Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di sator49

Che la festa cominci

immagine copertina
Niccolò Ammaniti
Che la festa cominci
Einaudi
10 righe da pagina 206:

A Saverio Moneta, in quarant'anni di vita, non era mai successo di essere amato in quel modo. Prima di serena il leader delle belve aveva avuto solo un paio di avventure negli anni bui di ragioneria. Storie così, roba di un paio di settimane, in cui ci si mette insieme...serena Mastrodomenico invece l'aveva notata appena era stato assunto al mobilificio...
Era pazzo di serena, ma non vedeva modo di poterla avere. Lui era l'ultimo dei ragionieri e lei la figlia del padrone. Sfilava come una dea in minigonna attraverso i corridoi del mobilificio e Saverio sognava solo di poterle parlare, di invitarla a cena sul lago di Bracciano. Lei però non lo degnava di uno sguardo. Anche se gli passava davanti tutti i giorni, non lo aveva nemmeno mai notato. Ed era giusto così. Perché una donna raffinata e di mondo doveva essere interessata ad una nullità come lui? Uno che non aveva nemmeno la macchina per tornarsene a casa.

inviato il 20/04/2011
Nei segnalibri di:

L'oscura sposa

immagine copertina
Laura Estrepo
L'oscura sposa
Frassinelli, 2004
10 righe da pagina 204:

"E quelli di là che fanno, madrina?" premeva Juana, tirandole la gonna.
"Fanno un gioco che si chiama tennis."
"Ma non sono bambini...Forse anche gli adulti giocano?"
"Sì, anche loro", disse Susana, facendo la saputella, "vince chi prende la palla con la mano."
"No, vince chi riesce a lanciarla più lontano con la racchetta", corresse Todos Los Santos. "La racchetta è quel cesto schiacciato che hanno in mano."
"E là dentro, nel quartiere Staff", volle sapere Ana, "la gente muore lo stesso?"
"Sì, certo. La morte è l'unica che riesce ad entrare ogni volta che ne ha voglia."

inviato il 25/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ringrazio la Casa Ed. Fanucci per il libro incentivo "Punto di rottura" di Simon Lelic, dalla trama sembra molto intrigante!

Grazie Martina, grazie di cuore :-)

assegno il libro incentivo come da regolamento a Violett Hill con http://scrivi.10righedailibri.it/la-cotogna-di-istanbul-ballata-tre-uomi...

ok, quindi come sempre, non come nel messaggio che mi avete scritto ieri sera? :)

Martina il libro devi sceglierlo tra le 10 righe postate da oggi a domenica 8 luglio. Lunedì poi annunci il vincitore scrivendo il messaggio sotto le 10 righe scelte. http://www.10righedailibri.it/giochi-segnalibri

perfetto!allora a domani sera! :)

aspetta la mezzanotte, ma va bene anche se lo comunichi domani :)

...ma devo aspettare la mezzanotte di oggi o posso scegliere subito?

Ps: per ricevere il libro incentivo devi scegliere un vincitore dai post di oggi e un altro domenica prossima :)

PS: grazie a tutti i segnalibrandi. Continuate a partecipare attivamente al sito per scoprire nuove letture ed emozioni!

L'eleganza del riccio

immagine copertina
Muriel Berbery
L'eleganza del riccio
Tradotto da E.Caillat/Cinzia Poli
Edizioni E/O 2007
10 righe da pagina 195:

Da dove viene la meraviglia che proviamo di fronte ad alcune opere?.L'ammirazione nasce al primo sguardo e anche se in seguito,nella paziente caparbietà con cui tentiamo di stanare le cause,scopriamo che tutte questa bellezza è frutto di un virtuosismo che si svela solo scrutando il lavoro di un pennello che ha saputo donare luce e ombra e restituire forme e trame magnificandole-gioiello trasparente del bicchiere,grana tumultuosa delle conchiglie, morbidezza luminosa del limone-,tutto ciò dissolve nè spiega il mistero dell'incanto iniziale.E' un enigma che sempre si rinnova:le grandi opere sono forme visive che raggiungono in noi l'evidenza di un adeguatezza senza tempo.La certezza che alcune forme,sotto l'aspetto particolare che ricevono dai loro creatori, attraversino la storia dell'Arte e nella filigrana del genio individuale,costituiscano altrettante sfaccettature del genio individuale ha qualcosa di profondamente conturbante.

inviato il 25/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Sì, é vero. Non ho pensato subito a lui, perché mi é apparso come un deus ex machina, apparso a modificare ... anche se poi tutto precipita. Invece, la vita della portira mi è apparsa reale, perchè tutti giudicano solo in base alle apparenze e, se solo é una portiera, non può avere una sua vita interiore o amare la lettura. Allo stesso modo, troppo reali mis ono sembrati i genitori della ragazzina. Chi non ha letto il libro, veramente lo deve leggere! Ciao!!!!

Rachele,non è da sottovalutare "Ozu"
Aggiungo queste righe:Tutto è di legno chiaro o bianco,con lunghi piani da lavoroe grando credenze piene di piatti e ciotole di porcellana blu,nera e bianca.al centro il forno,il piano cottura,un acquaio con tre vasche e un angolo bar con accoglienti sgabelli su uno dei quali sono appollaiata io,così sto di frontea monsieur Ozu che si affacenda ai caldo fornelli.Mi ha messo davanti una bottiglietta di sakè caldo e due splendidi bicchierini di porcellana blu leggermente screpolata.
Un onda di speranza mi solleva.Avrete notato infatti che finora non abbiamo scambiato piu' di venti parole,benchè io me ne sto davanti a un monsieur Ozu che cucina in grembiule verde mela come se fossimo vecchi amici,dopo l'episodio
olandese e ipnotico che nessuno ha chiosato e che ormai si annovera tra le cose dimenticate.La serata potrebbe davvero essere solo un iniziazione alla cucina orientale.Al diavolo Tolstoj e tutti i sospetti monsieur Ozu,nuovo condomino poco attento alle gerarchie,invita la sua portinaia a una cena esotica.Conversano di sashimi e spaghetti di soia.
Cosa può esserci di piu' insignificante?
Ed è a questo punto che avviene la catastrofe.

Sapete, ho amato la figura della portinaia, ma anche quella della ragazzina, anche se triste!

ciao Barbara,grazie!!!

Aggiungo segnalibro, mi era sfuggito :) ciao Naty :))

Certo ,mel ,ogni tanto lo riscopro ed è un libro che non puoi dimenticare,ciao:)

naty,allora me lo consigli? io ancora non l'ho letto,perch è quand'ero sul punto di acquistarlo,puntualmente un altro libro attirava la mia attenzione e, siccome sono un pò fatalista, ho sempre postargato.ma se tu mi dici che vale la pena, sarà il prossimo libro che comprerò:)

Rachele hai ragione.ogni tanto scopro delle belle verità in questo libro,ciao

Libro da rileggere! Segnalibro!

aggiungo segnalibro

Ricordati di essere felice

immagine copertina
Christine Orban
Ricordati di essere felice
Tradotto da Luisa Collodi
EDIZIONI PIEMME 2009
10 righe da pagina 120:

Papà mi aveva insegnato, quando le cose andavano male, a entrare nel mio guscio e così, quando ero ben raggomitolata intorno a me stessa, gli attacchi scivolavano sulla mia conchiglia senza farmi del male. Anche Fifi si ricordava di quel suggerimento: "Tuo padre ti dava questi consigli perché sapeva che tu volevi la luna e che avresti combattuto per ottenerla, ma temeva che, una volta conquistata la luna, avresti desiderato Marte o Saturno. Temeva che tu portassi con te, anche da adulta, quell'eterna insoddisfazione, applicandola alla vita e a tutto quello che ha di meno essenziale"

inviato il 25/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Daniela! Sono contenta di aver suscitato un emozione con la scelta di queste 10 righe! Ho letto le tue e sono molto interessata, contatto subito la redazione e ti ringrazio per questo regalo! I libri consigliati sono i migliori =)

Buona sera Flavia, con queste mie righe http://scrivi.10righedailibri.it/le-buone-vecchie-maniere lo staff mi ha assegnato un libro incentivo. Poiché di recente ne ho avuti assegnati 2 e le tue righe mi hanno emozionato ho pensato di donare a te questo libro incentivo. Se è di tuo gradimento mettiti in contatto con lo Staff. Buona serata e buone letture a tutti. Daniela

segnalibro

Pensieri sui libri

immagine copertina
Susanna Tamaro
Pensieri sui libri
10 righe dai libri

I libri servono a capire e a capirsi, e a creare un universo comune anche in persone lontanissime.

inviato il 13/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Frase straordinaria!

Il libro è

immagine copertina
Antonio Capolongo
Il libro è
10 righe dai libri 2012

I libri elevano la qualità della vita, in ogni caso.
(Antonio Capolongo)
.
.
.
Fonte: il libro è http://scrivi.10righedailibri.it/il-libro-%C3%A8

inviato il 13/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

bella anche l'immagine! Di chi è il dipinto?

segnalibro

bella anche l'immagine!

Immagine suggerita da Angelo Guastella

Dove nessuno ti troverà

immagine copertina
Alicia Giménez-Bartlett
Dove nessuno ti troverà
Tradotto da Maria Nicola
Sellerio 2011
10 righe da pagina 29:

Infante non si era espresso su alcunché, non aveva mostrato interessi o convinzioni, era come un albero: poteva essere scosso dal vento ma rimaneva sempre piantato nello stesso punto. [...]
Chiuse gli occhi. Sapeva come pacificare il proprio animo anche nei momenti di maggiore tensione. Sebbene il suo lavoro lo appassionasse, era sempre riuscito a frenare l'impazienza e a trasformarla in uno stato di calma attesa. Purtroppo Evelyne non era con lui. Sua moglie gli mancava, gli mancavano le sue figlie. Loro erano il fulcro della sua vita, uno spazio caldo e rassicurante in cui non penetravano la violenza della malattia mentale, la tristezza dei casi clinici che affrontava ogni giorno. Aprì un libro e si impose di leggere, sicuro che presto il sonno sarebbe venuto a salvarlo dall’incertezza.

inviato il 12/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Messo il segnalibro!

Anche io sto leggendo questo libro!

segnalibro!

segnalibro

Con questo libro si viaggia nella Spagna del secolo scorso...

La luce sugli oceani

immagine copertina
M.L.Stedman
La luce sugli oceani
Tradotto da Alba Mantovani
Garzanti 2012
10 righe da pagina 98:

Tornata in casa, la sola vista della neonata le fece risentire il movimento del feto nel ventre; le sue braccia sapevano istintivamente come tenerla in braccio, calmarla, consolarla. . . Guardare quegli occhi era come guardare il volto di Dio. Non c'erano maschere o finzioni: la bambina era del tutto inerme. Che quella complessa creatura, quella squisita opera d'arte di sangue e ossa e pelle avesse trovato la strada per arrivare a lei induceva all'umiltà... Fragile come un fiocco di neve, la bambina sarebbe potuta facilmente svanire nel nulla se le correnti non l'avessero portata sana e salva...

inviato il 05/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

a pensare che mi son comprata il libro e se l ha preso mamma , ora appena riesco lo leggerò :)

Bene, la storia affascina chi la legge...

Lo sto leggendo anch'io!

La storia di questo libro ha un'ambientazione meravigliosa: janus Rock, difronte alla costa occidentale australiana. l'autrice ha detto che il nome dell'isola ha un chiaro riferimento a Giano bifronte.

Straordinario guardare negli occhi di un bimbo appena nato!

Grazie, é il libro che sto leggendo in questi giorni....

segnalibro

... le prime righe...

immagine copertina
Stephen King
... le prime righe...
10 righe dai libri

Caro Bones,
Che piacere, per me, mettere piede nell’entrata gelida e piena di correnti d’aria, qui a Chapelwaite, con tutte le ossa doloranti per colpa di quell’abominevole carrozza, con l’urgenza di dare immediato sollievo alla mia povera vescica… e riconoscere la tua inimitabile zampa di gallina sulla lettera indirizzata a me e appoggiata sopra l’orribile tavolinetto di ciliegio accanto alla porta! Stai pur sicuro che mi sono affrettato a decifrarla non appena soddisfatte le necessità corporali (in un bagno gelidamente ornato del piano terreno, dove potevo vedere il mio alito levarsi davanti agli occhi).
Fonte: Jerusalem's Lot da A volte ritornano di Stephen King

inviato il 05/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Segnalibro!

Sonetti della scuola siciliana

immagine copertina
Giacomo da Lentini
Sonetti della scuola siciliana
Giulio Einaudi Editore 1965
10 righe da pagina 44:

Amor é un desio che ven da core
per abundanza de gran plazimenti,
e gli ogli en prima generan l'amore
e lo core li dà nutrigamento.
Ben é alcuna fiata om amatore
senza vedere so 'namoramento,
ma quell'amor che strenze cum furore
da la vista di gli ogli ha nascimento.
ché gli ogli representan a lo core
d'onni cosa che veden bon' e rio,
cum'é formata naturalmente;
e lo cor, che di zo è concipitore,
imazina, e li plaze quel desio;
e questo amore regna tra la zente.

inviato il 31/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie! Adoro questi versi, mi piace rileggerli ed ho voluto farli leggere anche a tutto il gruppo!

Rachele, abbiamo condiviso le tue 10 righe sui social :)

Partehttp://scrivi.10righedailibri.it/sonetti-della-scuola-siciliana-0cipo con

Partecipo a 10 righe dalla Trinacria + link http://scrivi.10righedailibri.it/10-righe-dalla-trinacria

La lunga vita di Marianna Ucrìa

immagine copertina
Dacia Maraini
La lunga vita di Marianna Ucrìa
Biblioteca universale Rizzoli BUR 1997
10 righe da pagina 53:

Marianna lo guarda masticare e si dice che il cervello del signor marito zio assomiglia in qualche modo alla sua bocca: trita, scompone, pesta... Ma del cibo che trangugia non trattiene quasi niente... Per molti nobili della sua età... i pensieri sistematici hanno qualcosa di ignobile, di volgare... Marianna sa che lui non la considera sua pari per quanto la rispetti come moglie. Per lui la moglie é una bambina di un secolo nuovo, incomprensibile, con qualcosa di triviale nella sua ansia per i mutamenti, per il fare, per il costruire. L'azione é aberrante, pericolosa, inutile e falsa, dicono i suoi occhi malinconici, guardandola aggirarsi indaffarata... Dare forma all'ignoto, renderlo familiare, noto, significa venire meno alla libertà del caso, al principio divino dell'ozio che solo un nobile vero può permettersi ad imitazione del Padre celeste.

inviato il 01/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a 10 righe dalla Trinacria +http://scrivi.10righedailibri.it/10-righe-dalla-trinacria

La luce sugli oceani

La luce sugli oceani 6 years 19 settimane fa

Straordinario guardare negli occhi di un bimbo appena nato!

Iliade

Iliade 6 years 20 settimane fa

Fatto!

Tu non sei come le altre madri

Tu non sei come le altre madri 6 years 21 settimane fa

Segnalibro, anche se in ritardo!

Tre casi per il maresciallo Nardella e altre storie gialle e noir

Tre casi per il maresciallo Nardella e altre storie gialle e noir 6 years 36 settimane fa

Segnalibro!

Lettera di dimissioni

Lettera di dimissioni 6 years 36 settimane fa

Aggiungo segnalibro: bella questa storia !

Io, Nojoud, dieci anni, divorziata

Io, Nojoud, dieci anni, divorziata 7 years 22 settimane fa

Lo leggeremo, lo merita.

Il piccolo principe

Il piccolo principe 7 years 28 settimane fa

Grande Saint-Exupéry, aggiunto segnalibro!

Lavorre stanca

Lavorre stanca 7 years 28 settimane fa

Pavese é indimenticabile...

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy