Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di chiara.m

La morte della bellezza

immagine copertina
Giuseppe Patroni Griffi
La morte della bellezza
Dalai editore 2010
10 righe da pagina 259:

Le due ombre appena percettibili, si avvicinarono, si fusero in un'ombra unica. "Ti guido io - e lasciati portare...", un braccio intorno ai fianchi, "non restare scostato, attaccati a me - ah, così...", guancia contro guancia, "meglio, va meglio..." Lilandt si liberò della posizione corretta, tolse il gomito dalla spalla di Eugenio, fece scivolare il braccio lungo la schiena e lo strinse alla vita; si muovevano appena, Eugenio si accucciava nel nido caldo che Lilandt rappresentava, gli parve che lo cullasse, e il ballo era già un fare l'amore...

inviato il 16/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

2010 :)

Benvenuta Chiara :)
anno di edizione del libro?

L'ultima settimana di settembre

Lorenzo Licalzi
L'ultima settimana di settembre
Rizzoli 2015
10 righe da pagina 71:

Ci sono dolori che non hanno tempo, immobili, enormi, mille volte più forti della nostra capacità di sopportarli, e che il tempo modifica solo all'apparenza, allo sguardo degli altri. Sono dolori che restano, inesorabili come un pugnale nel cuore. Dolori così grandi che ti fanno sentire in colpa se per un attimo riesci a dimenticarli con le incombenze della quotidianità o peggio ancora con una possibilità di svago. Ci convivi, perché ci convivi, ma è come avere un pugnale nel cuore che come ti muovi, perché magari ti sei distratto, si muove un pochino anche lui, e il giorno dopo si vendica e te lo fa sanguinare di nuovo, e di più.

inviato il 24/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao lafaith75 le tue 10 righe sono nella finale settimanale del mese di novembre. :-)

Non è un vento amico

immagine copertina
Vincenzo Zonno
Non è un vento amico
Edizioni Vocifuoriscena 2015
10 righe da pagina 181:

L'amore é un carico di emozioni sempre eccessivo.
Il male più profondo o la gioia assoluta.
Puoi essere felice o completamente distrutto e, anche il più piccolo spostamento da una delle due emozioni, ti fa piombare all'estremo opposto.
Non esistono razionalità o intelligenza.
Vi é solo stupidità, un'assurda stupidità, una fantastica stupidità.

inviato il 27/11/2015
Nei segnalibri di:

Una parola per salvarsi

immagine copertina
Viviana De Cecco
Una parola per salvarsi
Lettere Animate Editore 2015
10 righe da pagina 7:

La pittura era un modo per non dimenticare.
Voleva che nella sua mente si conservasse ogni singola diapositiva delle scelleratezze a cui aveva dovuto assistere, degli errori che talvolta lo avevano condotto sulla strada sbagliata, dei particolari che potevano ripresentarsi in altri casi simili e che doveva essere pronto ad affrontare di nuovo.
La memoria non era infallibile, perciò solo la carta o la tela erano in grado di resuscitare il passato.

inviato il 27/11/2015
Nei segnalibri di:

rebecca town a praga

immagine copertina
Manuela Siciliani
rebecca town a praga
vanda publishing
10 righe da pagina 123:

Certo,le scelte sono sempre frutto di prese di posizione autonome,l'uomo è dotato del libero arbitrio,ma a volte,quando hai poco tempo per decidere oppure quando non sai se far pendere l'ago della bilancia verso la razionalità o verso l'emotività,quando non esistono solo il bianco o il nero è lì ,è proprio in quell'istante che spesso non desideri altro che lasciarti andare,se sia sbagliato o meno è l'ultimo dei tuoi problemi.

inviato il 12/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Silvia, le tue 10righe sono state scelte dalla redazione, sei nella finale di Novembre. :-)

Tutto quello che avremmo potuto essere io e te se solo non fossimo stati io e te

immagine copertina

Scoppia in lacrime.
Bellissima, questa espressione.
Non diciamo "scoppiai a mangiare" o "scoppiai a camminare".
Si scoppia a piangere o a ridere.
E credo che valga la pena di ridursi in pezzi per quel genere di emozioni.

inviato il 15/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Criss, anno di pubblicazione, traduttore e numero di pagina. Grazie.

Del metallo e della carne

immagine copertina
Giuseppe Patroni Griffi
Del metallo e della carne
Baldini Castoldi Dalai 2013
10 righe da pagina 125:

Era straordinaria, non le importava nulla se l'arma fosse o non fosse carica, se ci fossero dei colpi sparati e altri non sparati, lei si trovava appesa al suo destino e non sapeva quale fosse, e non se ne curava, e neanche lo provocava, non si adoperava nemmeno a non volerlo sapere. Stava vivendo la sua vita da estranea, così come io avevo vissuto la mia, fino a questo momento, da estraneo. Nei miei riguardi commetteva un solo errore: mi amava. Quest'amore mi piangeva sulla carne, m'entrava nelle ossa. Lo riconosco subito l'amore degli altri, è insopportabile. Sono destinato a suscitare delle fiamme improvvise, e io fuggo dall'incendio. Qui non era il caso, tutto si sarebbe esaurito tra poco.

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Un ringraziamento all'editore Baldini Castoldi Dalai per il libro incentivo!

L'arte di ottenere sempre ragione

Artur Schopenhauer
L'arte di ottenere sempre ragione
Tradotto da Nicola Curcio Franco Volpi
Adelphi 1991
10 righe da pagina 65:

“Ogni piacere dell'animo
e ogni ardore
risiedono nell'essere qualcuno
dal confronto con il quale si possa trarre
un altro sentimento di sé”
Nulla
supera per l'uomo
la soddisfazione della sua vanità
e nessuna ferita duole più di quella in cui
viene colpita la vanità

inviato il 16/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Happy!

Giuse.wochicevick, sei nella classifica settimanale di novembre. :-)

Buongiorno,
Anno di edizione 1991
Traduttori Nicola Curcio Franco Volpi

Ciao giuse.wochicevick, anno di edizione del libro e traduttore.

La morte della bellezza

La morte della bellezza 2 years 26 settimane fa

2010 :)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy