Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Laura Melara

Storia di un corpo

immagine copertina
Daniel Pennac
Storia di un corpo
Feltrinelli
10 righe da pagina 11:

Ho descritto queste manifestazioni il più scrupolosamente possibile,nei limiti delle mie capacità, senza pretese scientifiche.Figlia mia amatissima,questa è l'eredità che ti lascio:non un trattato di fisiologia ma il mio giardino segreto,che per molti versi è il nostro terreno più comune.Te lo affido.Perchè proprio a te?Perchè ti ho adorato.Non te l'ho detto quando ero vivo,concedimi questo piccolo piacere postumo.Se Grégoire fosse vissuto, probabilmente avrei lasciato questo diario a lui, l'avrebbe interessato come medico e divertito come nipote.Dio quanto ho amato quel bambino.Grégoire morto così giovane e tu oggi nonna siete il mio bagaglio di felicità, il mio viatico per il grande viaggio.Bene.Fine della parentesi sentimentale.Di questi quaderni fà quel che vuoi;buttali nella spazzatura se un simileregalo di un padre ad una figlia ti pare inopportuno,distribuiscili in famiglia se ti fa piacere,pubblicali se lo reputi necessario.

inviato il 17/12/2012
Nei segnalibri di:

Come stare soli

immagine copertina
Jonathan Franzen
Come stare soli
Tradotto da Silvia Pareschi
Einaudi 2003
10 righe da pagina 12:

Per fortuna mia madre era una grande scrittrice di lettere. La passività di mio padre,che io consideravo deplorevole ma non del tutto affar mio, era per lei fonte di amaro disappunto. Fino all’autunno del 1989- un’epoca in cui, secondo le sue lettere,mio padre giocava ancora a golf ed eseguiva le principali riparazioni domestiche- mia madre mantenne le sue lamentele in termini strettamente personali :” E’ estremamente difficile vivere con una persona molto infelice quando sospetti di essere la causa principale di quell’infelicità. Decenni fa, quando papà mi disse che secondo lui l’amore non esisteva ( che il sesso era una “trappola”) e che lui non era tagliato per essere una persona “ felice”, avrei dovuto esser tanto furba da capire che quella relazione non sarebbe mai stata soddisfacente per me. Ma ero indaffarata & impegnata con figli e gli amici cui volevo bene, e credo di essermi detta, come Rossella O’Hara , ” Ci penserò domani”.

inviato il 02/08/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

:))

La zona cieca

immagine copertina
Chiara Gamberale
La zona cieca
Bompiani
10 righe da pagina 250:

Mi piacerebbe poter pensare che fra vent'anni gli parlerò di questo giorno e di questi anni che ho passato con un sorriso,con quell'indulgenza verso se stessi con cui tutti raccontano l'ultima follia che hanno fatto prima di decidersi a mettere la testa a posto e crescere,finalmente. Ma non sarà così. La storia con Lorenzo mi è somigliata più di quanto io sia mai somigliata a me. Non è stata la prova generale di quello che d'ora in poi diventerò. Mi è corrisposta esattamente.Come una vocazione.Nonostante le bugie e i tradimenti e la realtà che continuamente diventava qualcos'altro e quando rimaneva uguale a se stessa faceva male,Lorenzo è la persona più vera che io abbia mai incontrato.O forse l'unica che ho saputo incontrare davvero.Che è un pò la stessa cosa.

inviato il 23/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie...Provvederò immediatamente a reinviarvi il mio recapito ( di nuovo un vostro dono..è davvero un piacere)Inoltre, la scelta delle righe sarà, come sempre, il gusto dell'imbarazzo..Complimenti ancora, per la bella Comunità e la ricchezza dello scambio...

Grazie...!!!! provvederò sia alla scelta che alla comunicazione recapito ( ..di nuovo, mi giungono vostri regali, ed è un dono graditissimo...) a presto

Laura, questa settimana ti aggiudichi il libro incentivo hai infatti ricevuto il maggior numero di segnalibri della settimana. Per formalizzare la tua vincita devi comunicarci le tue 10 righe preferite fra quelle che verranno postate da oggi alle 24 di domenica.
Ci devi inoltre far avere un tuo recapito per poterti inviare il libro.
libroincentivo@10righedailibri.it

grazie...E' un libro davvero particolare, nella struttura e nella scrittura..Consigliatissimo!

segnalibro

Chapeau! Aggiungo segnalibro!

Frammenti tellurici

immagine copertina
Domenico Loddo
Frammenti tellurici
Città del Sole Edizioni
10 righe da pagina 63:

Io sono Tua. Non una promessa a un amante, signori, anche se sono costretto in questa forma da sempre,da quando ero piccolo,e correvo ancora sul selciato dell’ottocento. Io sono tua, il Maggiore Tua,ufficiale dei carabinieri. Ancora due giorni dopo il disastro, Reggio non rispondeva al mondo. Tutti erano a conoscenza di ciò che era accaduto a Messina, ma qui dall’altra parte dello stretto i telegrafi tacevano,come se l’intera città fosse stata ingoiata dal mare. Il 29 dicembre raggiunsi Gerace Marina e da lì riuscii a mandare un telegramma al Ministero degli interni. “ Reggio è completamente distrutta. I morti non si contano. Le scosse di terremoto sono state cinque. Tutte terribili. Urgono soccorsi”. Lo ricevettero soltanto alle 20 di martedì, 62 ore e quaranta minuti dopo la scossa della tragedia. Ogni aiuto possibile fu tardivo e lacunoso. Si sarebbero potute salvare molte vite. Eppure in quei giorni luttuosi avrei preferito essere una semplice frase d’amore.

inviato il 05/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Aggiungo segnalibro!

segnalibro

Le braci

immagine copertina
Sandor Marai
Le braci
Adelphi
10 righe da pagina 89:

Ma la cosa peggiore è soffocare in sé le passioni che la solitudine gli ha accumulato dentro.Chi fa così non fugge da nessuna parte,non ammazza nessuno.Allora cosa fa?Vive, aspetta,mantiene l'ordine nella sua esistenza.Vive come un monaco,però segue una strana regola laica, anzi, pagana.Ma per un monaco è tutto più semplice,perchè crede in qualcosa.L'uomo in questione,che ha consegnato la sua anima e il suo destino alla solitudine,non crede a niente.Aspetta e basta.Aspetta il giorno e l'ora in cui potrà discutere ancora una volta di tutto ciò che lo ha costretto alla solitudine con colui o coloro che lo hanno ridotto in quella condizione.Si prepara a tale momento per dieci o per quarant'anni, diciamo pure,per l'esattezza, quarant'un anni,così come ci si prepara ad un duello.Sistema tutte le sue faccende per non restare in debito con nessuno casomai dovesse perire nello scontro.E si allena tutti i giorni,come fanno gli spadaccini di professione.In che modo si allena?Mediante i ricordi,facendo si che la solitudine e il tempo che scorre non leniscano quello che si porta nel cuore.

inviato il 14/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

che libro stupendo. aggiunto segnalibro

aggiungo segnalibro

Segnalibro! :-)

Le luci nelle case degli altri

immagine copertina
Chiara Gamberale
Le luci nelle case degli altri
Mondadori
10 righe da pagina 9:

Mamma.Per tutto il tempo in macchina,fino a quel posto assurdo dove per la prima volta avevo trovato ad aspettarmi tutte ma proprio tutte le persone che conoscevo (che non erano poi così tante,ma a vederle insieme faceva un certo effetto),non mi era venuto in mente nient'altro.E ancora seduta su quei gradini freddissimi mentre tutte le persone che conoscevo facevano no con la testa e piangevano e si abbracciavano,con le ginocchia allacciate al petto non riuscivo a pensare a qualcosa che non fosse mamma.Mamma, mamma.Non c'era verso.Mamma, mamma.Mi alzavo a fare un giro e ripetevo mamma, impossibile fermarsi, mamma, mamma,le persone mi accarezzavano la testa e io dicevo mamma.Povera Mandorla:loro, io solo mamma, mamma, una cosa da vergognarsi,mamma, mamma, almeno i registratori che s'incantano hanno un tasto con scritto STOP per smetterla,pensavo,e allora mi cercavo quel tasto addosso,fra i pensieri,le parole,il cerchietto che mi aveva regalato la signorina Polidoro,i capelli, le orecchie,ma non lo trovavo e continuavo: mamma, mammamamma.

inviato il 10/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro,ciao laura bentornata!!

Aggiungo segnalibro!

Lettere a Francesca

immagine copertina
Erri De Luca
Lettere a Francesca
Libreria Dante e Descartes
10 righe da pagina 54:

Ho steso confini con linee che non dividono niente.Sono il cartografo Europeo che traccia su mappa d'Africa le arbitrarie frontiere degli stati.Mentre appunto le linee, sei già altrove.Io passo per scrittore e tu per scritta.Eppure questa frottola regge contro l'evidenza, perchè ha dalla sua l'apparenza dell'atto compiuto,di lettere spedite.Non hai altro scampo al di fuori di scrivere anche tu,Francesca.Non c'è altra via per Icaro,del cielo.Spingi con tutta la forza la risposta nella buca delle lettere, spezzerai la mano al postino,sfonderai il sacco,infine arriverà, perchè a nesuno in natura è negata la forza di mettersi in contatto col resto del creato.Scrivi anche tu, Francesca, di carta sia l'orma del piede che lasci,di carta la paura, il vino e la maternità.Sarà fra te e il mondo lo scambio ineguale,resterà scritto lui.Torna presto.

inviato il 31/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

Opera sull'acqua

immagine copertina
Erri De Luca
Opera sull'acqua
Einaudi
10 righe da pagina 31:

Ballata per una prigioniera.Era pericoloso /lasciarle mani franche/senza ferri avvitati intorno ai polsi/quando rivide spazio,/alberi, strade, /al cimitero dove portavano suo padre./Dieci anni già scontati, /ma contarli non serve, /l'ergastolo non scade, /più vivi più ci resti./Era pericoloso/permetterle gli abbracci, /e da regolamento /è escluso ogni contatto./Era pericoloso il lutto dei parenti, /di fronte al padre morto/potevano tentare/chissà di liberare la figlia irrigidita, /solo per pareggiare la morte con la vita.Spettacolo mancato la guerriera in singhiozzi, /ma chi è legato ai polsi/non può sciogliere gli occhi./Per affacciarsi, lacrime e sorrisi, /debbono avere un po' d'intimità/perché sono selvatici, non sanno nascere in stato di cattività.

inviato il 19/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipi a http://scrivi.10righedailibri.it/gioco-allora-1-libro :-)

partecipo con Opera sull'acqua Erri De luca http://scrivi.10righedailibri.it/opera-sullacqua-0

Opera sull'acqua

immagine copertina
Erri De Luca
Opera sull'acqua
Einaudi
10 righe da pagina 31:

Ballata per una prigioniera.Era pericoloso lasciarle le mani franche/senza ferri avvitati intorno ai polsi/quando rivide spazio, alberi, strade/al cimitero dove portavano suo padre./Dieci anni già scontati/ma contarli non serve,/l'ergastolo non scade,/più vivi e più ci resti./Era pericoloso permetterle gli abbracci/e da regolamento è escluso ogni contatto/Era pericoloso il lutto dei parenti,/di fronte al padre morto/potevano tentare/chissà di liberare/la figlia irrigidita/solo per pareggiare/la morte con la vita./Spettacolo mancato/la guerriera in singhiozzi,/ma chi è legato ai polsi/non può sciogliere gli occhi./Per affacciarsi,lacrime e sorrisi/debbono avere un pò d'intimità/perchè sono selvatici,/non sanno nascere in stato di cattività.

inviato il 19/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Laura devi seguire la lettera dell'alfabeto http://scrivi.10righedailibri.it/gioco-allora-1-libro

Il gabbiano

immagine copertina
Sandor Marai
Il gabbiano
Adelphi
10 righe da pagina 131:

perchè ciò che fa soffrire in modo terribile voi donne,e vi fa correre disperate in chiesa e dal parruchiere,a implorare dio e l'estetista, il momento in cui la giovinezza vi abbandona, per noi uomini non è un vero motivo di sofferenza.Forse ci fingiamo addolorati nel prenderne congedo,forse ci facciamo un pò pregare ma in fondo al cuore non soffriamo.Ogni uomo tira un sospiro di sollievo quando se ne va la giovinezza-tira un sospiro di sollievo e di nascosto ride sotto i baffi.E' un'immagine piuttosto prosaica,ma è la verità.Agli occhi del mondo ostentiamo un'aria tregica ma di fatto questo atteggiamento cupo è pura vanità,ed è tutt'altro che sincero.No, tutti gli uomini provano sollievo quando infine la giovinezza, una compagna strana, selvaggia, inquieta, si allontana dalla loro vita e dal loro organismo, dal corpo e dall'anima.

inviato il 04/12/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

Aggiungo segnalibro!

Oceano Mare

immagine copertina
Alessandro Baricco
Oceano Mare
Feltrinelli

"Io ti ho amato, André, e non saprei immaginare come si possa amare di più. Avevo una vita, che mi rendeva felice, e ho lasciato che andasse in pezzi pur di stare con te. Non ti ho amato per noia, o per solitudine, o per capriccio. Ti ho amato perché il desiderio di te era più forte di qualsiasi felicità. E lo sapevo che poi la vita non è abbastanza grande per tenere insieme tutto quello che riesce ad immaginarsi il desiderio. Ma non ho cercato di fermarmi, né di fermarti. Sapevo che lo avrebbe fatto lei. E lo ha fatto. È scoppiata tutto d'un colpo. C'erano cocci ovunque, e tagliavano come lame."

inviato il 21/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

segnalibro

Libri in vacanza - letture in giardino

immagine copertina
Cristina Fanni
Libri in vacanza - letture in giardino
Libri in vacanza

Ci troviamo in Svezia, più precisamente a Ludvika, e qui sono seduta nel giardino di mia nonna a leggere un libro ambientato in Marocco... la lettura ti può veramente portare da un angolo del mondo a un altro nel tempo necessario a girare una pagina.

Un libro è un giardino che puoi custodire in tasca. (Proverbio arabo)

inviato il 22/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

bella la Svezia aggiungo segnalibro

complimenti!!aggiungo segnalibro

partecipo a Libri in vacanza http://scrivi.10righedailibri.it/libri-vacanza-terza-edizione

LETTURE AD ALTA QUOTA

immagine copertina
Andrea Aloi
LETTURE AD ALTA QUOTA
Libri in vacanza 2012

Le 10 righe del libro fotografato sono tratte da CHE TU SIA PER ME IL COLTELLO di David Grossmann, pag. 149.
La foto è stata scattata due giorni fa, sul Lago di Lod, a 2.200 m slm, nel comune di Antey-Saint-André, in Val d'Aosta.
Una sensazione unica dedidarsi alla lettura di un libro in quella cornice ...

inviato il 22/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, Barbara!!!!!!!!!! Un caro saluto a tutti e buona lettura su 10 righe dai libri!!!!!!!!!!!!!!! A presto!!!!

Ciao Andrea, come avevo scritto nel precedente post, anche la tua foto è molto bella poi abbiamo ricevuto lo stesso numero di segnalibri quindi la vittoria è di entrambi... Per ricevere il libro incentivo manda i tuoi dati: libroincentivo@10righedailibri.it ciao a presto qui su 10 righe :)

che bel paesaggio.

Andrea, abbiamo pubblicato la tua foto nella galleria :)http://www.10righedailibri.it/gallery/libri-vacanza/letture-ad-alta-quota-andrea-aloi

Ma sei proprio gentile,vedo se riesco,oggi,lo spero,sono in partenza,ben ritrovato e mille grazie,mi perdevo nelle dimensioni..e nei Pixel..ciao ricambio l'abbbraccio

Ciao Natalina!!!! Non conoscevo Paint.net ... sembra un buon programma, con le medesime funzionalità (quelle più importanti) di Photoshop con la differenza che è free!!! ho trovato in rete questa guida, spero possa tornarti utile: http://www.assistenzafree.com/software/guida-paint-net.html
Un caro abbraccio e a presto!

Curiosando..esiste una leggenda del Lago di Lod,emozionante.

Andrea per cortesia ,potresti mandarmi una bella e precisa spiegazione di Paint.net che ora ho installato ma non riesco in alcuni casi a inviare le immagini .Grazie!

aggiungo segnalibro,eri in vacanza...!da tanto non apparivi con le 10 righe,ciao

Incantevole!

Il giorno della civetta

immagine copertina
Leonardo Sciascia
Il giorno della civetta
Gli Adelphi
10 righe da pagina 109:

«Io» proseguì poi don Mariano «ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l'umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità, bella parola piena di vento, la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz'uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà... Pochissimi gli uomini; mezz'uomini pochi, che mi contenterei l'umanità si fermasse ai mezz'uomini... E invece no, scende ancora più giù, agli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi... E ancora più in giù: i pigliainculo, che vanno diventando un esercito... E infine i quaquaraquà: che dovrebbero vivere con le anatre nelle pozzanghere che la loro vita non ha più senso e più espressione di quella delle anatre... Lei, anche se mi inchioderà su queste carte come un Cristo, lei è un uomo...».

inviato il 22/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Io ho la IX edizione di febbraio 2006, il libro in generale mi pare sia del 1960/1961

Marco, di che anno è il libro? :)

Un piccolo capolavoro come questo andrebbe riletto sempre ;)

Che bellezza! Mi è venuta voglia di rileggerlo!

PANE E TEMPESTA

immagine copertina
Stefano Benni
PANE E TEMPESTA
I Narratori Feltrinelli 2009
10 righe da pagina 219:

Arrivarono all'alba. Il nonno dormì agitato, solo un'ora. fece un trisogno ma non lo ricordò. Vide l'alba entrare dalle fessure delle finestre. Sentì Selim che apriva il forno e il gallo di Gandolino che cantava lontanissimo. Fece solo sedici delle ventisette operazioni della civiltà umana, poi si diresse verso il bar. Sentì odore di fumo, il bosco bruciava nuovamente. Si mise a camminare così in fretta che le ossa, dalla schiena alle ginocchia, scricchiolavano e cigolavano. Sembrava un'armatura in movimento.. Giunse. e vide quello che era accaduto.
Me lo aspettavo, pensò.

inviato il 04/06/2012
Nei segnalibri di:

Oceano Mare

immagine copertina
Alessandro Baricco
Oceano Mare
Feltrinelli
10 righe da pagina 56:

Gli venne in mente, senza spiegazioni, una della tante leggende che circolavano su quella città: che le donne, laggiù, tenevano un solo occhio scoperto, meravigliosamente dipinto con terre colorate. Si era sempre chiesto perché mai avrebbero dovuto nascondere l'altro. [...] una voce, nella sua testa lo immobilizzò pronunciando una frase nitida ed esatta:
- Perché nessun uomo potrebbe reggere il loro sguardo senza impazzire.

inviato il 04/06/2012
Nei segnalibri di:

ode alla vita e altre odi elementari

immagine copertina
Pablo Neruda
ode alla vita e altre odi elementari
Passigli Poesia

Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare; chi passa i
giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce. Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di
respirare. Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.

inviato il 05/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Angelo! Grazie per il segnalibro...ricambio volentieri :)!Semplice e allo stesso tempo profondo il concetto racchiuso in queste dieci righe...a volte ci vuole davvero coraggio a vivere la propria esistenza!Ma, basta guardarsi intorno, per trovare esempi meravigliosi di forza della vita, ciao!
silvia

Perché i ragazzi dello staff non avevano letto :)

elena come mai lo hai scritto di nuovo?

Prego :)

Grazie Elena mi ha fatto davvero piacere! ;)

Angelo, ho scelto te, manda l'e-mail per ricevere il libro libroincentivo@10righedailibri.it

;)

aggiungo segnalibro

Lentamente muore (A Morte Devagar) è una poesia della scrittrice brasiliana Martha Medeiros, pubblicata per la prima volta nel 2000 sul quotidiano Zero Hora di Porto Alegre, in Brasile.
Il testo della poesia da anni si diffonde sul web tramite posta elettronica e blog come una catena di sant'Antonio e spesso è erroneamente attribuito al poeta cileno Pablo Neruda

Frammenti tellurici

immagine copertina
Domenico Loddo
Frammenti tellurici
Città del Sole Edizioni
10 righe da pagina 63:

Io sono Tua. Non una promessa a un amante, signori, anche se sono costretto in questa forma da sempre,da quando ero piccolo,e correvo ancora sul selciato dell’ottocento. Io sono tua, il Maggiore Tua,ufficiale dei carabinieri. Ancora due giorni dopo il disastro, Reggio non rispondeva al mondo. Tutti erano a conoscenza di ciò che era accaduto a Messina, ma qui dall’altra parte dello stretto i telegrafi tacevano,come se l’intera città fosse stata ingoiata dal mare. Il 29 dicembre raggiunsi Gerace Marina e da lì riuscii a mandare un telegramma al Ministero degli interni. “ Reggio è completamente distrutta. I morti non si contano. Le scosse di terremoto sono state cinque. Tutte terribili. Urgono soccorsi”. Lo ricevettero soltanto alle 20 di martedì, 62 ore e quaranta minuti dopo la scossa della tragedia. Ogni aiuto possibile fu tardivo e lacunoso. Si sarebbero potute salvare molte vite. Eppure in quei giorni luttuosi avrei preferito essere una semplice frase d’amore.

inviato il 05/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Aggiungo segnalibro!

segnalibro

Tu non sei come le altre madri

immagine copertina
Angelika Schrobsdorff
Tu non sei come le altre madri
Tradotto da Traduzione dal tedesco di Monica Pesetti
Edizioni e/o 2011
10 righe da pagina 129:

Allora cosa restava da fare? Solo separarsi da lei. Era l'unica soluzione , però ormai metterla in pratica era tutt'altro che facile. Come una valanga che rotola a valle, la breve parentesi non impegnativa era aumentata di dimensioni e velocità e i suoi sentimenti, che non gli avevano mai giocato brutti scherzi, sembravano voler diventare autonomi... Erich non riusciva a immaginare una vita senza di lei. Le giornate in ufficio, le serate nella sua biblioteca, o in compagnia degli amici... Una vita in equilibrio e armonia. Una vita senza il calore di Else che lo avvolgeva come l'aria mite nei primi giorni di primavera dopo un lungo inverno gelido. Senza la sua voce profonda e sonora, i grandi occhi limpidi, la naturalezza liberatoria che spazzava via le sue inibizioni...

inviato il 14/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

ahahahahaha, hai proprio ragione Rachele :)

Fatto, vincitore scelto! Che bello stare in questo gruppo!

Rachele ricordati di scegliere il vincitore tra le 10 righe postate dal 21 al 27 maggio :) http://www.10righedailibri.it/giochi-segnalibri
http://www.10righedailibri.it/giochi-segnalibri

Segnalibro, anche se in ritardo!

Compliemnti si, è stata una bellissima gara ;). Il libro che hai postato si meritava il primo posto.
Per il resto, continueremo sempre a leggere, è merviglioso perdersi nelle pagine di un libro...

Car Rachele con 36 segnalibri ti meriti un bel libro in regalo! Complimenti!
manda una mail con un tuo recapito a info@10righedailibri.it.
Complimenti anche per la precisione nei riferimenti del romanzo.

Grazie a tutti peri segnalibri!Grazie a te , Elena,per i complimenti! E continuiamo tutti a leggere. Ne sono sicura, se ne avremo bisogno, un libro ci aiuterà sempre, sarà sempre il nostro amico fedele!

Complimenti Rachele :)

Di questo libro amo la protagonista, con la sua rimozione del nazismo

Segnalibro!

Undici Minuti

immagine copertina
Paulo Coelho
Undici Minuti
Edizioni Mondolibri su licenza RCS Libri SPA
10 righe da pagina 60:

Per lei, la vita, malgrado l'apparente libertà, era un susseguirsi di interminabili ore trascorse sperando in un miracolo, in un amore vero, in un'avventura con quell'epilogo romantico che spesso aveva visto nei film e letto nei libri. Qualcuno ha scritto che né il tempo né la saggezza trasformano l'essere umano: l'unica cosa che può spingere un individuo a cambiare è l'amore. Che stupidaggine! Chi aveva scritto quelle parole conosceva solo una faccia della medaglia. In realtà, l'amore era la prima cosa in grado di mutare completamente una vita da un momento all'altro. Ma esisteva anche il rovescio della medaglia - vale a dire, la seconda cosa che poteva spingere un essere umano in una direzione del tutto diversa da quella che aveva progettato: la disperazione. Si, forse l'amore è in grado di cambiare una persona, ma la disperazione produce un mutamento più rapido.

inviato il 14/05/2012
Nei segnalibri di:

La zona cieca

La zona cieca 6 years 45 settimane fa

grazie...Provvederò immediatamente a reinviarvi il mio recapito ( di nuovo un vostro dono..è davvero un piacere)Inoltre, la scelta delle righe sarà, come sempre, il gusto dell'imbarazzo..Complimenti ancora, per la bella Comunità e la ricchezza dello scambio...

La zona cieca 6 years 45 settimane fa

Grazie...!!!! provvederò sia alla scelta che alla comunicazione recapito ( ..di nuovo, mi giungono vostri regali, ed è un dono graditissimo...) a presto

La zona cieca 6 years 46 settimane fa

grazie...E' un libro davvero particolare, nella struttura e nella scrittura..Consigliatissimo!

GIOCO - ALLORA 1 LIBRO

GIOCO - ALLORA 1 LIBRO 7 years 12 settimane fa

partecipo con Opera sull'acqua Erri de Luca http://scrivi.10righedailibri.it/opera-sullacqua-0

Opera sull'acqua

Opera sull'acqua 7 years 12 settimane fa

partecipo con Opera sull'acqua Erri De luca http://scrivi.10righedailibri.it/opera-sullacqua-0

Lezioni di tango

Lezioni di tango 7 years 27 settimane fa

Grazie! sono contenta dell'apprezzamento...E' un libro gradevolissimo e Anna Mallamo danza con le parole...A presto a tutti..

Coraggio, guardiamo

Coraggio, guardiamo 7 years 46 settimane fa

scelta bellissima, questa di Marotta..Complimenti.Si, anche io credo che la meravigliosa poliedricità di Napoli, la sua lingua dalle mille espressioni idiomatiche intraducibili, la acuta attenzione scanzonata che contraddistingue quel popolo e quella cultura, abbiano una traccia non irrilevante in scrittori come De Luca e Marotta..Di quest'ultimo, come non inchiodarsi alla ironia ( sempre leggera, mai rancorosa) di ogni sua frase? ( cit.intervista " ..ma io recensisco film o colleziono nemici?)

La gioia di scrivere

La gioia di scrivere 7 years 46 settimane fa

grazie...E' sempre un piacere scambiarsi pensieri e considerazioni su questi stralci di letture..

La gioia di scrivere 7 years 46 settimane fa

prprio per questo, forse, per l'anelito all'immediatezza che solo certe esperienze hanno, tutti continuiamo ad inseguire parole, cercarle, scovarle,riconoscerle..e non perchè esse descrivano o esprimano , bensì perchè la loro esattezza, a volte, quando la si trova, regala la medesima sensazione..

Cento lettere a uno sconosciuto

Cento lettere a uno sconosciuto 7 years 46 settimane fa

Corre l'obbligo di precisare che il numero di pagina manca perchè questa pagina non è numerata.Si tratta, infatti, del risvolto di copertina del libro di calasso sui risvolti di copertina.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy