Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di biancogiusy

Madame Bovary

immagine copertina
Gustave Flaubert
Madame Bovary
Tradotto da O. Cecchi
Newton Compton 2014
10 righe da pagina 6:

La sera di ogni giovedì, Charles scriveva una lunga lettera alla madre, con l’inchiostro rosso e la chiudeva con tre suggelli; poi ripassava storia o leggeva un vecchio libro, l’Anacarsi, che girava nell’aula di studio. Durante la passeggiata, conversava con il domestico, proveniente come lui dalla campagna. Continuando ad applicarsi con impegno, si mantenne sempre in una posizione intermedia fra i primi e gli ultimi della classe: una volta meritò anche un premio di storia naturale. Ma, alla fine della terza, i genitori lo ritirarono dal collegio per fargli studiare medicina, convinti che il ragazzo avrebbe saputo badare a se stesso fino al conseguimento del diploma di maturità.

inviato il 19/01/2018
Nei segnalibri di:

L’ ULTIMO DONO. Diari 1984-1989

immagine copertina
Márai Sándor
L’ ULTIMO DONO. Diari 1984-1989
Tradotto da M. D'Alessandro
Adelphi (collana Biblioteca Adelphi) 2009
10 righe da pagina 41:

Mentre spengo la lampada: Babits. «Non è il cantore a generare il canto è il canto a generare il suo cantore». E proprio vero. Ricordo i momenti in cui quel che avevo da dire si metteva a sprizzare scintille.
Poi tutto cambiò da un giorno all’altro, il modo di vita, il ritmo di vita; la quotidianità e il lavoro procedevano contemporaneamente…
Nulla di ciò esiste più.

inviato il 06/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao biancogiusy sei nella finale settimanale di novembre. :-)
Ricordati di scegliere 10righe che più ti piacciono da oggi 9 novembre a domenica 15 novembre.

Canne al vento

immagine copertina
Grazia Deledda
Canne al vento
Mondadori oscar classici moderni 2011
10 righe da pagina 198:

Era un pomeriggio freddo e sulla vallata dell'Isalle battuta dal vento di tramontana, con Monte Albo giú in fondo fra le nuvole come una nave incagliata in un mare burrascoso, pareva dominasse ancora l'inverno. Efix seguiva una fila di paesane avvolte nelle loro tuniche grevi, e col vento che gli batteva sul petto sentiva qualche cosa di nuovo, di forte, penetrargli nel cuore. La gente camminava triste ma tranquilla, come in processione, avviata non a un luogo di festa ma di preghiera:
anche una fisarmonica lontana ripeteva il motivo religioso delle laudi sacre, ed egli sentiva che la sua penitenza era cominciata.

inviato il 19/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

“partecipo a Maturarighe 2014 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014 "

Una vita

immagine copertina
Italo Svevo
Una vita
Tascabili Bompiani 2001
10 righe da pagina 354:

Alla sera, in un istante di pace dopo una giornata di
terribili sofferenze, ella gli chiese:
"Hai scritto alla tua amorosa? Non negarlo, perché sarebbe male che così non fosse". Ma negli occhi semispenti le passò un lampo di gelosia. Egli non negò. Conoscendosi uomo dai rimpianti amari e dai rimorsi, s'era dato cura in tutti quei giorni di portarsi in modo da non avere a rimproverarsi né una parola né un cenno brusco verso la moribonda. Bisognava dunque dimostrarsi confidente, toglierla alla curiosità e non dirle bugie perché sarebbe potuto dolergli anche di quelle. Non le disse l'intera verità per riguardo al segreto altrui o almeno così si scusò con se stesso. Le raccontò che amava una fanciulla, ma che l'aveva scoperta tanto civetta e leggera che voleva togliersela dal cuore,ciò che gli doveva riuscire facilmente del resto.

inviato il 23/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Staff e Grazie Sweets grazie di cuore, mando l'email :-)

Complimenti Giusi !!!
Le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione e per questo ti aggiudichi il libro incentivo!
Invia il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it
sweets

Partecipo a Maturarighe 2013” + link
http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2013

i floods un mare di guai

immagine copertina
Colin Thompson
i floods un mare di guai
Tradotto da Serena Brugnolo
LANTANA 2013
10 righe da pagina 127:

Al luna park, la giostra preferita di Betty sono le montagne russe. Più alte sono, più ripida è la discesa, meglio è. ma anche la corsa più spericolata del mondo diventa più divertente con l'aiuto di un pò di magia. (...) Aspettarono che si liberassero i sedili davanti, nella loro macchinina. Di solito il giro sulla pista è unico, e dura cinque minuti e mezzo(...)Durante l'ultimo incredibile circuito, le macchinine si staccarono completamente dai binari e si alzarono in volo nel cielo. Girarono in cerchio attorno a sette nuvole, poi si fermarono, aspettarono un secondo, e tornarono sibilando verso il luna parc, andando così forte da rompere la barriera del suono. alla fine, fecero un altro giro sui binari, poi si fermarono dolcemente in fondo al circuito.

inviato il 20/05/2013
Nei segnalibri di:

i floods un mare di guai

immagine copertina
Colin Thompson
i floods un mare di guai
Tradotto da Serena Brugnolo
Lantana 2012
10 righe da pagina 151:

Anche se Valla amava molto la sua famiglia, era una persona di natura solitaria. Sognava, un giorno, di incontrare la ragazza giusta, innamorarsi e sposarla. Capiva che, essendo il figlio maggiore, era sua responsabilità portare avanti il nome dei Floods ma, per il momento, era felice di stare in compagnia degli amici e di misteriose creature notturne, presenze oscure molto eccitanti ma non donne da sposare, né da presentare ai genitori.

inviato il 02/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Giusy, abbiamo inviato i tuoi ringrazimenti via mail a Lantana Editore :)

Grazie alla casa Editrice lanatana per il libro incentivo. Un grazie speciale a tutto lo Staff 10 righe per il libro incentivo :-)

I racconti delle fate

immagine copertina
Charles Perrault
I racconti delle fate
Tradotto da Federico Verdinois
Società Editrice Partenopea 2008
10 righe da pagina 60:

C'era una volta un povero vecchio, che avea gli occhi appannati, duro l'orecchio e deboli le ginocchia. A tavola reggeva a mala pena il cucchiaio; versava il brodo sulla tovaglia, e qualche volta anche se lo facea colar dalla bocca. La moglie del figlio, e il figlio stesso, n'erano a tal segno nauseati che lo relegarono dietro la stufa, dove gli davano da mangiare una misera pietanza in una vecchia scodella di creta. Spesso spesso il vecchio avea le lagrime agli occhi e guardava malinconico verso la tavola. Un giorno, dalle mani tremolanti gli cadde la scodella e si ruppe.La giovane andò in bestia e lo sgridò, nè il pover'uomo osò fiatare, contentandosi di abbassar la testa. Gli fu comprata per due soldi una scodella di legno, e in questa gli si serviva il pasto. Pochi giorni dopo,il figlio e la nuora videro il loro bambino, che aveva solo quattro anni,occupato a raccogliere delle assicelle per terra.Che fai? gli domandò il babbo. "Voglio fare una tinozza", rispose il piccino, "per dar da mangiare a te e alla mamma, quando sarete vecchi".

inviato il 26/02/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

complimenti Giusy le tue righe sono state scelte dalla redazione come le migliori della settimana.
ci devi far avere un recapito a cui far arrivare il libro che hai vinto
libroincentivo@10righedailibri.it

A tutti I Nonni anche per coloro che non ci sono più...

Marito e moglie si guardarono un momento in silenzio, poi si misero a piangere, ripresero il vecchio a tavola, e d'allora in poi lo fecero sempre mangiar con loro, senza mai più sgridarlo.

Gerusalemme conquistata

immagine copertina
Torquato Tasso
Gerusalemme conquistata
Laterza 2006
10 righe da pagina 160:

Ei sembra nato a piú sublime impero,
cosí di guerra sa gli ordini e l'arti.
Non so se miglior duce o cavaliero
del gemino valor tutte ha le parti:
né fra turba sí grande uom piú guerriero
o piú saggio, o miglior saprei mostrarti.
Tal risuona di lui publica voce;
ma che giova lodar chi tanto nòce?

inviato il 22/02/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Sweets Dreems grazie sono molto contenta grazie :-)

Ciao giusy! Ho scelto le tue 10righe, vinci dunque un libro incentivo...complimenti!

Partecipo a 10 righe al Parlamento http://scrivi.10righedailibri.it/10-righe-al-parlamento

La vita in Palermo cento e più anni fa.

immagine copertina
Giuseppe Pitrè
La vita in Palermo cento e più anni fa.
G. Barbera Editore 2011
10 righe da pagina 8:

Si apriva il ciclo delle feste sacre e profane
dell'anno.Tra le ridde della tubiana e le ebbrezze dei ridotti, tra lo scompiglio dei carri e le misurate movenze del Mastro di campo, correva sbrigliato, frenetico, il Carnevale. Un paio di tamburini, qualche piffero, uno, due uomini che battevan le castagnette, raccoglievano intorno a loro una folla disordinata di maschere popolari: re, regine, caprai, pulcinelli, orsi, mastini, inglesi ubbriachi, dottori e baroni imparruccati, turchi neri come pece, vecchie armate di fusi e di conocchie.Al ripicchiar degli strumenti i sonatori eccitavano a balli paesani, a salti mortali, a corse sfrenate ed a smorfie e sdilinquimenti.

inviato il 10/02/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #15: Carnevale in 10 righe + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-n-15-carnevale-10-righe

Ebano

immagine copertina
Ryszard Kapuściński
Ebano
Tradotto da VERA VERDIANI
Feltrinelli 2002
10 righe da pagina 145:

La vacca era la misura di ogni cosa: ricchezza, prestigio, potere. Più vacche si possedevano e più si era ricchi, più ricchi si era e più potere si aveva. Il maggior numero di vacche le possedeva il re e le sue mandrie erano circondate da una protezione speciale. Durante la festa nazionale annuale i clou dei cortei era la sfilata delle vacche davanti alla tribuna reale: un milione di capi che scorrevano per ore e ore davanti al sovrano, alzando nembi di polvere che poi aleggiavano a lungo sul reame. Il volume di quelle nubi testimoniava il benessere della monarchia, e la cerimonia veniva ripetutamente cantata nell'enfatica poesia tutsi. "il tutsi?" ho sentito spesso dire in Ruanda. "il tutsi se ne sta seduto sulla soglia della capanna e guarda le sue mandrie pascolare sul fianco della montagna, gonfio d'orgoglio di felicità".

inviato il 10/02/2013
Nei segnalibri di:

Allah, san Gennaro e i tre kamikaze

immagine copertina
Pino Imperatore
Allah, san Gennaro e i tre kamikaze
Mondadori 2017
10 righe da pagina 33:

Fra il Palazzo Reale e il colonnato della basilica di San Francesco di Paola dei ragazzini avevano tracciato col gesso, sul selciato, il perimetro di un campetto di calcio, ed erano impegnati in una vivace partita.
Proprio sotto il naso di Feisal, uno dei baby giocatori [...] rotolò per terra a causa di uno sgambetto, e i suoi compagni di squadra reclamarono il calcio di rigore.
La parte avversa rispose con un «Non esiste proprio!», e Feisal fu chiamato a testimoniare: «'O zi', voi stavate qua e avete visto tutto; per voi è rigore o non è rigore?».
«Per me è rigore» opinò Feisal.
Con aria spocchiosa, lo sgambettato si impadronì del pallone, lo sistemò su un illusorio dischetto, attese che il portiere si piazzasse fra pali ipotetici, prese la rincorsa e sparò un tiraccio spaziale. La sfera si impennò e finì su un balcone del Palazzo Salerno.
Gli avversari esultarono e si fecero beffe del rigorista e di Feisal gridando parolacce a dir poco pittoresche e mostrando il dito medio.
Feisal si allontanò sorridendo.
«Non avrei mai il coraggio di uccidere i bambini di Napoli» pensò.

inviato il 19/01/2018
Nei segnalibri di:

Il posto delle fragole

immagine copertina
Ingmar Bergman
Il posto delle fragole
Tradotto da Renato Zatti
Iperborea 2004
10 righe da pagina 9:

Niente è più azzardato che giudicare gli altri. È molto facile rendersi colpevoli di errori, sotto o sopravvalutazioni, sì, perfino di sorprendenti menzogne. Piuttosto che incorrere in simili sciocchezze preferisco tacere. Con la diretta conseguenza che ho finito in pratica per ritirarmi spontaneamente dalla cosiddetta vita sociale, visto che la maggior parte dei nostri rapporti con gli altri esseri umani consiste nel discutere e giudicare il comportamento del prossimo. E così sono rimasto un po' solo nella mia vecchiaia. Lo dico senza rammarico, è una semplice constatazione. Non chiedo nient'altro alla vita che di essere lasciato in pace e di avere la possibilità di dedicarmi ai pochi interessi che ancora mi danno uno stimolo, per quanto superficiale.

inviato il 19/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

E' una sensazione che sento forte anche io, ultimamente.

Ernst Ingmar Bergman (Uppsala, 14 luglio 1918 – Fårö, 30 luglio 2007).

La gente

immagine copertina
Leonardo Bianchi
La gente
Minimum Fax Saggistica 2017

Lo stesso "populismo" si sarebbe tramutato in "gentismo", cioè nel "trionfo dell'indistinto", dell'omogeneo sempre mutevole, del "senza radici". In più, si sarebbe affermato "il regno della moltitudine, frutto della globalizzazione (o mondializzazione) che fa implodere le masse, affossa le appartenenze, deterritorializza, produce sradicamento e spaesamento". In pratica, chiosa Bongiovanni, "l'ultimo arrivato tra i populismi, [...] sarebbe così un populismo senza popolo. Un populismo forse perfetto".

inviato il 19/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

PAGINA 10

Scrivi nei commenti il numero di pagina.

Grazie.

Nato nel 1986, purtroppo non ho trovato la data...
giornalista e blogger, è news editor di VICE Italia. Ha collaborato, tra gli altri, con Valigia Blu e Internazionale. Dal 2008 scrive di politica, attualità e cultura anche sul suo blog satirico La Privata Repubblica.

Tutto si muove intorno a me

immagine copertina
Dany Laferrière
Tutto si muove intorno a me
Tradotto da Giuseppe Girimonti Greco e Francesca Scala
66THAND2ND (COLLANA BAZAR) 2015
10 righe da pagina 72:

In questo paese si va in ospedale solo quando il dolore diventa davvero insopportabile. Altrimenti ti consideri sano come un pesce. Se non puoi comprarti le medicine, tanto vale che eviti di ammalarti. E così passi direttamente dalla salute al decesso. La malattia è un lusso che non ti puoi permettere, se non hai i mezzi. E quindi muori senza essere mai stato malato. Di morte improvvisa. Siccome una morte del genere non ha una spiegazione scientifica, risulta misteriosa. Ora finalmente abbiamo un colpevole: il terremoto.

inviato il 04/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Dany Laferrière (Port-au-Prince, 13 aprile 1953)

L'amante

immagine copertina
Marguerite Duras
L'amante
Tradotto da L. Prato Caruso
Feltrinelli 2015
10 righe da pagina 51:

Il rumore della città è vicino, si strofina contro il legno delle persiane. Sembra che la gente attraversi la stanza. Accarezzo il suo corpo in quel rumore, in quel via vai. Il mare: l'immensità che si accavalla, si allontana, ritorna.
Gli avevo chiesto di farlo ancora e ancora. Di farmi così. L'aveva fatto, l'aveva fatto nella vischiosità del sangue. Ed era stato proprio come morire. È stato come morirne.
Ha acceso una sigaretta, me l’ha data e ha parlato, sottovoce, contro la mia bocca.
Anch’io gli ho parlato sottovoce.
Poiché lui non sa farlo, lo dico io per lui, al posto suo; poiché non sa di avere un’eleganza suprema, lo dico io per lui.

inviato il 04/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, vi ho mandato una mail con i dati :) Buon anno!!!

Ciao Francesca, per >Te un libro incentivo come finalista settimanale del mese di dicembre. invia i tuoi dati a: libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie, Staff :)

Ciao Francesca, sei nella finale settimanale del mese di dicembre.

In ogni caso, le righe sono tratte dall'ed. in brossura del 2015, traduzione di L. Prato Caruso.

Ero indecisa se caricare 10righe da L'amante o da Il danno.. Il risultato è questo strano ibrido - stile La mosca - di cui mi sono accorta solo ora! Staff.. Chiedo lumi per rimediare

Signorina Cuorinfranti

immagine copertina
Nathanael West
Signorina Cuorinfranti
Tradotto da Riccardo Duranti
minimum fax 2011
10 righe da pagina 88:

Una pigra pioggia primaverile stava trasformando il catrame polveroso delle terrazze in lucide distese di pelle verniciata. L'acqua rendeva tutto scivoloso e lui non riuscì a trovare alcun appiglio né per gli occhi né per i pensieri.
Tornò a fissare la scrivania e tirò fuori una voluminosa lettera da una busta sudicia. Si mise a leggerla per lo stesso motivo per cui un animale si accanisce contro la propria zampa ferita: per far male al dolore.

inviato il 26/12/2017
Nei segnalibri di:

La porta senza porta

immagine copertina
Mumon
La porta senza porta
Tradotto da Adriana Motti
Adelphi 1980
10 righe da pagina 28:

Un monaco disse a Joshu: "Sono nuovo del monastero. Ti prego di insegnarmi".
Joshu domandò: "Hai mangiato la tua zuppa di riso?".
Il monaco rispose: "L'ho mangiata".
Joshu disse: "Allora faresti bene a lavare la tua ciotola".
In quel momento il monaco fu illuminato.

inviato il 26/07/2016
Nei segnalibri di:

Poesie e prose

immagine copertina
Giacomo Leopardi
Poesie e prose
Hoepli 1972
10 righe da pagina 43:

Stette sospesa e pensierosa in atto
la bellissima donna; e fiso il guardo,
di mille vezzi sfavillante, in quello
tenea dell'infelice, ove l'estrema
lacrima rilucea. Né dielle il core
di sprezzar la dimanda, e il mesto addio
rinacerbir col niego; anzi la vinse
misericordia dei ben noti ardori.
E quel volto celeste, e quella bocca,
già tanto desiata, e per molt'anni
argomento di sogno e di sospiro,
dolcemente appressando al volto afflitto
e scolorato dal mortale affanno,
più baci e più, tutta benigna e in vista
d'alta pietà, su le convulse labbra
del trepido rapito amante impresse.

inviato il 29/07/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Sono i versi 59 - 74 della poesia "Consalvo" (come numero d'ordine, diciassettesima dei "Canti").

Tanti saluti da Orazio

immagine copertina
Marcello Parsi
Tanti saluti da Orazio
Tradotto da Marcello Parsi
Kimerik (ebook) 2014
10 righe da pagina 56:

... Se il mio schiavo
dicesse: "Non rubai né son fuggito,"
risponderei: "Te ne ho ricompensato,
risparmiandoti i morsi della frusta."
"Non ho ucciso nessuno." "Appeso in croce
non darai cibo ai corvi." "Sono onesto."
Da buon sabino ti rispondo: "No!
Anche il lupo è guardingo nel fuggire
la trappola nascosta, e il falco i lacci,
e il pesce l'amo pur se camuffato.
Il vero virtuoso evita il male
per amore del bene: tu non pecchi
solo per il timore della pena.
Se avessi la speranza di sfuggirle,
daresti sfogo a tutte le tue voglie:
infatti, pure adesso, se da mille
moggi di fave me ne rubi uno,
è lieve il danno mio ma la tua colpa
è come se me li rubassi tutti."

inviato il 01/08/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Dalla XVI epistola del primo libro (ovviamente di Quinto Orazio Flacco).

La settima lettera

immagine copertina
Platone
La settima lettera
Tradotto da Andrea L. Carbone
Duepunti Edizioni 2005
10 righe da pagina 23:

Bene e male non hanno valore per chi è senz'anima; ne hanno soltanto per l'anima, sia essa unita al corpo o separata. Bisogna credere a quel che ci rivelano gli antichi discorsi sacri, che la nostra anima è immortale, subirà un giudizio e dovrà scontare pene immani quando avrà abbandonato il corpo. Dunque dobbiamo essere certi che subire grandi torti e ingiustizie è un male minore che commetterli. Chi ama le ricchezze, perché è uomo povero di spirito, non vuole ascoltare cose del genere, e quando ne sente parlare le deride, pensando di poter continuare ad arraffare in ogni modo tutto ciò che, come una bestia, intende bere o mangiare o che gli permette di soddisfare la schiavitù, priva di grazia, del piacere che ingiustamente prende il nome da Afrodite.

inviato il 11/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Marcello, sei nella finale settimanale del mese di Luglio.

18 GENNAIO

18 GENNAIO 35 settimane 3 giorni fa

Bellissima l'Agenda del 2018 mi è appena arrivata.

La madre del riso

La madre del riso 2 years 46 settimane fa

Bellissimo questo libro.

Maturarighe 2014

Maturarighe 2014 4 years 13 settimane fa

Canne al vento

Canne al vento 4 years 13 settimane fa

“partecipo a Maturarighe 2014 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014 "

Una vita

Una vita 5 years 12 settimane fa

Grazie Staff e Grazie Sweets grazie di cuore, mando l'email :-)

Una vita 5 years 13 settimane fa

Partecipo a Maturarighe 2013” + link
http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2013

Maturarighe 2013

Maturarighe 2013 5 years 13 settimane fa

Partecipo a Maturarighe 2013”
http://scrivi.10righedailibri.it/una-vita-1

i floods un mare di guai

i floods un mare di guai 5 years 25 settimane fa

Grazie alla casa Editrice lanatana per il libro incentivo. Un grazie speciale a tutto lo Staff 10 righe per il libro incentivo :-)

La casta. Così i politici italiani sono diventati intoccabili

La casta. Così i politici italiani sono diventati intoccabili 5 years 29 settimane fa

Ti ringrazio anche qui Sweets Dreems :-)

Gerusalemme conquistata

Gerusalemme conquistata 5 years 29 settimane fa

Ciao Sweets Dreems grazie sono molto contenta grazie :-)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy