Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di fanny.uva

Rivelazioni Inquietanti

immagine copertina
Rossana Fanny Uva
Rivelazioni Inquietanti
La Riflessione
10 righe da pagina 10:

Ero lì, anche se dentro mi chiedevo ancora che cosa ci facessi. Mi sentivo a disagio e
felice allo stesso tempo e cercavo di arginare i pensieri per condurli in quel vortice di
emozioni che mi attraversavano come un fiume in piena.
Dalla buonanotte in poi tutti i miei sensi confluirono in un unico pensiero: desideravo
che lei mi conducesse in quel gioco di seduzione che, fino a quel momento era stato
solo di qualcun altro.
Sissy era lì, al mio fianco, potevo sentire i suoi respiri. Si girava nel letto
ansiosamente, come qualcuno che faceva fatica ad addormentarsi. Poi fortunatamente
il sonno seguì il suo corso, lasciando ai sogni, lusinghiere prospettive.
«Buongiorno! Notte agitata? Ovviamente scherzo! Dormito bene?»

inviato il 18/07/2011
Nei segnalibri di:

Orgoglio e pregiudizio

immagine copertina
Jane Austen
Orgoglio e pregiudizio
Tradotto da Giulio Caprin
Oscar Mondadori 1965
10 righe da pagina 172:

Una tale presunzione non poteva che esasperarla maggiormente; e quando ebbe finito, Elisabetta, con le fiamme in volto, disse: "In casi come questo credo sia di prammatica dichiararsi grate per i sentimenti che ci vengono manifestati, ancorché questi debbano essere contraccambiati in altro modo. È naturale che si senta questo dovere e, se potessi provare della gratitudine, adesso la ringrazierei. Ma non posso. Non ho mai aspirato alla sua stima e lei me l'ha offerta molto a malincuore. Mi duole di aver causato della pena a chicchessia. Tuttavia questa non fu causata che inconsapevolmente e spero che sarà di breve durata. Dopo questa spiegazione, non le riuscirà difficile vincere quei sentimenti che da molto tempo le hanno impedito, come lei mi dice, di dichiararmi la sua parzialità."

inviato il 18/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

un omaggio alla pura letteratura: straordianario!!!

splendido

aggiungo segnalibro

Omaggio a Jane Austen nel 194° anniversario della sua morte...

Uomini che odiano le donne

immagine copertina
Stieg Larsson
Uomini che odiano le donne
Tradotto da Carmen Giorgetti Cima
Marsilio 2008
10 righe da pagina 337:

"Mi sono innamorata di te, l'inverno scorso. Non era nelle intenzioni, ma è successo. E all'improvviso mi sono resa conto che tu sei qui solo temporaneamente e un giorno te ne andrai in maniera definitiva, mentre io rimarrò qui per il resto della mia vita. Mi ha fatto talmente male che ho deciso che non ti avrei accolto di nuovo quando fossi uscito di prigione."
"Mi dispiace."
"Non è colpa tua."
Seguì un attimo di silenzio.
"Quando te ne sei andato stasera, mo sono seduta a piangere. Vorrei poter avere la possibilità di rivivere daccapo la mia vita. Poi ho deciso una cosa."
"E sarebbe?"
"Che dovrei essere completamente pazza a smettere di incontrarti solo perché un giorno te ne andrai via di qui. Mikael, possiamo ricominciare? Puoi dimenticare ciò che è successo qualche ora fa?"

inviato il 18/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

Una lettura che t'imprigiona e ti affascina allo stesso tempo, peccato che non sia più tra noi per scriverne altri:( !!!!

Li ho letti tutti d'un fiato 'sti libri!

L'estate del cane nero

immagine copertina
Francesco Carofiglio
L'estate del cane nero
Marsilio 2008
10 righe da pagina 204:

Da quando scrivo è così. Chiudo le porte del mondo e ne apro altre.
Scrivo al buio, da sempre, mai di mattina. O meglio, se scrivo di mattina lo faccio con le finestre e le persiane chiuse. Mi sembra che questa sia l'unica condizione, per concentrarmi e per aprire quel varco che mette in comunicazione con un mondo parallelo, lontano da quello presente, distante, luminoso.
Ho iniziato a scrivere molto presto, quando andavo ancora a scuola. Racconti avventurosi che pescavano a mani piene nelle storie di Mompracem oppure nei risvolti misteriosi dei romanzi di Conan Doyle, Edgar Allan Poe e Maupassant.
Da ragazzo leggevo moltissimo e assorbivo tutto come una spugna, avida, per poi restituire con altrettanta generosità.

inviato il 20/07/2011
Nei segnalibri di:

L'ultimo distretto

immagine copertina
Patricia Cornwell
L'ultimo distretto
Tradotto da Annamaria Biavasco
Arnoldo Mondadori 2002
10 righe da pagina 50:

La paura è un’emozione affascinante. L’ho studiata tutta la mia vita e spesso dico alla gente che per capire come funziona basta pensare alla reazione dell’automobilista al quale avete tagliato la strada rischiando un incidente. Il panico si trasforma subito in rabbia: suona il clacson e vi fa un gestaccio, quando addirittura non tira fuori la pistola e spara. Io seguo la stessa identica progressione e passo dalla paura alla collera. “Non ho guardato la tivù né letto i giornali. L’ho fatto apposta. Perciò forse non capisco che rilievo potrà avere questa faccenda” rispondo. “Di certo non mi va che sia stato dato tanto rilievo ai fatti miei.”

inviato il 20/07/2011
Nei segnalibri di:

GIOCO - Riga 10

immagine copertina
Patti Puggioni - Cristina Fanni
GIOCO - Riga 10
Giochi 10 righe 2011
10 righe da pagina 10:

Prendi un libro, quello che vuoi, il tuo preferito, uno che devi ancora leggere, il primo su cui posi lo sguardo e... aprilo a pagina 10... CERCA la frase numero 10 e SCRIVILA sotto come commento. Aggiungi anche il titolo del libro e il nome dell'autore.
(24 luglio) Da questo momento in poi, le frasi troppo lunghe verranno cancellate.
Dovete scrivere solo la RIGA n. 10.
Per le frasi più lunghe (10 righe) c'è l'area apposita
http://scrivi.10righedailibri.it/
Se nel libro la pagina 10 è bianca scegliete un altro libro.
:)

inviato il 22/05/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

E la complicazione rende inquieti.
GUSTAVO ZAGREBELSKY
SENZA ADULTI
GIULIO EINAUDI 2018

Ricordo esattamente quel giorno. A quell'epoca.
(Volevo Tacere di Sándor Márai)

Romanzo - un grosso quaderno a righe, riempito.
(Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa)

...scompare tra le vecchie ceppaie sfatte, tra l'erba alta... - NEVE, CANE, PIEDE Claudio Morandini

"Interessante", pensai, al mondo c'è gente che ama dispensare il buongiorno. (703 ragioni per dire di si, F.L. Koraline)

il ragazzo che condivideva con l'autore la capacità di ascoltare (nel barile delle mele, e non solo) (La vera storia del pirata Long John Silver, Bjorn Larsson)

Voglio dire,devo essere morta per forza e gli angeli devono avere avuto compassione di me perchè la testa scura e riccioluta che mi pare di intravedere è così ben proporzionata e così attraente da essere quella di un angelo.(un imprevisto chiamato amore-Anna Premoli)

L'euforia del pesce palla. (Ai confini del gusto - Luis Devin)

Forse dietro il colle Vecchio, o dietro ancora, ma di tanti e tanti metri e tantissimi passi di un uomo (Marta La Sarta di Valentina Di Cesare)

teoria irregolare di casette grigie e fabbricati color polvere
Nonchiedere perchè - Franco Di Mare

Il maestro e Margherita

immagine copertina
Michail Bulgakov
Il maestro e Margherita
Tradotto da Milly De Monticelli
Bur 2003
10 righe da pagina 184:

L'amore ci aveva sorpreso inatteso e violento come un assassino che sbuchi fuori d'improvviso, e ci aveva pugnalato entrambi. Così colpisce il fulmine, così colpisce la lama finnica. Del resto, lei sosteneva in seguito che non avvenne così, che noi ci amavamo sicuramente da sempre, senza saperlo, senza esserci mai visti.
Già, l'amore ci aveva pugnalati di colpo.Parlavamo come se ci fossimo separati la sera prima, come se ci conoscessimo da anni. Ci accordammo di ritrovarci il giorno dopo ancora lì sul lungofiume. Ci incontrammo. Il sole di maggio ci illuminava. E ben presto questa donna diventò la mia donna segreta.
Veniva da me ogni giorno, nel primo pomeriggio, ma io cominciavo ad aspettarla fin dal mattino. Per vincere l'attesa non facevo che spostare gli oggetti sul tavolo. Poi mi sedevo vicino alla piccola finestra e cominciavo a mettermi in ascolto, per sentire il rumore del vecchio cancelletto. Ed era strano, fino al momento del nostro incontro ben poca gente entrava nel piccolo giardino, anzi, non entrava nessuno, ma allora mi pareva che tutta la città si dirigesse lì.

inviato il 27/06/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Giada , quella facccina , il cappellino, gli omini neri ...Quanta gioia da un bel libro, è così?

Alla faccia..." quasi umbra... te semper sequi".

aggiunto segnalibro

Per tutti i segnalibranti con l'omino nero: inserite un'immagine che vi rappresenti. ;)

L'eleganza del riccio

immagine copertina
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio
Tradotto da Emanuelle Caillat e Cinzia Poli
Edizioni e/o (collana Dal mondo) 2007
10 righe da pagina 39:

Nella nostra società essere povera, brutta e per giunta intelligente condanna a percorsi cupi e disillusi a cui è meglio abituarsi quanto prima. Alla bellezza si perdona tutto, persino la volgarità. E l'intelligenza non sembra più una giusta compensazione delle cose, una sorta di riequilibrio che la natura offre ai figli meno privilegiati, ma solo un superfluo gingillo che aumenta il valore del gioiello. La bruttezza, invece, di per sé è sempre colpevole, e io ero già votata a quel tragico destino, reso ancora più doloroso se si pensa che non ero affatto stupida.

inviato il 14/12/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Uno dei libri che amo di più.........ecco come ne ho parlato io: http://lamiadolcebambina.blogspot.it/2012/03/la-settimana-delle-parole.html

Ho letto il libro passatomi da una mia carinissima amica e devo dire che leggendolo ho avuto la percezione di aver già vissuto paradossalmente alcune situazioni citate nel libro, poichè mia madre lavorò come portinaia diversi anni in uno stabile dìepoca. l'autore ha interpretato a meraviglia i sentimenti di ognuno dei protagonisti con ilarità, fermezza, coesione, semplicità, affiancando senza alcun privilegio ignoranza e cultura delle parti. Un vero capolavoro!!!

La figura della portinaia é straordinaria: potrebbe aiutare ad abbattere gli stereotipi moderni, che, nonostante tutto, resistono!

Bella l'interpretazione del gatto visto come un totem moderno!

Non capisco perché sia inimmaginabile che una portinaia legga! Tutti possono avere questa grande gioia: viva la lettura!

Visto il grande successo di questo romanzo...vi scrivo l'incipit (che ho preso da Wikiquote e mi auguro che sia uguale al libro che in questo momento non ho con me):
"Marx cambia completamente la mia visione del mondo" mi ha dichiarato questa mattina il giovane Pallières che di solito non mi rivolge nemmeno la parola.
Antoine Pallières, prospero erede di un'antica dinastia industriale, è il figlio di uno dei miei otto datori di lavoro. Ultimo ruttino dell'alta borghesia degli affari – la quale si riproduce unicamente per singulti decorosi e senza vizi –, era tuttavia raggiante per la sua scoperta e me la narrava di riflesso, senza sognarsi neppure che io potessi capirci qualche cosa. Che cosa possono capirci le masse lavoratrici dell'opera di Marx? La lettura è ardua, la lingua forbita, la prosa raffinata, la tesi complessa.
A questo punto, per poco non mi tradisco stupidamente. "Dovrebbe leggere L'ideologia tedesca" gli dico a quel cretino in montgomery verde bottiglia. Per capire Marx, e per capire perché ha torto, bisogna leggere L'ideologia tedesca. È lo zoccolo antropologico sul quale si erigeranno tutte le esortazioni per un mondo migliore e sul quale è imperniata una certezza capitale: gli uomini, che si dannano dietro ai desideri, dovrebbero attenersi invece ai proprio bisogni. In un mondo in cui la hybris del desiderio verrà imbavagliata potrà nascere un'organizzazione sociale nuova, purificata dalle lotte, dalle oppressioni e dalle gerarchie deleterie.
"Chi semina desiderio raccoglie oppressione" sono sul punto di mormorare, come se mi ascoltasse solo il mio gatto. Ma Antoine Pallières, a cui un ripugnante aborto di baffi non conferisce invece niente di felino, mi guarda, confuso dalle mie strane parole. Come sempre, mi salva l'incapacità del genere umano di credere ciò che manda in frantumi gli schemi di abitudini mentali meschine. Una portinaia non legge L'ideologia tedesca e di conseguenza non sarebbe affatto in grado di citare l'undicesima tesi su Feuerbach. Per giunta, una portinaia che legge Marx ha necessariamente mire sovversive ed è venduta a un diavolo chiamato sindacato. Che possa leggerlo per elevare il proprio spirito, poi, è un'assurdità che nessun borghese può concepire.
"Mi saluti tanto la sua mamma" borbotto chiudendogli la porta in faccia e sperando che la disfonia delle due frasi venga coperta dalla forza di pregiudizi millenari".

W l'intelligenza che ti spinge a leggere!

Libro che si fa leggere d'un fiato!

La storia é molto bella, i personaggi aprticoalri!

Libro straordinario, che ho amato e che voglio rileggere!

'a livella poesie napoletane

immagine copertina
ANTONIO DE CURTIS
'a livella poesie napoletane
Fausto Fiorentino editrice 1988
10 righe da pagina 12:

"QUI DORME IN PACE IL NOBILE MARCHESE SIGNORE DI ROVIGO E DI BELLUNO ARDIMENTOSO EROE DI MILLE IMPRESE MORTO L'11 MAGGIO DEL '31". 'O stemma cu 'a curona 'ncoppa a tutto... sotto 'na croce fatta 'e lampadine; tre mazze 'e rose cu 'na lista 'e lutto: cannele, cannelotte e sei lumine. Proprio azzeccata 'a tomba 'e stu signore nce steva 'n'ata tomba piccerella, abbandunata, senza manco un fiore; pe' segno, sulamente 'na crucella. E ncoppa 'a croce appena se liggeva: "ESPOSITO GENNARO NETTURBINO" Guardannola, che ppena me faceva stu muorto senza manco nu lumino! Questa è la vita! 'Ncapo a me penzavo... chi ha avuto tanto e chi nun ave niente! Stu povero maronna s'aspettava ca pure all'atu munno era pezzente?

inviato il 08/12/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Proprio così! E' utilissima per la vita! Altro che andar a farsi leggere la mano!

La grande smorfia napoletana, uno spaccato di vita che fa sorridere e riflettere insieme, comunque e sempre!!!

Un'unica livella per mettere tutti sullo stesso piano!!!

Il pezzo che preferisco è questo:" Proprio azzeccata 'a tomba 'e stu signore nce steva 'n'ata tomba piccerella, abbandunata, senza manco un fiore". Mi fa sorridere, mi dà allegria....

La tomba di un ricco signore si sente umiliata dalla vicinanza di una tomba povera: veramente la morte uguaglia tutti!"

Anche il vernacolo é efficace ad esprimere oncetti universali!

Quanta ironia!

Leggerlo, per abbassare le proprie ambizioni!

Totò ha detto grandi verità!

La morte rende tutti uguali e il grande Antonio de Curtis l'ha espresso in modo straordinario!

La vita segreta dei maschi

immagine copertina
Cristina de Brand
La vita segreta dei maschi
Alberto Castelvecchi 2010
10 righe da pagina 211:

Tengo gli occhi chiusi e fantastico di fare sesso con un bel figo, quando il grasso Rospo calvo che mi sta sopra mi strappa dalla mia fantasia per riportarmi bruscamente alla realtà:" Dai, puttana, godi!". Per un attimo credo di aver frainteso, ma poco dopo:" Godi, bella troia!". A fatica resisto alla tentazione di spingerlo via, rivestirmi e andarmene sbattendo la porta. Non sono tanto le frasi a scandalizzarmi quanto la mancanza di sensibilità nell'usarle in quella situazione.
Qui potete leggere le prime 37 pagine del libro
http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/vita-segreta-dei-maschi

inviato il 16/02/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Si rilegge volentieri, è un libro che non stufa mai!

é una storia che ti prende all´improvisso e ti fa riflettere !!! complimenti !!!

Ho letto queste tue righe con attenzione nel scoprire un libro nuovo e dal contenuto davvero eccentrico nei modi e nella forma, credo che la curiosità mi porterà a scroprirne di più sul contenuto, grazie per averlo postato;O)

anche io aspetto con ansia il prossimo.questo libro mi è piaciuto. è stata descrittiva ma non volgare, molto spiritosa. un argomento difficile da trattare con tatto ed eleganza e rimanere sincera. mi è piaciuto veramente. brava cristina.al prossimo e a presto.mary

Questo libro é strano, ma incuriosisce!

Sto scprendo adesso questo libro, grazie!

Sono stracontento di aver letto questo libro. è scritto con molta classe e ,nonostante l'argomento non proprio facilissimo da trattare, con molta ironia.

Divertentissimo!!! Il mio capitolo
preferito: lo schiavo :) buona lettura a tutti!!!

Siete tutti molto felici di averlo letto a quanto pare, e io sono felice che queste 10 righe abbiano dato modo a molti di voi di conoscere e apprezzare questo libro di Cristina de Brand, sperando che ci dia la possibilità di leggere anche il prossimo, che aspettiamo con ansia, soprattutto io che devo pubblicare le 10righe...

Bellissimo, grazie per il consiglio.

Rivelazioni Inquietanti

immagine copertina
Rossana Fanny Uva
Rivelazioni Inquietanti
La Riflessione
10 righe da pagina 10:

Ero lì, anche se dentro mi chiedevo ancora che cosa ci facessi. Mi sentivo a disagio e
felice allo stesso tempo e cercavo di arginare i pensieri per condurli in quel vortice di
emozioni che mi attraversavano come un fiume in piena.
Dalla buonanotte in poi tutti i miei sensi confluirono in un unico pensiero: desideravo
che lei mi conducesse in quel gioco di seduzione che, fino a quel momento era stato
solo di qualcun altro.
Sissy era lì, al mio fianco, potevo sentire i suoi respiri. Si girava nel letto
ansiosamente, come qualcuno che faceva fatica ad addormentarsi. Poi fortunatamente
il sonno seguì il suo corso, lasciando ai sogni, lusinghiere prospettive.
«Buongiorno! Notte agitata? Ovviamente scherzo! Dormito bene?»

inviato il 18/07/2011
Nei segnalibri di:

Orgoglio e pregiudizio

Orgoglio e pregiudizio 7 years 13 settimane fa

un omaggio alla pura letteratura: straordianario!!!

Uomini che odiano le donne

Uomini che odiano le donne 7 years 13 settimane fa

Una lettura che t'imprigiona e ti affascina allo stesso tempo, peccato che non sia più tra noi per scriverne altri:( !!!!

L'amante

L'amante 7 years 14 settimane fa

Un classico che mai tramonterà...quando di mezzo c'è ancora un'amante a far vacillare ogni verità!!!

GIOCO - Riga 10

GIOCO - Riga 10 7 years 14 settimane fa

Guarda che non temo le tue invasioni di campo, puoi dormire tranquilla!» da "Rivelazioni Inquietanti" - Rossana Fanny Uva -La Rflessione

'a livella poesie napoletane

'a livella poesie napoletane 7 years 14 settimane fa

La grande smorfia napoletana, uno spaccato di vita che fa sorridere e riflettere insieme, comunque e sempre!!!

La vita segreta dei maschi

La vita segreta dei maschi 7 years 14 settimane fa

Ho letto queste tue righe con attenzione nel scoprire un libro nuovo e dal contenuto davvero eccentrico nei modi e nella forma, credo che la curiosità mi porterà a scroprirne di più sul contenuto, grazie per averlo postato;O)

L'eleganza del riccio

L'eleganza del riccio 7 years 14 settimane fa

Ho letto il libro passatomi da una mia carinissima amica e devo dire che leggendolo ho avuto la percezione di aver già vissuto paradossalmente alcune situazioni citate nel libro, poichè mia madre lavorò come portinaia diversi anni in uno stabile dìepoca. l'autore ha interpretato a meraviglia i sentimenti di ognuno dei protagonisti con ilarità, fermezza, coesione, semplicità, affiancando senza alcun privilegio ignoranza e cultura delle parti. Un vero capolavoro!!!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy