Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di arossi553

L'invenzione dell'amore

Josè Ovejero
L'invenzione dell'amore
Tradotto da Bruno Arpaia
Voland 2018
10 righe da pagina 99:

"..però non ti prometto fedeltà, non posso dirti che non ci sarà un altro, perchè il tempo passa, e le cose succedono, a cercarle o senza cercarle, e non ci muove soltanto la volontà, anche il desiderio, non viviamo per un progetto, perchè l'inatteso accade, e non puoi chiuderti all'inatteso a meno che tu non sia disposto ad accettare che nella tua vita pesino più le rinunce che le affermazioni"
A me piacerebbe una donna così, dicevo, che non pronunci parole come sempre, mai, tutto, soltanto. Una donna che si dia in parte, che saprei in possesso di qualcosa che io non ho, che è suo, una donna, quindi, con cui poter entrare in una tiepida simbiosi. Io non cercherei di possedere completamente Clara, perchè di lei mi piacerebbe proprio quell'interstizio irraggiungibile

inviato il 07/09/2018
Nei segnalibri di:

Triade minore

immagine copertina
Luigi Ferrari
Triade minore
Ponte alle Grazie 2018
10 righe da pagina 58:

"Non mi aspettavo di sentire suonare un pianoforte, qui dentro. Sono con una infermiera, che come ieri mi accompagna al boudoir di Edna Iles".
"Non sono infermiera, signore, il mio nome è Natasha".
"Mi scusi, Natasha, pensa che sia proprio miss Iles a suonare? Niente visitatori, stamani?"
"Mi chiedo perché insista a scherzare sull'argomento, signore. Nessun visitatore oggi, tranne lei".
"E capita di frequente che miss Iles si metta la pianoforte? Alla sua età, dopotutto..."
"Non di frequente ma ogni tanto si, per occasioni speciali. Comunque, mai in presenza di estranei".

inviato il 11/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Luigi Ferrari nato a Milano nel 1951

La campana di vetro

immagine copertina
Sylvia Plath
La campana di vetro
Tradotto da adriana bottini e anna ravano
mondadori oscar moderni 2016
10 righe da pagina 84:

"Coraggio un bel sorriso".
Ero seduta sul divanetto di velluto rosa nell'ufficio di Jay Cee, con in mano una rosa di carta, di fronte al fotografo della rivista. Ero l'ultima di noi dodici a essere fotografata. Avevo tentato di nascondermi nella toilette, ma non aveva funzionato. Betsy aveva notato i miei piedi sotto la porta.Non volevo farmi fotografare, perchè mi veniva da piangere, non sapevo perchè mi venisse da piangere, ma sapevo che se qualcuno mi avesse rivolto la parola o mi avesse guardato in faccia, le lacrime sarebbero sgorgate dagli occhi e i singhiozzi sarebbero esplosi dalla gola e io sarei andata avanti a piangere per una settimana. Me le sentivo, le lacrime, sciaguattare dentro, pronte a traboccare come acqua in un bicchiere traboccante e troppo pieno.

inviato il 17/09/2018
Nei segnalibri di:

Emmaus

immagine copertina
Alessandro Baricco
Emmaus
Feltrinelli (collana Universale economica) 2017
10 righe da pagina 21:

Così non è di nessuno, Andre - ma noi sappiamo che, anche, è di tutti. Può esserci una parte di leggenda, indubbiamente, ma quello che si racconta in giro è ricco di particolari, come di chi avesse visto, e sa. E noi la riconosciamo, in quei racconti - ci è faticoso visualizzare tutto il resto, ma lei, lì in mezzo, è proprio lei. Il suo modo di fare. Aspetta nei bagni del cinema, appoggiata alla parete, e loro vanno uno dopo l'altro, a prendersela, senza che lei nemmeno si volti.

inviato il 21/09/2018
Nei segnalibri di:

Il visconte

immagine copertina
Paolo Brera e Andrea Carlo Cappi
Il visconte
Sperling & Kupfer 2011
10 righe da pagina 4:

Di tanto in tanto qualcuno spara, giusto per rammentarci che la guerra non è ancora finita, qui in Crimea. La flotta del Mar Nero non è uscita dal porto, ma non è più in grado di nuocere: ciò che non hanno fatto i nostri cannoni l'ha compiuto la Marina dello Zar, affondando le tue stesse navi. Gli alberi ora fanno capolino dalle acque azzurre come un'irreale foresta spuntata dal mare. Il ponte di barche è stato dato alle fiamme e i suoi resti carbonizzati vanno ad aggiungersi gli altri segni della guerra: trincee, palazzi traforati dalle cannonate, macerie e cumuli di corpi abbandonati alla putrefazione. Eppure, tra le rovine fetide di morte, questa sera le strade di Sebastopoli riprendono vita. A fare festa sono i soldati venuti dalla Francia, dalla Gran Bretagna, dalla Turchia e persino dal Regno di Sardegna.

inviato il 21/09/2018
Nei segnalibri di:

Se avessero

immagine copertina
Vittorio Sermonti
Se avessero
Garzanti 2016
10 righe da pagina 7:

E io paura? Risponderei, sapessi di che paura vuoi sapere. Quella di morire? Perché ci sono anche paure molto più petulanti della paura di morire, intendendo morire come sarebbe potuto succedere lì cioè di botto, un improvviso odoraccio per altri nasi, e non essere più di botto quello che aveva avuto paura: vuoi sapere di quella paura lì o di quelle altre, le petulanti, che s'altre son maggio nulle sì spiacenti sono, e che giustamente si compendiano per dileggio sotto la voce “fifa”? Non lo so. Ebbene non lo so. In tutti i casi, fifa o paura o terrore, magari proprio terrore che fosse (un terrore in tutti i casi …), all'atto mi risultava, poco ma sicuro, più fiacco, più sguaiato e misero dell'amore che mi brancava dentro come un polpo incandescente e mi bruciava tutte insieme l'anima il corpo. Amore per chi?

.

inviato il 18/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Alessandra, per Te un libro incentivo come finalista settimanale 10righe del mese di settembre. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie

Grazie, ho scelto queste http://scrivi.10righedailibri.it/userpage/1634

Ciao Alessandra, sei nella finale settimanale di settembre. Scegli da oggi 24 settembre a domenica 30 settembre, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

IL CHIODO ROSSO

immagine copertina
ALESSANDRO VARALDO
IL CHIODO ROSSO
MONDADORI 1942
10 righe da pagina 117:

Non c’era anima viva. Lamberto seguì la zona selciata con l’accompagnamento del mare. Che si rompeva sulla ghiaia in brevi accanimenti da botolo ringhioso.
Il giovane, che andava lungo la deserta linea dei giardini odoranti, non era sereno come il cielo stellato. Non era nemmeno tranquillo come il mare appena mormorante sulla riva.
Riconobbe fra sé che la sosta forzata accanto al Sagrado, facendo passa l’ora,
gli aveva impedito di agitarsi di più.
Tuttavia non essendo lunga la distanza, nel dirigersi verso il monumento,una dose crescente di curiosità colmò l’inquietudine. Ma cominciò il cuore ad assecondar la curiosità battendo con ritmo accelerato. Nessun dubbio che la ignota autrice della lettera fosse una certa persona che poteva legittimare ogni più ampia curiosità.
Ma il cuore?

inviato il 02/08/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Alessandro Varaldo naque a Ventimiglia, 25 gennaio 1873

La vita che sei

immagine copertina
Barbara Pozzo
La vita che sei
Biblioteca universale Rizzoli BUR 2014
10 righe da pagina 169:

Stanca di aspettare che arrivasse un principe a salvarla, la principessa raccolse tutto il suo coraggio, impugnò la spada e andò dritta verso il drago per ucciderlo. "Non ho paura di te!" gli gridò, anche se dentro di sé tremava. Il drago la guardo negli occhi stupito le disse: " Non c'è davvero alcun bisogno di essere violenti. Io non ti ho detto di rimanere, anzi mi sono sempre chiesto perché restassi così a lungo." "Bene allora" rispose la principessa, in grande imbarazzo. E non appena si allontanò dalla tana del drago realizzò che ciò che l'aveva davvero imprigionata erano le sue paure e l'attesa che qualcuno si facesse avanti per salvarla, mentre lei stessa avrebbe potuto salvarsi da sola in qualsiasi momento.

inviato il 24/08/2018
Nei segnalibri di:

The Memory Chalet

immagine copertina
Tony Judt
The Memory Chalet
Vintage Books - London 2011
10 righe da pagina 90:

It seems to me significant that in all my unpleasant memories of school, the one unambiguous positive is the two years I spent having the German language driven mercilessly into me. I don't think I am a masochist. If I recall "Joe" Craddock with such affection and appreciation, it is not just because he put the fear of God in me or had me parsing German sentences at 1 AM lest I be dismissed the next day as"absolute rubbish!"
It is because he was the best teacher I ever had; and being well taught is the only thing worth remembering from school.

inviato il 05/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Cabraltox!

Cabraltox, data di pubblicazione di The Memory Chalet? Potresti verificare anche il nome della casa editrice? Forse è Penguin?

La voglio anche leggere, la traduzione in italiano:
"Lo chalet della memoria. Tessere di un Novecento privato"
Tony Judt
Traduttore: M. G. Cavallo P. Marangon
Editore: Laterza

Something like thunder

Jay Bell
Something like thunder
CreateSpace Independent Publishing Platform 2015

"Love's greatest challenge is not endurance. Nor is it fidelity or sacrifice. Love's greatest challenge is recovery. A heart that has loved and lost is put through the ultimate trial. Failure means the unthinkable - never loving again. Success brings with it sweet redemption. Not a reprieve from the pain, but compensation in the form of discovery, the knowledge that love comes in infinite forms. All of them unique, all of equal importance. And yet, none an adequate substitute for the other. At times such as these, when faced with the end, it can be hard to be so visionary, to see light past the dark. For me especially, because let's face it, I'm the one who has lost the most here."

inviato il 06/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

2015 :P

Grazie Federico e bentornato :)
Anno di pubblicazione?

Ho colto l'invito a pubblicare righe in inglese :)

OmBra

OmBra 6 years 1 week fa

Segnalibrato, dietro consiglio della comune amica (strega cattiva) Alessandra Puggioni che come sempre ci vede lungo. Bellissime 10 righe sembra un libro interessante, provvederò anche io a leggerlo.

Alex Del Piero Minuto per minuto

Alex Del Piero Minuto per minuto 6 years 40 settimane fa

Segnalibro aggiunto, Alex é sempre il numero 1, dopo Alessandra naturalmente!

Evelyn Starr. Il diario delle due lune.

Evelyn Starr. Il diario delle due lune. 7 years 6 giorni fa

Ahhhhh, adesso so chi devo ringraziare per essere stato svegliato nel cuore della notte da quella scalmanata della mia amica, grazie Andrea Loi...ma stai pure tranquillo che se non gliel'avresti ricordato tu, prima di domenica ci avrebbe pensato lei a fare un giro di telefonate. Forse non sai con chi hai a che fare. Bene, preparati, noi la chiamiamo LA DONNA SEGNALIBRI, indovina tu il perchè.

La vita segreta dei maschi

La vita segreta dei maschi 7 years 37 settimane fa

Bellissimo libro, grazie al vostro sito ne sono venuto a conoscenza e l'ho letto tutto d'un fiato...ALESSANDRA SEI UN MITO.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy