Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di anneyuu

Nove racconti

immagine copertina
J. D. Salinger
Nove racconti
Tradotto da Carlo Fruttero
Einaudi 1948
10 righe da pagina 19:

-Vedi, nuotano dentro a una grotta dove c'è un mucchio di banane. Sembrano pesci qualunque quando vanno dentro. Ma una volta che sono entrati, si comportano come dei maialini. Ti dico, so da fonte sicura di certi pescibanana che, dopo essersi infilati in una grotta bananifera, sono arrivati a mangiare la bellezza di settantotto banane-. Avvicinò di mezzo metro all'orizzonte il materassino e la sua passeggera. -Naturalmente, dopo una scorpacciata simile sono così grassi che non possono più venir fuori dalla grotta. Non passano dalla porta. -Non troppo lontano, - disse Sybil. - E poi, cosa fanno? - Cosa fanno chi? - I pescibanana. - oh, vuoi dire dopo che hanno mangiato tante banane che non possono più uscire dalla grotta bananifera? - sì, - disse Sybil. - Ecco, mi rincresce molto di dovertelo dire, Sybil. Muoiono. - Perché? - gli chiese Sybil. - Ecco gli viene la bananite. È una malattia terribile.

inviato il 05/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Sì! Ti sei aggiudicato il Libro incentivo per le 10 righe più votate dagli utenti. Puoi comunicarci un recapito a cui mandarlo a info@10righedailibri.it. Complimenti!

Primo! XD

Il giorno prima della felicità

immagine copertina
Erri De Luca
Il giorno prima della felicità
Mondolibri su licenza Feltrinelli 2009
10 righe da pagina 26:

È bella di notte la città. C'è pericolo ma pure libertà. Ci girano quelli senza sonno, gli artisti, gli assassini, i giocatori, stanno aperte le osterie, le friggitorie, i caffè. Ci si saluta, ci si conosce, tra quelli che campano di notte. Le persone di perdonano i vizi. La luce del giorno accusa, lo scuro della notte dà l'assoluzione. Escono i trasformati, uomini vestiti da donna, perché così gli dice la natura e nessuno li scoccia. Nessuno chiede conto di notte, Escono gli storpi, i ciechi, gli zoppi, che di giorno vengono respinti. È una tasca rivoltata, la notte nella città. Escono pure i cani, quelli senza casa. Aspettano la notte per cercare gli avanzi, quanti cani riescono a campare senza nessuno. Di notte la città è un paese civile.

inviato il 27/06/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Questo titolo e la tua citazione mi hanno incuriosita molto!

Mi Piace!!!

grazieee ^_^/

Complimenti Claudia queste sono state fino alle 24 di domenica notte le righe più segnalibrate!! Ti comunico che hai vinto un libro. Facci sapere un indirizzo al quale mandartelo, inviaci una mail a
info@10righedailibri.it

@sonia: lo è anche per me ^_^

erri de luca è una delle mie certezze

ciao mel va! no, francamente non c'ho fatto caso ^^"
certo che sono proprio coincidenze strane prendere le stesse righe dello stesso libro ^^"

Claudia, ti sei accorta che in passato ho postato le stesse 10righe? Evidentemente cogliamo il bello allo stesso modo!!!:))

Bello e mediterraneo.

Le città invisibili

immagine copertina
Italo Calvino
Le città invisibili
Arnoldo Mondadori 1993
10 righe da pagina 33:

In ogni città dell'impero ogni edificio è differente e disposto in un diverso ordine: ma appena il forestiero arriva alla città sconosciuta e getta lo sguardo in mezzo a quella pigna di pagode e abbaini e fienili, seguendo il ghirigoro di canali orti immondezzai, subito distingue quali sono i palazzi dei principi, quali i templi dei grandi sacerdoti, la locanda, la prigione, la suburra. Così - dice qualcuno - si conferma l'ipotesi che ogni uomo porta nella mente una città fatta soltanto di differenze, una città senza figure e senza forma, e le città particolari la riempiono.

inviato il 22/06/2011
Nei segnalibri di:

Il vangelo secondo Biff

immagine copertina
Christopher Moore
Il vangelo secondo Biff
Tradotto da Chiara Brovelli
Elliot 2008
10 righe da pagina 43:

«Sai, presto dovremo cominciare a lavorare» mi disse Gesù. «Non ci vedremo più quando comincerò ad aiutare mio padre».
«Guardati intorno: vedi qualche albero?».
«No».
«E quelli che abbiamo, gli ulivi, sono contorti e nodosi, giusto?».
«Giusto».
«Intendi davvero diventare falegname come tuo padre?».
«Esiste una possibilità».
«Una parola, Gesù: pietre».
«Pietre?».
«Guardati intorno. Ci sono pietre fin dove puoi spingere lo sguardo. La Galilea non è che una distesa di roccia, terra e ancora roccia. Diventa scalpellino, come me e mio padre. Potremo costruire città per i Romani».
«In verità, io stavo pensando di salvare l'umanità».
«Dimentica quelle sciocchezze, Gesù. Pietra: dai retta a me».

inviato il 27/06/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Simona ecco i primi 2 capitoli : ) http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/vangelo-secondo-biff

*devo* leggerlo anche io!!!

Il vangelo secondo Biff

Il vangelo secondo Biff 8 years 3 settimane fa

*devo* leggerlo anche io!!!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy