Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di mattestanz

I segreti di Roma

immagine copertina
Corrado Augias
I segreti di Roma
Arnoldo Mondadori Editore 2005

Da dove cominciare il racconto di un universum qual è Roma? In una città contraddittoria come questa, carica di tutta la gloria, di tutte le rovine e di tutta la polvere che i secoli si sono lasciati dietro, è possibile scorgere le tracce di ogni evento o sentimento umani, l'ardimento e la goliardia, la generosità e l'ignavia, l'intraprendenza e la losca mollezza degli infingardi. Non c'è avvenimento della storia conosciuta che non abbia lasciato un segno, una cicatrice, un graffio sulla sua scorza. Roma non sarà mai la città dell'ordine, delle simmetrie, del nitido svolgersi dei fatti secondo un disegno, l'esito coerente di un progetto. Se la storia degli uomini altro non è che violenza e capace di riflettere con dolorosa fedeltà ogni dettaglio, compresi quelli dai quali si distoglierebbe volentieri lo sguardo.

inviato il 11/03/2011
Nei segnalibri di:

Storia dell'Arte

immagine copertina
Ernst Hans Gombrich
Storia dell'Arte
Einaudi

“…Grandi artisti del passato hanno dedicato molte fatiche a opere nelle quali è accuratamente riprodotto ogni minimo particolare…Ma chi potrebbe affermare che questo disegno dell'elefante di Rembrandt sia necessariamente meno buono perché mostra un minor numero di particolari? In realtà Rembrandt era un mago tale da farci sentire la pelle grinzosa dell'elefante con pochi tratti di carboncino…” [riferito all’Elefante disegnato da Rembrandt nel 1637]

Storia dell'Arte di Ernst Hans Gombrich , pubblicata in Italia da Einaudi

http://it.wikipedia.org/wiki/Ernst_Gombrich

inviato il 24/02/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissimo volume; aggiunto segnalibro :)

L'eleganza del riccio

immagine copertina
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio
Tradotto da Emanuelle Caillat e Cinzia Poli
Edizioni e/o (collana Dal mondo) 2007
10 righe da pagina 39:

Nella nostra società essere povera, brutta e per giunta intelligente condanna a percorsi cupi e disillusi a cui è meglio abituarsi quanto prima. Alla bellezza si perdona tutto, persino la volgarità. E l'intelligenza non sembra più una giusta compensazione delle cose, una sorta di riequilibrio che la natura offre ai figli meno privilegiati, ma solo un superfluo gingillo che aumenta il valore del gioiello. La bruttezza, invece, di per sé è sempre colpevole, e io ero già votata a quel tragico destino, reso ancora più doloroso se si pensa che non ero affatto stupida.

inviato il 14/12/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazioso, delicato, elegante...

un bellissimo libro, con dei personaggi profondi e veri. Si aggiudica un altro "segnalibro"

Che eleganza questo riccio!! O_O

"La funzione del gatto è di essere un totem moderno, una specie di incarnazione emblematica e protettrice del focolare, un riflesso benevolo di quello che sono gli inquilini della casa"
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio

per questo piacevole libro..."un segnalibro"

...mi sono "auto_segnalibrata"...ho visto che si può fare :)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy