Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di angela.cesana

Bassotuba non c'è

immagine copertina
Paolo Nori
Bassotuba non c'è
Einaudi 2000
10 righe da pagina 15:

E la letteratura?
La letteratura no. La letteratura, ti sveglia. Ti fai delle domande, con la letteratura. Che li ho visti, gli studenti del russo del secondo anno. Si vedeva, da come entravano in facoltà, che avevano appena letto "Delitto e castigo". Si vedeva, da come piegavano la testa, che pensavano Ma io, sono un insetto? Cosa farò, io, nella mia vita? Una vita da cimice o da Napoleone? Dopo, di solito, si scordano. Fanno carriera. Al massimo, fondano un cineclub, dopo.

inviato il 26/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

Memorie dal sottosuolo

immagine copertina
Fedor Dostoevskij
Memorie dal sottosuolo
Tradotto da Milli Martinelli
BUR rizzoli 1995
10 righe da pagina 23:

Io non solo non ho saputo diventare cattivo, ma non ho saputo diventare niente: nè cattivo nè buono, nè furfante nè onesto, nè eroe nè insetto. E ora vivo nella mia tana facendomi beffe di me stesso, con la maligna e vana consolazione che d'altronde un uomo intelligente non può diventare sul serio "qualcosa", solo uno stupido diventa qualcosa. E' proprio così: l'uomo intelligente del diciannovesimo secolo dev'essere, ed è moralmente tenuto ad essere, un uomo senza carattere. Un uomo di carattere, invece, un uomo d'azione, è un essere prevalentemente limitato.

inviato il 26/08/2011
Nei segnalibri di:

Antichrista

immagine copertina
Amélie Nothomb
Antichrista
Tradotto da Monica Capuani
Voland 2004
10 righe da pagina 54:

l'istante dopo, mi ritrovai con una bocca sulla mia. Queste usanze mi sembrarono strane, ma visto che non ero mai stata baciata, decisi di analizzare la cosa.
Era bizzarra. Una lingua ondeggiava come il mostro di Loch Ness contro il mio palato. Le braccia del ragazzo mi esploravano la schiena. Era stupefacente sentirsi visitata.
Questo turismo durò a lungo. Ci presi gusto.
Una mano mi afferrò la spalla e mi strappò all'abbraccio. Era Christa. "E' tardi, andiamo via" disse.

inviato il 14/08/2011
Nei segnalibri di:

Antichrista

immagine copertina
Amélie Nothomb
Antichrista
Tradotto da Monica Capuani
Voland 2004
10 righe da pagina 49:

Una delle gioie della mia vita di adolescente consisteva nella lettura: mi sdraiavo sul mio letto con un libro e diventavo il testo. Se il romanzo era bello, mi trasformavo in lui. Se era mediocre, trascorrevo comunque delle ore meravigliose a godere delle cose che non mi piacevano e a sorridere delle sue occasioni mancate.
La lettura non è un piacere sostitutivo. Vista dall'esterno, la mia esistenza era scheletrica; vista dall'interno ispirava quello che ispirano gli appartamenti il cui unico mobilio è una biblioteca sontuosamente stracolma di libri.

inviato il 14/08/2011
Nei segnalibri di:

Al paese dei libri

immagine copertina
Paul Collins
Al paese dei libri
Adelphi
10 righe da pagina 13:

"E' SPAVENTEVOLE pensare a una persona senza libri...
Soltanto grazie ai libri gli uomini e le donne riescono a emanciparsi da un'esistenza squallida. Vivere senza libri!
Eppure, gran parte dell'umanità condivide un simile destino. In verità è possibile classificare il prossimo in due specie - coloro che leggono e coloro che non leggono."
I tempi non sono poi molto cambiati. Di recente, un'inchiesta ha rivelato che l'anno scorso metà delle famiglie americane non ha comprato nemmeno un libro. Mentre giravo per le case dei vicini fu come vedere fisicamente quel dato statistico.

inviato il 16/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

La cospirazione

immagine copertina
Paul Nizan
La cospirazione
Robin Edizioni
10 righe da pagina 31:

Perchè i giovani stiano buoni, gli uomini di quarant'anni raccontano loro che la gioventù è il tempo delle sorprese, delle scoperte e dei grandi incontri, e tutte le storie su che cosa farebbero se avessero ancora vent'anni, le loro giovani speranze, i loro giovani denti e i giovani capelli, con la loro formidabile esperienza acquisita di padri, cittadini e vinti. I ragazzi però sanno meglio di loro che quello è solo il tempo della noia e del disordine; a vent'anni non ci si addormenta neanche una sera con quella collera ambigua che nasce dallo smarrimento delle occasioni mancate.

inviato il 09/07/2011
Nei segnalibri di:

un amore perfetto

immagine copertina
Howard Jacobson
un amore perfetto
Tradotto da Milena Zemira Ciccimarra
Cargo 2010
10 righe da pagina 14:

E dire che potremmo saggiare le più deliziose delle pene pur continuando a vivere, se solo sapessimo dove guardare. Nei nostri letti, per esempio. Nella persona amata stesa accanto a noi.
Ama qualcuno con sufficiente intensità e avrai accesso a tutto il dolore che si possa desiderare.
Un pensiero questo, devo dire, che non formulai certo all'epoca, non avendo ancora conosciuto, sposato, donato cuore e mente alla donna che sarebbe divenuta la mia aguzzina. Marisa arrivò dopo.

inviato il 04/07/2011
Nei segnalibri di:

Bassotuba non c'è

immagine copertina
Paolo Nori
Bassotuba non c'è
Einaudi 2000
10 righe da pagina 15:

E la letteratura?
La letteratura no. La letteratura, ti sveglia. Ti fai delle domande, con la letteratura. Che li ho visti, gli studenti del russo del secondo anno. Si vedeva, da come entravano in facoltà, che avevano appena letto "Delitto e castigo". Si vedeva, da come piegavano la testa, che pensavano Ma io, sono un insetto? Cosa farò, io, nella mia vita? Una vita da cimice o da Napoleone? Dopo, di solito, si scordano. Fanno carriera. Al massimo, fondano un cineclub, dopo.

inviato il 26/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

cento poesie d'amore a Ladyhawke

immagine copertina
Michele Mari
cento poesie d'amore a Ladyhawke
Einaudi 2007

Ti cercherò sempre
sperando di non trovarti mai
mi hai detto all’ultimo congedo

Non ti cercherò mai
sperando sempre di trovarti
ti ho risposto

Al momento l’arguzia speculare
fu sublime
ma ogni giorno che passa
si rinsalda in me
un unico commento
ed il commento dice
due imbecilli

inviato il 17/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

che bella nota isabella! Sono d'accordo, i pavidi in amore fanno arrabbiare, che triste cosa la cattiva qualità del sentimento... Come diceva William Blake: chi desidera e non agisce genera solo pestilenza

la codardia in amore mi fa incazzare...però il libro mi attira.
Buona lettura

Bellissima! Rarissima struggente autoironia. Da leggere tutto. Credo che sará il mio prossimo acquisto in libreria. Grazie.

sono d'accordo. Ma credo che si possano unire le belle frasi ai bei gesti. Questa è l'elezione, l'aspirazione. Il dire e il fare non sono sempre i due lati di una scelta, credo invece che si possa - e si debba - Dire E Fare. E' bellissimo fare coesistere i due verbi.

Sai penso sempre alle belle frasi fatte di un linguaggio forte ,che non ferisca ,certamente sono semore i fatti,i gesti,gli sguardi che contano piu' delle parole ,ciao alessandro

michele mari in questa raccolta narra di quella certa codardia in amore, di quegli amori che non hanno il coraggio di lasciare l'attuale per il futuro forse più grande e bello... in alcuni momenti ti si schianta nel petto anche una grande risata per l'ironia e l'intelligenza di chi ama ma è sempre in attesa dei passi altrui.. una poesia moderna, piena di citazioni, e veramente divertente... qualità singolare in poesia

bella la prima parte di questa poesia,ma "quei due imbecilli" mi rattristano..ciao

La bambina perduta

immagine copertina
Maria Venturi
La bambina perduta
Mondolibri su licenza RCS 2005
10 righe da pagina 10:

Uno stupro è per sempre. Col tempo puoi rimuovere l'aggressione di un ladro, le percosse di un amante, il terribile impatto con un'auto pirata che ti investe, il proiettile di un bandito che ti si conficca nella carne: sono esperienze al di fuori della norma che rientrano nella sfera della criminalità e dell'odio e perciò la stessa quotidianità le esorcizza come disgraziate e irripetibili.
Lo stupro no. Lo stupro è il solo crimine che si consuma con gli identici gesti e gli identici rituali di un accoppiamento d'amore: la smania del possesso, la penetrazione, l'ansimare affannoso, gli spasmi dell'orgasmo esprimono sia l'esplodere della passione sia quello della violenza bestiale.
Ogni volta che il corpo di mio marito scivola sopra al mio, rivivo l'incubo dello stupro.

inviato il 01/08/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

ferite che non guariscono mai!

Gli effetti secondari dei sogni

immagine copertina
Delphine De Vigan
Gli effetti secondari dei sogni
Mondadori

Nelle stazioni è un’altra cosa, l’emozione s’intuisce dagli sguardi, dai gesti, dai movimenti, ci sono innamorati che si lasciano, nonne che ripartono, donne dagli ampi cappotti che abbandonano uomini dal colletto rialzato, o viceversa, osservo persone che partono non si sa per dove né perché né per quanto tempo, che si dicono arrivederci attraverso il finestrino con un cenno oppure si sgolano quando nessuno può sentirle. Con un po’ di fortuna assisti a vere e proprie separazioni, voglio dire che si capisce che durerà a lungo o che sembrerà eterna ( il che è lo stesso ), allora l’emozione si fa densa, come se l’aria s’ispessisse, come se fossero soli, senza nessun ritorno.

inviato il 02/08/2011
Nei segnalibri di:

Il meglio che possa capitare a una brioche

immagine copertina
Pablo Tusset
Il meglio che possa capitare a una brioche
Tradotto da Tiziana Gibilisco
Feltrinelli
10 righe da pagina 93:

"Sai, sei un tipo strano... Mi piacerebbe sapere chi sei veramente."
Santo Cielo, confidenze al chiaro di luna. Mi sono stretto nelle spalle:
"Sono quello che vedi."
"Pero' oggi sembri un altro. Non so, ho sempre avuto la sensazione che tu abbia... una seconda personalita' nascosta."
"Beh, non ci pensare. Ognuno vive nel mondo che si costruisce, e nel tuo mondo io ho un'altra personalita', tutto qui."
Ci ha pensato un attimo, senza togliermi gli occhi di dosso.
"Cosa vuoi dire?"
"Voglio dire che la realta' e' sempre inventata."

inviato il 03/08/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Chiedo scusa per gli accenti che non sono accenti ma sto scrivendo da un pc a cui manca la nostra bella lingua ...

L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello

immagine copertina
10 righe da pagina 141:

Direbbe con Nietzsche: "Ho attraversato molti tipi di salute, e continuo a farlo... E quanto alla malattia: non siamo piuttosto tentati di chiederci se potremmo davvero farne a meno? Solo il grande dolore è il liberatore ultimo dello spirito". Paradossalmente Ray, privato della salute fisiologica naturale e animale, ha trovato una nuova salute, una nuova libertà attraverso le vicissitudini cui è soggetto. Ha raggiunto quello che Nietzsche amava chiamare la "Grande Salute": un raro senso dell'umorismo, coraggio e spirito di adattamento; e questo nonostante sia afflitto dalla sindrome di Tourette. O forse proprio per questo.

inviato il 04/06/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Libro splendido. E Oliver Sacks, che ho avuto il piacere di conoscere, molti anni or sono, è persona di rara umanità, capace di vedere ( e far vedere ) la malattia, il minus,la specificità neuropsicologica in cui taluni incappano, dal suo"dentro" esistenziale.Il mondo percepito con gli occhi di chi, per diversità strutturale, ha, o acquista, altri occhi.Sacks è tra i pochi che sanno vedere il "più" nella diversità...Consigliatissimo, a quelli "del mestiere" e non...

Al paese dei libri

immagine copertina
Paul Collins
Al paese dei libri
Adelphi
10 righe da pagina 13:

"E' SPAVENTEVOLE pensare a una persona senza libri...
Soltanto grazie ai libri gli uomini e le donne riescono a emanciparsi da un'esistenza squallida. Vivere senza libri!
Eppure, gran parte dell'umanità condivide un simile destino. In verità è possibile classificare il prossimo in due specie - coloro che leggono e coloro che non leggono."
I tempi non sono poi molto cambiati. Di recente, un'inchiesta ha rivelato che l'anno scorso metà delle famiglie americane non ha comprato nemmeno un libro. Mentre giravo per le case dei vicini fu come vedere fisicamente quel dato statistico.

inviato il 16/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

La cospirazione

immagine copertina
Paul Nizan
La cospirazione
Robin Edizioni
10 righe da pagina 31:

Perchè i giovani stiano buoni, gli uomini di quarant'anni raccontano loro che la gioventù è il tempo delle sorprese, delle scoperte e dei grandi incontri, e tutte le storie su che cosa farebbero se avessero ancora vent'anni, le loro giovani speranze, i loro giovani denti e i giovani capelli, con la loro formidabile esperienza acquisita di padri, cittadini e vinti. I ragazzi però sanno meglio di loro che quello è solo il tempo della noia e del disordine; a vent'anni non ci si addormenta neanche una sera con quella collera ambigua che nasce dallo smarrimento delle occasioni mancate.

inviato il 09/07/2011
Nei segnalibri di:

Contatto visivo

immagine copertina
Cammie McGovern
Contatto visivo
Tradotto da Barbara Bagliano
Mondolibri su licenza Garzanti 2007
10 righe da pagina 16:

“Adam è un gioiello, Cara, e gli vogliamo tutti bene. Sentivo il bisogno di dirglielo”.
Cara ha sempre preso questo genere di commenti come segnali di speranza per il futuro. Gli adulti lo amano, e un giorno anche lui diventerà adulto! E quindi, secondo la logica del suo cuore fiducioso, sarà amato anche allora! Sarà apprezzato da gente della sua età, non da persone con trent’anni più di lui. Ma ogni anno il divario tra suo figlio e i coetanei aumenta ed è sempre più difficile continuare a essere ottimisti sul suo futuro. Adesso frequenta la quarta elementare, e l’elenco delle cose che non riesce a fare diventa ogni anno più lungo, limitante e spaventoso.
(Contatto visivo, Cammie McGovern, Mondolibri su licenza Garzanti 2007, trad. Barbara Bagliano, pag. 16)

inviato il 12/07/2011
Nei segnalibri di:

Venuto al mondo

immagine copertina
Margaret Mazzantini
Venuto al mondo
Oscar Mondadori 2010
10 righe da pagina 303:

Diego tornò dopo tre giorni. Entrò nella stanza, tagliando il buio in silenzio come un animale. Restammo fermi in un lungo abbraccio, senza forze, immobili come sacchi. Mi sembrò pesantissimo. Aveva corso, era sudato, la mia guancia si bagnò del suo collo.
"Amore".
Si teneva le mani sulle orecchie, dondolando un pò la testa. Una granata lo aveva assordato, e adesso aveva un soffio lacerante chiuso dentro, come un risucchio. Non guardò nulla intorno, si sedette sul letto. Si tolse gli stivali, li scacciò con l'ultima forza. S'afflosciò accanto a me. Lo lasciai dormire. Mi incollai alla sua schiena per respirare l'odore che aveva addosso....era quello suo, solito, solo un pò più forte, come quando aveva l'influenza e restava a letto a sfebbrare, e io trovavo quell'odore di uomo-cane sulle lenzuola, sul colletto del pigiama. Rimasi a occhi chiusi in quella penombra. Era tornato. Respirava con cruccio, come se il respiro fosse troppo, gli ingorgasse il naso...

inviato il 26/10/2010
Nei segnalibri di:

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy