Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di laura baldi

6 GIORNI

immagine copertina
STEFANO VALENTE
6 GIORNI
GRAPHOFEEL EDIZIONI
10 righe da pagina 16:

Voglio dire: la maniera in cui cominciò. Il mio Ora di Non-voglio-morire, fermo, che non andava né avanti né indietro. Incastrato, scavato identico a una trincea stretta fra l’Ieri e il Domani che non indovinavo più: già perduti, già lontanissimi. Magari, improvvisamente, tutto mi si riduceva all’attesa di quel proiettile preciso in mezzo alla fronte, o al tentativo di scamparlo – che poi è la medesima cosa. Nient’altro contava. Passato, futuro, memoria. Anche i sogni: sapevi che ormai non ne avresti fatti diversi. Tutto – tutto quanto – imbevuto, drogato del pensiero di quella raffica che non avresti visto, che forse non avresti nemmeno sentito.

inviato il 15/11/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

6 GIORNI DI STEFANO VALENTE GRAPHOFEEL EDIZIONI 2018

LA TESI DELLA DUCHESSA

immagine copertina
ILARIA VESPIGNANI
LA TESI DELLA DUCHESSA
GRAPHOFEEL EDIZIONI
10 righe da pagina 80:

Un sogno.
Sono tornati.
Questa volta solo la duchessa Battista.
Le riappare mentre passeggia in un giardino, molto probabilmente
il giardino segreto: sullo sfondo infatti si intravedono le finestre del
palazzo. Battista è in avanzato stato di gravidanza, l’ingombro del
ventre è nascosto ormai a malapena dall’ampia veste rosso porpora,
con inserti dorati.
Passeggia a fatica, le temperature sono quelle straordinariamente
miti di un inverno che è alle porte. Qualche raggio di sole riscalda
quel giardino. Battista è pensierosa, si accarezza il ventre rigonfio, i
suoi occhi tristi guardano a terra, il capo chino.
Dove è finita quella donna trionfante, dall’espressione incorruttibile
e capo eretto?

inviato il 05/10/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

pubblicazione 2018

Wow!!!

Lascia qui nei commenti l'anno di pubblicazione.

Ciao Laura sei nella finale del mese di ottobre, 10 righe scelte da Voi utenti.

ELOGIO DEL RUTTINO

immagine copertina
LAURA BONELLI
ELOGIO DEL RUTTINO
BABBOMORTO EDITORE
10 righe da pagina 6:

Fino all'arrivo del nostro tempo.
Qui ha avuto il colpo di grazia, cominciando a gonfiarsi come reazione ad un carico eccessivo, il cosiddetto “logorio della vita moderna”. L'aggiunta di pasti frettolosi, preconfezionati e il pranzo della festa dalla zia Dusolina ne ha causato il tracollo.
Quindi un uomo, disteso su un divano alle ore 14 di una qualunque domenica, in un tragico stato di pesantezza e torpore, sente in sé il senso profondo della finitezza terrena e rischia di immergervisi, spoetizzato, con una palla troneggiante appena sopra l'ombelico. Il mondo appare come un gigantesco macigno e di Atlante nessuna traccia

inviato il 24/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Laura, scrivi 10 righe tratte anche dai libri che leggi ;)

RICETTARIO PATAFISICO

immagine copertina
LAURA BONELLI
RICETTARIO PATAFISICO
Graphofeel Edizioni
10 righe da pagina 37:

“Non sai come si è originato l’universo, mia cara?”
Si sentì un rumore di ferraglia e l’elmetto ruzzolò a terra mentre la chioma nuvoleggiante si stiracchiava, riassestandosi liberamente.

“Il clinamen è il principio delle infinite possibilità e della nascita di tutte le forme immaginabili e non immaginabili, ed è ciò per cui non esiste l’impossibile. Prova a pensare agli atomi come una pioggia leggera che cade nel vuoto, una caduta silenziosa in linea retta, non disturbata né dal tempo né dallo spazio e ora ipotizza un’impercettibile deviazione a questo movimento eterno e sempre uguale a se stesso, una fluttuazione vibratoria che obbliga a un cambio di traiettoria. Ciò che mai si incontrava, all’improvviso si imbatte in altri atomi. Da questa inclinazione, il clinamen appunto, originano i corpi e tutte le infinite eccezioni”.

inviato il 07/04/2017
Nei segnalibri di:

CACCIA AL MORTO

immagine copertina
LUCA COLOMBO
CACCIA AL MORTO
Graphofeel Edizioni
10 righe da pagina 20:

«Cominciamo subito. Primo incarico: superamento trauma bara».
Spassoso. Sono avvezzo alle bare. Chissà se avranno rinnovato il
locale da quando ci venivo con mio padre.
«C’è da fare una cremazione. Trasporto bara da qui al crematorio».
Ah, una simulazione vera e propria: mi carica una bara vuota in
macchina, vado al crematorio e torno indietro. Vuole farmi fare un
tu per tu con la bara.
«È questione di un’ora. I documenti da consegnare sono questi».
«Documenti per cosa?»
«Autorizzazione alla cremazione e generalità salma. Non la puoi
buttare nel forno come una pizza».
«Quale salma?»
«Filippo, la salma da cremare».
Coltellata.
«Di quale funerale?»
«Quello da cui siamo appena rientrati».
«E i parenti?»
«I parenti attendono a casa. Non gli importa della cremazione,
credo avessero litigato. Meglio per noi, ci guadagniamo sul trasporto
dell’urna, ricordi?»
«Ricordo»

inviato il 10/10/2016
Nei segnalibri di:

FORNELLI METAFISICI

immagine copertina
LAURA BONELLI
FORNELLI METAFISICI
Graphofeel Edizioni
10 righe da pagina 15:

Quando il signor Ernesto Dal Degan ritornò a casa, un venerdì sera, dopo una dura settimana di lavoro in ufficio e vide che la sua abitazione era in fiamme, la prima cosa che gli venne in mente fu un proverbio indiano che diceva che l'uomo, in realtà, possiede solo ciò che può salvare da un naufragio.
Questa riflessione lo tranquillizzò, ma non poté fare a meno di pensare con malinconia alla fiammeggiante fine che aveva fatto il suo amato divano, sul quale, già dall'uscita dell'ufficio, sognava di potersi sdraiare.
"Pensa, però" gli disse uno sconosciuto incontrato per caso, animato da uno strano impeto emotivo che lo rendeva convinto di essere, in quel preciso istante, una sorta di angelo della consolazione "potevi essere dentro alla tua casa, ed ora non staremmo qui a parlare".
"Certo" pensò Ernesto "mentre bruciava la casa, sarebbe potuto venire un terremoto, che, dopo aver scosso il terreno per ore, avrebbe aperto una voragine tale da precipitarci tutti in un oceano nascosto nelle profondità della terra, abitato da enormi calamari assassini, pronti a divorarci vivi".
Ma non espre

inviato il 24/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Laura, prova a caricare un'immagine o foto per il tuo profilo : )

Il musicista

immagine copertina
Christiano Cerasola
Il musicista
Elmi's World
10 righe da pagina 138:

La mia decostruzione fu annientante e le ferite da rimarginare profonde, fui stanco di recitare un ruolo, non desiderai più essere lo stereotipo del musicista di provincia che cinquistava le orecchie dei ricchi e le intratteneva con le proprie note, le corde che avevo in me si erano sfilacciate fino a spezzarsi e non riuscivo a riallacciarle. Le domande che la musica m'impedì di farmi, e le relative risposte, s'affacciarono a me tutte insieme, a raffica. Le armi per sopperire a questo mio malessere erano spuntate, spezzate, a salve.

inviato il 11/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!!

Grazie!!!

Benvenuta Laura :)

6 GIORNI

immagine copertina
STEFANO VALENTE
6 GIORNI
GRAPHOFEEL EDIZIONI
10 righe da pagina 16:

Voglio dire: la maniera in cui cominciò. Il mio Ora di Non-voglio-morire, fermo, che non andava né avanti né indietro. Incastrato, scavato identico a una trincea stretta fra l’Ieri e il Domani che non indovinavo più: già perduti, già lontanissimi. Magari, improvvisamente, tutto mi si riduceva all’attesa di quel proiettile preciso in mezzo alla fronte, o al tentativo di scamparlo – che poi è la medesima cosa. Nient’altro contava. Passato, futuro, memoria. Anche i sogni: sapevi che ormai non ne avresti fatti diversi. Tutto – tutto quanto – imbevuto, drogato del pensiero di quella raffica che non avresti visto, che forse non avresti nemmeno sentito.

inviato il 15/11/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

6 GIORNI DI STEFANO VALENTE GRAPHOFEEL EDIZIONI 2018

CACCIA AL MORTO

immagine copertina
LUCA COLOMBO
CACCIA AL MORTO
Graphofeel Edizioni
10 righe da pagina 20:

«Cominciamo subito. Primo incarico: superamento trauma bara».
Spassoso. Sono avvezzo alle bare. Chissà se avranno rinnovato il
locale da quando ci venivo con mio padre.
«C’è da fare una cremazione. Trasporto bara da qui al crematorio».
Ah, una simulazione vera e propria: mi carica una bara vuota in
macchina, vado al crematorio e torno indietro. Vuole farmi fare un
tu per tu con la bara.
«È questione di un’ora. I documenti da consegnare sono questi».
«Documenti per cosa?»
«Autorizzazione alla cremazione e generalità salma. Non la puoi
buttare nel forno come una pizza».
«Quale salma?»
«Filippo, la salma da cremare».
Coltellata.
«Di quale funerale?»
«Quello da cui siamo appena rientrati».
«E i parenti?»
«I parenti attendono a casa. Non gli importa della cremazione,
credo avessero litigato. Meglio per noi, ci guadagniamo sul trasporto
dell’urna, ricordi?»
«Ricordo»

inviato il 10/10/2016
Nei segnalibri di:

6 GIORNI

6 GIORNI 3 settimane 4 giorni fa

6 GIORNI DI STEFANO VALENTE GRAPHOFEEL EDIZIONI 2018

LA TESI DELLA DUCHESSA

LA TESI DELLA DUCHESSA 3 settimane 4 giorni fa

pubblicazione 2018

LA TESI DELLA DUCHESSA 3 settimane 4 giorni fa

Wow!!!

Il musicista

Il musicista 3 years 2 settimane fa

Grazie!!!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy