Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Vale Mugglez

Gli ultimi incantesimi

Silvana De Mari
Gli ultimi incantesimi
Salani Editore
10 righe da pagina 717:

Prima di essere ucciso, Yorsh le aveva detto di vivere. Era stata la sua ultima preghiera. Lei non l'aveva esaudita. Si era limitata a sopravvivere, chiusa nella sua pena che non si era annullata neanche al suono delle voci dei suoi figli. Ricontò i passi di Joss nelle notti di Daligar, risentì la sua vocina che le chiedeva se poteva venire a scaldarsi nel suo letto. Come aveva osato non essere felice?
Vivere è sorridere. È riuscire a trovare in ogni singola giornata un motivo di gioia.
Non avrebbe mai più ripetuto lo stesso crimine.

inviato il 13/01/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie ^ ^

Benvenuta Vale :)

Gli ultimi incantesimi

Silvana De Mari
Gli ultimi incantesimi
Salani Editore
10 righe da pagina 717:

Prima di essere ucciso, Yorsh le aveva detto di vivere. Era stata la sua ultima preghiera. Lei non l'aveva esaudita. Si era limitata a sopravvivere, chiusa nella sua pena che non si era annullata neanche al suono delle voci dei suoi figli. Ricontò i passi di Joss nelle notti di Daligar, risentì la sua vocina che le chiedeva se poteva venire a scaldarsi nel suo letto. Come aveva osato non essere felice?
Vivere è sorridere. È riuscire a trovare in ogni singola giornata un motivo di gioia.
Non avrebbe mai più ripetuto lo stesso crimine.

inviato il 13/01/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie ^ ^

Benvenuta Vale :)

La Chimera Di Praga

immagine copertina
Laini Taylor
La Chimera Di Praga
Fazi Editore
10 righe da pagina 74:

"Le farfalle nello stomaco". Karou sospirò. "Lo so. Sai che cosa penso? Io penso che le farfalle siano là nello stomaco, in quello di tutti, in ogni momento... [...] E le farfalle di alcune persone reagiscono a quelle di altre, a livello chimico, come feromoni, così quando sono vicine, le tue farfalle cominciano a danzare. Non possono farne a meno... è chimica."
Attratta da quell'idea, Karou aprì il suo album e cominciò a darle forma: intestini animati e uno stomaco affollato di farfalle. [...]
"Veramente io credo che il mio stomaco sia pieno di farfalle morte." Scrisse. "Papilio stomachus: creatura fragile, soffre il gelo e il tradimento."
"E allora?" disse Zuzana. "Devono essere state farfalle davvero stupide per soccombere a lui, in ogni caso. Ne farai crescere altre più giudiziose. Nuove, sagge farfalle."

inviato il 22/05/2012
Nei segnalibri di:

La chimera di Praga

immagine copertina
Layni Taylor
La chimera di Praga
Tradotto da Donatella Rizzati
Fazi 2012
10 righe da pagina 151:

Stava galleggiando :lanciò un grido estasiato e stese le braccia per bilanciarsi,remando nell'aria come se stesse galleggiando sul mare.Era aria.Stava volando. Bè magari non proprio volando-non ancora- ma galleggiando sul confine "dell'intero pazzesco cielo ". Che guarda caso ,avvolgeva " l'intero pazzesco mondo".Sopra di lei ,la notte era immensa e sconfinata ,piena di stelle e di cose incredibili, una sfera infinitamente profonda,infinitamente penetrabile,e lei si innalzò sempre piu' in alto ,reclamandola. Adesso riusciva a vedere il tetto delcapanno di Bain da sopra la cima degli alberi.Nelle sue orecchie le brezze sussurravano ,fredde ma giocherellone, quasi le dessero il benvenuto nelle loro altezze. Non riusciva a trattenere le risate. Una volta che aveva cominciato,non poteva smettere. Era un irrefrenabile ,incredibile torrente di risatine che sembrava un po' folle,ma chi non sarebbe sembrato folle in un momento del genere?. Stava volando.

inviato il 11/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Segnalibro!

aggiungo segnalibro

Ringrazio la casa editrice Fazi,per avermi donato questo libro incentivo.
Ancora una volta ho viaggiato....con questo libro fantastico..naty

L'ultima stella a destra della luna

immagine copertina
Silvana De Mari
L'ultima stella a destra della luna
Salani 2000
10 righe da pagina 46:

Verifica di scienze:
Osservazione del cielo notturno

La notte nel cielo ci sono un mucchio di stelle.
La luna verde sta nel cielo di sud e quella rosa in quello di ovest e brillano di colore, e sono bellissime, mentre le stelle brillano di luce e sono ancora più belle.
Qualche volta, quando non si può dormire perché il nonno ha la tosse o il mio fratello piccolo ha il raffreddore o ci sono troppi topi in giro, allora mi alzo e mi metto a guardare le stelle.
Guardo la terza stellina a sinistra della luna e sogno che sia un pianeta verde e azzurro, verde di foreste e azzurro di mare, con montagne altissime e infiniti deserti. Sogno bambini bianchi e bambini marrone e altri ancora, senza tentacoli e con gli occhi colorati che giocano come noi e hanno mamme e papà come noi.
Poi i topi si calmano e il nonno smette di tossire e io mi riaddormento.
Allievo 4/6**5
Giudizio:
Non so per cosa sia stato scambiato, ma avrebbe dovuto essere una verifica di geografia astronomica.
Miss Star-One

inviato il 20/10/2010
Nei segnalibri di:

Il gatto dagli occhi d'oro

immagine copertina
Silvana De Mari
Il gatto dagli occhi d'oro
Fanucci 2010
10 righe da pagina 141:

Finalmente Fiamma capisce. Si porta le mani alla faccia, con gli occhi spalancati dall’orrore e poi dice che ha capito, ha capito, la sua mamma gliel’ha spiegato, gliel’ha raccontata bene quella storia, sua mamma la conosce bene, ci ha fatto anche delle conferenze. Umberto e Ursula alzano gli occhi al cielo. La madre di Fiamma che sa tutto su tutto e su tutto organizza conferenze, a quanto pare, deve essere una costante. Fiamma riparte con la sua spiegazione e non si accorge nemmeno, infervorata com’è, che Maryam ha virato dal pallore terreo al rosso acceso, e che l’odio nei suoi occhi è diventato terrore. Fiamma spiega che è una cosa orribile che fanno alle bambine, da dov’è che viene lei? Etiopia? Somalia? Sì, ora si ricorda che l’Etiopia fa parte delle
zone interessate. Gli strappano una parte della... come si chiama in termine tecnico la cosa che le bambine hanno tra le gambe? ...Sì, insomma, la passerina, che deve fare un male tremendo, e poi non si riesce neanche a correre o fare la pipì bene.

inviato il 08/11/2010
Nei segnalibri di:

L'ultimo elfo

immagine copertina
Silvana De Mari
L'ultimo elfo
Salani 2007
10 righe da pagina 301:

Pensò che non si può vivere, secolo dopo secolo, a covarsi la propria magnificenza e la propria solitudine.
Pensò che l’importante non sono le cose, ma il senso che noi diamo alle cose. Prima o poi la morte attende tutti. Più importante del rimandare la morte è darle un senso.

inviato il 19/11/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Meraviglioso!!! Assolutamente la mia saga preferita!!!

Ciao Cristina! Sì, se non hai letto i libri della De Mari te li consiglio assolutamente. Lo so che i titoli potrebbero far pensare a libri per bambini, ma non è esattamente così. Possiedono molti livelli di lettura. Hanno dentro un messaggio universale di speranza, amore e tolleranza. Se devi iniziare ti a conoscere questa Autrice ti consiglio questo libro e poi in sequenza 'Il gatto dagli occhi d'oro' e 'L'ultima stella a destra della luna'.
Ciao

che belle righe!!

L'Ultimo Orco

immagine copertina
Silvana De Mari
L'Ultimo Orco
Salani
10 righe da pagina 476:

«Io combatto con quello che ho e solo per vincere!»urlò Rosalba, salita a cavallo, ai volti affranti della sua miserabile schiera (...)
Cercò di ricordare cosa dicevano le grandi Regine dei drammi inventati da Yorsh (...)
«Io non sono che una fragile donna»ricordò faticosamente: mai come in quel momento le sembrava vero. «Ma ho… ma ho…»Com’era quella maledetta frase? «Ma ho lo stomaco di un Re…»
Non era lo stomaco. Cos’è che dicevano? Lei si era sempre confusa con le frattaglie: era Yorsh l’esperto di anatomia, come di qualsiasi altra cosa. Qual era il pezzo in cui secondo i menestrelli stava il coraggio?
Era piaciuta lo stesso, anche se sbagliata. La Regina osava fare dello spirito. Fu più travolgente di uno squillo di corno. Quasi meglio delle bravate di Arduin
«Io non sono che una fragile donna, ma ho i polmoni di un Re…»tentò ancora
«Sìììì!»urlarono tutti
Anche questa non era azzeccata, ma suonava bene. se per lei le trippe erano tutte uguali, probabilmente lo erano anche per la gente di Daligar
«Io non sono che una fragile donna, ma ho il fegato di un Re»questa era quella buona

inviato il 08/01/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Un libro bellissimo. Ho pianto tantissimo, amando ogni sentimento che la De Mari mi ha regalato. (E la Regina Rosalba è una grande!)

Gli ultimi incantesimi

Gli ultimi incantesimi 2 years 33 settimane fa

Grazie ^ ^

L'ultimo elfo

L'ultimo elfo 2 years 34 settimane fa

Meraviglioso!!! Assolutamente la mia saga preferita!!!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy