Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di marideluca

Noi

immagine copertina
Evgenij Zamjàtin
Noi
Tradotto da Ettore Lo Gatto
Feltrinelli 1990
10 righe da pagina 94:

E se tutto quel che è accaduto oggi, in sostanza un avvenimento di non grande importanza, fosse solo il principio, solo il primo meteorite di tutta una serie di pietre ardenti e rombanti, gettate qua e là dall'infinito sul nostro paradiso di vetro? Si dice che vi siano dei fiori che fioriscono una volta ogni cento anni. Perché non dovrebbero esservene di quelli che fioriscono ogni mille, ogni diecimila anni? Forse finora noi non l'abbiamo saputo perché proprio oggi cade questo "una volta ogni mille".

inviato il 06/05/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Marideluca, le tue 10 righe sono nella finale di maggio... 10righe scelte dalla redazione.

Raffaello - Una vita felice

immagine copertina
Antonio Forcellino
Raffaello - Una vita felice
Editori Laterza 2006
10 righe da pagina 218:

Alla bellezza non poteva rinunciare, né c'era ragione di affrettare troppo un qualsiasi matrimonio. Il suo cuore giovane bruciava di passione, e solo la pittura poteva placare quel fuoco. I due ritratti di quegli anni riconducibili alle sue amanti sono tanto sensuali da rivelarsi come un rimedio all'incontinenza dei suoi sentimenti. Con le lacche stese dai pennelli morbidi, che non lasciano tracce sulla tela, Raffaello rubò a quelle amanti la loro bellezza, possedendole per sempre: un privilegio che non era dato né ai principi né al papa e neppure al suo ricchissimo amico Agostino Chigi. "Ritrasse Beatrice Ferrarese et altre donne, et particularmente quella sua, et altre infinite."

inviato il 02/02/2015
Nei segnalibri di:

Isole. Guida vagabonda di Roma

immagine copertina
Marco Lodoli
Isole. Guida vagabonda di Roma
Einaudi 2008
10 righe da pagina 109:

Il presepe più bello di Roma probabilmente è quello che si trova nella cappella Sistina della Basilica di Santa Maria Maggiore. È opera di Arnolfo di Cambio e inizialmente si trovava appena fuori dalla chiesa. [...] Il bue e l'asinello sporgono le loro capoccette da una nicchia: il resto dei corpi è andato perduto, ma ciò che conta è che ci siano quei musi sfiatanti calore. Giuseppe e i Re Magi sono figure un po' tozze, elementari, poetiche, sanno di medioevo e di semplicità, fanno simpatia. La Madonna originaria invece non c'è più, si dice che se ne stesse distesa con il Bambino tra le braccia: al suo posto c'è una Madonna barocca che pare imbarazzata a stare lì a passare il Natale in una famiglia non sua. In fondo questo Presepe è l'emblema delle nuove famiglie, fatte di gente separata, di uomini e donne che provengono da matrimoni falliti e ora ci riprovano, di bambini con molti padri e madri una leggera angoscia.

inviato il 22/12/2014
Nei segnalibri di:

Il Caravaggio perduto

immagine copertina
Jonathan Harr
Il Caravaggio perduto
Tradotto da Daniele Didero e Stefano Galli
Biblioteca universale Rizzoli BUR 2006
10 righe da pagina 151:

Alla fine, rivolse la sua attenzione al quadro più grande. L'intera superficie era offuscata da una patina di polvere, grasso e fuliggine. La vernice aveva preso una tinta marrone-giallastra, che dava ai volti e alle mani dei soggetti rappresentati una tonalità di colore simile a quella del tabacco. La veste indossata da Cristo aveva assunto il colore delle foglie morte, anche se l'occhio esperto di Benedetti gli permise di capire che sotto lo sporco e la patina di vernice c'era probabilmente un rosso corallo. Poté vedere che la tela si era un po' allentata. Stimò che il quadro non veniva pulito o rintelato da più di un secolo. [...] Il restauratore non aveva proferito parola da quando erano usciti dalla residenza dei gesuiti, e stava camminando a un passo veloce e deciso. "Sergio, che cosa c'è?" gli chiese Kennedy. "Può darsi che quel quadro sia molto più importante di quanto pensano" replicò Benedetti. "Perché? Che cosa pensi che sia?" "Penso che potrebbe trattarsi di un Caravaggio."

inviato il 13/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!! sono felicissima! adoro questo libro... e Caravaggio :-)

Complimenti Marinella! Hai vinto il libro incentivo scelto dalla redazione! Inviaci il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Marinella, sei nella classifica 10righe scelte dalla redazione... Complimenti!!! :)

Etica

immagine copertina
Baruch Spinoza
Etica
Tradotto da Gaetano Durante
Bompiani 2007
10 righe da pagina 249:

Solo gli uomini liberi sono veramente utili gli uni agli altri e sono congiunti tra di loro col più stretto legame di amicizia, ed essi soli si sforzano di beneficarsi a vicenda con un pari zelo d'amore; e perciò solo gli uomini liberi sono veramente grati gli uni verso gli altri.

inviato il 11/11/2014
Nei segnalibri di:

Augustus

immagine copertina
John E. Williams
Augustus
Tradotto da Bruno Oddera, Antonella Lattanzi
Castelvecchi Editore 2013
10 righe da pagina 96:

Ma qui a Roma esiste una sorta di vitalità che appena un anno fa non mi sarebbe sembrata attraente nella maniera più assoluta. Ma un anno fa avevo soltanto sentito parlare di Roma. Ora l'ho vista. E in questo momento non so se tornerò mai in Oriente o nella mia natia Pontus. Immagina, se vuoi, una città la cui estensione è forse la metà di quella di Alessandria, in cui studiammo da ragazzi. E poi pensa che nelle mura di questa stessa città c'è più del doppio di persone che affollavano Alessandria. Questa è la Roma in cui vivo adesso: una città di quasi un milione di abitanti, mi hanno detto. È diversa da qualsiasi altra cosa abbia mai visto. La gente arriva da ogni parte del mondo: negri provenienti dalle sabbie arroventate dell'Africa, biondi pallidi del gelido Nord, e ogni sfumatura intermedia. E una tale Babele di lingue! Eppure tutti parlano un po' di latino o un po' di greco, per cui nessuno può sentirsi un estraneo.

inviato il 23/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

questo è un libro che voglio assolutamente avere. Williams è l'autore del mio amato "Stoner" e anche "Nulla solo la notte ", due libri che consiglio vivamente.

Lettere contro la guerra

immagine copertina
Tiziano Terzani
Lettere contro la guerra
CASA EDITRICE TEA 2002
10 righe da pagina 172:

L'esistenza qui è semplicissima. Scrivo seduto sul pavimento di legno, un pannello solare alimenta il mio piccolo computer; uso l'acqua di una sorgente a cui si abbeverano gli animali del bosco - a volte anche un leopardo -, faccio cuocere riso e verdure su una bombola a gas, attento a non buttar via il fiammifero usato. Qui tutto è all'osso, non ci sono sprechi e presto si impara a ridare valore ad ogni piccola cosa. La semplicità è un enorme aiuto nel fare ordine. A volte mi chiedo se il senso di frustrazione, d'impotenza che molti, specie tra i giovani, hanno dinanzi al mondo moderno è dovuto al fatto che esso appare loro così complicato, così difficile da capire che la sola reazione possibile è crederlo il mondo di qualcun altro: un mondo in cui non si può mettere le mani, un mondo che non si può cambiare. Ma non è così: il mondo è di tutti.

inviato il 22/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo a Maturarighe 2014 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014, Giuoco domenicale del 22 Giugno 2014, tema 2

Mille soli

immagine copertina
Dominique Lapierre
Mille soli
Tradotto da Elina Imberciadori
A. MONDADORI 1997
10 righe da pagina 456:

Lo sciopero della fame! Era l'arma più paradossale che si potesse brandire in quella città dove morire di fame era la sorte di tanti sventurati. Ma tutta la vita di Gandhi era stata scandita da vittorie ottenute con pubblici digiuni. Quella volta dichiarò che avrebbe spinto il suo sacrificio fino alla morte. Per salvare milioni di innocenti, offriva la propria vita. Migliaia di persone si diressero da ogni parte verso la sua casa. "O torna la pace a Calcutta, o morirò" ripeté senza stancarsi ai loro rappresentanti. Le sue forze declinarono rapidamente. All'alba del terzo giorno la voce non era più che un impercettibile mormorio, e il polso era così debole che le persone intorno a lui temettero il peggio. [...] La prova definitiva che un vento nuovo soffiava su Calcutta si ebbe il terzo giorno alle dodici, quando ventisette capibanda dei quartieri del centro si presentarono alla porta del liberatore dell'India.

inviato il 22/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo a Maturarighe 2014 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014, Giuoco domenicale del 22 Giugno 2014, tema 3

Descrizione di un luogo

immagine copertina
Autori vari
Descrizione di un luogo
Einaudi Stile Libero 2006
10 righe da pagina 65:

Ciao, Macno, benvenuto su Aline!
Così mi accoglie la sysop della Messaggeria. È il messaggio di benvenuto che dà ai videotellisti che si connettono. Di solito la mando affareinculo, però stavolta ricambio il saluto: sono troppo felice di essere tornato. Finalmente! Di nuovo collegato! Di nuovo solo tra le mie quattro mura! Ho corso in macchina come un pazzo per arrivare prima possibile. Appena entrato in casa ho scaraventato la borsa per terra e mi sono seduto sulla sedia girevole, dietro il computer e al terminalino della Sip. Ho compiuto tutte le spossanti operazioni preliminari (comporre numeri, attendere risonanze acustiche, spingere tasti e tastini, formulare il mio pseudo) e dopo qualche istante è apparso, ingabbiato in alto sullo schermetto, il menu degli utenti collegati. Non sono nemmeno le dieci ma ci sono tutti. Dander! Trallallà! Autogatto! [...] Sono le sei e trenta del mattino. Albeggia. Spingo il pulsantino della disconnessione, e scompaio anch'io.
(Massimiliano Governi)
Illustrazione di Frank Wu

inviato il 22/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo a Maturarighe 2014 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014, Giuoco domenicale del 22 Giugno 2014, tema 1

Decolonizzare l'immaginario

immagine copertina
Serge Latouche
Decolonizzare l'immaginario
Editrice Missionaria Italiana 2004
10 righe da pagina 67:

Il nostro PIL è il più antico del mondo. Ma conteggia anche l'inquinamento dell'aria, la pubblicità delle sigarette e le corse delle ambulanze che raccolgono i feriti sulle autostrade. Conteggia la distruzione delle nostre foreste e la scomparsa della nostra natura. Conteggia il napalm e il costo dello stoccaggio dei rifiuti nucleari. Il PIL, invece, non conteggia la salute dei nostri bambini, la qualità della loro istruzione, la gioia dei loro giochi. Non prevede la bellezza della nostra poesia o la saldezza dei nostri matrimoni. Non prende in considerazione il nostro coraggio, la nostra integrità, la nostra intelligenza, la nostra saggezza. Misura qualsiasi cosa, ma non ciò per cui la vita vale la pena di essere vissuta.
(Robert Kennedy)

inviato il 22/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo a Maturarighe 2014 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014, Giuoco domenicale del 22 Giugno 2014, tema 2

Noi

immagine copertina
Evgenij Zamjàtin
Noi
Tradotto da Ettore Lo Gatto
Feltrinelli 1990
10 righe da pagina 94:

E se tutto quel che è accaduto oggi, in sostanza un avvenimento di non grande importanza, fosse solo il principio, solo il primo meteorite di tutta una serie di pietre ardenti e rombanti, gettate qua e là dall'infinito sul nostro paradiso di vetro? Si dice che vi siano dei fiori che fioriscono una volta ogni cento anni. Perché non dovrebbero esservene di quelli che fioriscono ogni mille, ogni diecimila anni? Forse finora noi non l'abbiamo saputo perché proprio oggi cade questo "una volta ogni mille".

inviato il 06/05/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Marideluca, le tue 10 righe sono nella finale di maggio... 10righe scelte dalla redazione.

Raffaello - Una vita felice

immagine copertina
Antonio Forcellino
Raffaello - Una vita felice
Editori Laterza 2006
10 righe da pagina 218:

Alla bellezza non poteva rinunciare, né c'era ragione di affrettare troppo un qualsiasi matrimonio. Il suo cuore giovane bruciava di passione, e solo la pittura poteva placare quel fuoco. I due ritratti di quegli anni riconducibili alle sue amanti sono tanto sensuali da rivelarsi come un rimedio all'incontinenza dei suoi sentimenti. Con le lacche stese dai pennelli morbidi, che non lasciano tracce sulla tela, Raffaello rubò a quelle amanti la loro bellezza, possedendole per sempre: un privilegio che non era dato né ai principi né al papa e neppure al suo ricchissimo amico Agostino Chigi. "Ritrasse Beatrice Ferrarese et altre donne, et particularmente quella sua, et altre infinite."

inviato il 02/02/2015
Nei segnalibri di:

Isole. Guida vagabonda di Roma

immagine copertina
Marco Lodoli
Isole. Guida vagabonda di Roma
Einaudi 2008
10 righe da pagina 109:

Il presepe più bello di Roma probabilmente è quello che si trova nella cappella Sistina della Basilica di Santa Maria Maggiore. È opera di Arnolfo di Cambio e inizialmente si trovava appena fuori dalla chiesa. [...] Il bue e l'asinello sporgono le loro capoccette da una nicchia: il resto dei corpi è andato perduto, ma ciò che conta è che ci siano quei musi sfiatanti calore. Giuseppe e i Re Magi sono figure un po' tozze, elementari, poetiche, sanno di medioevo e di semplicità, fanno simpatia. La Madonna originaria invece non c'è più, si dice che se ne stesse distesa con il Bambino tra le braccia: al suo posto c'è una Madonna barocca che pare imbarazzata a stare lì a passare il Natale in una famiglia non sua. In fondo questo Presepe è l'emblema delle nuove famiglie, fatte di gente separata, di uomini e donne che provengono da matrimoni falliti e ora ci riprovano, di bambini con molti padri e madri una leggera angoscia.

inviato il 22/12/2014
Nei segnalibri di:

Il Caravaggio perduto

immagine copertina
Jonathan Harr
Il Caravaggio perduto
Tradotto da Daniele Didero e Stefano Galli
Biblioteca universale Rizzoli BUR 2006
10 righe da pagina 151:

Alla fine, rivolse la sua attenzione al quadro più grande. L'intera superficie era offuscata da una patina di polvere, grasso e fuliggine. La vernice aveva preso una tinta marrone-giallastra, che dava ai volti e alle mani dei soggetti rappresentati una tonalità di colore simile a quella del tabacco. La veste indossata da Cristo aveva assunto il colore delle foglie morte, anche se l'occhio esperto di Benedetti gli permise di capire che sotto lo sporco e la patina di vernice c'era probabilmente un rosso corallo. Poté vedere che la tela si era un po' allentata. Stimò che il quadro non veniva pulito o rintelato da più di un secolo. [...] Il restauratore non aveva proferito parola da quando erano usciti dalla residenza dei gesuiti, e stava camminando a un passo veloce e deciso. "Sergio, che cosa c'è?" gli chiese Kennedy. "Può darsi che quel quadro sia molto più importante di quanto pensano" replicò Benedetti. "Perché? Che cosa pensi che sia?" "Penso che potrebbe trattarsi di un Caravaggio."

inviato il 13/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!! sono felicissima! adoro questo libro... e Caravaggio :-)

Complimenti Marinella! Hai vinto il libro incentivo scelto dalla redazione! Inviaci il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Marinella, sei nella classifica 10righe scelte dalla redazione... Complimenti!!! :)

La casa dei fantasmi

immagine copertina
Charles Dickens
La casa dei fantasmi
Tradotto da Annalisa Garavaglia
La Biblioteca di Repubblica-L'Espresso 2009
10 righe da pagina 3:

Non scompariranno mai le vecchie case con le gallerie che risuonano di echi, le camere da letto d'onore, le ali infestate dai fantasmi, chiuse da tanti anni, nelle quali ci permettevano di scorazzare, con i brividi che piacevolmente ci salivano lungo la schiena, e di incontrare tutti i fantasmi che volevamo; questi però (conviene precisarlo, forse) si riducevano a pochissimi tipi o specie fondamentali: poiché i fantasmi sono poco originali e «passeggiano» per sentieri battuti.

inviato il 10/11/2014
Nei segnalibri di:

Quell'anno a Madrid

immagine copertina
di Daniel Chavarría
Quell'anno a Madrid
Tradotto da S. Ossola
Il Saggiatore 2010
10 righe da pagina 41:

In realtà avevo seri dubbi sulla mia bella presenza, questione molto ma molto importante quando si hanno diciannove anni. E che un attestato di bellezza mi venisse conferito in pubblico dalla dama oggetto della mia adorazione, di nuovo mi scombussolò. Perché il mio rossore non si notasse, mi alzai immediatamente con il pretesto di comprare le sigarette. E fu come se il velo di fuliggine sugli edifici intorno ai giardinetti fosse caduto: all’improvviso le case splendevano come cattedrali restaurate, gli alberi rinverdirono, il Mantegna in persona aveva ridipinto Cuatro Caminos.

inviato il 11/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Andrea Complimenti!!! Sei nella classifica settimanale di novembre... Buone letture ;)

L’amore in Italia – Vol. II

immagine copertina
Paul Johann Ludwig Heyse
L’amore in Italia – Vol. II
Tradotto da Gustavo Strafforello
Augusto Federico Negro 1863
10 righe da pagina 45:

Franz li lasciò dire, ridendo fra sé, quando Carlo si fece un tratto a chiedergli:
- E voi dite che non avete mai amato?
- Non più di due ore di seguito, mio giovine amico, e ciò nel migliore vuol dire nel peggiore dei casi. Nessuno nella prim’ora dell’amore è irreparabilmente perduto, posciachè l’amor non è cieco, come lo dipingono pittori e poeti. Ma la più parte bendansi volontariamente gli occhi per non vedere la via sulla quale potrebbero salvarsi. E perché ciò?... Per liberarsi comodamente dal dovere di amare gli uomini, tutti s’innamorano di una sola creatura, e il rimanente dell’umanità vada pure al diavolo!... Chi fugge dall’amore nulla può far di meglio che assuefarsi ad amare una sola persona.

inviato il 11/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

che brividi, doppio segnalibro. :)

Ritratto dell'autore realizzato da Adolph von Menzel

PINOCCHIO

immagine copertina
Carlo Collodi
PINOCCHIO
SALANI Editore 1924
10 righe da pagina 47:

Smesso che fu di nevicare,Pinocchio,col suo bravo Abbecedario nuovo sotto il braccio, prese la strada che menava alla scuola: e strada facendo ,fantasticava nel suo cervellino mille ragionamenti e mille castelli in aria, uno più bello dell'altro.
E discorrendo da sè solo diceva :
- Oggi, alla scuola,voglio subito imparare a leggere : domani poi imparerò a scrivere e domani l'altro imparerò a fare i numeri.
Poi,colla mia abilità, guadagnerò molti quattrini e coi primi quattrini che mi verranno in tasca,voglio subito fare al mio babbo una bella casacca di panno. Ma che dico di panno ? Gliela voglio fare tutta d'argento e d'oro, e coi bottoni di brillanti. E quel pover'uomo se la merita davvero.

inviato il 11/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Di nulla Emma , la voce di Sermonti raggiunge l'anima!!!

correggo: grazie Natalina, hai avuto...
la tastiera è impazzita ! scusa

grazie Natalina, mano hai avuto un bel pensiero e sicuramente mi collego su Rai 3 e magari con Le Metamorfosi "in mano così riesco a seguire meglio. Qui da noi oggi è stata una discreta giornata, niente pioggia e dei bei raggi di sole, ma del diman non v'è certezza !

Ciao Emma ,in questi pomeriggi di pioggia, seguo radio tre, alle ore 17,Vittorio
Sermonti legge :"Le metamorfosi", di Ovidio, una lettura eccellente ,spero ti possa interessare,un saluto a te e tutti,naty

Carlo Collodi nasce a Firenze il 24 Novembre 1836

Agenda letteraria 2015 Libridinosa

immagine copertina
Staff 10 Righe
Agenda letteraria 2015 Libridinosa
10 Righe dai libri

Siete pronti?
Sta per arrivare l'Agenda Libridinosa 2015. Un anno in compagnia dei tuoi scrittori preferiti...
Scopri chi è nato il tuo stesso giorno!
.
.
L’agenda Libridinosa 2015 tutti i giorni segnala il compleanno di uno o più scrittori, luogo e data di nascita. Ciascuna pagina contiene 10 righe tratte dal libro di un autore tra i festeggiati. Le 10 righe sono state scelte dai lettori il cui nome è riportato a fondo pagina.

Potete visualizzare i dettagli tecnici e il prototipo dell'agenda 2015 qui http://www.10righedailibri.it/agenda-letteraria-2015-libridinosa

inviato il 12/11/2014
Nei segnalibri di:

Etica

immagine copertina
Baruch Spinoza
Etica
Tradotto da Gaetano Durante
Bompiani 2007
10 righe da pagina 249:

Solo gli uomini liberi sono veramente utili gli uni agli altri e sono congiunti tra di loro col più stretto legame di amicizia, ed essi soli si sforzano di beneficarsi a vicenda con un pari zelo d'amore; e perciò solo gli uomini liberi sono veramente grati gli uni verso gli altri.

inviato il 11/11/2014
Nei segnalibri di:

Il Caravaggio perduto

Il Caravaggio perduto 2 years 37 settimane fa

Grazie!! sono felicissima! adoro questo libro... e Caravaggio :-)

Maturarighe 2014

Maturarighe 2014 3 years 8 settimane fa

partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/lettere-contro-la-guerra-3, gioco di domenica 22 giugno tema 2

Maturarighe 2014 3 years 8 settimane fa

partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/lettere-contro-la-guerra-3, gioco di domenica 22 giugno tema 2

Maturarighe 2014 3 years 8 settimane fa

partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/mille-soli-0, gioco di domenica 22 giugno, tema 3

Maturarighe 2014 3 years 8 settimane fa

partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/descrizione-di-un-luogo, gioco di domenica 22 giugno, tema 1

Maturarighe 2014 3 years 8 settimane fa

Partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/decolonizzare-limmaginario, gioco di domenica 22 giugno, tema 2

Lettere contro la guerra

Lettere contro la guerra 3 years 8 settimane fa

partecipo a Maturarighe 2014 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014, Giuoco domenicale del 22 Giugno 2014, tema 2

Mille soli

Mille soli 3 years 8 settimane fa

partecipo a Maturarighe 2014 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014, Giuoco domenicale del 22 Giugno 2014, tema 3

Descrizione di un luogo

Descrizione di un luogo 3 years 8 settimane fa

partecipo a Maturarighe 2014 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014, Giuoco domenicale del 22 Giugno 2014, tema 1

Decolonizzare l'immaginario

Decolonizzare l'immaginario 3 years 8 settimane fa

partecipo a Maturarighe 2014 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014, Giuoco domenicale del 22 Giugno 2014, tema 2

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy