Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di mirkogaratti

Leggero il passo sul tatami

Antonietta Pastore
Leggero il passo sul tatami
Einaudi
10 righe da pagina 3:

I cartelli che tappezzano i muri delle città appaiono ai miei occhi come semplici decorazioni; le insegne a lato di bar, ristoranti e negozi, che in certi quartieri quasi nascondono le facciate dei palazzi, mi sembrano disegni astratti dalla valenza puramente ornamentale. é la bellezza degli ideogrammi a dar vita a questa magia, a quest'atmosfera fiabesca che mi affascina e mi disorienta; vedo eleganti arabeschi in ogni indicazione stradale, ammiro cartelloni che mi apparirebbero banali se vi riconoscessi la réclame di un dtersivo o il nome di una banca.

inviato il 07/07/2011
Nei segnalibri di:

Bassotuba non c'è

immagine copertina
Paolo Nori
Bassotuba non c'è
Einaudi 2000
10 righe da pagina 15:

E la letteratura?
La letteratura no. La letteratura, ti sveglia. Ti fai delle domande, con la letteratura. Che li ho visti, gli studenti del russo del secondo anno. Si vedeva, da come entravano in facoltà, che avevano appena letto "Delitto e castigo". Si vedeva, da come piegavano la testa, che pensavano Ma io, sono un insetto? Cosa farò, io, nella mia vita? Una vita da cimice o da Napoleone? Dopo, di solito, si scordano. Fanno carriera. Al massimo, fondano un cineclub, dopo.

inviato il 26/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

La cospirazione

immagine copertina
Paul Nizan
La cospirazione
Robin Edizioni
10 righe da pagina 31:

Perchè i giovani stiano buoni, gli uomini di quarant'anni raccontano loro che la gioventù è il tempo delle sorprese, delle scoperte e dei grandi incontri, e tutte le storie su che cosa farebbero se avessero ancora vent'anni, le loro giovani speranze, i loro giovani denti e i giovani capelli, con la loro formidabile esperienza acquisita di padri, cittadini e vinti. I ragazzi però sanno meglio di loro che quello è solo il tempo della noia e del disordine; a vent'anni non ci si addormenta neanche una sera con quella collera ambigua che nasce dallo smarrimento delle occasioni mancate.

inviato il 09/07/2011
Nei segnalibri di:

Al paese dei libri

immagine copertina
Paul Collins
Al paese dei libri
Adelphi
10 righe da pagina 13:

"E' SPAVENTEVOLE pensare a una persona senza libri...
Soltanto grazie ai libri gli uomini e le donne riescono a emanciparsi da un'esistenza squallida. Vivere senza libri!
Eppure, gran parte dell'umanità condivide un simile destino. In verità è possibile classificare il prossimo in due specie - coloro che leggono e coloro che non leggono."
I tempi non sono poi molto cambiati. Di recente, un'inchiesta ha rivelato che l'anno scorso metà delle famiglie americane non ha comprato nemmeno un libro. Mentre giravo per le case dei vicini fu come vedere fisicamente quel dato statistico.

inviato il 16/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

Romeo e Giulietta

immagine copertina
William Shakespeare
Romeo e Giulietta
mondadori 2001

Oh, ma quale luce irrompe da quella finestra lassù? Essa è l'oriente, e Giulietta è il sole. Sorgi, bel sole, e uccidi l'invidiosa luna già malata e livida di rabbia, perché tu, sua ancella, sei tanto più luminosa di lei. Non servirla, se essa ti invidia; la sua veste virginale e d'un colore verde scialbo che piace solo agli stupidi. Gettala via! Ma è la mia dama, oh, è il mio amore! Se solo sapesse di esserlo! Parla eppure non dice nulla. Come accade? È il suo sguardo a parlare per lei, e a lui io risponderò. No, sono troppo audace, non è a me che parla. Due elle più belle stelle del cielo devono essere state attirate altrove e hanno pregato gli occhi di lei di scintillare nelle loro orbite durante la loro assenza. E se davvero gli occhi di lei, gli occhi del suo volto, fossero stelle? Tanto splendore farebbe scomparire le altre stelle come la luce del giorno fa scomparire la luce di una lampada: in cielo i suoi occhi brillerebbero tanto che gli uccelli si metterebbero a cantare credendo che non fosse più notte.

inviato il 07/07/2011
Nei segnalibri di:

Il colore del male

immagine copertina
Autori Vari
Il colore del male
CDE su licenza Armenia Editore 1989
10 righe da pagina 317:

Spalancava gli occhi, il corpo madido di sudore, la mente piena del baccano attutito nel quale lui era rinchiuso senza speranza di un momento di tregua. Nulla poteva zittire la sua testa e niente, sembrava, poteva riportargli il mondo, il mondo che parlava, rideva e piangeva.
Era solo.
Quello era l’inizio, la parte centrale e la fine del terrore. Lui era assolutamente solo con la sua intima cacofonia. Chiuso in quella casa, in quella stanza, in quel corpo, in quella testa, una prigione fatta di pelle sorda e cieca.
Era quasi insopportabile. Di notte il bambino a volte piangeva senza sapere che emetteva dei suoni e i pesci che erano i suoi genitori accendevano la luce e cercavano di aiutarlo, chinandosi sul letto con le loro facce, le loro bocche che, silenziose, esibivano orribili smorfie.
(Terrore, Clive Barker da Il colore del male, CDE su licenza Armenia Editore 1989, trad. Grazia Alineri, pag. 317)

inviato il 07/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Sei troppo forte, Cristina. Le foto dei libri le scatti tu, non le cerchi su internet!!!! vero?

Leggero il passo sul tatami

Antonietta Pastore
Leggero il passo sul tatami
Einaudi
10 righe da pagina 3:

I cartelli che tappezzano i muri delle città appaiono ai miei occhi come semplici decorazioni; le insegne a lato di bar, ristoranti e negozi, che in certi quartieri quasi nascondono le facciate dei palazzi, mi sembrano disegni astratti dalla valenza puramente ornamentale. é la bellezza degli ideogrammi a dar vita a questa magia, a quest'atmosfera fiabesca che mi affascina e mi disorienta; vedo eleganti arabeschi in ogni indicazione stradale, ammiro cartelloni che mi apparirebbero banali se vi riconoscessi la réclame di un dtersivo o il nome di una banca.

inviato il 07/07/2011
Nei segnalibri di:

un amore perfetto

immagine copertina
Howard Jacobson
un amore perfetto
Tradotto da Milena Zemira Ciccimarra
Cargo 2010
10 righe da pagina 14:

E dire che potremmo saggiare le più deliziose delle pene pur continuando a vivere, se solo sapessimo dove guardare. Nei nostri letti, per esempio. Nella persona amata stesa accanto a noi.
Ama qualcuno con sufficiente intensità e avrai accesso a tutto il dolore che si possa desiderare.
Un pensiero questo, devo dire, che non formulai certo all'epoca, non avendo ancora conosciuto, sposato, donato cuore e mente alla donna che sarebbe divenuta la mia aguzzina. Marisa arrivò dopo.

inviato il 04/07/2011
Nei segnalibri di:

GIOCO - Riga 10

GIOCO - Riga 10 8 years 10 settimane fa

Con mio immenso stupore, uno di loro mi tende una cartina, la mia, quella che mi è stata rubata. (Leggero il passo sul tatami- Antonietta Pastore- Einaudi)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy