Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di italianoinitalia

La terra dei recinti

immagine copertina
Massimiliano Capalbo
La terra dei recinti
Rubettino 2015
10 righe da pagina 42:

"Siccome non sappiamo più affrontare le difficoltà della vita la tendenza è quella di ricercare costantemente delle scorciatoie che possano farci evitare imprevisti e fatica. Ecco che chi considera la vita una disgrazia passa il tempo a scommettere o a grattare pezzetti di carta che promettono illusoriamente, con una vincita milionaria, di risolvere una volta per tutte il problema di vivere (...); chi considera lo sforzo fisico un sacrificio inaffrontabile e si imbottisce di anabolizzanti o farmaci che promettono l'ottenimento di un fisico da culturista in breve tempo; chi considera il lavoro appannaggio degli sfigati trascorre il tempo giocando (...) in borsa o trafficando illecitamente (...); chi non ha voglia di leggere il manuale di istruzioni acquista dispositivi sempre più facili da maneggiare ma che, in cambio della comodità, ci chiedono di rinunciare alla libertà di scelta e alla privacy (...)"

inviato il 13/07/2016
Nei segnalibri di:

Come cambiare il proprio passato

immagine copertina
Giulio Cesare Giacobbe
Come cambiare il proprio passato
Mondadori, 2015
10 righe da pagina 61:

La memoria è una prerogativa degli individui, non dei popoli.
Sono gli individui, ad avere un cervello con dentro la memoria, non i popoli.
Questo spiega perché la guerra è una lezione della storia che i popoli non ricordano mai abbastanza.
Non perché gli individui la dimenticano.
Chi ha già fatto una guerra difficilmente ne fa un'altra.
A meno che sia un pazzo o un eroe.
O a meno che fosse così giovane nella prima da avere la sfortuna di essere chiamato a fare anche una seconda.
Le guerre vengono continuamentte ripetute perché gli individui delle generazioni successive non hanno memoria della guerra.
Non sanno nemmeno cosa sia.
Se ne fanno un'idea romantica.
Credono che sia necessaria alla realizzazione di un ideale. E non sanno che la guerra vuole dire una sola cosa: morte.
E non sanno che le guerre hanno un solo scopo.
L'arricchimento dei venditori di armi.
Non ne hanno nessun altro.
Sono loro, che decidono le guerre.
Non i popoli.
Non gli ideali.
Non le religioni.
Non il bisogno di libertà.
Questi sono tutti specchietti per le allodole [...]

inviato il 13/06/2016
Nei segnalibri di:

Metaphoria

immagine copertina
Rubin Battino
Metaphoria
Crown House Publishing 2002
10 righe da pagina 242:

Acting as if you were stressed brings out the same reactions as actually being in a stressful situation. This is why you do not quiz a friend or a relative about her recent divorce or heart attack. She will relive, both emotionally and physically, the stresses of that event while she is talking about it. The relating of an incident, the recalling of the memory "tricks" both the mind and the body into reliving that experience. [...] We are what we think, and we are our (mutable) memories.

inviato il 13/05/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

infatti così faremo... :) Grazie!

Purtroppo non c'è da nessuna parte (nemmeno sul libro e nemmeno cercando con Google). Penso che il modo migliore per scoprirlo sia scrivere una breve mail all'autore

L'abbiamo visto ma non c'è scritto...

No, ma il suo sito internet ufficiale è questo: http://www.rubinbattino.com/

Sai la data e il luogo di nascita dell'autore?

Il manoscritto ritrovato ad Accra

immagine copertina
Paulo Coehlo
Il manoscritto ritrovato ad Accra
Bompiani

Le armi più tremende non sono la lancia o la catapulta - che possono squarciare il corpo e distruggere le mura. È la parola - che demolisce una vita senza versare nemmeno una goccia di sangue e le cui ferite non si cicatrizzano mai. Ecco perché dobbiamo sforzarci di dominare la nostra lingua. per non diventare schiavi delle parole. Quando vengono usate contro di noi, impariamo a evitare il combattimento, giacché non ci sarà mai un vincitore. Scegliendo di porci al livello di un avversario vile, ci ritroveremo a lottare nell'oscurità - e a trionfare sarà inevitabilmente il Signore delle Tenebre.

inviato il 10/03/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao potresti aggiungere anno di edizione e traduttore? Grazie :)

Il manoscritto ritrovato ad Accra

immagine copertina
Paulo Coehlo
Il manoscritto ritrovato ad Accra
Bompiani

Le armi più tremende non sono la lancia o la catapulta - che possono squarciare il corpo e distruggere le mura. È la parola - che demolisce una vita senza versare nemmeno una goccia di sangue e le cui ferite non si cicatrizzano mai. Ecco perché dobbiamo sforzarci di dominare la nostra lingua. per non diventare schiavi delle parole. Quando vengono usate contro di noi, impariamo a evitare il combattimento, giacché non ci sarà mai un vincitore. Scegliendo di porci al livello di un avversario vile, ci ritroveremo a lottare nell'oscurità - e a trionfare sarà inevitabilmente il Signore delle Tenebre.

inviato il 10/03/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao potresti aggiungere anno di edizione e traduttore? Grazie :)

Il ragazzo che cavalcava il vento

immagine copertina
Leonardo Soresi
Il ragazzo che cavalcava il vento
Ponte alle Grazie 2014
10 righe da pagina 265:

"Dammi almeno un consiglio".
"L'unico che posso darti è quello di non adagiarti a fare la vita che fanno quasi tutti, amando poco, lottando poco, lasciando che il tempo scorra senza fare nulla. Ne ho incontrati troppi che hanno vissuto così, e che continuano a raccontarsi giorno dopo giorno che quel poco che hanno combinato è dovuto alla mancanza di talento o alle circostanze sfavorevoli. No, la ragione del poco che facciamo sta sempre in noi. Siamo noi che ci accontentiamo e non tentiamo di vivere i nostri sogni più grandi, nascondendoci, dietro la scusa del realismo e del senso pratico".

inviato il 09/11/2015
Nei segnalibri di:

Parla l'inglese magicamente! Speak English Magically!

immagine copertina
Antonio Libertino
Parla l'inglese magicamente! Speak English Magically!
Meligrana Giuseppe Editore (2015)
10 righe da pagina 36:

Are you ready to relax and acquire English now? Sei pronto [pronta] a rilassarti e ad acquisire l’inglese adesso? If your answer is yes, se la tua risposta è sì, imagine that I am just right there and I ask you, immagina che io sia proprio lì con te e ti chieda: “Can you let your mind remind you of a place, puoi permettere alla tua mente di ricordarti un posto, a moment of your life where you felt so pleasantly relaxed, un momento nella tua vita in cui ti sei sentito [sentita] così piacevolmente rilassato [rilassata], that you wouldn’t move for anything in the world, che non ti saresti mosso [mossa] per nulla al mondo?”
Think about it for a moment, pensaci per un momento. What’s your place? Qual è il tuo posto? What’s your special moment? Qual è il tuo momento speciale?
It is really a wonderful way to relax! È davvero un modo meraviglioso per rilassarti!

inviato il 18/10/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

Si trova a pagina 36.

Dragonero. La maledizione di Thule

immagine copertina
Stefano Vietti
Dragonero. La maledizione di Thule
Mondadori
10 righe da pagina 249:

"Se è concesso un momento, prima della lotta, va usato per se stessi, per raggiungere l'equilibrio interiore necessario ad agire nel modo migliore una volta estratta la spada." Le parole di suo nonno gli arrivarono alla mente cristalline, come se Ian le avesse ascoltate solo un istante prima di uscire dal villaggio di Thule. "Se è concesso un momento, va usato al fine di porsi nella condizione di muoversi poi solo per istinto, perché una volta estratta la spada non sono concessi che pochi attimi per avere ragione del nemico, e ogni istante in più è un passo verso la sconfitta e non la vittoria."

inviato il 18/10/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Anno di pubblicazione?

Momo

immagine copertina
Michael Ende
Momo
Tradotto da Daria Angeleri
Sei Frontiere 2011
10 righe da pagina 250:

E nella grande città si poteva vedere qualcosa che da parecchio tempo non accadeva più: i bambini giocavano per strada e gli automobilisti costretti a frenare, li guardavano sorridendo con benevolenza e più d'uno scendeva a giocare con loro. Dovunque c'erano capannelli di persone che chiacchieravano piacevolmente, gente che s'informava della salute e degli avvenimenti familiari degli altri. Chi andava al lavoro aveva il tempo di ammirare i fiori d'un balcone […]. E i medici avevano tempo, adesso, da dedicare ad ogni singolo paziente. Gli operai avevano tempo per lavorare in pace e con amore a quel che avevano da fare perché non occorreva più produrre il massimo nel minor tempo possibile. Ognuno poteva dedicare a qualunque cosa tutto il tempo che occorreva o desiderava. D'ora innanzi si tornava a disporne in abbondanza.

inviato il 10/09/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

un bel libro ! lo ricordo bene e grazie per averlo riproposto

Sono ancora un uomo

immagine copertina
Laura Hillenbrand
Sono ancora un uomo
Tradotto da Nicoletta Lamberti
Mondadori 2012
10 righe da pagina 171:

Louie si preoccupava più della sanità mentale che del cibo. Continuava a pensare a un corso di psicologia che aveva seguito al college: il professore aveva insegnato alla classe a pensare alla mente come a un muscolo che, se lasciato inattivo, si atrofizza. Louie era deciso a far sì che, qualunque cosa succedesse ai loro corpi, le menti rimanessero sotto controllo.

inviato il 06/09/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Abbiamo integrato i metadati :) Grazie!

Correggete anche la maiuscola dopo la prima frase ("Continuava" e non "continuava", grazie. Numero di pagina: 171, Prima edizione maggio 2012, traduzione di Nicoletta Lamberti. Grazie mille

Italianoinitalia, scrivi qui nei commenti il numero di pagina, l'anno di edizione e traduttore. Grazie

Metaphoria

Metaphoria 3 years 10 settimane fa

Purtroppo non c'è da nessuna parte (nemmeno sul libro e nemmeno cercando con Google). Penso che il modo migliore per scoprirlo sia scrivere una breve mail all'autore

Metaphoria 3 years 10 settimane fa

No, ma il suo sito internet ufficiale è questo: http://www.rubinbattino.com/

Parla l'inglese magicamente! Speak English Magically!

Parla l'inglese magicamente! Speak English Magically! 3 years 39 settimane fa

Si trova a pagina 36.

Sono ancora un uomo

Sono ancora un uomo 3 years 45 settimane fa

Correggete anche la maiuscola dopo la prima frase ("Continuava" e non "continuava", grazie. Numero di pagina: 171, Prima edizione maggio 2012, traduzione di Nicoletta Lamberti. Grazie mille

Keeping the brain in mind

Keeping the brain in mind 5 years 6 settimane fa

2014!

Grazie a voi!

Keeping the brain in mind 5 years 6 settimane fa

Errata corrige: If you can't see a client...

Risveglia il tuo Inglese!­ Awaken your English!

Risveglia il tuo Inglese!­ Awaken your English! 5 years 16 settimane fa

Grazie mille!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy