La rabbia degli angeli di Sidney Sheldon a Cent'anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez.Lesse perfino Come trattare gli altri e farseli amici,....

inviato il 22/05/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Vi ringrazio !!!

Ciao Natalina, sei nella finale settimanale di Maggio.

Ciao Natalina :)

i diabolici

immagine copertina
Boileau Narcejac
i diabolici
Tradotto da Federica di Lella e Giuseppe Girimonti Greco
Adelphi 2017
10 righe da pagina 15:

La nebbia si andava infittendo. Anche la musica del grammofono sembrava ovattata, ricordava la voce nasale del telefono. Ravinel non sapeva più se era vivo o morto. Da piccolo, il limbo se lo immaginava proprio così: una lunga attesa in mezzo alla foschia. Una lunga, terrificante attesa. Chiudeva gli occhi e, ogni volta, aveva l'impressione di cadere nel vuoto.

inviato il 23/05/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Barbara, sei nella finale settimanale di Maggio. scegli 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi 29 maggio a domenica 4 giugno, riportando qui nei commenti il link.

ricambio...ciaociaoBarbara!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Boileau-Narcejac nacque a Parigi il 28 Aprile 1906.

Ultimo viene il corvo

immagine copertina
Italo Calvino
Ultimo viene il corvo
Oscar Mondadori 2012
10 righe da pagina 80:

Il comunista era un uomo basso,con una grossa testa calva,che aveva girato il mondo e sapeva tutti i mestieri.era uno che conosceva il male e il bene della vita,vedeva tutto andar male ma sapeva che un giorno andrebbe meglio,era un operaio che aveva letto libri,un comunista.
Lavorava a giornata per le campagne,perché l'aria della città non era più buona per lui;e lavorava bene,s'intendeva di semine,d'ortaggi.Ma più gli piaceva starsene seduto sui muri a parlare delle cose che si perdono nel mondo,del caffè che si brucia nel Brasile,dello zucchero che si butta in mare a cuba,delle scatole di carne che marciscono nei docks di Chicago.E ricordi suoi ,di una vita impastata di miseria,d'emigrazione,di carabinieri;ricordi di un uomo preso a botte dalla vita,di un uomo che si interessa a tutte le cose ,al male e al bene del mondo ,e ci ragiona sopra.

inviato il 01/05/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

http://scrivi.10righedailibri.it/i-malavoglia-5 le 10 righe che più mi piacciono sono queste,!natalina

Perfetto...mi ricordo sicuramente!!! Grazie!!!

Ciao Natalina, sei nella finale del mese di maggio. da oggi lunedi 8 a domenica 14 maggio, scegli 10 righe che più ti piacciono riportando qui nei commenti il link.

L'Alchimista

L'Alchimista 3 years 5 settimane fa

traduttrice: Rita Desti...la pagina, purtroppo, non la ricordo :)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy