Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Giada Mucci

Teorema Catherine

immagine copertina
John Green
Teorema Catherine
Tradotto da Celi L.
Rizzoli 2009
10 righe da pagina 287:

E la morale della storia è che uno non ricorda cos'è successo. Quello che ricorda diventa quello che è successo. E la seconda morale della storia, se una storia può avere più di una morale, è che i Mollatori, di per se stessi, non sono peggiori dei Mollati: una rottura non si subisce mai. La si costruisce in due.

inviato il 25/03/2013
Nei segnalibri di:

Teorema Catherine

immagine copertina
John Green
Teorema Catherine
Tradotto da Celi L.
Rizzoli 2009
10 righe da pagina 216:

"Hai ragione, lo so. Voglio dire, sul fatto che sono solo uno stronzo egocentrico."
"Be', solo certe volte. Ma tranquillo. Basta che la smetti."
"Non so proprio come" disse. "Come si fa a smettere, così, di essere terrorizzati all'idea di venir messi da parte e rimanere soli per sempre e non contare nulla per nessuno?"

inviato il 25/03/2013
Nei segnalibri di:

Un uso qualunque di te

immagine copertina
Sara Rattaro
Un uso qualunque di te
Giunti
10 righe da pagina 102:

Le cose finiscono. Ogni giorno e notte, l'estate come l'inverno, un bacio e l'amore, il vino durante una cena, la lavapiatti dopo il risciacquo, la benzina anche se hai fatto il pieno, la scorta di legna e di provviste, le terapie e un buon libro, la pausa caffè e la coda al botteghino, un racconto e un brutto sogno.
Tutto finisce, forse anche il mondo un giorno.

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Anno di edizione: 2012

Ciao Giada, con queste 10 righe hai vinto un libro incentivo nel gioco Allora un libro su http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo

Integra gli eventuali dati mancanti del post (traduttore, anno di edizione) e poi manda una mail a libroincentivo@10righedailibri.it indicando un recapito e specificando che hai vinto un libro in "Allora un libro"
(Barbara) :D

Giada ,bella la tua risposta!!!

Natalina grazie! sarò di certo più presente :)

Giada dov'eri...ben tornataù!!!

Partecipo Allora un libro su http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo

Storia catastrofica di te e di me

immagine copertina
Jess Rothenberg
Storia catastrofica di te e di me
Einaudi
10 righe da pagina 8:

E lui ti dice che sei bella e tutt'a un tratto lo sei.
Ma ho una notizia da darvi: è un gran casino, in realtà, un gigantesco incubo che vi esploderà in mano. Non avete idea del pasticcio in cui vi siete ficcate. L'amore non è un gioco.
Le persone ci si tagliano le orecchie.
Ci si buttano dalla Torre Eiffel, oppure vendono tutto quello che hanno per trasferirsi tipo in Alaska e vivere con gli orsi grizzly, e poi finiscono sbranate e nessuno le sente urlare aiuto. Ecco com'è: innamorarsi è piú o meno come essere divorati da un grizzly.
E credetemi, io lo so.

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo Allora un libro su http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo

Partecipo Allora un libro su http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo

Alta fedeltà

immagine copertina
Nick Horby
Alta fedeltà
Guanda

Cosa è venuto prima, la musica o la sofferenza? Ascoltavo la musica perché soffrivo? O soffrivo perché ascoltavo la musica? Sono tutti quei dischi che ci fanno diventare malinconici?
La gente si preoccupa perché i ragazzini giocano con le armi, perché gli adolescenti guardano film violenti; c'è la paura che nei giovani finisca per imporsi una specie di cultura della violenza. Nessuno si preoccupa dei ragazzini che ascoltano migliaia di canzoni - migliaia, letteralmente - che parlano di cuori spezzati, e abbandoni e dolore e sofferenza e perdita. Le persone più infelici che conosco, dico in senso amoroso, sono anche quelle pazze per la musica pop; e non sono sicuro che la musica pop sia stata la causa della loro infelicità, ma so per certo che sono persone che hanno ascoltato canzoni tristi più a lungo di quanto non siano durate le loro tristi storie.

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo Allora un libro su http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo

Torta al caramello in paradiso

immagine copertina
Fannie Flagg
Torta al caramello in paradiso
Tradotto da Olivia Crosio
Bur 2009
10 righe da pagina 66:

"Se solo avessi..."
Ma ormai era tardi. Magari dopo il funerale, quando tutto si fosse sistemato, lei e Apple avrebbero passato un po' più di tempo con il nonno e la nonna. La vita. Non sai mai quando una conversazione potrebbe essere l'ultima.
Linda giurò a se stessa di non dare mai più niente per scontato. Lo aveva appena imparato nel modo più duro: tutto può finire in un attimo, e senza preavviso.

inviato il 04/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

cara giada ti ho ritrovato,con piacere ,anch'io ho questo libro ,grazioso e sdrammatizzante in fatto di fine vita, allegro e triste contemporaneamente,ciao naty

aggiungo segnalibro

Riflessi di un pomeriggio d'inverno

immagine copertina
Laura Whitcomb
Riflessi di un pomeriggio d'inverno
Tradotto da Chiara Brovelli
Sperling & Kupfer 2006
10 righe da pagina 54:

La biblioteca odora di libri vecchi, mille porte di pelle che conducono verso mondi sconosciuti.
sento il silenzio della mente di Dio. Sento una presenza, sulla sedia vuota accanto alla mia. Il bibliotecario mi guarda sospettosamente. Ma la biblioteca è un luogo sacro, e io sono seduto insieme alla santa patrona dei lettori.
Una luce pulsante e divina mi attraversa per un momento, come un barlume di eternità subito dimenticato. Lei se n'è andata. Sento odore di terriccio, sento il ticchettio di un orologio, vedo una sedia vuota. Chiedetemelo adesso, e vi dirò che questo è solo un luogo in cui non si può ascoltare musica e non si può mangiare. Lei se n'è andata. La biblioteca fa schifo.

inviato il 04/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

segnalibro

Guida galattica per gli autostoppisti

immagine copertina
Douglas Adams
Guida galattica per gli autostoppisti
Tradotto da Laura Serra
Mondadori 1999
10 righe da pagina 7:

Lontano, nei dimenticati spazi non segnati nelle carte geografiche dell'estremo limite della Spirale Ovest della Galassia, c'è un piccolo e insignificante sole giallo.
A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c'è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzurro–verde, le cui forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono così incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso digitali siano un'ottima invenzione.
Questo pianeta ha, o meglio aveva, un fondamentale problema: la maggior parte dei suoi abitanti era afflitta da una quasi costante infelicità. Per risolvere questa infelicità furono suggerite varie proposte, ma queste perlopiù concernevano lo scambio continuo di pezzetti di carta verde, un fatto indubbiamente strano, visto che a essere infelici non erano i pezzetti di carta verde, ma gli abitanti del pianeta.
E così il problema restava inalterato: quasi tutti si sentivano tristi e infelici, perfino quelli che avevano gli orologi digitali.

inviato il 28/06/2011
Nei segnalibri di:

Il vecchio e il mare

immagine copertina
Ernest Hemingway
Il vecchio e il mare
Tradotto da Fernarda Pivano
Arnoldo Mondadori 1986
10 righe da pagina 22:

Pensava sempre al mare come a la mar, come lo chiamano in spagnolo quando lo amano. A volte coloro che l'amano ne parlano male, ma sempre come se parlassero di una donna. Alcuni fra i pescatori più giovani, di quelli che usavano gavitelli come galleggianti per le lenze e avevano le barche a motore, comprate quando il fegato di pescecane rendeva molto, ne parlavano come di el mar al maschile. Ne parlavano come di un vecchio rivale o di un luogo o perfino di un nemico. Ma il vecchio lo pensava sempre al femminile e come qualcosa che concedeva o rifiutava grandi favori e se faceva cose strane o malvagie era perché non poteva evitarle. La luna lo fa reagire come una donna, pensò.

inviato il 28/06/2011
Nei segnalibri di:

La vita segreta delle api

immagine copertina
Sue Monk Kidd
La vita segreta delle api
Tradotto da P. Frezza Pavese
Mondadori 2007
10 righe da pagina 74:

Alcune persone posseggono un sesto senso, mentre altre ne sono del tutto prive. Io credo di averlo, perché nel momento stesso in cui misi piede in quella casa sentii un brivido sulla pelle, una corrente che mi risaliva la spina dorsale per poi scendere lungo le braccia, fino alla punta delle dita. Ero praticamente raggiante. Il corpo capisce le cose molto prima che le afferri la mente. Mi chiesi cosa sapesse il mio corpo che a me ancora sfuggiva.

inviato il 27/06/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Gaia ho letto questo libro...è stato bellissimo ..dove sei finita...,ciao naty

aggiungo segnalibro

Concordo bellissimo libro.

Sonia anch'io l'ho amato tanto! E' molto profondo...Comunque Roberto questo mi fu rgalato da mia madre qualche anno fa e non finirò mai di ringraziarla :)

è uno dei libri che ho più amato qualche anno fa *_*

E' un elogio quello che ti ho fatto. Perchè non conoscevo ne l'autrice ne il libro.
E tu, Giada, come li hai scoperti?

Roberto in che senso come li trovo?

Giada, ma come li trovi certi titoli? Eppure, eppure...

Forte come l'onda è il mio amore

immagine copertina
Francesco Zingoni
Forte come l'onda è il mio amore
Fazi Editore 2012
10 righe da pagina 62:

Quando s'infittiva la notte e tutti ormai dormivano,Mauke Nuha rimaneva sveglio,assalito da un'infinità di pensieri.Restava sdraiato nella sua capanna,ascoltando la risacca della laguna ,oppure passeggiava sulla spiaggia fredda,scrutando le stelle.In quei momenti di solitudine,un'immagine sorgeva in lui e lo prendeva totalmente.allora Mauke Nuha non poteva che rivolgere gli occhi dentro di sè, e contemplare quella visione.Il viso.La sua voce.Il suo corpo.
Quell'immagine era sempre presente in lui,ma durante il giorno era solo un sottofondo,un continiuum armonico,impercettibile ma che si permeava ogni cosa,su cui tutto si fondava,si distruggeva e si ricostruiva.
Quando poi intorno si faceva silenzio,l'immagine si stagliava limpida e luminoisa.In quei momenti ripensava ai due sogni,li riviveva istante per istante,scrutava ogni linea e ogni ombra di quel volto che era il suo rifugio.

inviato il 24/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Sono contenta che vi piaccia. Io lo trovo poetico e musicale.

102000 /è una meta importante,per un libro incentivo bellissimo!!!

Iliade

immagine copertina
Omero
Iliade
Tradotto da Giuseppe Tonna
Garzanti 1991
10 righe da pagina 205:

GLi rispondeva Euripilo ferito: "No, Petroclo, non ci sarà più scampo per gli Achei. Dovranno gettarsi sulle navi. Vedi, ormai tutti i più prodi giacciono nell'accampamento, colpiti da frecce o da lance per mano dei Troiani. E la loro forza, credi, cresce di continuo. Ma tu portami in salvo sulla nave! E là tirami fuori dalla coscia di dardo, lava via il sangue nero con acqua tiepida, saprgi sopra la ferita dei calmanti che siano efficaci.

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Spero di aver mandato tutte le e-mail

Ma è un casino di premi, non so come ringraziarvi.

Elena, con queste 10 righe hai vinto il super premio finale del gioco Allora un libro http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo. :))
Per i libri incentivo manda la mail libroincentivo@10righedailibri.it; per i premi tiscali indoona contatta sponsorizzazionimobile@it.tiscali.com indicando la motivazione
Complimenti :))

Ciao! Le tue 10 righe sono state scelte da Edizioni ambiente – VerdeNero all'interno del gioco "Allora un libro": ti viene quindi assegnato un libro incentivo! http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo.
Manda una mail a libroincentivo@10righedailibri.it indicando un recapito e specificando che hai vinto un libro in "Allora un libro" :)

Ciao Anna grazie a te

Amo l'Iliade, ogni sua parola ti rimane nel sangue...grazie per aver postato queste righe!

Teorema Catherine

immagine copertina
John Green
Teorema Catherine
Tradotto da Celi L.
Rizzoli 2009
10 righe da pagina 287:

E la morale della storia è che uno non ricorda cos'è successo. Quello che ricorda diventa quello che è successo. E la seconda morale della storia, se una storia può avere più di una morale, è che i Mollatori, di per se stessi, non sono peggiori dei Mollati: una rottura non si subisce mai. La si costruisce in due.

inviato il 25/03/2013
Nei segnalibri di:

Teorema Catherine

immagine copertina
John Green
Teorema Catherine
Tradotto da Celi L.
Rizzoli 2009
10 righe da pagina 216:

"Hai ragione, lo so. Voglio dire, sul fatto che sono solo uno stronzo egocentrico."
"Be', solo certe volte. Ma tranquillo. Basta che la smetti."
"Non so proprio come" disse. "Come si fa a smettere, così, di essere terrorizzati all'idea di venir messi da parte e rimanere soli per sempre e non contare nulla per nessuno?"

inviato il 25/03/2013
Nei segnalibri di:

Alta fedeltà

immagine copertina
Nick Horby
Alta fedeltà
Guanda

Cosa è venuto prima, la musica o la sofferenza? Ascoltavo la musica perché soffrivo? O soffrivo perché ascoltavo la musica? Sono tutti quei dischi che ci fanno diventare malinconici?
La gente si preoccupa perché i ragazzini giocano con le armi, perché gli adolescenti guardano film violenti; c'è la paura che nei giovani finisca per imporsi una specie di cultura della violenza. Nessuno si preoccupa dei ragazzini che ascoltano migliaia di canzoni - migliaia, letteralmente - che parlano di cuori spezzati, e abbandoni e dolore e sofferenza e perdita. Le persone più infelici che conosco, dico in senso amoroso, sono anche quelle pazze per la musica pop; e non sono sicuro che la musica pop sia stata la causa della loro infelicità, ma so per certo che sono persone che hanno ascoltato canzoni tristi più a lungo di quanto non siano durate le loro tristi storie.

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo Allora un libro su http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo

Storia catastrofica di te e di me

immagine copertina
Jess Rothenberg
Storia catastrofica di te e di me
Einaudi
10 righe da pagina 8:

E lui ti dice che sei bella e tutt'a un tratto lo sei.
Ma ho una notizia da darvi: è un gran casino, in realtà, un gigantesco incubo che vi esploderà in mano. Non avete idea del pasticcio in cui vi siete ficcate. L'amore non è un gioco.
Le persone ci si tagliano le orecchie.
Ci si buttano dalla Torre Eiffel, oppure vendono tutto quello che hanno per trasferirsi tipo in Alaska e vivere con gli orsi grizzly, e poi finiscono sbranate e nessuno le sente urlare aiuto. Ecco com'è: innamorarsi è piú o meno come essere divorati da un grizzly.
E credetemi, io lo so.

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo Allora un libro su http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo

Partecipo Allora un libro su http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo

Vetro

immagine copertina
Giuseppe Furno
Vetro
Longanesi 2013
10 righe da pagina 385:

Valle dei Sette Morti, 28 gennaio 1570

Nell'alba tersa e senza vento, le montagne sembravano galleggiare nell'aria e si riflettevano
sull'acqua nera e pastosa come pece, suddivise in due fasce di colore: l'una bassa, azzurrina
e senza neve; l'altra candida, innevata sino alle vette levigate dal rosa dei primi raggi.
A levante, invece, le sfunature variavano dal bianco all'indaco e la laguna era vuota,
senza barca, né terre.
Un velo bianco di brina ghiacciata rivestita la barca, rendendola simile a un pan di zucchero.
Solo il gorgoglio dello scafo e la voga cadenzata e vigorosa. A prua, a mezzo miglio, forse meno,
siestendeva il canneto sul quale svettavano i pioppi spogli.
Era barena, quella. Era terra, finalemnte.

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie di cuore. Ora vi mando l'email ;)

Ciao! Hai postato le righe n° 100.000 del sito! :D
Ti assegniamo un libro incentivo!!!

Novecento

immagine copertina
Alessandro Baricco
Novecento
Universale economica Feltrinelli 1994
10 righe da pagina 29:

Ora,nessuno è costretto a crederlo, e io, a essere precisi,non ci crederei mai se me lo raccontassero, ma la verità dei fatti è che quel pianoforte incomincio a sciovolare, sul legno della sala da ballo, e noi dietro a lui, con Novecento che suonava, e non staccava mai lo sguardo dai tasti, sembrava altrove, e il piano seguiva le onde e andava e tornava, e si girava su ste stesso, puntava dritto alla vetrata, e quando era arrivato a un pelo si fermava e scivolava dolcemente indietro, dico, sembrava che il mare lo cullasse, e cullasse noi, e io non ci capivo un accidente, e Novecento suonava, non smetteva un attimo, ed era chiaro, non suonava semplicemente, lui lo guidava, quel pianoforte, capito?, coi tasti, con le note, non so, lui lo guidava dove voleva, era assurdo ma era così. E mentre volteggiavano tra i tavoli, sfiorando lampadari e poltrone, io capii che in quel momento, quel che stavamo davvero facendo era danzare con l'Oceano, noi e lui, ballerini pazzi e perfetti, stretti in un torbido valzer, sul dorato parquet della notte. Oh yes.

inviato il 03/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

ma grazie! :D

Ciao Maria Giovanna, hai vinto il giuoco domenicale, a te un libro incentivo! :)

Partecipo al Giuoco domenicale #18: 10 righe musicali http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-18-10-righe-musicali

Poesie

immagine copertina
Emily Dickinson
Poesie
Tradotto da Gabriella Sobrino
Grandi tascabili economici Newton 2003
10 righe da pagina 133:

Poesia 1868

Non vidi mai una brughiera
non vidi mai il mare,
ma so che aspetto ha l'erica
è che cosa è un onda.
Non ho mai parlato con Dio
né visitato il cielo,
eppure so dov'è,come
se avessi il biglietto per entrare.

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Poesie d'amore

immagine copertina
Nazim Hikmet
Poesie d'amore
Tradotto da Joyce Lussu
Arnoldo Mondadori 1996
10 righe da pagina 52:

La Notte
Una coronata di quadretti blu copre il tavolo
e sopra ,senza menzogne,sorridenti,arditi
stanno i nostri libri.
Sono un prigion iero,madre mia,
che ritorna al paese
da una fortezza nemica.
E' l'una di notte
la lampada è ancora accesa.
Al mio fianco è coricata mia moglie
mia moglie
incinta cinque mesi.
Quando la mia carne tocca la sua
quando le poso la mano sul ventre
il bimbo si muove un poco.
Sul ramo la foglia
nell'acqua il pesce
nella matrice il piccolo dell'uomo.
Mio piccolo.
La camiciola di lana rosa
per il mio bambino
l'ha sferruzzata sua madre
è grande come la mia mano
con le maniche appena così.
Mio piccolo.
Se sarà una femmina
voglio che sia sua madre dalla testa ai piedi,
s'è maschio , che sia della mia statura.
S'è femmina che abbia gli occhi verde dorato
s'è maschio azzurri.
Mio piccolo.....

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo allora un librohttp://scrivi.10righedailibri.it/poesie-damore-31

Un uso qualunque di te

Un uso qualunque di te 6 years 25 settimane fa

Anno di edizione: 2012

Un uso qualunque di te 6 years 26 settimane fa

Natalina grazie! sarò di certo più presente :)

Un uso qualunque di te 6 years 26 settimane fa

Allora un libro - gioco libri incentivo

Allora un libro - gioco libri incentivo 6 years 26 settimane fa

Partecipo con Un uso qualunque di te di sara Rattaro
http://scrivi.10righedailibri.it/un-uso-qualunque-di-te-6

Allora un libro - gioco libri incentivo 6 years 26 settimane fa

Partecipo con Storia catastrofica di te e di me, Jess Rothenberg http://scrivi.10righedailibri.it/storia-catastrofica-di-te-e-di-me-1

Allora un libro - gioco libri incentivo 6 years 26 settimane fa

partecipo lettera H con Alta fedeltà, Nick Horby
http://scrivi.10righedailibri.it/alta-fedelt%C3%A0-1

Storia catastrofica di te e di me

Storia catastrofica di te e di me 6 years 26 settimane fa
Storia catastrofica di te e di me 6 years 26 settimane fa

Alta fedeltà

Alta fedeltà 6 years 26 settimane fa

La vita segreta delle api

La vita segreta delle api 8 years 12 settimane fa

Sonia anch'io l'ho amato tanto! E' molto profondo...Comunque Roberto questo mi fu rgalato da mia madre qualche anno fa e non finirò mai di ringraziarla :)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy