Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di mstesym

Bijou

immagine copertina
Patrick Modiano
Bijou
Einaudi 2005
10 righe da pagina 30:

“In fondo, chi eravamo noi due ? Una donna di età indefinibile e una ragazza perdute nella folla del metrò. In quella folla nessuno sarebbe riuscito a distinguerci. E una volta uscite all’aria aperta, non eravamo diverse dalle migliaia e migliaia di persone che di sera tornano a casa, in periferia. Era seduta a un tavolo in fondo alla sala. Il barista biondo e paf“futo le aveva portato un kir. Avrei dovuto verificare se veniva qui, ogni sera, alla stessa ora. Mi sono ripromessa di tenere a mente il nome del caffè. Calciat, 96, avenue de Paris. Il nome era scritto sulla porta, in lettere bianche disposte ad arco. Sul metrò, al ritorno, continuavo a ripetermelo insieme all’indirizzo per trascriverli non appena possibile. Non si muore in Marocco. Si continua a vivere una vita clandestina, dopo la propria.

inviato il 03/01/2016
Nei segnalibri di:

Bijou

immagine copertina
Patrick Modiano
Bijou
Einaudi 2005
10 righe da pagina 28:

A volte qualcuno è presente per tutta la tua vita senza che tu riesca mai a scoraggiarlo. Ti avrà conosciuto nei giorni felici, ma più tardi, con la stessa ammirazione, ti avrà seguito nella miseria, l’unico a darti ancora fiducia, l’unico, ingenuo, a credere ancora in te. Un barbone come te. Un cane fedele. Un’eterna vittima. Cercavo di immaginarmi che aspetto avesse quell’uomo, o quella donna, all’altro capo del filo. “E uscita dalla cabina. Mi ha rivolto uno sguardo indifferente, lo stesso posato su di me nel metrò. Ho aperto la porta a vetri. Senza introdurre un gettone nella fessura, ho composto a caso, inutilmente, un numero di telefono aspettando che lei si allontanasse un poco. Tenevo la cornetta contro l’orecchio, e non c’era nemmeno il segnale. Silenzio. Non riuscivo a riagganciare.

inviato il 03/01/2016
Nei segnalibri di:

Che ci importa del mondo

immagine copertina
Selvaggia Lucarelli
Che ci importa del mondo
Rizzoli
10 righe da pagina 78:

“Non posso spiegargli una cosa semplice. E cioè che a vent’anni esci con uno che non ti piace e al massimo ti annoi un po’. Avvicinarsi ai quaranta – cominciare a invecchiare insomma – vuol dire considerare le due ore scarse di cena con un uomo che non ti piace la più grande perdita di tempo della tua esistenza dopo le quattro ore di laser per le smagliature. Tanto ormai hai gli strumenti necessari per capire dopo cinque minuti netti che non è il tuo tipo ed è in quel preciso momento, quello della consapevolezza, che per me inizia l’agonia. Che per me quell’ora e mezza di chiacchiere vacue che mi separano dal momento dei saluti, si trasforma negli “ultimi novanta preziosissimi minuti che mi restano da vivere nel mondo.

inviato il 09/12/2015
Nei segnalibri di:

Che ci importa del mondo

immagine copertina
Selvaggia Lucarelli
Che ci importa del mondo
Rizzoli
10 righe da pagina 41:

Con le persone che non hanno niente da fare si perde sempre, perché mentre per gli altri la vita va avanti con le sue urgenze e priorità, quelle se ne stanno immobili e infognate nei loro livori e continuano a farti la loro guerra personale per giorni, mesi, anni, finché non sono così attorcigliate su loro stesse da non ricordare più neppure perché ce l’hanno con te. Ignorano il fatto che tu sei solo una proiezione della loro infelicità e che basterebbe che si trovassero un lavoro, un hobby, una missione a cui dedicare tempo ed energie, per farsi passare la voglia di stare perennemente incarognite col mondo. E pensare che di tempo per riflettere e realizzare, ne avrebbero. Uh, se ne avrebbero.

inviato il 09/12/2015
Nei segnalibri di:

Che ci importa del mondo

immagine copertina
Selvaggia Lucarelli
Che ci importa del mondo
Rizzoli
10 righe da pagina 197:

Cosa c’era nella nostra storia che mi rendeva infelice più ancora del suo egoismo, della sua aridità, del suo vergognarsi di me? Cosa c’era che mi regalava sonni agitati e mi faceva sentire perennemente inadeguata, spenta, infelice? Lo so molto bene. È una verità amara che ho sempre avuto limpida di fronte a me, perfino nei rari momenti felici accanto a lui. L’idea di essere a tempo. Sapevo che prima o poi mi avrebbe mollata e questa consapevolezza era una coperta ruvida e pesante che appesantiva il passo d’inverno e faceva caldo d’estate. Ci sono storie che nascono col germe della fine dal loro primo vagito e anche quando sono felici hanno il sapore dell’agonia. Una storia non è piena quando pensi che durerà per sempre. È piena quando sai che ci sono i presupposti perché possa accadere.

inviato il 29/11/2015
Nei segnalibri di:

Carrie

immagine copertina
Stephen King
Carrie
Bompiani
10 righe da pagina 285:

Restò seduta immobile, lasciando che il rumore si infrangesse contro di lei come un’ondata. Loro erano ancora tutti belli, e c’era ancora incanto e meraviglia, ma lei aveva oltrepassato la linea di demarcazione, e adesso la fiaba era verde di marciume e malvagità. In questa nuova fiaba lei mangiava una mela avvelenata, era assalita dagli orchi, divorata dalle tigri.
Stavano di nuovo ridendo di lei.
E all’improvviso tutto crollò. Si rese conto di quanto orribilmente fosse stata ingannata, e un terribile grido muto

inviato il 29/11/2015
Nei segnalibri di:

Guerra e Pace

immagine copertina
Lev Tolstòj
Guerra e Pace
Tradotto da Pietro Zveteremich
Garzanti 2007
10 righe da pagina 626:

E poi tutto sembrava così inutile e insignificante, ora, in confronto a quel corso di pensieri severo e maestoso che suscitavano in lui la debolezza per il sangue perduto, per la sofferenza e l’attesa della morte imminente. Guardando gli occhi di Napoleone, il principe Andrej pensò alla nullità della grandezza, alla nullità della vita, della quale nessuno può comprendere il significato, e all’ancor maggiore nullità della morte, il cui senso nessun vivente può comprendere e spiegare.

inviato il 29/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

2007

Grazie, abbiamo integrato le 10 righe con il traduttore. Ora manca solo l'anno di edizione :)

Garzanti collana i grandi libri, Traduzione di Pietro Zveteremich

Benvenuta Mstesym : )
Traduttore e anno di edizione del libro da cui hai tratto le 10 righe?

Il giunco mormorante

immagine copertina
Nina Berberova
Il giunco mormorante
Tradotto da Donatella Sant'Elia
Adelphi 2004
10 righe da pagina 11:

Nella vita di ognuno esistono momenti - quando la porta sbattuta all'improvviso e senza alcun visibile motivo di colpo si riapre, quando lo spioncino chiuso un attimo fa viene di nuovo aperto, quando un brusco "no" che sembrava irrevocabile si muta in "forse" -, momenti in cui il mondo intorno a noi si trasfigura, e noi stessi ci riempiamo di speranza come di nuovo sangue. E' stata concessa una proroga a qualcosa di ineluttabile, definitivo; il verdetto del giudice, del dottore, del console, è stato rinviato. Una voce ci avverte che non tutto è perduto. E con gambe tremanti e lacrime di gratitudine passiamo nel locale adiacente, dove ci pregano di "aspettare un poco" prima di spingerci nel baratro.

inviato il 02/01/2016
Nei segnalibri di:

Cittadella

immagine copertina
Antoine de Saint-Exupéry
Cittadella
Tradotto da Ezio L. Gaya
Borla 1978
10 righe da pagina 159:

l'amico è colui che apre la porta al viandante, alle sue stampelle, al suo bastone deposto in un canto e non gli chiede di danzare per giudicare la sua danza. E se il viandante parla della primavera ormai sopraggiunta, l'amico è colui che riceve dentro di sé la primavera. E se egli racconta l'orrore della carestia nel villaggio dal quale proviene, l'amico soffre con lui la fame. Perché, come ti ho detto, l'amico nell'uomo è la parte destinata a te e che apre per te una porta che forse non aprirebbe mai per nessun altro

inviato il 07/12/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao 3libri, sei il finalista del mese di dicembre... 10righe settimanali.
Manda i tuoi dati all'indirizzo libroincentivo@10righedailibri.it per poter ricevere il libro incentivo. Grazie :-)

Ciao 3libri le tue 10 righe sono nella finale settimanale del mese di dicembre. Ricordati di scegliere le 10 righe che più ti piacciono a partire da oggi 14 dicembre domenica 20 dicembre.

L'ultima settimana di settembre

Lorenzo Licalzi
L'ultima settimana di settembre
Rizzoli 2015
10 righe da pagina 71:

Ci sono dolori che non hanno tempo, immobili, enormi, mille volte più forti della nostra capacità di sopportarli, e che il tempo modifica solo all'apparenza, allo sguardo degli altri. Sono dolori che restano, inesorabili come un pugnale nel cuore. Dolori così grandi che ti fanno sentire in colpa se per un attimo riesci a dimenticarli con le incombenze della quotidianità o peggio ancora con una possibilità di svago. Ci convivi, perché ci convivi, ma è come avere un pugnale nel cuore che come ti muovi, perché magari ti sei distratto, si muove un pochino anche lui, e il giorno dopo si vendica e te lo fa sanguinare di nuovo, e di più.

inviato il 24/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao lafaith75 le tue 10 righe sono nella finale settimanale del mese di novembre. :-)

Di tutte le ricchezze

immagine copertina
Stefano Benni
Di tutte le ricchezze
Feltrinelli 2012
10 righe da pagina 82:

Non possiamo sempre aspettare con pazienza. è come in amore. Ci innamoriamo di una persona e subito il nostro tempo accelera, l'abbiamo lasciata un momento fa e subito vorremmo rivederla, le ore lontano da lei sembrano lunghissime. Allora corriamo, scavalchiamo ostacoli e barriere, solo per raggiungerla un minuto prima. Michele, lei ha fretta perché è innamorata del suo futuro...

inviato il 23/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Ciao Roberta hai scelto "Il profeta"...grazie!!!naty

Ciao Roberta, sei nella classifica settimanale di novembre. Ricordati di scrivere qui nei commenti le 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi 30 Novembre a domenica 6 Dicembre.

Grazie :)

Pagina 82; edizione 2012

Roberta, il NUMERO DI PAGINA e L'ANNO DI PUBBLICAZIONE! GRAZIE!!!

Poesie

immagine copertina
J.Prévert
Poesie
Tradotto da Bruno Cagli
Newton Compton 1976
10 righe da pagina 81:

Girasole
Tutti i giorni della settimana
d'inverno e d'autunno
nel cielo di Parigi
Le ciminiere delle fabbriche non emettono che fumo grigio
Ma la primavera porta un fiore all'orecchio
una bella fanciulla al braccio
Girasole Girasole
E' il nome del fiore
il soprannome della ragazza
Non ha un nome importante non ha cognome
E balla agli angoli delle strade
A Belleville a Séville
Girasole Girasole Girasole
Valzer degli angoli della strada
i bei giorni sono venuti
con loro la gioia di vivere
Il genio della Bastiglia fuma una gitane bleue
Nel cielo di Séville nel cielo di Belleville
e di qualsiasi altro posto
Girasole Girasole
é il nome del fiore
della fanciulla il soprannome.

inviato il 16/11/2015
Nei segnalibri di:

La strada di Swann

immagine copertina
Marcel Proust
La strada di Swann
Einaudi 1978
10 righe da pagina 239:

Ella era un po' sofferente; lo ricevette in una veste da camera di crespo di China color malva, trattenendosi sul petto, come un mantello, una stoffa dai ricchi ricami. In piedi accanto a lui, lasciando fluire lungo le gote i capelli che aveva disciolti, piegando una gamba in un'attitudine leggermente danzante per potersi curvare senza fatica verso la stampa che guardava, chinando il capo, coi suoi grandi occhi così stanchi e imbronciati quando non era animata, ella colpì Swann per la sua rassomiglianza con quella figura di Sefora, la figlia di Jetro, che si vide in un affresco della Cappella Sistina. Swann aveva sempre avuto quel gusto particolare di godere a ritrovare nella pittura dei maestri non soltanto i caratteri generali della realtà intorno a noi, ma ciò che invece sembra meno suscettibile di generalità, i tratti individuali dei visi che conosciamo.

inviato il 18/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

NATALIA GINZBURG

Roberta TRADUZIONE di?

L’ ULTIMO DONO. Diari 1984-1989

immagine copertina
Márai Sándor
L’ ULTIMO DONO. Diari 1984-1989
Tradotto da M. D'Alessandro
Adelphi (collana Biblioteca Adelphi) 2009
10 righe da pagina 41:

Mentre spengo la lampada: Babits. «Non è il cantore a generare il canto è il canto a generare il suo cantore». E proprio vero. Ricordo i momenti in cui quel che avevo da dire si metteva a sprizzare scintille.
Poi tutto cambiò da un giorno all’altro, il modo di vita, il ritmo di vita; la quotidianità e il lavoro procedevano contemporaneamente…
Nulla di ciò esiste più.

inviato il 06/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao biancogiusy sei nella finale settimanale di novembre. :-)
Ricordati di scegliere 10righe che più ti piacciono da oggi 9 novembre a domenica 15 novembre.

Gli amori di mia madre

immagine copertina
Peter Schneider
Gli amori di mia madre
Tradotto da Paolo Scotini
L'orma (collana Kreuzville) 2015
10 righe da pagina 104:

Ma tutti questi drammi non riescono a descrivere la sua pena più grande. Quasi sorda, con intenzionale insensibilità passa con i bambini davanti a macerie e crateri, davanti a camion con cadaveri bruciati e putrescenti, davanti a morti e feriti. La spina che ha nel cuore, che logora la sua vitalità e quasi la uccide, non ha nulla a che fare con la guerra.

inviato il 05/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie Staff :)

Ciao AleLan, sei nella finale settimanale di novembre. :-)

Terra degli uomini

immagine copertina
Antoine de Saint-Exupéry
Terra degli uomini
Tradotto da Renato Prinzhofer
Garzanti 1974
10 righe da pagina 35:

La grandezza d'un mestiere sta forse, in primo luogo, nel vincolo che esso crea fra gli uomini: un solo lusso vero esiste, ed è quello dei rapporti umani.
Lavorando unicamente per i beni materiali ci costruiamo da soli la nostra prigione. Ci rinchiudiamo, solitari, con la nostra moneta di cenere che non procura nulla di ciò che val la pena d'essere vissuto.

inviato il 10/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Salve, non ho ancora ricevuto il libro incentivo riferito a queste 10 righe, si può fare qualcosa ?

Salve, non ho ancora ricevuto il libro incentivo riferito a queste 10 righe, si può fare qualcosa ?

http://scrivi.10righedailibri.it/il-profeta-25
scelgo queste e ancora ciao a tutti !

Complimenti! Le tue 10 righe sono state scelte per il libro incentivo settimanale! Ricordati di scegliere le tue 10 righe preferite della settimana (da lunedì 30 novembre a domenica 6 dicembre), riportando qui nei commenti il link delle righe scelte. Grazie :-)

Grazie :-)

Scelgo questo e ciao a tutti
http://scrivi.10righedailibri.it/il-malinteso-0

Ciao 3Libri, sei nella finale settimanale del mese di Novembre.
Ricordati di scegliere 10righe che più ti piacciono partendo da oggi 16 Novembre a domenica 22 Novembre. Riportando qui nei commenti il link della pagina delle 10rige scelte. Grazie :-)

ciao !

Benvenuti 3libri :)

Guerra e Pace

Guerra e Pace 3 years 29 settimane fa

2007

Guerra e Pace 3 years 29 settimane fa

Garzanti collana i grandi libri, Traduzione di Pietro Zveteremich

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy