Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Alessandro Montagna

Estasi di libertà

immagine copertina
Stefan Zweig
Estasi di libertà
Tradotto da Luciana Rotter
Clichy 2013
10 righe da pagina 65:

Sempre con maggiore entusiasmo lo sguardo si libera verso ogni singola cima granitica fino alle estremità coperte di ghiaccio e scopre man mano nuove meraviglie: là una cascata che con la sua schiuma bianca precipita a valle, là graziose casette annidate al pendio con le pietre sul tetto, là ancora un aquila che fiera volteggia sulle cime più alte, e sopra a ogni cosa il divino e immenso blu del cielo; non avrebbe mai immaginato l'esistenza di una forza tanto viva da renderla così felice. Lei, fuggita per la prima volta dal suo piccolo mondo, continua a fissare questi incredibili torri di pietra, che sembrano essere sbucate dal nulla nel corso della notte mentre lei dormiva.

inviato il 11/06/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Stefan Zweig (Vienna 1881 – Petrópolis 1942), scrittore austriaco.

La signora Berta Garlan

immagine copertina
Arthur Schnitzler
La signora Berta Garlan
Tradotto da Lydia Magliano
Passigli 2017
10 righe da pagina 49:

Trovò la valigetta impolverata fra un baule e due casse, ricoperti da una vecchia tovaglia strappata, a fiori rossi. Ricordava di averla aperta l’ultima volta allorché vi aveva riposto le lettere dei genitori. Quando, ritornata dalla sua stanza, l’aprì, vi scorse per prima cosa alcune lettere dei fratelli e altre, con scritture sconosciute; poi trovò un pacchetto accuratamente confezionato contenente le poche lettere che i genitori le avevano scritto, due libri di casa di sua madre, un quaderno di scuola, in cui aveva segnato orari e compiti, alcuni biglietti ricordo di balli a cui aveva partecipato da ragazza, e infine, avvolte in carta velina azzurra, strappata qua e là, le lettere di Emil.

inviato il 07/06/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Arthur Schnitzler (Vienna 1862 – Vienna 1931), scrittore austriaco.

Helena o il mare dell’estate

immagine copertina
Julián Ayesta
Helena o il mare dell’estate
Tradotto da Paola Tomasinelli
Passigli 2009
10 righe da pagina 65:

Iniziava a fare caldo. […] In fondo agli alberi, carri di colore azzurro, buoi e uno scorcio di mare. Giungeva un profumo d’erba umida scaldata dal sole di mezzogiorno, e io, […] con Helena vicino, socchiudevo gli occhi e sprofondavo nel fondo dei miei pensieri. Pensavo all'estate che mi aspettava accanto a Helena sotto quel cielo, tra i verdi prati, i fiumi e gli alberi, sapendo che lei mi amava, e quasi mi riempivano gli occhi di lacrime.

inviato il 06/06/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Julián Ayesta (Gijón 1919- Gijón 1996), scrittore spagnolo.

I rimpianti colore del tempo

immagine copertina
Marcel Proust
I rimpianti colore del tempo
Tradotto da Marise Mo
Elliot 2016
10 righe da pagina 54:

Il mare ha l’incanto delle cose che non diventano silenziose di notte, che sono per la nostra vita inquieta un invito al sonno, una promessa che niente finisce. Non è separato dal cielo come la terra, è sempre in armonia coi colori di esso. […]
Rinfresca la nostra immaginazione perché non fa pensare alla vita degli uomini, ringiovanisce la nostra anima perché è come essa, aspirazione impotente e infinita, slancio senza tregua seguito da cadute, lamento eterno e dolce. Incanta come la musica, che non ha, quanto il linguaggio, il ricordo delle cose, […] ma che imita i tumulti dell’anima. Il cuore innalzandosi con le onde, ricadendo con esse, dimentica le proprie debolezze, e si consola della sua tristezza con quella del mare, che ne annebbia il destino insieme a quello delle cose.

inviato il 04/06/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Vi sono molto grato! Ho già provveduto ad inviare la mail.

Ciao Alessandro, per Te un libro incentivo come finalista settimanale di 10righe. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie.

Benissimo! Vi ringrazio. Scelgo le seguenti 10righe inserite da Paola Lorenzini: http://scrivi.10righedailibri.it/odiare-la-poesia

Ciao Alessandro, sei nella finale settimanale di giugno. Scegli da oggi 11 giugno a domenica 17 giugno, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Marcel Proust (Parigi 1871 – Parigi 1922), scrittore francese.

Per infiniti giorni

immagine copertina
Francesca De Angelis
Per infiniti giorni
Passigli 2014
10 righe da pagina 146:

Prendeva a caso un libro, lo teneva in mano quasi a fissare tutto nella memoria – autore, titolo, copertina - poi lo girava, lo apriva, lo sfogliava e infine si decideva sistemarlo al suo posto, accettando a malincuore che un buon libro potesse averne una brutto per compagno.
“Che bello questo rumore”, disse Clara il giorno in cui tutte le pareti furono coperte di libri e non si vedeva più il color panna dei muri.
“E’ l’ora della reazione”, rispose Regina pensando alle voci dei bambini che venivano dal giardino della scuola, dall’altra parte del cortile.
“No, non quello, il rumore dei libri”.
Regina la guardò perplessa, poi rimase in ascolto. Sì, aveva ragione. C’era la voce del mondo in quella stanza.

inviato il 28/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Francesca De Angelis è nata a Roma. Insegnante e scrittrice italiana.

La milleduesima notte

immagine copertina
Joseph Roth
La milleduesima notte
Tradotto da Ugo Gimmelli
Adelphi 1993
10 righe da pagina 212:

Le avventure apparivano allora, quando si incontravano, gaie, variopinte, leggere, come sospese nell'aria. Le si teneva per un filo, come palloncini, fino a che davano piacere. Poi, quando cominciavano ad annoiare, si lasciava andare al filo: esse si liberavano liete nel cielo, per un po’ le si seguiva ancora riconoscenti con lo sguardo, poi dovevano andare a scoppiare da qualche parte fra le nuvole. Ma alcune non erano scoppiate affatto: invisibili e insidiose si eran tenute nascoste per molti anni da qualche parte, contro tutte le leggi della natura, e ora, fatte pesanti e piene di zavorra, ricadevano sulla povera testa di Taittinger.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Alessandro ciao :) puoi inserire sino a 3 post consecutivi

Ciao Alessandro quando posti le tue10righe attendi che altri utenti postino le proprie, prima di inserirne altre. (Come da Regolamento)
Grazie.

Joseph Roth (Brody 1894 – Parigi 1939), scrittore austriaco.

Quand'ero bambino

immagine copertina
Jacques Prévert
Quand'ero bambino
Tradotto da Roberto Carifi
Guanda 2001
10 righe da pagina 28:

Il mare: io gli correvo dietro e lui correva dietro a me, tutti e due facevamo quello che si voleva. Era come nei racconti delle fate: cambiava le persone. Appena arrivate non avevano più lo stesso colore, e nemmeno lo stesso modo di parlare. Erano subito rimesse a nuovo, si sarebbe detto diverse. Il mare cambiava anche le cose e le spiegava. Grazie a lui imparavo l'orizzonte, il flusso e il riflusso, il crepuscolo, l'alba, il vento che si alza, il tempo che scorre troppo veloce e che non ha fine.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Alessandro,sei nella finale di maggio, 10righe scelte da Voi utenti.

Jacques Prévert (Neuilly-sur-Seine 1900 – Omonville-la-Petite 1977), poeta e scrittore francese.

Un amore di zitella

immagine copertina
Andrea Vitali
Un amore di zitella
Collezione storica Garzanti 2013
10 righe da pagina 9:

Il gennaio del 1962 era cominciato all'insegna del gelo. L'intero lago di Como per qualche giorno era sembrato appartenere a un pianeta di ghiaccio, ibernati persino i rumori e le scarse parole che la gente si era scambiata per strada. Poi è arrivato il phön e aveva squassato quell'irreale immobilità: aveva soffiato tre giorni, continuo e violento. Infine, la sera del terzo, si era acquietato. Della superficie del lago era scomparsa la cresta spumosa dell'acqua sollevata dal vento. Ne aveva preso il posto un’onda continua, lunga e morbida che si frangeva sulla riva con poco rumore. La monotonia inerte dell'inverno era ritornata. Tutti, uomini e cose, potevano tirare un sospiro di sollievo.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Andrea Vitali (Bellano 1956), scrittore e medico italiano.

Arrivederci ragazzi

immagine copertina
Louis Malle
Arrivederci ragazzi
Tradotto da Ave Gagliardi
Bruno Mondadori 2007
10 righe da pagina 124:

All'improvviso in mezzo a noi si leva una voce, nitida, vibrante, coraggiosa: “Arrivederci padre Jean!” Molte altre voci riprendono il saluto[.]: “Arrivederci, padre!” Padre Jean si gira verso di noi con un sorriso: “Arrivederci, ragazzi!”[.]Sembra che dica: “A presto!” come per un breve distacco. Ma la sua figura[.]si frantuma di fronte ai miei occhi velati di lacrime. Attraverso il sottile cristallo di quelle lacrime ora colgo l’immagine di Jean che esista un attimo al limite del cancello, si volta, mi cerca tra i compagni.[.]alzo la mano in un timido cenno di saluto. Jean è fermo e i nostri sguardi si incontrano per l'ultima volta.[.]Resto a fissare il vuoto dove poco dove poco prima c’era il mio amico. La voce di padre Jean mi accompagna ancora, lontana e smorzata, come un’eco amara: “Arrivederci ragazzi!”

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Louis Malle (Thumeries 1932 – Beverly Hills 1995), regista e scrittore francese.

Aprile. Storia di un amore

immagine copertina
Joseph Roth
Aprile. Storia di un amore
Tradotto da Beatrice Donin
Passigli 2011
10 righe da pagina 63:

Finalmente aveva la cassettina, il padre l’ha fabbricata fedelmente. […] C’era una patria dentro la casa, una patria solitaria, protettrice e protetta, amorosa e amata, riservata e benevola. La cassetta stava sotto al letto, aspettava la dolce ora solitaria prima di andare a dormire, la chiave sicura di acciaio lucido e freddo scattava due volte nella sicura serratura e lo sportello girava leggero nei cardini come un’articolazione. Tutto era protetto dalla presa di dita curiose e indagatrici.

inviato il 14/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Joseph Roth (Brody 1894 – Parigi 1939), scrittore austriaco.

Giorni di luglio

Giorni di luglio 1 week 2 giorni fa

Grazie mille! La mia scelta è la seguente: http://scrivi.10righedailibri.it/lasciami-lultimo-valzer

Giorni di luglio 2 settimane 3 giorni fa

Hermann Hesse (Calw 1877 – Montagnola 1962), scrittore tedesco naturalizzato svizzero, insignito del premio Nobel per la letteratura nel 1946.

Piccolo mondo antico

Piccolo mondo antico 1 week 3 giorni fa

Antonio Fogazzaro (Vicenza 1842 – Vicenza 1911), letterato italiano.

I rimpianti colore del tempo

I rimpianti colore del tempo 2 settimane 1 giorno fa

Vi sono molto grato! Ho già provveduto ad inviare la mail.

Il tram

Il tram 2 settimane 6 giorni fa

Claude Simon (Antananarivo 1913 – Parigi 2005), scrittore francese vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1985.

Patricia Brent, zitella

Patricia Brent, zitella 3 settimane 3 giorni fa

Herbert George Jenkins (1876 – Londra 1923), scrittore ed editore inglese.

Claudine a scuola

Claudine a scuola 3 settimane 6 giorni fa

Colette, pseudonimo di Sidonie-Gabrielle Colette (Saint-Sauveur-en-Puisaye 1873 – Parigi 1954), scrittrice francese.

Il padiglione cinese

Il padiglione cinese 4 settimane 1 giorno fa

Eduard von Keyserling (Hasenpoth 1855 – Monaco di Baviera 1918), scrittore tedesco.

Si alza il vento

Si alza il vento 4 settimane 3 giorni fa

Tatsuo Hori (Tokyo 1904 – Nagano 1953), scrittore, poeta e traduttore giapponese. Questo romanzo ha conosciuto una trasposizione cinematografica nel film anime del regista Miyazaki "Si alza il vento" del 2013.

Le ragazze da marito

Le ragazze da marito 5 settimane 1 giorno fa

Henry de Montherlant (Parigi 1896 – Parigi 1972), scrittore francese.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy