Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di sandradeangelis

Il Povero e la Bambina

immagine copertina
Una carmelitana
Il Povero e la Bambina
OCD

Capivo bene che quel "nido nel deserto" che mi prometteva non era un cantuccio comodo in cui mi sarei rifugiata....Quel "nido nel deserto" era un qualcosa che ancora non conoscevo, ma che intuivo che mi si sarebbe rivelato con maggiore chiarezza, man mano che avessi accettato di lasciarmi portare sempre più profondamente in questo deserto, alla sequela del mio Diletto che sapevo "ferito d'amore " per me.

inviato il 18/09/2011
Nei segnalibri di:

Il profumo de tè e dell'amore

immagine copertina
Fiona Neill
Il profumo de tè e dell'amore
Newton Compton

"L'amicizia è proprio qualcosa di chimico", convenne Laura.
"In effetti, è un pò come il matrimonio... qualcosa che non puoi forzare".
"Lo so " disse Gaby. " Papà dice sempre che tu e la mamma
sareste state una coppia perfetta"
"Davvero?" , chiese Laura stupita.
"Non avete maii litigato", disse Gaby.
"Stiamo molto bene insieme perchè tra noi non ci sono segreti" confermò Laura

inviato il 20/08/2011
Nei segnalibri di:

Una cosa in mente

Paolo Damosso
Una cosa in mente
San Paolo
10 righe da pagina 31:

Giuseppe non sente più la stanchezza, sta correndo con gli occhi e i pantaloni corti, sulla strada principale di Bra.
" ... E chi arrivava per primo vinceva una sorpresa.. ".
".. Tu sempre vincevi, baravi sempre". Luigi si rivede correre, piccolino, ma con la voglia di emulare il fratello irragiungibile.
"E' che mi sono sempre piaciute le sorprese, lo sai !". Giuseppe sa sempre come risponderti. In ogni occasione. Anche adesso, infermo in un letto.

inviato il 25/06/2011
Nei segnalibri di:

Siddharta

immagine copertina
Hermann Hesse
Siddharta
Tradotto da Mila Massimo
Adelphi 1975
10 righe da pagina 45:

"Spesso aveva già ascoltato tutto ciò, queste mille voci nel fiume; ma ora tutto ciò aveva un suono nuovo. Ecco che più non riusciva a distinguere le molte voci, le allegre da quelle in pianto, le infantili da quelle virili, tutte si mescolavano insieme, lamenti di desiderio e riso del saggio, grida di collera e gemiti di morenti, tutto era una sola cosa, tutto era mescolato e intrecciato, in mille modi contesto. E tutto insieme, tutte le voci, tutte le mete, tutti i desideri, tutti i dolori, tutta la gioia, tutto il bene e il male, tutto insieme era il mondo. Tutto insieme era il fiume del divenire, era la musica della vita. E se Siddharta ascoltava attentamente questo fiume, questo canto dalle mille voci, se non porgeva ascolto né al dolore né al riso, se non legava la propria anima a una di quelle voci e se non s'impersonava in essa col proprio Io, ma tutte le udiva, percepiva il Tutto, l'Unità e allora il grande canto delle mille voci consisteva d'un unica parola, e questa parola era Om: la perfezione".

inviato il 20/09/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Maila, grazie a te per le integrazioni
: )

Ho letto ora il commento. Invio ora il messaggio. Grazie mille!

Cara Maila hai vinto un libro incentivo per aver inserito nel sito le migliori <<10righeogni10giorni>>, manda una mail ad info@10righedailibri.it così possiamo recapitarti un libro.
Buone letture
Isabella

Il linguaggio segreto dei fiori

immagine copertina
Vanessa Diffenbaugh
Il linguaggio segreto dei fiori
Tradotto da Alba Mantovani
Garzanti 2011
10 righe da pagina 278:

Nella tasca posteriore dei Jeans avevo infilato una spatola. La presi e comincia a strappare il musco verde e spugnoso dai tronchi delle sequoie. Ricadde a terra in strisce lunghe e folte che sistemai con cura sul fondo e ai bordi della culla, facendo in modo che i frammenti più odorosi potessero circondarle il viso.
Quando la cesta fu pronta, sollevai la bambina addormentata e la adagiai dolcemente sulla coperta di muschi.
Amore materno. era l'unica cosa che potevo offrirle.
Un giorno, sperai, lo avrebbe compreso.

inviato il 22/08/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Giulia,mi fa piacere,ciao

a me è piaciuto molto, spero ti accompagni piacevolmente durante la tua vacanza!

aggiungo segnalibro,questo libro è la mia prossima lettura ,è pronto per partire con me..inella prossima vacanza..

Biglietto d'amore

immagine copertina
Laura Mancinelli
Biglietto d'amore
Einaudi 2002
10 righe da pagina 29:

Intanto aveva messo a bollire appeso alla catena del camino un paiolo in cui aveva gettato rape e cipolle tagliate grossolanamente, e ora batteva e ribatteva sul medesimo tagliere, con la lama di un gran coltello, una spessa fetta di lardo riducendola in poltiglia e sminuzzandoci dentro alcuni spicchi d'aglio. E gettava il tutto nel paiolo ribollente.
Mentre mangiavano con appetito le salsicce di fegato con pane di segale, i due uomini aspiravano voluttuosamente il profumo che saliva dal paiolo.
-Buone queste salsicce,- osservò Guilbert,- hanno un profumo che mi é nuovo. Che cosa ci avete messo dentro?. Gonna Azzurra staccò da un chiodo un fascio di erbe appese alla parete e glielo mise sotto il naso.

inviato il 17/01/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Tra i tantissimi libri che ho letto e continuo a leggere, resta uno dei più amati.

La lettura di queste 10 righe mi causa sempre un po' d'acquolina in bocca!

Un amore semplice, ma VERO!

Vorrei provare queste semplici ricette!

Questo libro non é un capolavoro, ma mi fa piacere rileggerlo!

Quanti libri abbiamo letto, dopo questa lettura medievale! Nessun giorno senza libri!

Amore e ricette di cucina. è ancora attuale!

Questo libro ti trasorta in un'epoca passata...

Rileggo sempre con piacere le pagine di questo libro!

Bel libro, forse non un capolavoro, ma un autentico compagno di viaggio!

The love book

immagine copertina
AA.VV
The love book
Arnoldo Mondadori 2000
10 righe da pagina 288:

Sonavan le quiete
stanze,e le vie dintorno,
al tuo perpetuo canto, allor che all'opre femminili intenta
sedevi, assai contenta
di quel vago avvenir che in mente avevi.
Era il maggio odoroso e tu solevi
così menare il giorno...

O natura, o natura
perchè non rendi poi
quel che prometti allor? perchè di tanto
inganni i figli tuoi?

inviato il 28/06/2011
Nei segnalibri di:

Narciso e Boccadoro

immagine copertina
Hermann Hesse
Narciso e Boccadoro
Tradotto da Cristina Baseggio
Mondadori - I Miti 1995
10 righe da pagina 50:

Narciso:"Parlo sul serio. Non è il nostro compito quello d'avvicinarci, così come non s'avvicinano fra loro il sole e la luna, o il mare e la terra. Noi due, caro amico, siamo il sole e la luna, siamo il mare e la terra. La nostra mèta non è di trasformarci l'uno nell'altro, ma di conoscerci l'un l'altro e d'imparar a vedere ed a rispettare nell'altro ciò che egli è: il nostro opposto e il nostro complemento". Boccadoro, colpito, teneva il capo chino: il suo volto s'era fatto triste.

inviato il 06/11/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Il libro della mia adolescenza, indimenticabile.

Bello anche il titolo!

Grande Hesse!

Certo, prova a cliccare sopra il nome...
:)

le trovi perché hai aggiunto un segnalibro. A breve le separeremo

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy