Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Fernandel

Processo a Rolandina

immagine copertina
Marco Salvador
Processo a Rolandina
Fernandel Editore 2017
10 righe da pagina 7:

Se il mattino di un qualsiasi giorno feriale del settembre 1353 uno di voi fosse stato a Venezia e avesse deciso di andare dal ponte di Rialto fino alla chiesa di San Matteo, gironzolare da quelle parti e ritornare al ponte percorrendo Ruga dei Spezieri e Ruga dei Oresi, probabilmente si sarebbe imbattuto in Rolandina Roncaglia.
L’avrebbe notata sicuramente, per l’avvenenza. E sarebbe bastato un secondo sguardo per coglierne anche la grazia, nonostante le vesti da popolana e, uno per braccio, due cesti colmi di uova da vendere. Se poi si fosse fermato a osservarla meglio, sarebbe rimasto sorpreso dalla naturale grazia dei gesti e dalla musicalità della voce mentre, con un sorriso luminoso, offriva la sua merce e ne decantava la freschezza.

inviato il 12/02/2018
Nei segnalibri di:

L'abbandonatrice

immagine copertina
Stefano Bonazzi
L'abbandonatrice
Fernandel
10 righe da pagina 7:

Sull’altro lato della strada, fra la pista ciclabile e le macchine parcheggiate, c’è un piccione riverso. Dev’essere appena successo, è difficile che resti qualcosa sull’asfalto dopo i lavaggi del mattino.
Biciclette, piedi e ruote non l’hanno ancora travolto. Ha un aspetto integro. Non fosse per quel liquido che gli esce dall’occhio, si potrebbe pensare che stia semplicemente dormendo.
Il telefono vibra nella tasca. «Sono Davide Miriani», dico.
Dovrei esordire con il mio nome d’arte, almeno oggi…
«Ciao Davide, mi chiamo Ilaria».
«…Ilaria?»
«Non ci conosciamo. Sono un’amica di Sofia».
Sofia.
È come lo scoppio di un petardo vicino ai timpani. Ora sono sordo.
È come un flash sulla retina. Ora sono cieco.
«Sofia». Neanche me ne accorgo che sto ripetendo il tuo nome.

inviato il 12/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Fernandel puoi leggere alcune indicazioni qui http://www.10righedailibri.it/faq. Ringrazia i tuoi autori :)

Come volete. Ma sono stati i miei autori a chiedermi di inserire queste schede...

Benvenuto/a Fernandel :) Dovresti postare massimo 2 volte consecutive per lasciare visibilità anche agli altri lettori. I tuoi 8 post seguenti saranno cancellati automaticamente. Dovresti postare anche 10 righe tratte dai libri di altri editori. ;)

Il buio nel cuore

immagine copertina
Silvia Bertozzi
Il buio nel cuore
Fernandel Editore 2016

Ancora quell’incubo.
Arrivava sempre alla stessa ora, tenace come un gatto affamato. Si appoggiava pesante sul suo petto e lei sentiva la nausea strizzarle lo stomaco. Allora apriva gli occhi e subito la ghermiva un vento livido, come un sospiro di brina. Impaurita, afferrava le lenzuola, se le avvolgeva attorno ai fianchi e inspirava forte cercando di opporsi a quel fosco malessere che nuotava sotto pelle e non dava tregua.
Tuttavia lo sapeva troppo bene, ormai: non si era svegliata, era solo un’illusione. Se ne stava ancora lì, dentro il suo sogno appiccicoso. Girava la testa, lentamente, sperando ogni volta di non vederla. Invece quella occupava tutto il suo campo visivo, si gonfiava come una medusa scura dentro la stanza fino a sfiorarne le pareti.
Era solo una sedia a dondolo, dopotutto. Un oggetto ruvido e antico che odorava di legno fradicio, di vecchie cantine polverose. Eppure lei ne era terrorizzata.
Mentre cercava di respirare, mentre il sudore si cristallizzava in una patina ghiacciata, la sedia a dondolo cominciava a oscillare. Crick crack, crick crack, crick crack.

inviato il 23/04/2016
Nei segnalibri di:

L'abbandonatrice

L'abbandonatrice 1 week 13 ore fa

Come volete. Ma sono stati i miei autori a chiedermi di inserire queste schede...

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy