Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Giozzy76

Erammenti di Storie. Racconti di vita

immagine copertina
Alba Cataleta
Erammenti di Storie. Racconti di vita
Zona CONTEMPORANEA

Sono in preda a un senso di timore, pudore, soggezione, ho appunto
un sentimento d’imbarazzata ed esitante timidezza, poiché mi trovo
di fronte a una situazione che richiede un inconsueto adeguamento
psicologico. Non so come sia meglio comportarmi, sembra quasi che
non riesca a muovermi con disinvoltura e che debba inciampare da un
momento all’altro. Sono impacciata, lui invece è sempre così sicuro
di sé.
Appare una persona molto esperta e capace, e queste sue caratteristiche
mi hanno sempre attratta, facendolo apparire, ai miei occhi,
come se al mondo ci fosse sempre e solo lui come rappresentante unico
della migliore parte del genere umano.

inviato il 28/09/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Complimenti, ti sei aggiudicata il libro incentivo per le 10 righe più apprezzate della settimana! Puoi comunicarci un recapito a cui spedirlo a info@10righedailibri.it
Enrico
Staff www.10righedailibri.it

aggiungo segnalibro

il mio segnalibro per Alba che ha toccato il mio cuore con una storia ricca di sentimenti genuini e semplici difficili da raccontare perchè dolorosi e ricchi di amarezza. Frammenti di Storie non è un romanzo con la solita storia d'amore ma un libro che ti lascia il segno dentro.

Sono una lettrice di " Frammenti di storie..
E' una storia che avvince tra sentimenti forti: timidezza, fiducia,passione, dolcezza, speranza,delusione. Vita e racconto di un' esperienza nella sua singolare umanità. E le parole ne diventano prova in quanto strumento mediatore tra le emozioni dell' anima e il mondo.
Incontrare noi stessi come eravamo molti anni fa di fronte alla grande passione , alle speranze,alle incertezze, agli errori è capire cosa significa essere " umani"
E l' attimo d' amore vissuto intensamente appare come l'essenza della vita.

Aggiungo anche io il mio segnalibro, perchè la lettura del libro di Alba è stato per me anche lo spunto di molte riflessioni interiori... un libro pieno di sentimenti puri e veri, anche se a volte dolorosi! Il sig. Lucio Oldani penso abbia espresso in pieno quello che è il "cuore" del libro!... anche a dispetto di qualsiasi critica, la lettura di un bel libro lascia sempre qualcosa dentro. Brava Alba.

Una storia ricca di tanti sentimenti, tra loro apertamente contrastanti. Come una elaborata creazione di ghiaccio, di quelle che si trovano in alta montagna: dolorosa per i bordi affilati e il gelo impenetrabile, ma affascinante e dolce, nella sua infinita bellezza. ‘Frammenti di storie’ è così: da un lato racconta sentimenti caldi, morbidi, commoventi per la loro bellezza, dall’altra parla di emozioni che un cuore umano difficilmente può tollerare: la delusione, l’amarezza, il senso di non appartenenza, la separazione. Quello che ne scaturisce è un canto lirico all’amore, grande mito che viene scomposto in un caleidoscopio di sfumature diverse, tra di loro complementari, ma mai del tutto sovrapponibili. E l’autrice, nella condizione di dover coniugare questi estremi, oggettivamente incapace di fare a meno di una delle due polarità, trova una soluzione inconcepibile, disarmante, durissima nel mondo dell’usa e getta; l’accettazione. A caro prezzo, naturalmente, perché è arduo vivere un amore come questo, ma vivere senza di esso diventa impossibile. E, nel finale, la struttura di ghiaccio si spacca, e la protagonista evolve, rifulge di una luce più autentica e fedele a se stessa, e sempre affascinante.

Carissimi amici di 10 righe, siccome io segue questo sito e lo ritengo serio e condivido la vostra campagna letturale, voglio chiarire che ciò che ponevo in evidenza nel mio messaggio è che non ritengo giusto premiare con campagne letturali editori che pubblicano chiedendo contributo, questo va a discapito di quei medi e piccoli editori che investono sui propri autori rischando del proprio. vi saluto cordialmente

mi piacciono molto queste tue 10 righe :) <3

Io ho messo il segnalibro perchè ho comprato e letto il libro.

Marida, ma come ti sei permessa di offenderci? Se abbiamo dato un segnalibro ad Alba è perchè abbiamo letto il libro di Alba ed anche gli altri autori che sono in "questa campagna LETTURALE". Certo è che non fa piacere incontrare persone che se la prendano in questo modo per una cosa bella ed opinabile come la lettura

La Strada

immagine copertina
Cormac McCarthy
La Strada
Einaudi
10 righe da pagina 78:

Osservò il cielo. C’erano giorni in cui la coltre di cenere si assottigliava, e adesso gli alberi ancora in piedi lungo la strada proiettavano una debolissima ombra sulla neve. Andarono avanti. Il bambino era in difficoltà. L’uomo si fermò, gli controllò i piedi e gli rifissò la plastica. Quando la neve avesse cominciato a sciogliersi sarebbe stato difficile mantenere i piedi asciutti. Si fermavano spesso a riposare. Lui non aveva la forza di portare in braccio il figlio. Si sedettero sullo zaino e mangiarono manciate di neve sporca. Nel pomeriggio la neve cominciò a sciogliersi. Passarono accanto a una casa incendiata di cui restava in piedi solo il camino di mattoni in mezzo al cortile. Camminarono per tutto il giorno, o quel poco di giorno che c’era. Quelle poche ore di luce. Non avevano percorso neanche cinque chilometri.
Pensava che in una stradina in quelle condizioni non ci sarebbe stato nessuno ma si bagliava.

inviato il 04/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Si svegliò nel buio del bosco, in mezzo alle foglie, scosso dai brividi. Si mise a sedere e cercò il bambino a tastoni. Gli posò la mano sulle costole magre. Calore e movimento. Il cuore batteva.

Sia il libro che il film erano bellissimi, cara Natalina spero anch'io che niente di ciò succeda mai nella realtà.

Uscì fuori nella luce livida, rimase lì in piedi e per un attimo vide l'assoluta verità del mondo. Il moto gelido e spietato della terra morta senza testamento. L'oscurità implacabile. I cani del sole nella loro corsa cieca. Il vuoto nero e schiacciante dell' universo. E da qualche parte due animali braccati che tremavano come volpacchiotti nella tana. Un tempo e un mondo presi in prestito e occhi presi in prestito con cui piangerli.

Aggiungo Segnalibro.

La casa, riscaldandosi, scricchiolava e gemeva.

agggiungo segnalibro

Ho visto il film...è stato una sofferenza...speriamo non succeda mai !!!

LA STRADA
Un uomo e un bambino, padre e figlio, senza nome. Spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo una strada americana. La fine del viaggio è invisibile. Circa dieci anni prima il mondo è stato distrutto da un'apocalisse nucleare che lo ha trasformato in un luogo buio, freddo, senza vita, abitato da bande di disperati e predoni. Non c'è storia e non c'è futuro. Mentre i due cercano invano più calore spostandosi verso sud, il padre racconta la propria vita al figlio. Ricorda la moglie (che decise di suicidarsi piuttosto che cadere vittima degli orrori successivi all'olocausto nucleare) e la nascita del bambino, avvenuta proprio durante la guerra. Tutti i loro averi sono nel carrello, il cibo è poco e devono periodicamente avventurarsi tra le macerie a cercare qualcosa da mangiare. Visitano la casa d'infanzia del padre ed esplorano un supermarket abbandonato in cui il figlio beve per la prima volta un lattina di cola. Quando incrociano una carovana di predoni l'uomo è costretto a ucciderne uno che aveva attentato alla vita del bambino. Dopo molte tribolazioni arrivano al mare; ma è ormai una distesa d'acqua grigia, senza neppure l'odore salmastro, e la temperatura non è affatto più mite. Raccolgono qualche oggetto da una nave abbandonata e continuano il viaggio verso sud, verso una salvezza possibile...

uomo e bambino tradotti in ogni in ogni Uomo e Bambino, con responsabilità e ruoli che inglobano e trascendono quelli dei singoli individui. E resta, perciò uno sguardo discreto in avanti e forse in alto, oltre a quello nostalgico voltato a rimirare il regno dell'uomo così come lo conosciamo.

Il barone rampante

immagine copertina
Italo Calvino
Il barone rampante
Arnoldo Mondadori
10 righe da pagina 218:

Tutte belle cose, però io avevo l'impressione che in quel tempo mio fratello non solo fosse del tutto ammattito, ma andasse anche un poco imbecillendosi, cosa questa più grave e dolorosa, perché la pazzia è una forza della natura, nel male e nel bene, mentre la minchioneria è una debolezza della natura, senza contropartita.

inviato il 27/09/2011
Nei segnalibri di:

La notte di Lisbona

immagine copertina
Eric Maria Remarque
La notte di Lisbona
Oscar Mondadori
10 righe da pagina 205:

Arrivai ad una piccola osteria che aveva un piccolo giardinatto con tavole e,dietro un orto con erbaggi e alberi da frutto.Il locale aveva il pavimento di piastrelle e odorava di vino versato,di pane fresco e di caffè.Una ragazza a piedi nudi venne a servirmi.Stese una tovaglia e vi pose il bricco.la tazza,il piatto,il miele e il pane:un lusso senza pari che non avevo piu' visto dopo Parigi.
Di fuori ,dietro la siepe polverosa passava il mondo dilaniato...lì all'ombra degli alberi restava ancora un tremulo angolo di pace con ronzio d'api e con la luce dorata della tarda estate.Mi pareva di poterne fare provvista come il cammello
fa provvista d'acqua per il viaggio attraverso il deserto.Mi misi a bere ad occhi
chiusi sentendo la luce sulla pelle.

inviato il 26/09/2011
Nei segnalibri di:

Marcovaldo

immagine copertina
italo calvino
Marcovaldo
Einaudi
10 righe da pagina 95:

Ormai era un albero su due ruote,quello che correva la città disorientando vigili guidatori pedoni.E le nuvole,nello stesso tempo,correvano le vie del vento,svetagliavano di pioggia un quartiere e poi l'abbandonavano;e i passanti uno a uno sporgevano la mano e richiudevano gli ombrelli;e,per vie corsi e piazze,Marcovaldo rincorreva la nuvola,curvo sul manubrio,imbaccuccato nel cappuccio da cui sporgeva solo il naso,col motorino scoppiettante a tutto gas,tenendo la pianta nella traietoria delle gocce,come se lo strascico di pioggia che la nuvola si tirava dietro si fosse impigliato alle foglie e così tutto corresse trascinato dalla stessa forza:vento nuvola pioggia pianta ruote.
Il lunedì Marcovaldo si presentò al signor Viligelmo a mani vuote.
E la pianta?chiese il magazziniere-capo.
E' fuori.Venga...Dove?Fece Viligelmo.-Non la vedo.

inviato il 26/09/2011
Nei segnalibri di:

Il Signore delle Ombre

immagine copertina
Diana Mistera
Il Signore delle Ombre
Lulu 2011
10 righe da pagina 38:

Le porte dell'autobus si chiusero alle mie spalle, avevo ancora quella sensazione vertiginosa, pagai il mio biglietto e mi sedetti accanto al finestrino: vedevo il marciapiede, speravo di catturare l'immagine di Stefan un ultima volta prima di tornare a casa nella mia solitudine, ma alla fermata dell'autobus non c'era piú nessuno, sembrava che si fosse dissolto nel nulla. Confusa mi guardai intorno come svegliandomi da un dormiveglia, l'oscuritá era divenuta troppo densa ed una fitta nebbia improvvisa si era alzata e non riuscivo piú a distinguere bene le forme fuori.

inviato il 01/10/2011
Nei segnalibri di:

La vita segreta dei maschi

immagine copertina
Cristina de Brand
La vita segreta dei maschi
Alberto Castelvecchi 2010
10 righe da pagina 211:

Tengo gli occhi chiusi e fantastico di fare sesso con un bel figo, quando il grasso Rospo calvo che mi sta sopra mi strappa dalla mia fantasia per riportarmi bruscamente alla realtà:" Dai, puttana, godi!". Per un attimo credo di aver frainteso, ma poco dopo:" Godi, bella troia!". A fatica resisto alla tentazione di spingerlo via, rivestirmi e andarmene sbattendo la porta. Non sono tanto le frasi a scandalizzarmi quanto la mancanza di sensibilità nell'usarle in quella situazione.
Qui potete leggere le prime 37 pagine del libro
http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/vita-segreta-dei-maschi

inviato il 16/02/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Si rilegge volentieri, è un libro che non stufa mai!

é una storia che ti prende all´improvisso e ti fa riflettere !!! complimenti !!!

Ho letto queste tue righe con attenzione nel scoprire un libro nuovo e dal contenuto davvero eccentrico nei modi e nella forma, credo che la curiosità mi porterà a scroprirne di più sul contenuto, grazie per averlo postato;O)

anche io aspetto con ansia il prossimo.questo libro mi è piaciuto. è stata descrittiva ma non volgare, molto spiritosa. un argomento difficile da trattare con tatto ed eleganza e rimanere sincera. mi è piaciuto veramente. brava cristina.al prossimo e a presto.mary

Questo libro é strano, ma incuriosisce!

Sto scprendo adesso questo libro, grazie!

Sono stracontento di aver letto questo libro. è scritto con molta classe e ,nonostante l'argomento non proprio facilissimo da trattare, con molta ironia.

Divertentissimo!!! Il mio capitolo
preferito: lo schiavo :) buona lettura a tutti!!!

Siete tutti molto felici di averlo letto a quanto pare, e io sono felice che queste 10 righe abbiano dato modo a molti di voi di conoscere e apprezzare questo libro di Cristina de Brand, sperando che ci dia la possibilità di leggere anche il prossimo, che aspettiamo con ansia, soprattutto io che devo pubblicare le 10righe...

Bellissimo, grazie per il consiglio.

Notti senza luna

immagine copertina
Flavia Cantini
Notti senza luna
Arduino Sacco Editore 2011

..."E ora, come ogni notte, io qui, da sola al buio nell'attesa di vedere vacui esseri di fuoco blu avanzare verso me con le intenzioni di belve fameliche e rivestite d'odio, mi perdo a pensare a come tutto abbia avuto inizio, al momento in cui, davvero, riuscii a tirare le somme e a capire la portata di ciò che, da sempre, non aveva mai smesso di accadere intorno a me.
Avevo solo dodici anni".

inviato il 30/09/2011
Nei segnalibri di:

Ternitti

immagine copertina
Mario Desiati
Ternitti
Mondadori 2011

Con lei nacque una sorta di sodalizio, un'elezione. Avevano imparato a fidarsi l'una dell'altro. La reciprocità è quando a ogni gesto corrisponde un'unità di intenti, a domanda non è conseguente una risposta, ma un modo di guardare, declinare il tono della voce, l'espressione del viso, un minuscolo dettaglio che mette pace a ogni inquietudine. La reciprocità non nasce sempre tra due amanti, può nascere anche tra due sconosciuti che hanno trovato un granello d'intesa, misteriosa, lontana, eppure unica.

inviato il 29/09/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie natalina! Ogni tanto ritorno...

aggiungo segnalibro

Alessandro bentornato! proprio ieri pensavo a te. : )

Nuda Vita

immagine copertina
Daniela Frascati
Nuda Vita
Absolutely free 2011
10 righe da pagina 200:

Incipit

Io sono il mio sonno e il mio sonno è me.
A volte mi sento chiamare attraverso fessure di luce, ma sono voci arruffate, come di morti che cercassero un sortilegio per riprendersi la vita.
Eppure sono quasi felice in questa quiete buia.
Molto più felice di prima.
La mia memoria è sempre stata scadente, e allora l’ho cancellata. Farei confusione con nomi, volti, oggetti. Ho lasciato andare tutto. I ricordi di prima si porterebbero dietro la natura imperfetta di quella che ero.
Ora vivo in un incondizionato stato di grazia e non permetto che niente graffi la mia perfezione. Entrarvi è stata un’esperienza dolorosa. Ma più nessuno potrà indurmi a uscire.
All’inizio è stato faticoso. Mi chiamavano in continuazione. Avevo la fastidiosa sensazione che si indaffarassero attorno a me. Percepivo carezze e impressioni di caldo e freddo; musiche e rumori violenti, ripetuti a scansioni talmente precise che non potevano essere casuali. Stavano mettendo in atto una strategia per attirarmi fuori.

inviato il 28/09/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Natalina e grazie Daniele, e anche agli altri. cara Natalina leggere è bello e creativo quanto scrivere e poi il salto può accadere in qualsiasi momento. del resto le tue letture, vedendo ciò che hai postato sulle 10 righe, sono di ottima qualità. non conosco il paese delle prugne, ma il titolo è invitante. Ciao

Quale fortuna ti accompagna...scrivere un libro.come vorrei ,non solo leggere,auguri per il futuro,natalina

aggiungo segnalibro

Scrivere non è per tutti. Pochi privilegiati riescono a imprimere un segno che diventa spazio interiore, pensiero incorruttibile, insenatura ritrovata di un mondo che vive attraverso equilibrismi perfetti. Daniela è metafora e rischio, titano e vendicatore. La sua Nuda Vita è viaggio nelle terre dell'Altrove.

Erammenti di Storie. Racconti di vita

immagine copertina
Alba Cataleta
Erammenti di Storie. Racconti di vita
Zona CONTEMPORANEA

Sono in preda a un senso di timore, pudore, soggezione, ho appunto
un sentimento d’imbarazzata ed esitante timidezza, poiché mi trovo
di fronte a una situazione che richiede un inconsueto adeguamento
psicologico. Non so come sia meglio comportarmi, sembra quasi che
non riesca a muovermi con disinvoltura e che debba inciampare da un
momento all’altro. Sono impacciata, lui invece è sempre così sicuro
di sé.
Appare una persona molto esperta e capace, e queste sue caratteristiche
mi hanno sempre attratta, facendolo apparire, ai miei occhi,
come se al mondo ci fosse sempre e solo lui come rappresentante unico
della migliore parte del genere umano.

inviato il 28/09/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Complimenti, ti sei aggiudicata il libro incentivo per le 10 righe più apprezzate della settimana! Puoi comunicarci un recapito a cui spedirlo a info@10righedailibri.it
Enrico
Staff www.10righedailibri.it

aggiungo segnalibro

il mio segnalibro per Alba che ha toccato il mio cuore con una storia ricca di sentimenti genuini e semplici difficili da raccontare perchè dolorosi e ricchi di amarezza. Frammenti di Storie non è un romanzo con la solita storia d'amore ma un libro che ti lascia il segno dentro.

Sono una lettrice di " Frammenti di storie..
E' una storia che avvince tra sentimenti forti: timidezza, fiducia,passione, dolcezza, speranza,delusione. Vita e racconto di un' esperienza nella sua singolare umanità. E le parole ne diventano prova in quanto strumento mediatore tra le emozioni dell' anima e il mondo.
Incontrare noi stessi come eravamo molti anni fa di fronte alla grande passione , alle speranze,alle incertezze, agli errori è capire cosa significa essere " umani"
E l' attimo d' amore vissuto intensamente appare come l'essenza della vita.

Aggiungo anche io il mio segnalibro, perchè la lettura del libro di Alba è stato per me anche lo spunto di molte riflessioni interiori... un libro pieno di sentimenti puri e veri, anche se a volte dolorosi! Il sig. Lucio Oldani penso abbia espresso in pieno quello che è il "cuore" del libro!... anche a dispetto di qualsiasi critica, la lettura di un bel libro lascia sempre qualcosa dentro. Brava Alba.

Una storia ricca di tanti sentimenti, tra loro apertamente contrastanti. Come una elaborata creazione di ghiaccio, di quelle che si trovano in alta montagna: dolorosa per i bordi affilati e il gelo impenetrabile, ma affascinante e dolce, nella sua infinita bellezza. ‘Frammenti di storie’ è così: da un lato racconta sentimenti caldi, morbidi, commoventi per la loro bellezza, dall’altra parla di emozioni che un cuore umano difficilmente può tollerare: la delusione, l’amarezza, il senso di non appartenenza, la separazione. Quello che ne scaturisce è un canto lirico all’amore, grande mito che viene scomposto in un caleidoscopio di sfumature diverse, tra di loro complementari, ma mai del tutto sovrapponibili. E l’autrice, nella condizione di dover coniugare questi estremi, oggettivamente incapace di fare a meno di una delle due polarità, trova una soluzione inconcepibile, disarmante, durissima nel mondo dell’usa e getta; l’accettazione. A caro prezzo, naturalmente, perché è arduo vivere un amore come questo, ma vivere senza di esso diventa impossibile. E, nel finale, la struttura di ghiaccio si spacca, e la protagonista evolve, rifulge di una luce più autentica e fedele a se stessa, e sempre affascinante.

Carissimi amici di 10 righe, siccome io segue questo sito e lo ritengo serio e condivido la vostra campagna letturale, voglio chiarire che ciò che ponevo in evidenza nel mio messaggio è che non ritengo giusto premiare con campagne letturali editori che pubblicano chiedendo contributo, questo va a discapito di quei medi e piccoli editori che investono sui propri autori rischando del proprio. vi saluto cordialmente

mi piacciono molto queste tue 10 righe :) <3

Io ho messo il segnalibro perchè ho comprato e letto il libro.

Marida, ma come ti sei permessa di offenderci? Se abbiamo dato un segnalibro ad Alba è perchè abbiamo letto il libro di Alba ed anche gli altri autori che sono in "questa campagna LETTURALE". Certo è che non fa piacere incontrare persone che se la prendano in questo modo per una cosa bella ed opinabile come la lettura

La Strada

La Strada 6 years 41 settimane fa

Aggiungo Segnalibro.

Erammenti di Storie. Racconti di vita

Erammenti di Storie. Racconti di vita 6 years 42 settimane fa

Hai ragione Marida Nidoli, ma si dà il caso che questi "amici compiacenti" come li chiami tu siano anche i MIEI LETTORI, un po' di rispetto no? Va bene che in un paese come l'Italia non c'è rispetto più per nessuno. Comunque grazie!!!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy