Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di elisa.priolo

L'eleganza del riccio

immagine copertina
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio
Tradotto da Emanuelle Caillat e Cinzia Poli
Edizioni e/o (collana Dal mondo) 2007
10 righe da pagina 39:

Nella nostra società essere povera, brutta e per giunta intelligente condanna a percorsi cupi e disillusi a cui è meglio abituarsi quanto prima. Alla bellezza si perdona tutto, persino la volgarità. E l'intelligenza non sembra più una giusta compensazione delle cose, una sorta di riequilibrio che la natura offre ai figli meno privilegiati, ma solo un superfluo gingillo che aumenta il valore del gioiello. La bruttezza, invece, di per sé è sempre colpevole, e io ero già votata a quel tragico destino, reso ancora più doloroso se si pensa che non ero affatto stupida.

inviato il 14/12/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazioso, delicato, elegante...

un bellissimo libro, con dei personaggi profondi e veri. Si aggiudica un altro "segnalibro"

Che eleganza questo riccio!! O_O

"La funzione del gatto è di essere un totem moderno, una specie di incarnazione emblematica e protettrice del focolare, un riflesso benevolo di quello che sono gli inquilini della casa"
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio

per questo piacevole libro..."un segnalibro"

...mi sono "auto_segnalibrata"...ho visto che si può fare :)

Cassonetti

immagine copertina
Gianluca Antoni
Cassonetti
Italic 2010
10 righe da pagina 146:

Matteo mi lancia una caramella alla menta. La scarto,
la metto in bocca e la succhio delicatamente per scacciare
il gusto del fumo. L’abbandono tra i denti e il palato, me
la dimentico per un po’, poi la richiamo, quando ne ho
bisogno. Mi chiede cosa stia leggendo. Allora gli leggo
un pezzo dal racconto Teddy di Salinger. È molto bello, e
dice che se potesse, il piccolo Teddy, insegnerebbe a tutti
i bambini a meditare, in modo che possano conoscere
veramente se stessi. E insegnerebbe a tutti i fanciulli a
sputare tutti quei pezzetti di mela che i genitori e la società
gli hanno fatto mangiare. Solo in questo modo potrebbero
conoscere il mondo per quello che è, senza preconcetti.
Un elefante non sarebbe più grosso, e l’erba verde. Non
più. L’elefante sarebbe l’elefante, l’erba l’erba e la vita, la
loro vita, la propria vita.
Stupendo.

inviato il 14/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

...aspetto allora altro... che dire dovrò compraro a questo punto, solo che sono un pò indietro con i compiti delle vacanze.... cmq credo che lo comprerò se non questa settimana la prossima....grazie e buon fine settimana....

@samantha: sì, sono avvantaggiato, ma non sono le migliori! ;o)

ops.... già!!! ecco perchè hai scelto delle dieci righe veramente belle, sapevi quali erano le migliori..... non vale....

posso confermare, sì, è un ottimo libro! ^.^

commenti e recensioni su cassonetti al blog http://cassonetti.wordpress.com

@samantha: non dovrei essere io a dirlo... ma ti assicuro di sì! ;o)

sembrerebbe un ottimo libro....

GIOCO - Riga 10

GIOCO - Riga 10 8 years 5 settimane fa

Laggiù, nel centro della piazza, nel cuore esatto della [vallata,] (E l'asina vide l'angelo, Nick Cave, Mondadori)

Cassonetti

Cassonetti 8 years 5 settimane fa

posso confermare, sì, è un ottimo libro! ^.^

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy