Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di stregapigra

AMORE INVERSO

immagine copertina
Francesca Panzacchi
AMORE INVERSO
Comma21 - Damster Edizioni
10 righe da pagina 13:

– Allora come vanno le cose con Matteo? – chiese Sara.
Sveva non rispose subito. Buttò lo sguardo fuori dalla finestra e lo lasciò vagare fra le prime luci della sera.
– Vanno bene direi, lui è sempre molto gentile, accondiscendente. E prevedibile.
Sara sorrise. Conosceva bene la sua amica.
– Siete così belli insieme, lo dicono tutti. Non è un male essere affidabili Sveva e poi… è innamorato perso di te, si vede benissimo.
– Stiamo insieme da poco.
– Insomma tu non lo ami – concluse Sara.
Ancora una volta Sveva non rispose. Si avvicinò allo specchio e fece scivolare il gloss lungo il contorno delle labbra.
Indossava un vestito corto e bianco, con un’ampia apertura sulle spalle. Si raccolse i capelli in alto per valorizzare la scollatura, lasciando libere solo alcune ciocche a incorniciarle il viso.
Si guardò di nuovo allo specchio, con un certo compiacimento.
– Dai che facciamo tardi! – esclamò Sara mentre prendeva la borsa e le chiavi della macchina.
– Sono pronta – rispose Sveva.

inviato il 28/12/2017
Nei segnalibri di:

L'ALIENATO

immagine copertina
Vito Introna Francesca Panzacchi
L'ALIENATO
Milena Edizioni
10 righe da pagina 81:

Questa volta il sogno di Mattia mutò. Non erano più cinque donne identiche a insidiarlo, ma una sola, bionda e bellissima. Camminava verso di lui con passi lenti, avvolta da un alone luminoso e fluorescente. I capelli erano sciolti e lisci, il volto totalmente inespressivo. Gli occhi avevano un colore innaturale, ora tendente al grigio ora al verde chiaro. Indossava una tunica di lino lunga e stretta, simile a una veste sacrificale. Le mani, belle e affusolate, sembravano troppo grandi rispetto al corpo e la donna le protendeva in avanti come per afferrarlo, così lui a ogni passo indietreggiava, ma lentamente, in modo da non distanziarsi troppo da lei.

inviato il 24/01/2014
Nei segnalibri di:

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

immagine copertina
10 righe da pagina 27:

Il gatto nero grande e grosso prendeva il sole sul balcone, facendo le fusa e meditando su come si stava bene lì, a pancia all'aria sotto quei raggi tiepidi, con tutte e quattro le zampe ben ritratte e la coda distesa.
Nel preciso istante in cui si girava pigramente per farsi scaldare la schiena dal sole, sentì il sibilo provocato da un oggetto volante che non seppe identificare e che si avvicinava a grande velocità. Vigile, balzò in piedi sulle zampe e fece appena in tempo a scansarsi per schivare la gabbiana che cadde sul balcone.

inviato il 27/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo al MINIGIOCO del 27 maggio autori sudamericani http://scrivi.10righedailibri.it/10-righe-sui-libri
http://scrivi.10righedailibri.it/storia-di-una-gabbianella-e-del-gatto-che-le-insegnò-volare-1

DELITTI AL CASTELLO

immagine copertina
Francesca Panzacchi&Carlo Santi
DELITTI AL CASTELLO
CIESSE EDIZIONI
10 righe da pagina 15:

La storia del castello delle Asturie era avvolta dal mistero.
Si diceva, infatti, che non fosse mai stato un borgo abitato da uomini, donne e bambini, come solitamente avveniva per altri siti in zone vicine. Forse per questo era rimasto un edificio isolato, con prevalente destinazione militare. Una struttura antica, ed estremamente importante per la sicurezza della popolazione dell’epoca che, in caso di attacco, trovava rifugio fra quelle mura possenti e impenetrabili.
Il castello visse momenti di grande sfarzo, ma anche di grandi polemiche e timori; girava voce, fra le genti comuni, che all’interno del borgo succedessero cose strane: scomparivano persone senza apparente motivo.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

promette bene

interessante :)

IL NORMANNO

immagine copertina
Francesca Panzacchi
IL NORMANNO
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 12:

"Guardami!" le urlò in francese.
Elizabeth alzò lo sguardo, ancora una volta.
Il normanno era alto e imponente, aveva occhi chiari e penetranti e i capelli di un bel biondo scuro. Sorrideva in modo sfrontato, compiaciuto del potere assoluto che poteva esercitare su di lei.
Se ne stava seduto con il calice colmo di vino rosso ora dando ordini ai propri uomini, ora controllando che lei non distogliesse lo sguardo.
A un tratto le fece segno di alzarsi.
Elizabeth non si mosse.
Di nuovo lui la invitò ad avvicinarsi con un gesto più esplicito. Lei allora dovette alzarsi ma non mosse un passo nella sua direzione.
“Venite qui!” le ordinò.

inviato il 03/05/2011
Nei segnalibri di:

AMORE INVERSO

immagine copertina
Francesca Panzacchi
AMORE INVERSO
Comma21 - Damster Edizioni
10 righe da pagina 13:

– Allora come vanno le cose con Matteo? – chiese Sara.
Sveva non rispose subito. Buttò lo sguardo fuori dalla finestra e lo lasciò vagare fra le prime luci della sera.
– Vanno bene direi, lui è sempre molto gentile, accondiscendente. E prevedibile.
Sara sorrise. Conosceva bene la sua amica.
– Siete così belli insieme, lo dicono tutti. Non è un male essere affidabili Sveva e poi… è innamorato perso di te, si vede benissimo.
– Stiamo insieme da poco.
– Insomma tu non lo ami – concluse Sara.
Ancora una volta Sveva non rispose. Si avvicinò allo specchio e fece scivolare il gloss lungo il contorno delle labbra.
Indossava un vestito corto e bianco, con un’ampia apertura sulle spalle. Si raccolse i capelli in alto per valorizzare la scollatura, lasciando libere solo alcune ciocche a incorniciarle il viso.
Si guardò di nuovo allo specchio, con un certo compiacimento.
– Dai che facciamo tardi! – esclamò Sara mentre prendeva la borsa e le chiavi della macchina.
– Sono pronta – rispose Sveva.

inviato il 28/12/2017
Nei segnalibri di:

L'ALIENATO

immagine copertina
Vito Introna Francesca Panzacchi
L'ALIENATO
Milena Edizioni
10 righe da pagina 81:

Questa volta il sogno di Mattia mutò. Non erano più cinque donne identiche a insidiarlo, ma una sola, bionda e bellissima. Camminava verso di lui con passi lenti, avvolta da un alone luminoso e fluorescente. I capelli erano sciolti e lisci, il volto totalmente inespressivo. Gli occhi avevano un colore innaturale, ora tendente al grigio ora al verde chiaro. Indossava una tunica di lino lunga e stretta, simile a una veste sacrificale. Le mani, belle e affusolate, sembravano troppo grandi rispetto al corpo e la donna le protendeva in avanti come per afferrarlo, così lui a ogni passo indietreggiava, ma lentamente, in modo da non distanziarsi troppo da lei.

inviato il 24/01/2014
Nei segnalibri di:

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

immagine copertina
10 righe da pagina 27:

Il gatto nero grande e grosso prendeva il sole sul balcone, facendo le fusa e meditando su come si stava bene lì, a pancia all'aria sotto quei raggi tiepidi, con tutte e quattro le zampe ben ritratte e la coda distesa.
Nel preciso istante in cui si girava pigramente per farsi scaldare la schiena dal sole, sentì il sibilo provocato da un oggetto volante che non seppe identificare e che si avvicinava a grande velocità. Vigile, balzò in piedi sulle zampe e fece appena in tempo a scansarsi per schivare la gabbiana che cadde sul balcone.

inviato il 27/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo al MINIGIOCO del 27 maggio autori sudamericani http://scrivi.10righedailibri.it/10-righe-sui-libri
http://scrivi.10righedailibri.it/storia-di-una-gabbianella-e-del-gatto-che-le-insegnò-volare-1

GIOCO - Riga 10

immagine copertina
Patti Puggioni - Cristina Fanni
GIOCO - Riga 10
Giochi 10 righe 2011
10 righe da pagina 10:

Prendi un libro, quello che vuoi, il tuo preferito, uno che devi ancora leggere, il primo su cui posi lo sguardo e... aprilo a pagina 10... CERCA la frase numero 10 e SCRIVILA sotto come commento. Aggiungi anche il titolo del libro e il nome dell'autore.
(24 luglio) Da questo momento in poi, le frasi troppo lunghe verranno cancellate.
Dovete scrivere solo la RIGA n. 10.
Per le frasi più lunghe (10 righe) c'è l'area apposita
http://scrivi.10righedailibri.it/
Se nel libro la pagina 10 è bianca scegliete un altro libro.
:)

inviato il 22/05/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Ricordo esattamente quel giorno. A quell'epoca.
(Volevo Tacere di Sándor Márai)

Romanzo - un grosso quaderno a righe, riempito.
(Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa)

...scompare tra le vecchie ceppaie sfatte, tra l'erba alta... - NEVE, CANE, PIEDE Claudio Morandini

"Interessante", pensai, al mondo c'è gente che ama dispensare il buongiorno. (703 ragioni per dire di si, F.L. Koraline)

il ragazzo che condivideva con l'autore la capacità di ascoltare (nel barile delle mele, e non solo) (La vera storia del pirata Long John Silver, Bjorn Larsson)

Voglio dire,devo essere morta per forza e gli angeli devono avere avuto compassione di me perchè la testa scura e riccioluta che mi pare di intravedere è così ben proporzionata e così attraente da essere quella di un angelo.(un imprevisto chiamato amore-Anna Premoli)

L'euforia del pesce palla. (Ai confini del gusto - Luis Devin)

Forse dietro il colle Vecchio, o dietro ancora, ma di tanti e tanti metri e tantissimi passi di un uomo (Marta La Sarta di Valentina Di Cesare)

teoria irregolare di casette grigie e fabbricati color polvere
Nonchiedere perchè - Franco Di Mare

tanto vale portare a termine
mamma di Valentina Diana, Einaudi

Il quinto Vangelo

immagine copertina
Carlo Santi
Il quinto Vangelo
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 14:

Nel frattempo, in Piazza S. Pietro e all’interno della Basilica la folla era sempre più numerosa. Per questo la sicurezza fece transennare l’intera Basilica e, chiamati i responsabili, presero a verificare cosa fosse successo. La lapide si presentava fuori dalla sua disposizione naturale e non risultava sigillata come doveva essere; era chiaramente stata aperta di recente. Non senza timore reverenziale, un operaio del Vaticano fece leva con un attrezzo per aprire la bara e rimasero tutti sconvolti dalla macabra scoperta. Ai piedi dell’antico Papa, ivi sepolto, trovava posto il corpo esanime e senza vita di Monsignor Paolini: il Vice Prefetto della Biblioteca Apostolica Vaticana.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

DELITTI AL CASTELLO

immagine copertina
Francesca Panzacchi&Carlo Santi
DELITTI AL CASTELLO
CIESSE EDIZIONI
10 righe da pagina 15:

La storia del castello delle Asturie era avvolta dal mistero.
Si diceva, infatti, che non fosse mai stato un borgo abitato da uomini, donne e bambini, come solitamente avveniva per altri siti in zone vicine. Forse per questo era rimasto un edificio isolato, con prevalente destinazione militare. Una struttura antica, ed estremamente importante per la sicurezza della popolazione dell’epoca che, in caso di attacco, trovava rifugio fra quelle mura possenti e impenetrabili.
Il castello visse momenti di grande sfarzo, ma anche di grandi polemiche e timori; girava voce, fra le genti comuni, che all’interno del borgo succedessero cose strane: scomparivano persone senza apparente motivo.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

promette bene

interessante :)

IL NORMANNO

immagine copertina
Francesca Panzacchi
IL NORMANNO
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 12:

"Guardami!" le urlò in francese.
Elizabeth alzò lo sguardo, ancora una volta.
Il normanno era alto e imponente, aveva occhi chiari e penetranti e i capelli di un bel biondo scuro. Sorrideva in modo sfrontato, compiaciuto del potere assoluto che poteva esercitare su di lei.
Se ne stava seduto con il calice colmo di vino rosso ora dando ordini ai propri uomini, ora controllando che lei non distogliesse lo sguardo.
A un tratto le fece segno di alzarsi.
Elizabeth non si mosse.
Di nuovo lui la invitò ad avvicinarsi con un gesto più esplicito. Lei allora dovette alzarsi ma non mosse un passo nella sua direzione.
“Venite qui!” le ordinò.

inviato il 03/05/2011
Nei segnalibri di:

Anatolij Ljiupanov

immagine copertina
Emanuela Mercuri
Anatolij Ljiupanov
Ciesse Edizioni 2011
10 righe da pagina 449:

La notte prima aveva piovuto. Tutto sommato le gocce di pioggia erano rimaste come cristallizzate sulle foglie degli arbusti, così da ricreare il fenomeno ogni qualvolta, il gigante, vi passava accanto, sfiorando i rami con le spalle magre. Anatolij alzò la mano, in segno di fermata. Conficcò la pala nel terreno e si avvicinò alla tomba. «Così, nelle tenebre ho riscoperto il vostro segreto e nelle tenebre sono costretto a strapparlo via dalle vostre dita». Joseph si avvicinò alla tomba, lasciò andare a terra la pala e scostando il terreno con i piedi, disse: «Il terreno è stato smosso». Anatolij si chinò in avanti, sbarrando gli occhi. Con le mani cominciò a frugare nel terreno. Joseph cadde all‟indietro, respinto dalla furia del giovane, il quale, imbracciata la pala che il vecchio aveva gettato a terra, cominciò a scavare. La bara, di poche semplici tavole, era vuota. Dalla fossa un urlo si elevò al di là delle cupe sterpaglie. Un tuono squarciò le nubi e fu tempesta ancora una volta, ancora una volta.

inviato il 10/01/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Grande Anatolij!

Grazie ancora.
Anatolij vive e vivrà attraverso il vostro affetto. Spero che le prossime dieci righe, saranno a Voi gradite allo stesso medesimo modo. :)

10 righe scelte per il nuovo libro incentivo 10 righe per 10 giorni ; )
Complimenti Emanuela, ti sei aggiudicata un libro incentivo che ti verrà inviato al recapito che puoi comunicarci a info@10righedailibri.it, indicandoci anche il genere che preferisci.
Enrico
Staff 10righedai libri

Grazie a tutti voi.

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare 6 years 3 settimane fa

partecipo al MINIGIOCO del 27 maggio autori sudamericani http://scrivi.10righedailibri.it/10-righe-sui-libri
http://scrivi.10righedailibri.it/storia-di-una-gabbianella-e-del-gatto-che-le-insegnò-volare-1

10 righe SUI libri

10 righe SUI libri 6 years 3 settimane fa

partecipo al minigioco del 27 maggio con http://scrivi.10righedailibri.it/storia-di-una-gabbianella-e-del-gatto-che-le-insegnò-volare-1

GIOCO - Riga 10

GIOCO - Riga 10 6 years 4 settimane fa

Sapevo che per lei non sarebbe stata una vera sorpresa.
IL POETA - Michael Connelly

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy