Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di amandis

HARRY POTTER AND THE PHILOSOPHER'S STONE

10 righe da pagina 92:

"It is very curious indeed that you should be destined for this wand when its brother - why, its brother gave you that scar".Harry swallowed. "Yes thirteen inches. Yew. Curious indeed how these happen. The wand chooses the wizard, remember......I think we must expect great things from you, Mr Potter......After all, He Who Must Not Be Named di great things-terrible, yes, but great.
Harry shivered. He wasn't sure he liked Mr Ollivander too much. He paid seven gold Galleons for his wand and Mr Ollivander bowed them from his shop.

inviato il 25/09/2015
Nei segnalibri di:

prenditi cura di lei

Kiung-Sook Shin
prenditi cura di lei
Tradotto da Vincenzo Mingiardi
Mondolibri su licenza Neri Pozza 2011
10 righe da pagina 19:

Fino all'autunno scorso credevi di conoscere bene tua madre: sapevi ciò che le piaceva, cosa dovevi fare per calmarla quando si arrabbiava,cosa voleva sentirsi dire.Se qualcuno ti chiedeva cosa stesse facendo potevi rispondere senza indugio: probabilmente mamma sta facendo seccare le felci, oppure è domenica, sarà in chiesa. Invece l'autunno scorso la tua certezza si è sgretolata. Sei andata a trovarla senza preavviso, e hai scoperto di essere diventata un'ospite. Mamma era imbarazzata per il disordine in cortile o per le coperte sporche. A un certo punto ha preso una salvietta caduta a terra e l'ha riappesa, e quando si è sparso del cibo sul tavolo si è affettata a raccoglierlo.Ha guardato cosa c'era nel frigorifero e, anche se tu hai cercato di fermarla è corsa al mercato.

inviato il 22/09/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Amandis, Le tue 10 righe sono nella classifica finale... 10 righe scelte da voi utenti. :-)

Il ruggito della mamma tigre

Amy Chua
Il ruggito della mamma tigre
Tradotto da Claudia Lionetti
Sperling& Kupfer 2011
10 righe da pagina 13:

Dopo un quarto d'ora di urla,lacrime e calci ne avevo abbastanza.Schivando i colpi, trascinai il diavoletto strepitante verso la porta sul retro e la spalancai. Ci saranno stati sei-sette gradi sotto zero, e il vento gelido ci sferzava il viso. Pochi secondi e sentii la pelle bruciare, ma ero determinata a crescere una figlia ubbidiente nel senso che questo aggettivo ha nella cultura cinese, in cui l'obbedienza non è associata al servilismo dei cani o al sistema delle caste, bensì è considerata una delle più alte virtù. Ci sarei riuscita ad ogni costo."Se non dai retta alla mamma allora non puoi stare in casa" dissi con un tono che non ammetteva repliche."Allora, farai la brava o preferisci rimanere fuori?".

inviato il 22/09/2015
Nei segnalibri di:

Due soldati

Roslund&Hellstrom
Due soldati
Tradotto da Margherita Bodini e Roberta Nerito
Giulio Einaudi Editore 2012
10 righe da pagina 510:

Gabriel non era sicuro di averlo detto ad altra voce, forse l'aveva solo pensato. - Fratello, fratello adorato, hai sentito? Voglio lasciare. Dopo che Leon ebbe abbassato il volume dei tre televisori, uno alla volta, tutto si fece silenzio. - Capisci fratello? Io..... Tutti gurdarono Gabriel. -.......io.....insomma, cazzo....Wanda.....io...diventerò padre. Il primo colpo lo ricevette sulla spalla destra e in parte anche sul braccio. - E quindi voglio lasciare. Il seguente, in petto, vicino al cuore. - In pancia, dentro....grande così.....una persona. Con l'indice e il pollice riprodusse uno spazio largo qualche millimetro. Come aveva fatto Wanda. Il terzo colpo sulla guanca e sulla mascella. - Non puoi lasciare. - Ti stimo, fratello.

inviato il 19/09/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, ho iniziato a leggere questo libro per caso, non è il genere che prediligo ed invece, inaspettatamente, mi ha colpito molto

Amadis, le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione, sei nella finale di settembre... :)

Non è stagione

Antonio Manzini
Non è stagione
Sellerio editore Palermo 2015
10 righe da pagina 14:

Tre secondi ci impiegò Rocco Schiavone a capire dove si trovava. Un tempo infinito. Aveva aperto gli occhi senza riconoscere le pareti, le porte e l'odore di casa sua. Dove sono? Si chiedeva, mentre il suo sguardo assonnato circumnavigava lo spazio intorno. La penombra della stanza non aiutava. Era in un letto non suo, in una camera non sua in una casa non sua. E molto probabilmente anche il palazzo non era il suo. Sperava almeno che la città fosse la stessa di ieri, quella dove risiedeva da tempo, dove espiava il suo errore da ormai nove mesi: Aosta.

inviato il 19/09/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Amandis : )

Caro libro, grazie!

Staff 10 righe dai libri
Caro libro, grazie!
Moderatori Staff 10 righe dai libri
10 righe dai libri 2012

"Caro libro, grazie! Ora che mi hai spento si è accesa la mente."
:)

Con questo pensiero apriamo un nuovo post permanente, permanente come il nostro amore per i libri.
Scrivete uno o più commenti che inizino con Caro libro... o Cari libri...

leggi tutto
inviato il 13/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Caro libro, grazie! Per esserti preso cura di me quando ero triste e volevo scappare dalla realtà, per avermi aiutato a realizzare che non sono l'unica destinataria delle avversità della vita.

Cari libri ,grazie per avermi guidato molto ,in tutto ,di trovare in voi la forza ,il rifugio nei momenti difficili .

Caro Libro, mi hai insegnato a capire quanto dura fosse la salita. Ma dopo averla superata è stata, ed è sempre, tutta una corsa in discesa

Caro libro, grazie perché riesci sempre a trovare le risposte giuste alle mie domande inespresse.

cari libri, c'è sempre qualcosa al di là dello specchio

Non è stagione

Antonio Manzini
Non è stagione
Sellerio editore Palermo 2015
10 righe da pagina 14:

Tre secondi ci impiegò Rocco Schiavone a capire dove si trovava. Un tempo infinito. Aveva aperto gli occhi senza riconoscere le pareti, le porte e l'odore di casa sua. Dove sono? Si chiedeva, mentre il suo sguardo assonnato circumnavigava lo spazio intorno. La penombra della stanza non aiutava. Era in un letto non suo, in una camera non sua in una casa non sua. E molto probabilmente anche il palazzo non era il suo. Sperava almeno che la città fosse la stessa di ieri, quella dove risiedeva da tempo, dove espiava il suo errore da ormai nove mesi: Aosta.

inviato il 19/09/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Amandis : )

Due soldati

Roslund&Hellstrom
Due soldati
Tradotto da Margherita Bodini e Roberta Nerito
Giulio Einaudi Editore 2012
10 righe da pagina 510:

Gabriel non era sicuro di averlo detto ad altra voce, forse l'aveva solo pensato. - Fratello, fratello adorato, hai sentito? Voglio lasciare. Dopo che Leon ebbe abbassato il volume dei tre televisori, uno alla volta, tutto si fece silenzio. - Capisci fratello? Io..... Tutti gurdarono Gabriel. -.......io.....insomma, cazzo....Wanda.....io...diventerò padre. Il primo colpo lo ricevette sulla spalla destra e in parte anche sul braccio. - E quindi voglio lasciare. Il seguente, in petto, vicino al cuore. - In pancia, dentro....grande così.....una persona. Con l'indice e il pollice riprodusse uno spazio largo qualche millimetro. Come aveva fatto Wanda. Il terzo colpo sulla guanca e sulla mascella. - Non puoi lasciare. - Ti stimo, fratello.

inviato il 19/09/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, ho iniziato a leggere questo libro per caso, non è il genere che prediligo ed invece, inaspettatamente, mi ha colpito molto

Amadis, le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione, sei nella finale di settembre... :)

Caro libro, grazie!

Caro libro, grazie! 3 years 7 settimane fa

Caro libro, grazie! Per esserti preso cura di me quando ero triste e volevo scappare dalla realtà, per avermi aiutato a realizzare che non sono l'unica destinataria delle avversità della vita.

Due soldati

Due soldati 3 years 7 settimane fa

Grazie, ho iniziato a leggere questo libro per caso, non è il genere che prediligo ed invece, inaspettatamente, mi ha colpito molto

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy