Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Alessia

L'Ultimo Abele. Storia di una ossessione.

immagine copertina
Massimo Della Penna
L'Ultimo Abele. Storia di una ossessione.
autopubblicato
10 righe da pagina 85:

E l'amore lascia sempre impronte, nelle sabbie color pesca dei tempi che vivo e che vorrei non vivere davanti a un monitor, né in ufficio. Ma fuori. A guardar le stelle. O a sentire l'alito di un barbone, a scattare due foto, a bere una birra in un pub. Vorrei essere fuori a stringere la mano di un amico. O anche una chiappa, volendo spoetizzare il tutto. Gli è che l'amore mi fa sperare, mi fa sognare, gli è che per l'amore val la pena di vivere e anche di non vivere. Ma solo per l'Amore, quello vero, che conferisce peso e massa alle cose leggere.
Senza la grammatica e la logica dell'Amore, un cigno è un animale che puzza. La luna è una fetta di formaggio, i campi d'erba stupide macchie pistacchio scuro, un tramonto è solo una foto porpora sottoesposta e il mare impetuoso d'inverno fa venire l'artrosi.
L'Amore è in fin dei conti il motore di tutti noi. Che hai voglia di fingere che ti interessano solo soldi e carriera, io non ci credo.

inviato il 29/06/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

scusate, ma devo scegliere delle 10 righe? grazie!

Uhh grazie! Che bello! È stato pubblicato a novembre 2015.
Ma ora devo cosa devo fare?

Anno di edizione?

Ciao Alessia, sei nella finale di Luglio, 10 righe scelte dalla redazione.

Grazie! Che bello il vostro sito! Non vedo l'ora di girarlo tutto!

Galeotto fu il collier

immagine copertina
Andrea Vitale
Galeotto fu il collier
Garzanti 2015
10 righe da pagina 41:

Si guardò intorno alla ricerca di qualcosa con cui grattare il muro. Trovò un lungo chiodo arrugginito, di quelli che si usavano per fissare le travi dei tetti. In mancanza di meglio, usò quello.
Non gli ci volle molto per aprire un piccolo varco, un buco in quella parete mezzo marcia. Sbirciò attraverso il pertugio senza vedere niente. Riprese a picchiare. A un certo punto dell'operazione udì un rumore, un tintinnio. Pensò per un istante che il chiodo gli fosse scappato di mano, caduto per terra. Fu un brevissimo istante appunto, perché il chiodo era sempre lì, stretto tra le sue dita.
E allora?
Guardò sul pavimento e la vide.
Una moneta.
La raccolse. Era pesante. Se la mise a due dita dagli occhi.
Era oro?

inviato il 25/07/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Andrea Vitali (Bellano, 5 febbraio 1956)

Mia madre non mi ha mai spazzolato i capelli

immagine copertina
Marilyn French
Mia madre non mi ha mai spazzolato i capelli
Tradotto da Alessandra Cremonese Cambieri
CDE su licenza RCS Rizzoli 1987

Passava molto tempo a decidere quali desideri avrebbe scelto, ma tutte le volte che si immergeva in quella fantasia, sceglieva gli stessi. In realtà il desiderio era soltanto uno: che papà guadagnasse di più. Se papà avesse guadagnato di più, mami sarebbe stata più contenta e avrebbe voluto bene a papà; se mami avesse voluto bene a papà, allora tutti e due avrebbero voluto bene alle figlie, Joy e Anastasia, e allora anche loro sarebbero state felici. Così credeva Anastasia. Perciò a volte diceva con grande degnazione alla fata che le bastava un solo desiderio, e che avrebbe dato gli altri due a qualche bambina che aveva un desiderio da avverare. Ma altre volte pensava che non doveva lasciare niente al caso e li prendeva tutti e tre: perché papà guadagnasse più soldi; perché mami volesse bene a papi; perché mami e papà volessero bene a Joy e Anastasia. Si chiedeva se - credendo veramente a questa fantasia e desiderandola con tutte le sue forze - questa fantasia potesse realizzarsi anche senza l'intervento di una fatina buona. Ma non riuscì mai ad avere abbastanza fede per scoprirlo.

inviato il 28/07/2016
Nei segnalibri di:

Tanti saluti da Orazio

immagine copertina
Marcello Parsi
Tanti saluti da Orazio
Tradotto da Marcello Parsi
Kimerik (ebook) 2014
10 righe da pagina 56:

... Se il mio schiavo
dicesse: "Non rubai né son fuggito,"
risponderei: "Te ne ho ricompensato,
risparmiandoti i morsi della frusta."
"Non ho ucciso nessuno." "Appeso in croce
non darai cibo ai corvi." "Sono onesto."
Da buon sabino ti rispondo: "No!
Anche il lupo è guardingo nel fuggire
la trappola nascosta, e il falco i lacci,
e il pesce l'amo pur se camuffato.
Il vero virtuoso evita il male
per amore del bene: tu non pecchi
solo per il timore della pena.
Se avessi la speranza di sfuggirle,
daresti sfogo a tutte le tue voglie:
infatti, pure adesso, se da mille
moggi di fave me ne rubi uno,
è lieve il danno mio ma la tua colpa
è come se me li rubassi tutti."

inviato il 01/08/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Dalla XVI epistola del primo libro (ovviamente di Quinto Orazio Flacco).

Diluvio di fuoco

immagine copertina
Amitav Gosh
Diluvio di fuoco
Tradotto da Anna Nadotti e Norman Gobetti
Neri Pozza 2015
10 righe da pagina 580:

Zavoor beta,disse Nob Kissim Gioviale.Certo che te lo dico:quello che vedi è l'inizio del praredulo.Cosa dite mai?laya,della fine del mondo.
Arré ye kya hai?esclamò Kesri incredulo.Cosa dite mai?
Sulla faccia di Nob Kissim si disegnò uno smagliante sorriso:Ma perché sei così spaventato figliolo? Non sai che siamo nel Kalyuga,l'età dell'apocalisse ?Dovresti gioire di essere qui oggi a combattere per gli angrez.E' il destino degli inglesi provocare la fine del mondo,non sono che uno strumento nelle mani degli dei.
Baboo Nob Kissim indicò la Nemesis che muoveva a tutto vapore oltre i forti in fiamme tra volute di fumo plumbeo. Dekko...Guarda.Dentro quei vascelli brucia il fuoco che risveglierà i demoni dell'avidità che si nascondono in ogni essere umano.
Perciò gli inglesi sono venuti in Cina e in Indostan:due paesi così popolosi che se la loro avidità si risveglia sono capaci di consumare il mondo intero.

inviato il 03/08/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

...Oggi è cominciato il grande banchetto.Finirà solo quando l'umanità,travolta da un incontenibile ingordigia,avrà divorato la terra,l'aria e il cielo.

Adulterio

Paulo Coelho
Adulterio
Tradotto da Rita Desti
Bompiani 2014
10 righe da pagina 112:

Il dono più grande che possiamo fare agli altri è la scintilla dell'Amore che illumina le nostre vite. E' lì il vero linguaggio universale, quello che ci permette di parlare cinese o i dialetti dell'India. Da giovane ho viaggiato molto: le esperienze all'estero appartenevano al rito di passaggio di qualsiasi studente. Ho conosciuto paesi poveri e paesi ricchi, e spesso non parlavo l'idioma locale. Eppure in tutte quelle occasioni la silenziosa eloquenza dell'Amore mi è servita a farmi capire. Il messaggio dell'Amore si palesa nel modo in cui l'essere umano conduce la propria vita, e non nelle parole o nelle sue azioni.

inviato il 04/08/2016
Nei segnalibri di:

Una specie di felicità

immagine copertina
Francesco Carofiglio
Una specie di felicità
Edizione Piemme
10 righe da pagina 46:

"Gli tornò in mente suo padre, e la sua vita nuova e felice, e la lettera ignara del suo destino imminente. Provava un sentimento che tante volte non era riuscito a decifrare,duplice, di risentimento e amore.E non riusciva ad essere onesto fino in fondo, quando cercava di sbrogliare quella matassa.Si fermava sempre un attimo prima di dire la verità.
Quella notte provò a dirsela la verità. Pensò che alla fine suo padre aveva fatto una scelta, era stato felice,aveva deciso di essere felice. E lui no. Quella scelta non l'aveva mai fatta.
E quindi, forse, oltre a soffrire per la sua assenza, Giulio provava invidia. "

inviato il 17/07/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuto Marco :)

Titolo del libro: I grandi romanzi Piccole donne - Piccole donne crescono - Piccoli uomini I ragazzi di Jo - Un lungo, fatale inseguimento d’amore

immagine copertina
Louisa May Alcott
Titolo del libro: I grandi romanzi Piccole donne - Piccole donne crescono - Piccoli uomini I ragazzi di Jo - Un lungo, fatale inseguimento d’amore
Tradotto da Anna Maria Speckel, Dina Uccelli, Lucilla Rodinò, Stefania Di Natale, Monica Ricci, Maria Eugenia Morin
Newton Compton editori 2012
10 righe da pagina 69:

"Buon Natale, bambine! Sono contenta che abbiate cominciato subito e mi auguro che continuerete. Ma desidero dirvi una parola prima di sedere a tavola. Non lontano di qui si trova una povera donna ammalata con un bimbo appena nato. Sei bambini stanno rannicchiati in un letto per non morire di freddo perché sono senza fuoco. Non hanno nulla da mangiare e il ragazzo più grande è venuto a dirmi che soffrivano la fame e il freddo. Bambine mie, volete dar loro la vostra colazione come regalo di Natale?".
Avevano tutte un appetito straordinario avendo aspettato quasi un’ora, e per un attimo nessuna parlò; un attimo solo, perché subito Jo gridò con impeto:
"Sono felice che tu sia arrivata prima che cominciassimo!".
"Posso aiutare a portare queste cose a quei poveri bambini?", chiese Beth con premura.
"Io prenderò la panna e i pasticcini", continuò Amy, sacrificando eroicamente i dolci che più le piacevano.
Meg stava già preparando le focacce di granturco e ammucchiando il pane in un gran piatto.
"Ero sicura che l’avreste fatto", commentò la signora March con un sorriso di soddisfazione. "Ve

inviato il 18/07/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho scelto queste 10righe http://scrivi.10righedailibri.it/poesie-damore-63

Ok, Grazie.

Ciao Giovanni sei nella finale di luglio, 10 righe classifica settimanale. Ricordati di scegliere 10 righe che più ti piacciono, partendo da oggi 25 luglio a domenica 31.

Louisa May Alcott (Germantown, 29 novembre 1832)

Il Miglio Verde

immagine copertina
Stephen King
Il Miglio Verde
Tradotto da Tullio Dobner
Sperling Serial 1996
10 righe da pagina 83:

...Credo che ci sia del bene nel mondo, il quale tutto è dispensato in un modo o in un altro da un Dio amorevole. Ma credo che esista anche un’altra forza, in tutto e per tutto reale quanto il Dio al quale ho elevato le mie preghiere per tutta la vita, una forza che si adopera scientemente con l’intento di guastare tutte le nostre buone intenzioni. Non alludo a Satana, non a lui (anche se credo nella sua esistenza), ma a un demone della discordia, un essere pervaso di beffarda stupidità che ride di gioia quando un vecchietto si dà fuoco cercando di accendersi la pipa o quando un adorato bambino piccolo si mette in bocca il primo giocattolo ricevuto in regalo a Natale e ne muore soffocato...

inviato il 19/07/2016
Nei segnalibri di:

Chi manda le onde

immagine copertina
Fabio Genovesi
Chi manda le onde
Mondadori 2015
10 righe da pagina 276:

Ma la vita sarebbe tutta così, facile e giusta, se si potesse viverla un secondo dopo di quando succede.
Solo che un secondo dopo è un'eternità, e gli errori tremendi, le scelte sbagliate e le parole infelici, loro sono bestie infide che vivono nelle pieghe dell'adesso, ci si infilano dentro e lo devastano, e un secondo dopo è troppo tardi, arriva e trova ormai un catorcio di vita da rattoppare.

inviato il 11/07/2016
Nei segnalibri di:

The Lightning Thief

immagine copertina
Rick Riordan
The Lightning Thief
Hyperion Books 2005
10 righe da pagina 8:

Look, I didn’t want to be a half-blood.
If you’re reading this because you think you might be one, my advice is: close this book right now. Believe whatever lie your mom or dad told you about your birth, and try to lead a normal life.
Being a half-blood is dangerous. It’s scary. Most of the time, it gets you killed in painful, nasty ways.
If you’re a normal kid, reading this because you think it’s fiction, great. Read on. I envy you for being able to believe that none of this ever happened.
But if you recognize yourself in these pages, if you feel something stirring inside, stop reading immediately. You might be one of us. And once you know that, it’s only a matter of time before they sense it too, and they’ll come for you.
Don’t say I didn’t warn you.

inviato il 14/07/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Richard Russell "Rick" Riordan jr (San Antonio, 5 giugno 1964)

L'Ultimo Abele. Storia di una ossessione.

L'Ultimo Abele. Storia di una ossessione. 1 year 21 settimane fa

scusate, ma devo scegliere delle 10 righe? grazie!

L'Ultimo Abele. Storia di una ossessione. 1 year 22 settimane fa

Uhh grazie! Che bello! È stato pubblicato a novembre 2015.
Ma ora devo cosa devo fare?

L'Ultimo Abele. Storia di una ossessione. 1 year 23 settimane fa

Grazie! Che bello il vostro sito! Non vedo l'ora di girarlo tutto!

Chi manda le onde

Chi manda le onde 1 year 22 settimane fa

ma sono così "prepotenti" queste tre righe che ne valgono 10!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy