Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Francesca Vignali

Nonostante tutto

immagine copertina
Francesca Vignali Albergotti
Nonostante tutto
Fazi 2015
10 righe da pagina 12:

Ieri sono andato in bagno a pisciare. C’era un ragno con le gambe lunghe che annaspava nella ceramica lucida del lavandino. Ho pensato «lo schiaccio». Poi ho pensato no, porta sfiga, e io ho bisogno di fortuna. Allora ho aperto l’acqua del rubinetto per vedere che avrebbe fatto, se fosse andato nello scarico non l’avrei visto più ma non sarebbe stato proprio come averlo ammazzato. L’acqua faceva un mulinello e lui non andava né su né giù, girava ostinato a vortice attorno al buco. Ho spostato leggermente il getto dell’acqua e lui è stato trascinato nel buco dello scarico dall’acqua. Almeno non sarei stato un killer di ragni.
Il pomeriggio sono tornato in bagno e lui era ancora lì, con le sue zampe lunghe e filiformi a far su e giù nel lavandino di ceramica, testardo. Ho deciso di lasciarlo vivere, se lo meritava. Era finito nello scarico, ricoperto d’acqua, ma era riuscito a risalire fuori, voleva sopravvivere. E’ la storia della mia vita, questa, anch’io come il ragno. Mi sento un sopravvissuto.

inviato il 17/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Francesca appena puoi comunica le 10 righe che più ti piacciono che vanno da lunedì 23 Novembre a domenica 29. Grazie

2015

anno di edizione 2015

Francesca Vignali, sei nella classifica settimanale di novembre, ricordati di trascrivere l'anno di edizione delle tue 10 righe e partendo da oggi lunedi 23 a domenica 29 scegli 10righe che più ti piacciono riportando qui nei commenti il link del libro scelto. Grazie.

Benvenuta Francesca : )
Anno di edizione del libro?

La strada di Swann

immagine copertina
Marcel Proust
La strada di Swann
Einaudi 1978
10 righe da pagina 239:

Ella era un po' sofferente; lo ricevette in una veste da camera di crespo di China color malva, trattenendosi sul petto, come un mantello, una stoffa dai ricchi ricami. In piedi accanto a lui, lasciando fluire lungo le gote i capelli che aveva disciolti, piegando una gamba in un'attitudine leggermente danzante per potersi curvare senza fatica verso la stampa che guardava, chinando il capo, coi suoi grandi occhi così stanchi e imbronciati quando non era animata, ella colpì Swann per la sua rassomiglianza con quella figura di Sefora, la figlia di Jetro, che si vide in un affresco della Cappella Sistina. Swann aveva sempre avuto quel gusto particolare di godere a ritrovare nella pittura dei maestri non soltanto i caratteri generali della realtà intorno a noi, ma ciò che invece sembra meno suscettibile di generalità, i tratti individuali dei visi che conosciamo.

inviato il 18/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

NATALIA GINZBURG

Roberta TRADUZIONE di?

Guerra e Pace

immagine copertina
Lev Tolstòj
Guerra e Pace
Tradotto da Pietro Zveteremich
Garzanti 2007
10 righe da pagina 626:

E poi tutto sembrava così inutile e insignificante, ora, in confronto a quel corso di pensieri severo e maestoso che suscitavano in lui la debolezza per il sangue perduto, per la sofferenza e l’attesa della morte imminente. Guardando gli occhi di Napoleone, il principe Andrej pensò alla nullità della grandezza, alla nullità della vita, della quale nessuno può comprendere il significato, e all’ancor maggiore nullità della morte, il cui senso nessun vivente può comprendere e spiegare.

inviato il 29/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

2007

Grazie, abbiamo integrato le 10 righe con il traduttore. Ora manca solo l'anno di edizione :)

Garzanti collana i grandi libri, Traduzione di Pietro Zveteremich

Benvenuta Mstesym : )
Traduttore e anno di edizione del libro da cui hai tratto le 10 righe?

Nonostante tutto

immagine copertina
Francesca Vignali Albergotti
Nonostante tutto
Fazi 2015
10 righe da pagina 12:

Ieri sono andato in bagno a pisciare. C’era un ragno con le gambe lunghe che annaspava nella ceramica lucida del lavandino. Ho pensato «lo schiaccio». Poi ho pensato no, porta sfiga, e io ho bisogno di fortuna. Allora ho aperto l’acqua del rubinetto per vedere che avrebbe fatto, se fosse andato nello scarico non l’avrei visto più ma non sarebbe stato proprio come averlo ammazzato. L’acqua faceva un mulinello e lui non andava né su né giù, girava ostinato a vortice attorno al buco. Ho spostato leggermente il getto dell’acqua e lui è stato trascinato nel buco dello scarico dall’acqua. Almeno non sarei stato un killer di ragni.
Il pomeriggio sono tornato in bagno e lui era ancora lì, con le sue zampe lunghe e filiformi a far su e giù nel lavandino di ceramica, testardo. Ho deciso di lasciarlo vivere, se lo meritava. Era finito nello scarico, ricoperto d’acqua, ma era riuscito a risalire fuori, voleva sopravvivere. E’ la storia della mia vita, questa, anch’io come il ragno. Mi sento un sopravvissuto.

inviato il 17/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Francesca appena puoi comunica le 10 righe che più ti piacciono che vanno da lunedì 23 Novembre a domenica 29. Grazie

2015

anno di edizione 2015

Francesca Vignali, sei nella classifica settimanale di novembre, ricordati di trascrivere l'anno di edizione delle tue 10 righe e partendo da oggi lunedi 23 a domenica 29 scegli 10righe che più ti piacciono riportando qui nei commenti il link del libro scelto. Grazie.

Benvenuta Francesca : )
Anno di edizione del libro?

Pilota di guerra. Lettera a un ostaggio. Taccuini

immagine copertina
Antoine de Saint-Exupéry
Pilota di guerra. Lettera a un ostaggio. Taccuini
Tradotto da Maria Chiappelli e Sergio Morando
Mondadori 1973
10 righe da pagina 147:

Così abbiamo perduto l'Uomo. E perdendo l'Uomo abbiamo svuotato di calore quella fraternità stessa che la nostra civiltà ci predicava, poichè si è fratelli in qualche cosa, non si è fratelli e basta. La spartizione non garantisce la fraternità. Questa si stringe soltanto nel sacrificio. Si stringe nel dono comune a ciò che è più vasto di noi. Confondendo questa radice di ogni vera esistenza con un intenerimento sterile, abbiamo ridotto la nostra fraternità a una vicendevole sopportazione.

inviato il 17/11/2015
Nei segnalibri di:

Nonostante tutto

Nonostante tutto 3 years 34 settimane fa

2015

Nonostante tutto 3 years 34 settimane fa

anno di edizione 2015

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy