Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di rosario.scannapieco

IL tramonto degli oracoli

Plutarco
IL tramonto degli oracoli
Tradotto da M. Cavalli
Adelphi 1995

Guardate, ad esempio, quel potere dell'anima che sta all'opposto della divinazione: la memoria. Che incredibile opera svolge nel salvare e conservare le cose passate, anzi, le cose che non esistono più: perchè di ciò che è stato, niente più rimane, niente sopravvive. Ogni cosa nasce e si perde nello stesso istante: le nostre azioni, le parole, i sentimenti - tutto, come un rapido fiume, il tempo si porta via. Ma l'anima, non so come, riesce a fermare le cose che non sono più, e le riveste di forma visibile, di vita.

inviato il 25/07/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Si, resta sempre una vera forma di vita

Giacomo Leopardi - Canti

immagine copertina
a cura di U. Dotti
Giacomo Leopardi - Canti
Feltrinelli
10 righe da pagina 302:

Dolce e chiara è la notte e senza vento,
E queta sovra i tetti e in mezzo agli orti
Posa la luna, e di lontan rivela
Serena ogni montagna. O donna mia,
Già tace ogni sentiero, e pei balconi
Rara traluce la notturna lampa:
Tu dormi, che t'accolse agevol sonno
Nelle tue chete stanze; e non ti morde
Cura nessuna; e già non sai nè pensi
Quanta piaga m'apristi in mezzo al petto.
Tu dormi: io questo ciel, che sì benigno
Appare in vista, a salutar m'affaccio,
E l'antica natura onnipossente,
Che mi fece all'affanno. A te la speme
Nego, mi disse, anche la speme; e d'altro
Non brillin gli occhi tuoi se non di pianto.

inviato il 29/06/2012
Nei segnalibri di:

Tutte le poesie

E. Montale
Tutte le poesie
Mondadori
10 righe da pagina 184:

Poi che gli ultimi fili di tabacco
al tuo gesto si spengono nel piatto
di cristallo, al soffitto lenta sale
la spirale del fumo
che gli alfieri e i cavalli degli scacchi
guardano stupefatti; e nuovi anelli
la seguono, più mobili di quelli
delle tue dita.

La morgana che in cielo liberava
torri e ponti è sparita
al primo soffio; s’apre la finestra
non vista e il fumo s’agita. Là in fondo,
altro storno si muove: una tregenda
d’uomini che non sa questo tuo incenso,
nella scacchiera di cui puoi tu sola
comporre il senso.

Il mio dubbio d’un tempo era se forse
tu stessa ignori il giuoco che si svolge
sul quadrato e ora è nembo alle tue porte:
follia di morte non si placa a poco
prezzo, se poco è il lampo del tuo sguardo,
ma domanda altri fuochi, oltre le fitte
cortine che per te fomenta il dio
del caso, quando assiste.

Oggi so ciò che vuoi; batte il suo fioco
tocco la Martinella ed impaura
le sagome d’avorio in una luce
spettrale di nevaio. Ma resiste
e vince il premio della solitaria
veglia chi può con te allo specchio ustorio
che accieca le pedine opporre i tuoi
occhi d’acciaio.

inviato il 20/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Rosario di che anno è il libro da cui hai tratto la poesia?

Nuove stanze

La strada di San Giovanni

immagine copertina
Italo Calvino
La strada di San Giovanni
A. MONDADORI
10 righe da pagina 132:

o forse gli altrove convergono, la nave che vedo prendere il largo e sparire nel riflesso del sole, approderà a porti opachi, vedrà spalti grigi di moli affiorare da un mattino di nebbia, le luci ancora accese dei docks,
e il cacciatore che risale la mulattiera nel gerbido, s'addentra nel bosco, scavalca il dosso del monte, costeggia una conca al riparo, fa rotolare le pietre nei cespugli sperando d'alzare un vlo di starne, core giù per i prati, s'inerpica per un dirupo, cerca il passo degli uccelli di passo, cerca il ciglio oltre il quale gli s'apra la vista d'un paese senza confini, il displuvio di tutti i displuvi, il tetto del mondo, da cui sporgersi e spingere lo sguardo oltre la grande ala d'ombra, fino a scorgere una thule dalle porte dorate, una helsinki con la sua bianca piazza, città aprica su un golfo di ghiaccio

inviato il 20/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

invio la copertina: mages.google.it/imgres?q=la+strada+di+san+giovanni&num=10&hl=it&biw=1220&bih=835&tbm=isch&tbnid=D0-QElSnduK8GM:&imgrefurl=http://www.maremagnum.com/librerie/libraccio-it/9&docid=Xvbxw1SVOEfC5M&imgurl=http://negozi.libraccio.it/img_mod/img_big/u270013.jpg&w=200&h=300&ei=ovl2UOfEPO_04QTqpICgBw&zoom=1&iact=rc&dur=341&sig=101014141428118530756&page=3&tbnh=161&tbnw=105&start=51&ndsp=31&ved=1t:429,r:0,s:51,i:239&tx=22&ty=63

Grazie Rosario! ci puoi mandare la foto della copertina? :)

IL racconto apparve su "Questo e altro" 1, nel 1963, ma è stato raccolto nel volume omonimo nel 1990.

Rosario di che anno è il libro? :)

parrtecipo ahttp://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe

Poesie (1938-1986)

immagine copertina
Andrea Zanzotto
Poesie (1938-1986)
MOndadori 2009
10 righe da pagina 66:

A questo ponte
finisce il freddo del prato
finisce il freddo del cielo
e della cieca luce,
finisce il freddo del tuo volto
e del tuo cuore simile a una croce,
finisce il sole con spine.

Le danze segrete delle acque
e degli alberi
intorno al sole domato
io sento nel freddo del prato
che affonda sotto il ponte.

inviato il 11/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

un modo per augurare buon compleanno..90 anni se non erro!

hai letto Il cinema brucia e illumina. Intorno a Fellini e altri rari?
http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/cinema-brucia-e-illumina-into...

Come polvere o vento

immagine copertina
Alda Merini
Come polvere o vento
Manni 2009
10 righe da pagina 84:

Come polvere o vento

Se la mia poesia mi abbandonasse
come polvere o vento,
se io non potessi più cantare,
come polvere o vento,
io cadrei a terra sconfitta
trafitta forse come la farfalla
e in cerca della polvere d'oro
morirei sopra una lampadina accesa,
se la mia poesia non fosse come una gruccia
che tiene su uno scheletro tremante,
cadrei a terra come un cadavere
che l'amore ha sconfitto.

inviato il 11/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

Grazie Rosario :) abbiamo integrato

LIbro della Merini; la casa editrice è Manni, ho scritto per errore Mannio; anno di pubblicazione: 2009, pag. 84; libro di Zanzotto: anno 2009, pag. 66.

Benvenuto Rosario : )
puoi mandarci la copertina (anche di Zanzotto) a info@10righedailibri.it? così la carichiamo. Anno di edizione e numero della pagina?

IL BATTELLO EBBRO e altri versi

immagine copertina
Arthur Rimbaud
IL BATTELLO EBBRO e altri versi
Tradotto da Alessandro Quattrone
Giunti Editore (collana ACQUARELLI) 2007
10 righe da pagina 71:

DORME UN UOMO NELLA VALLE
E' un breve spazio verde dove canta un ruscello
che appende follemente ai fili d'erba cenci
d'argento, dove il sole - della fiera montagna -
riluce: è una valletta spumeggiante di raggi.
Un giovane soldato - la bocca aperta, il capo
nudo, la nuca fresca tra gli azzurri nasturzi -
dorme. Sotto la nube, sta disteso nell'erba,
smunto nel letto verde inondato di luce.
Coi piedi nei gladioli, dorme. E sorride come
come sorriderebbe un bimbo malato, mentre dorme.
Cullalo tu, Natura, riscaldalo: ha freddo.
Le narici non fremono al soffio dei profumi.
Egli dorme nel sole, ha una mano sul petto
tranquillo. E ha due macchie rosse sul fianco destro.

inviato il 15/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

:)

è il passaggio più bello e toccante :)

Coi piedi nei gladioli, dorme. E sorride come
come sorriderebbe un bimbo malato, mentre dorme.
Cullalo tu, Natura, riscaldalo: ha freddo....... :)

Concordo :)

Bellissimi!

Tutte le poesie

E. Montale
Tutte le poesie
Mondadori
10 righe da pagina 184:

Poi che gli ultimi fili di tabacco
al tuo gesto si spengono nel piatto
di cristallo, al soffitto lenta sale
la spirale del fumo
che gli alfieri e i cavalli degli scacchi
guardano stupefatti; e nuovi anelli
la seguono, più mobili di quelli
delle tue dita.

La morgana che in cielo liberava
torri e ponti è sparita
al primo soffio; s’apre la finestra
non vista e il fumo s’agita. Là in fondo,
altro storno si muove: una tregenda
d’uomini che non sa questo tuo incenso,
nella scacchiera di cui puoi tu sola
comporre il senso.

Il mio dubbio d’un tempo era se forse
tu stessa ignori il giuoco che si svolge
sul quadrato e ora è nembo alle tue porte:
follia di morte non si placa a poco
prezzo, se poco è il lampo del tuo sguardo,
ma domanda altri fuochi, oltre le fitte
cortine che per te fomenta il dio
del caso, quando assiste.

Oggi so ciò che vuoi; batte il suo fioco
tocco la Martinella ed impaura
le sagome d’avorio in una luce
spettrale di nevaio. Ma resiste
e vince il premio della solitaria
veglia chi può con te allo specchio ustorio
che accieca le pedine opporre i tuoi
occhi d’acciaio.

inviato il 20/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Rosario di che anno è il libro da cui hai tratto la poesia?

Nuove stanze

La strada di San Giovanni

immagine copertina
Italo Calvino
La strada di San Giovanni
A. MONDADORI
10 righe da pagina 132:

o forse gli altrove convergono, la nave che vedo prendere il largo e sparire nel riflesso del sole, approderà a porti opachi, vedrà spalti grigi di moli affiorare da un mattino di nebbia, le luci ancora accese dei docks,
e il cacciatore che risale la mulattiera nel gerbido, s'addentra nel bosco, scavalca il dosso del monte, costeggia una conca al riparo, fa rotolare le pietre nei cespugli sperando d'alzare un vlo di starne, core giù per i prati, s'inerpica per un dirupo, cerca il passo degli uccelli di passo, cerca il ciglio oltre il quale gli s'apra la vista d'un paese senza confini, il displuvio di tutti i displuvi, il tetto del mondo, da cui sporgersi e spingere lo sguardo oltre la grande ala d'ombra, fino a scorgere una thule dalle porte dorate, una helsinki con la sua bianca piazza, città aprica su un golfo di ghiaccio

inviato il 20/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

invio la copertina: mages.google.it/imgres?q=la+strada+di+san+giovanni&num=10&hl=it&biw=1220&bih=835&tbm=isch&tbnid=D0-QElSnduK8GM:&imgrefurl=http://www.maremagnum.com/librerie/libraccio-it/9&docid=Xvbxw1SVOEfC5M&imgurl=http://negozi.libraccio.it/img_mod/img_big/u270013.jpg&w=200&h=300&ei=ovl2UOfEPO_04QTqpICgBw&zoom=1&iact=rc&dur=341&sig=101014141428118530756&page=3&tbnh=161&tbnw=105&start=51&ndsp=31&ved=1t:429,r:0,s:51,i:239&tx=22&ty=63

Grazie Rosario! ci puoi mandare la foto della copertina? :)

IL racconto apparve su "Questo e altro" 1, nel 1963, ma è stato raccolto nel volume omonimo nel 1990.

Rosario di che anno è il libro? :)

parrtecipo ahttp://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe

il fascino del male

immagine copertina
darynda jones
il fascino del male
Leggereditore 2011
10 righe da pagina 10:

Forse perchè sono l'unico angelo della mortesul pianeta, l'unico portale attraverso cui i defunti possano raggiungere l'aldilà. Quantomeno che non hanno attraversato subito dopo essere morti e sono rimasti bloccati sulla terra. Che sono un numero spaventoso. Essendo un angelo della morte dalla nascita, non ricordo un momento in cui i morti non abbiano bussato alla mia porta - metaforicamente, perchè la gente morta bussa di rado - chiedendomi assistenza per qualche faccenda lasciata in sospeso. Mi stupisce quanti siano i cari defunti che dimenticano di chiudere il gas. Nella maggior parte dei casi, coloro che attraversano tramite me semplicemente sentono di essere stati sulla terra abbastanza a lungo. Entrano nell'angelo. Noto anche come moi. I defunti riescono a vedermi da qualsiasi posto del mondo e raggiungono l'ìaldilà tramite me. Mi è stato detto che assomiglio a un faro luminoso come mille soli, il che non dev'essere piacevole per un estinto sbronzo di Martini.

inviato il 18/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

un libro a dir poco sorprendente! l'ho ricevuto come libro incentivo... GRAZIE!!!! mi ha stupito il linguaggio usato che ha fatto in modo di farmi appassionare a leggere una storia di un genere che normalmente non mi attrae particolarmente! ve lo consiglio! ;)

La strada di San Giovanni

La strada di San Giovanni 6 years 49 settimane fa

invio la copertina: mages.google.it/imgres?q=la+strada+di+san+giovanni&num=10&hl=it&biw=1220&bih=835&tbm=isch&tbnid=D0-QElSnduK8GM:&imgrefurl=http://www.maremagnum.com/librerie/libraccio-it/9&docid=Xvbxw1SVOEfC5M&imgurl=http://negozi.libraccio.it/img_mod/img_big/u270013.jpg&w=200&h=300&ei=ovl2UOfEPO_04QTqpICgBw&zoom=1&iact=rc&dur=341&sig=101014141428118530756&page=3&tbnh=161&tbnw=105&start=51&ndsp=31&ved=1t:429,r:0,s:51,i:239&tx=22&ty=63

La strada di San Giovanni 6 years 49 settimane fa

IL racconto apparve su "Questo e altro" 1, nel 1963, ma è stato raccolto nel volume omonimo nel 1990.

La strada di San Giovanni 7 years 13 settimane fa

parrtecipo ahttp://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe

LEOPARDIAMO

LEOPARDIAMO 7 years 12 settimane fa
LEOPARDIAMO 7 years 12 settimane fa

partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/la-sera-del-dì-di-festa

Tutte le poesie

Tutte le poesie 7 years 13 settimane fa
Tutte le poesie 7 years 13 settimane fa

Nuove stanze

Come polvere o vento

Come polvere o vento 7 years 49 settimane fa

LIbro della Merini; la casa editrice è Manni, ho scritto per errore Mannio; anno di pubblicazione: 2009, pag. 84; libro di Zanzotto: anno 2009, pag. 66.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy