Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Ann Lee

Cuore satellite

immagine copertina
Pierpaolo Mandetta
Cuore satellite
Youcanprint 2015

Quando ero bambino e dovevo già dormire, sorpresi mia madre nella delusione, intenta a lavorare a maglia con due lacrime che non mi ha mai spiegato, in un angolo di cucina illuminato a stento. Non mi aveva sentito perché avevo i piedini sul pavimento e le pantofole lasciate sotto al letto. Lei, per riparare al danno di avermi turbato nel vederla piangere senza motivo, mi insegnò come si sorride per finta, così che tutto torni a posto. Mi disse che se gli altri non sospettano un tuo dolore, allora quel dolore non esiste.

inviato il 15/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Anche questo l'ho letto in ebook e non ho la pagina, mi dispiace :(

Ciao Ann Lee, scrivi qui nei commenti il numero di pagina da dove hai tratto le tue 10righe. Grazie.

Testimone inconsapevole

immagine copertina
Gianrico Carofiglio
Testimone inconsapevole
Sellerio 2002

Prima che l'udienza cominciasse parlai con Abdou. Dovevo verificare se l'idea che mi era venuta in spiaggia aveva un senso e poteva essere sviluppata.
Poteva. Forse avevamo una possibilità in più, ma io cercai di reprimere ogni entusiasmo. Quando ti viene un'idea che sembra molto brillante, di solito poi non funziona, mi dissi. E allora ci resti male.
Sperimentato troppe volte. Sperimentato non abbastanza per rassegnarmi.

inviato il 09/09/2016
Nei segnalibri di:

Ragionevoli dubbi

immagine copertina
Gianrico Carofiglio
Ragionevoli dubbi
Seller editore Palermo 2006
10 righe da pagina 106:

"Un colore?"
"Sì, è una regola del gioco. Per potersi realizzare i desideri devono essere colorati."
Per potersi realizzare i desideri devono essere colorati. Giusto. Finalmente capivo cosa c'era di sbagliato, con i desideri che avevo espresso fino a quel momento, nella mia vita. C'era questa regola e nessun me l'aveva detta.
"Dimmi i tuoi desideri"
Di solito non sono capace di rispondere alle domande su desideri. Non sono capace e non ne ho voglia. Che poi è praticamente le stessa cosa.
Confessare, anche a se stessi, i propri desideri - quelli veri - è pericoloso. Se sono realizzabili, e spesso lo sono, dichiararli ti mette di fronte alla paura di provarci. E dunque alla tua vigliaccheria. Allora preferisci non pensarci, o pensare che hai desideri impossibili, e che è da adulti non pensare alle cose impossibili.

inviato il 22/08/2016
Nei segnalibri di:

I milanesi ammazzano al sabato

immagine copertina
Giorgio Scerbanenco
I milanesi ammazzano al sabato
Garzanti 2012

Che furore. Il pastore sardo non dice alla polizia il nome del bandito che gli ha ucciso il fratello, la vecchietta siciliana non dice il nome del mafioso, che pur ben conosce, che ha ucciso il figlio della sua più cara amica, e le puttane non dicono il nome dell'abietto individuo che le riduce nella loro tragica schiavitù. Continuassero, continuassero pure con quei loro "punti d'onore". Già da molto tempo pensava che qualche volta bisognava punire non solo i colpevoli, ma anche le loro vittime che per insensibilità morale si lasciavano torturare.

inviato il 02/06/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Scusate il ritardo :) L'ho letto da Kindle, non ho idea di che pagina sia, mi dispiace.

Numero della pagina da cui hai tratto le 10righe... Grazie!

Ma già prima di Giugno

immagine copertina
Patrizia Rinaldi
Ma già prima di Giugno
Edizioni e/o 2014

Quello che non riesco a capire davvero è come fa Giuseppina con me, come ha sempre fatt. Anche nelle mancanze non mi ha segnato a dito, non ha preteso logica sua nelle azioni mie, mi ha perdonata a prescindere anche quando andavo a sbattere contro le sue convinzioni. Il suo amore è stato uguale, paradiso in terra, respiro a bocca aperta in mezzo all'affanno. Bugiarda è stata bugiarda, ma non se n'è andata lo stesso.

inviato il 07/05/2016
Nei segnalibri di:

Una moglie a Parigi

immagine copertina
Paula McLain
Una moglie a Parigi
Tradotto da Simona Fefè
Neri Pozza 2012

All'epoca circolava una canzone intitolata "Make believe" (Fingi), la cantava Nora Bayes e probabilmente era il trattato sulle illusioni più melodioso e persuasivo che avessi mai ascoltato. Nora Bayes era bellissima, e la sua voce tremante ti diceva che sapeva parecchie cose sull'amore. Quando ti consigliava di abbandonare il dolore, la preoccupazione, e i patemi di un tempo e di sorridere - bè, ti faceva credere di averlo fatto lei per prima. Non si trattava di un consiglio ma di un ordine.

inviato il 16/04/2016
Nei segnalibri di:

Sotto il segno della pecora

immagine copertina
Haruki Murakami
Sotto il segno della pecora
Tradotto da Anna Rusconi
Longanesi 1992

"Per quanto riguarda il disegno, si tratta della copia di un originale conservato presso gli archivi medici dell'ospedale militare americano. É datato 21 luglio 1946. Fu eseguito dal Boss in persona, su richiesta dei dottori: un anello di collegamento nel processo di documentazione dei suoi stati di allucinazione. Infatti, sempre stando ai rapporti medici dell'epoca, questa pecora appariva con grande frequenza nelle sue visioni. Per dirla in cifre, era protagonista di circa l'ottanta per cento delle sue allucinazioni, o di quattro allucinazioni su cinque. E non stiamo parlando di una pecora qualsiasi, bensì di un esemplare castano con una stella sulla schiena."

inviato il 13/04/2016
Nei segnalibri di:

Pierre e Jean

immagine copertina
Guy de Maupassant
Pierre e Jean
Tradotto da Giacomo Di Belsito
Garzanti 2012

Cercava da dove gli venisse quel nervosismo, quel bisogno di muoversi senza aver voglia di niente, quel desiderio d'incontrare qualcuno, al solo scopo di contraddire, e anche quel disgusto per le persone che avrebbe potuto incontrare e per le cose che gli avrebbero potuto dire.
"Che sia per l'eredità di Jean?" si chiese.
Sì; dopo tutto, era possibile. Quando il notaio aveva portato la notizia aveva sentito il cuore battergli più forte. Cert, non sempre si può essere padroni di se stessi e si devono subire emozioni incontrollate e persistenti contro le quali è inutile lottare.

inviato il 28/03/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Ann Lee, le tue 10 righe sono nella finale di Aprile. 10 righe scelte dalla redazione

Biscotti e sospetti

immagine copertina
Stefania Bertola
Biscotti e sospetti
TEA 2015

Mattia aveva posato la caffettiera bollente sulla paglietta rotonda, aveva tirato fuori le tazze, e stava con la zuccheriera a mezz'aria, curioso si sentire finalmente a definitiva spiegazione sul mistero dell'amore.
"Dal dolore. Tu sai che l'amore è un'ape?"
"Un'ape?"
"Sì. Noi abbiamo l'ape dell'amore chiusa nel nostro cuore e addormentata. Solo quando l'ape si sveglia e ci punge, è il vero amore. Se no, sono stupidaggini, schocchezze. L'ape punge una volta soltanto e poi muore."
"E come capisci la differenza tra amori finti e amore vero?"
"Lo capisci. Se non lo sai, vuol dire che non ti ha ancora punto".

inviato il 18/03/2016
Nei segnalibri di:

Via Ripetta 155

immagine copertina
Clara Sereni
Via Ripetta 155
Giunti 2015

Già in strada, prima di entrare, ritrovai persone che nell'ultimo periodo avevo perso di vista. C'era chi stava finalmente scivolando via dal mio cuore, e non gli bastò chiedermi cosa stessi scrivendo per tornare a occuparne tutto lo spazio, comunque con Stefano lì davanti mi sentii molto a disagio. C'erano altre e altri dell'area Pci con cui avevo condiviso molte cose ma Stefano non conosceva nessuno o quasi.
Lo spettacolo cominciò, per me con molti echi di memoria, di musica e altro. Con dentro l'idea che fra "eroe" ed "errore" ci sia una differenza così minima che è sempre utile tenerla ben presente. Per Stefano era tutto nuovo, però si appassionò: al ritorno, in macchina, gli insegnai un paio delle canzoni della seconda parte, quella intitolata Altri vent'anni.

inviato il 18/03/2016
Nei segnalibri di:

I delitti di via Medina Sidonia

immagine copertina
Santo Piazzese
I delitti di via Medina Sidonia
Sellerio 2009
10 righe da pagina 26:

Lo sappiamo tutti cosa si dovrebbe fare. L'abbiamo visto e letto in milioni di film e libri del genere polizardo. Di solito, lo sbirro di turno insinua la mano nelle tasche del morto e ne tira fuori carte d'identità, scatole di cerini con numeri di telefono miracolosi scarabocchiati sopra, ricevute di deposito bagagli, o biglietti del tram usati, dai quali poi Filováns deduce che il morto ha una figliastra zoppa, incinta di un portoricano miope.

inviato il 11/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

Grazie! L'edizione che ho io è Sellerio - La Rosa dei venti. Anno di pubblicazione 2009, pag. 26.

Ciao Oliva, sei nella classifica di novembre, 10 righe scelte da Voi utenti. Ricorda di scrivere qui nei commenti, anno di pubblicazione del libro e numero di pagina. Grazie.

Uno per tutti

immagine copertina
Gaetano Savatteri
Uno per tutti
Sellerio 2015
10 righe da pagina 35:

Succede che la mamma di Gil dorme di giorno. Se noi giochiamo si alza stanca e dice:
- Bambini, fate piano, ho il turno di notte.
Il turno di notte è quando uno dorme di giorno. Un pomeriggio mi sono messo nel mio letto, con gli occhi chiusi e stretti, ma entrava tanta luce.
- Che fai? - ha chiesto mamma.
- Faccio il turno di notte.

inviato il 15/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Prima edizione: 2008.

MOBY DICK

HERMAN MELVILLE
MOBY DICK
Tradotto da Ottavio Fatica
Einaudi (collana Supercoralli) e-book
10 righe da pagina 2672:

(...) le vostre balene, per ucciderle, occorre prima avvistarle; e un giovane platonico dagli occhi infossati vi trascinerà dieci volte intorno al mondo e non ci guadagnerete una pinta. (...) E magari ce ne saranno stati di banchi all'orizzonte senonché la mescidanza cadenza dell'onde coi pensieri culla il nostro giovane svagato in un tal letargo oppiaceo di fantasticherie vacue e incoscienti che finisce per perdere l'identità, scambia l'arcano oceano ai piedi per l'immagine visibile di quell'anima profonda, azzurra, illimite che pervade umanità e natura; e ogni cosa strana, intravista, guizzante, bellissima che gli sfugga, ogni pinna d'incerta forma da lui confusamente scorta che affiori, gli sembra l'incarnazione di quei pensieri sfuggenti che senza posa sciamano attraverso l'anima.

inviato il 17/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Sono tanto felice! grazie! un abbraccio

Ciao Laura, per te un libro incentivo come finalista del mese di novembre, 10 righe scelte dalla redazione. Manda i tuoi dati all'indirizzo: libroincentivo@10righedailibri.it

Ma che bello! Grazie!

Ciao Laura T sei nella classifica di novembre, 10righe scelte dalla redazione.

Cent'anni di solitudine

immagine copertina
Gabriel Garcia Marquez
Cent'anni di solitudine
Tradotto da Enrico Cicogna
Arnoldo Mondadori Editore 1983
10 righe da pagina 224:

Per parecchio tempo Aureliano Buendia non riuscì a recuperare serenità.Tralassciò la fabbricazione dei pesciolini,mangiava a stento ,e vagava come un sonnambulo per tutta la casa ,trascinando la coperta masticando una collera sorda.in capo a tre mesi aveva i capelli grigiastri,i vecchi baffi con le punte impeciate spioventi sulle labbra pallide,ma in cambio i suoi occhi erano di nuovo le due braci che spaventarono chi lo aveva visto nascere e che in altri tempi facevano roteare le sedie solo a guardarle.Nella furia del suo tormento cercava inutilmente di provocare i presagi che avevano guidato la sua gioventù lungo sentieri di pericolo fino al desolato ermo della gloria.era perduto, smarrito in una casa estranea dove ormai nulla e nessuno suscitava la minima ombra di affetto.Una volta aprì la stanza di Melquiades,cercando le ombre del passato anteriore alla guerra,e trovò soltanto macerie,la mondezza,i mucchi di porcheria accumulati in tanti anni di abbandono.sulle copertine dei libri che nessuno ...

inviato il 31/10/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Gabriel Garcia Marquez (Gabo ) è stato uno scrittore-giornalista,saggista ,insignito del Premio Nobel per la Letteratura nel 1982.

Tra loro

Richard Ford
Tra loro
Tradotto da Vincenzo Mantovani
Narratori Feltrinelli 2017
10 righe da pagina 128:

Le vite dei nostri genitori, anche quelle avvolte dall'oscurità, sono per noi la prima, forte assicurazione che gli eventi umani contano. Noi siamo qui, dopo tutto. Il futuro è imprevedibile e pericoloso, ma le vite dei nostri genitori ci confermano e ci aiutano a distinguerci. La mia convinzione nell'irrevocabile mancanza di trascendenza della vita vissuta mi spinge sempre a pensare ai miei genitori. Nei momenti difficili, molto tempo dopo la loro morte, ho sentito spesso il più sincero e ardente desiderio di averli con me: il desiderio della loro attualità. Così, scrivere di loro, non voltare le spalle, non è solo un mezzo per esaudire il mio desiderio immaginandoli vicini, ma è anche puntare verso quell'attualità, che-ancora una volta-è il punto dove inizia la mia comprensione dell'importanza.

inviato il 03/11/2017
Nei segnalibri di:

Manuale per ragazze di successo

Paolo Cognetti
Manuale per ragazze di successo
minumum fax 2017
10 righe da pagina 43:

Voglio essere profonda come un romanzo russo, o una poetessa ebrea newyorkese nel cuore degli anni Venti. A questo dovrebbe servire uno strizzacervelli, non a spiegarmi di essere la versione di mia madre in guêpière.

inviato il 03/11/2017
Nei segnalibri di:

Quando verrai sarò quasi felice

Alberto Moravia
Quando verrai sarò quasi felice
Bompiani overlook 2016
10 righe da pagina 41:

Come ti ho già detto tante volte penso spesso a te e sento moltissimo la tua mancanza. Più di quanto non credessi. Quando verrai sarò, almeno nel primo momento, quasi felice.

inviato il 03/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Lafaith, sei nella finale del mese di ottobre, 10 righe scelte da Voi utenti.

Esercizi di memoria

immagine copertina
Andrea Camilleri
Esercizi di memoria
Rizzoli 2017
10 righe da pagina 2:

Ogni mattina alle sette, lavato, sbarbato, vestito di tutto punto mi siedo al tavolo del mio studio e scrivo. Sono un uomo molto disciplinato, un perfetto impiegato della scrittura. Forse con qualche vizio, perché mentre scrivo fumo, molto, e bevo birra. E scrivo, io scrivo sempre.
Questo è Camilleri. Poi a novant’anni arriva il buio. E così come non era terrorizzato dalla pagina bianca, combatte anche l’oscurità della cecità e inizia a dettare. La sua produzione letteraria trova nell’oralità una nuova via per raccontare le sue storie. Ma se forte era la sua disciplina prima, lo è ancora di più oggi che può contare esclusivamente sulla sua memoria. E quindi occorre tenerla in esercizio: osservare nei dettagli i ricordi, rappresentarsi nella mente le scene.

inviato il 06/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Andrea Calogero Camilleri (Porto Empedocle, 6 settembre 1925)

L'arte di correre

immagine copertina
Haruki Murakami
L'arte di correre
Tradotto da Antonietta Pastore
einaudi super et 2007
10 righe da pagina 35:

Ciò che penso, semplicemente, è che, una volta usciti dalla prima giovinezza, nella vita è necessario stabilire delle priorità. Una sorta di graduatoria che permetta di distribuire al meglio tempo ed energia. Se entro una certa età non si definisce in maniera chiara questa scala dei valori, l'esistenza finisce col perdere il suo punto focale, e di conseguenza anche le sfumature. A me non interessava avere tanti amici in carne ed ossa, privilegiavo il bisogno di condurre una vita tranquilla in cui potermi concentrare nella scrittura. Perché per me le relazioni umane veramente importanti, più che con persone specifiche, erano quelle che avrei costruito con i miei lettori. Se dopo aver posato le fondamenta della mia vita ed essermi creato un ambiente favorevole al mio lavoro, avessi scritto delle opere di un certo valore, un gran numero di persone le avrebbe accolte con gioia. E dar loro questa gioia non era forse per me, in quanto scrittore professionista, il primo dovere? Ancor oggi non ho cambiato opinione in proposito. I lettori non li posso vedere in faccia, e in un certo senso la

inviato il 07/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie.

Salve Staff! Ho scelto queste come 10 righe http://scrivi.10righedailibri.it/la-fabbrica-delle-stelle

Ciao Davide, sei nella classifica settimanale del mese di novembre. Scegli da oggi lunedi 13 a domenica 19 novembre, 10 righe che più ti piacciono riportando qui il link.

''relazione con loro è soltanto concettuale, tuttavia per me quell'invisibile relazione «concettuale» è qualcosa della massima importanza, e con questa convinzione ho vissuto finora''

Haruki Murakami (Kyoto, 12 gennaio 1949) è uno scrittore, traduttore e saggista giapponese.

Quel che resta del giorno

immagine copertina
Kazuo Hisshiguro
Quel che resta del giorno
Tradotto da Maria Antonietta Saracino
Einaudi Tascabili 1990
10 righe da pagina 200:

Mi domando che cosa sarà mai quello che state leggendo, Mr Stevens.
Nient'altro che un libro, Miss Kenton.
Questo lo vedo, Mr Stevens .Ma che tipo di libro? È questa la cosa che mi interessa.
Alzai lo sguardo e vidi Miss Kenton che avanzava verso di me. Richiusi il libro e, tenendolo stretto a me, mi alzai in piedi.
Davvero Miss Kenton, dissi, mi vedo costretto a chiedervi di rispettare la mia intimità.
Ma perché mai siete così timido a proposito di quel libro, Mr Stevens? Mi viene il sospetto che possa trattarsi di una cosa audace.
È del tutto impensabile, Miss Kenton, che qualcosa di "audace", come dite voi, possa rinvenirsi sugli scaffali di sua signoria.
Ho sentito dire che molti libri eruditi contengono i brani più audaci, ma non ho mai avuto il coraggio di guardare. Ora Mr Stevens, vi prego di consentirmi di vedere cosa state leggendo.
Miss Kenton, devo chiedervi di lasciarmi in pace. È del tutto assurdo che voi dobbiate persistere nell'inseguirmi in questo modo nel corso dei pochissimi momenti di tempo libero che posso trascorrere da solo.

inviato il 09/11/2017
Nei segnalibri di:

Cuore satellite

Cuore satellite 1 year 40 settimane fa

Anche questo l'ho letto in ebook e non ho la pagina, mi dispiace :(

I milanesi ammazzano al sabato

I milanesi ammazzano al sabato 1 year 46 settimane fa

Scusate il ritardo :) L'ho letto da Kindle, non ho idea di che pagina sia, mi dispiace.

GIOCO - Riga 10

GIOCO - Riga 10 2 years 17 settimane fa

Forse dietro il colle Vecchio, o dietro ancora, ma di tanti e tanti metri e tantissimi passi di un uomo (Marta La Sarta di Valentina Di Cesare)

The Unknown Unknown

The Unknown Unknown 2 years 49 settimane fa

You're more than welcome :)

Cuore

Cuore 5 years 36 settimane fa

Sai Elena che ho appena finito il puzzle della libreria che hai scelto per l'immagine?? ^___^

Compleanno 10 righe

Compleanno 10 righe 5 years 39 settimane fa

Buonissimo compleanno!!!

Sostiene Pereira

Sostiene Pereira 5 years 40 settimane fa

Ciao :)

Che libro abbinate?

Che libro abbinate? 5 years 40 settimane fa

1- Uomini che odiano le donne di Stieg Larsson
2- Il barone rampante di Italo Calvino
3- La vita quotidiana in Italia ai tempi del Silvio di Enrico Brizzi
4- 1984 di George Orwell

Giuoco domenicale #1: INCIPIT

Giuoco domenicale #1: INCIPIT 5 years 40 settimane fa

Middlesex

Middlesex 5 years 40 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #1: INCIPIT link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-1-incipit

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy