Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di La Lele

Musica rock da Vittula

Mikael Niemi
Musica rock da Vittula
Universale Economica Feltrinelli
10 righe da pagina 69:

Ed eccolo lì. Elvis. Prima di essere spedito in Germania a fare il servizio militare, all' apice della sua carriera, un giovane atletico e virile, con un sorriso in tralice, il ciuffo lucido di brillantina e le gambe flessibili come nettapipe. Papà sbuffò con disprezzo e si chiuse ostentatamente in garage. Mamma restò a far finta di lavorare a maglia, ma si vedeva che faceva fatica a distogliere lo sguardo da quell'esemplare maschio sudato nel suo giubbotto di pelle nera. Mia sorella si rosicchiò le unghie fino all'osso, e quella sera restò a lungo con la testa sepolta nel cuscino a piangere. E io volevo una chitarra.

inviato il 25/10/2011
Nei segnalibri di:

L' ultimo disco dei Mohicani

Maurizio Blatto
L' ultimo disco dei Mohicani
Castelvecchi
10 righe da pagina 109:

Ma Carciofo mica è scemo, si muove sempre con una valigetta 24 ore. Sempre. Un giorno gliel'ho chiesto. "Carciofo, ma cosa ci tieni lì dentro?". "Le 3 cose più importanti". "E cioè?". "Una pagnotta se mi viene fame, un paio di calze pulite se mi bagno i piedi e un foglio di carta con una penna se mi viene un'idea". Là dove finisce il genio, comincia la poesia.E poi, la passione per i 45 giri.In genere lasciavamo che se ne prendesse sempre uno gratis dalla scatola dei 500 lire

inviato il 23/10/2011
Nei segnalibri di:

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

immagine copertina
Jonas Jonasson
Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve
Tradotto da Margherita Podestà Heir
Bompiani 2011
10 righe da pagina 10:

Ironia della sorte, scoprì di essere nato lo stesso giorno di un certo Henning Algotsson, sepolto sotto la pietra tombale lì di fronte. La differenza consisteva nel fatto che il povero Henning era spirato sessantun anni prima.
Se fosse stato il tipo, Allan si sarebbe chiesto il perché di una morte così prematura, a soli trentanove anni, ma in realtà era uno che non si impicciava degli affari altrui, non quando poteva farne a meno, cosa che accadeva quasi sempre.
Si mise invece a riflettere su un'altra questione: aveva sbagliato a pensare che l'unica alternativa fosse finire i suoi giorni in quella casa di riposo. Benché avesse qualche acciacco, sarebbe stato molto più istruttivo sfuggire alle grinfie dell'infermiera Alice che stare lì in attesa di giacere lungo stecchito sotto due metri di terra.

inviato il 26/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

Bassotuba non c'è

immagine copertina
Paolo Nori
Bassotuba non c'è
Einaudi 2000
10 righe da pagina 15:

E la letteratura?
La letteratura no. La letteratura, ti sveglia. Ti fai delle domande, con la letteratura. Che li ho visti, gli studenti del russo del secondo anno. Si vedeva, da come entravano in facoltà, che avevano appena letto "Delitto e castigo". Si vedeva, da come piegavano la testa, che pensavano Ma io, sono un insetto? Cosa farò, io, nella mia vita? Una vita da cimice o da Napoleone? Dopo, di solito, si scordano. Fanno carriera. Al massimo, fondano un cineclub, dopo.

inviato il 26/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

Homer & Langley

immagine copertina
E. L. Doctorow
Homer & Langley
Tradotto da Silvia Pareschi
Mondadori 2011
10 righe da pagina 44:

L’oggetto, qualunque esso sia, verrà acquisito in parecchie versioni, perché, fino a quando non perderà interesse e passerà a qualcos’altro, Langley continuerà a cercarne la manifestazione definitiva. Forse è una questione genetica. Anche nostro padre era un collezionista, e infatti, nel suo studio, insieme ai numerosi scaffali di testi di medicina, si trovano barattoli di vetro sigillati contenenti feti, cervelli, gonadi e vari altri organi conservati in formalina, tutto legato ai suoi interessi professionali, naturalmente. Tuttavia non riesco proprio a credere che Langley non ci metta del suo in questa passione per il collezionismo: è morbosamente parsimonioso, da quando siamo rimasti soli a mandare avanti la casa non fa che preoccuparsi per le nostre finanze. Conservare il denaro, conservare gli oggetti, attribuire valore alle cose che altri hanno buttato via o che un giorno potranno tornare utili in qualche modo, anche questo rientra nel suo carattere.

inviato il 25/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

ma guarda Laura che ha un qualcosa di "stregonesco" sta cosa eh..... con tutti gli zilioni di libri usciti andiamo a beccare lo stesso... O___o eheheh

ahahahah che forte!

ussignur...l'ho prenotato su amazon proprio ieri...e stamattina me lo ritrovo qui in prima pagina... lo segnalibro subito ;)

Le cosmicomiche

immagine copertina
Italo Calvino
Le cosmicomiche
Mondadori

Una volta, secondo Sir George H. Darwin, la Luna era molto vicina alla Terra. Furono le maree che a poco a poco la spinsero lontano: le maree che lei Luna provoca nelle acque terrestri e in cui la Terra perde lentamente energia.
Lo so bene! – esclamò il vecchio Qfwfq, – voi non ve ne potete ricordare ma io sì. L'avevamo sempre addosso, la Luna, smisurata: quand'era il plenilunio – notti chiare come di giorno, ma d'una luce color burro –, pareva che ci schiacciasse; quand'era lunanuova rotolava per il cielo come un nero ombrello portato dal vento; e a lunacrescente veniva avanti a corna così basse che pareva lì lì per infilzare la cresta d'un promontorio e restarci ancorata. Ma tutto il meccanismo delle fasi andava diversamente che oggigiorno: per via che le distanze dal Sole erano diverse, e le orbite, e l'inclinazione non ricordo di che cosa; eclissi poi, con Terra e Luna così appiccicate, ce n'erano tutti i momenti: figuriamoci se quelle due bestione non trovavano modo di farsi continuamente ombra a vicenda.

inviato il 25/10/2011
Nei segnalibri di:

La Storia Infinita

immagine copertina
Michael Ende
La Storia Infinita
Tradotto da Amina Pandolfi
Longanesi 1981
10 righe da pagina 155:

«Per questo gli uomini odiano Fantàsia e tutto ciò che viene di qua. Vogliono distruggerlo. E non sanno che il tal modo non fanno che accrescere il flusso di menzogne che si rovescia incessantemente nel mondo degli uomini, questo fiume di creature di Fantasia diventare irriconoscibili, che laggiù devono condurre l'illusoria esistenza di cadaveri viventi e avvelenano l'animo degli uomini con il loro puzzo di putredine. Non lo sanno. Non è divertente?»
«E là non c'è più nessuno», domandò Atreiu a bassa voce, «che non ci odii e non ci tema?»
«Io comunque non ne conosco nessuno», rispose Mork, «e questo d'altronde non è neppure sorprendente, dal momento che voi stessi laggiù siete costretti a fra credere agli uomini che Fantasia non esiste.»

«Là ci sono anche una quantità di poveri sciocchi (che naturalmente si considerano molto intelligenti e credono di servire la verità), zelantissimi nel convincere i bambini a non credere all'esistenza di Fantasia. Chissà, forse sarai utile proprio a loro.»

inviato il 19/10/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho visto anch'io da piccolo il film e devo ammettere che ha il suo fascino, forse per i ricordi legati all'infanzia. Certo, non riesce a raggiungere la profondità di significato e la poesia del libro.

Lessi il libro tanti anni fa e il film l'ho visto tre volte! Tutt'ora quando lo ripropongono nel periodo natalizio non riesco a resistere alla tentazione di vederlo nuovamente! Ero anche innamorata di Atreiu!!! Bellissimo

Rosso Floyd

immagine copertina
Michele Mari
Rosso Floyd
Einaudi 2010
10 righe da pagina 92:

Sono uno dei tanti Dave di questa storia, ma il titolo di più antico amico di Syd me lo contende solo Johnny Gordon. Conosco così tante cose di Syd che potrei parlarne per giorni, eppure se rivedo la pallida bellezza dei suoi anni migliori mi sembra che tutto il resto scompaia.
Su Syd è stato scritto di tutto... che era un puro di spirito ed è rimasto schiacciato dalla macchina del successo... che il suo animo delicato e libero non poteva reggere alle pressioni di quel mondo... che appena ha smesso di divertirsi si è spento, che non sopportava l'idea di essere un leader, che la sua stessa fama lo inorridiva... e naturalmente, che l'acido ha fatto il resto...

inviato il 24/01/2011
Nei segnalibri di:

L'Occhio del Golem

immagine copertina
Jonathan Stroud
L'Occhio del Golem
Tradotto da Riccardo Cravero
Salani 2004
10 righe da pagina 113:

Come sempre, cercai di resistere.
Opposi tutte le mie energie per contrastare la forza che mi tirava, ma le parole che mi strattonavano erano troppo potenti; ogni sillaba era un arpione conficcato nella mia sostanza, che la strappava trascinandomi via. Per tre brevi secondi la dolce gravità dell'Altro Luogo mi aiutò a restare là, ma poi... a un tratto tutto cedette e fui strappato indietro come un bambino dal seno della madre.
Con estrema velocità la mia essenza fu compattata, estesa su una lunghezza infinita e, un momento dopo, espulsa nel mondo e nei familiari, odiati confini di un pentacolo.
Dove, seguendo leggi immemorabili, mi materializzai all'istante.

inviato il 04/07/2011
Nei segnalibri di:

Pastorale americana

immagine copertina
Philip Roth
Pastorale americana
Edizioni Mondolibri su licenza Einaudi
10 righe da pagina 458:

- Allora spiegalo tu. Spiegamelo, per piacere. Come spieghi che solo quando ti sei votata a tutto questo... a quella che mi sembra infelicità e nient’altro, che solo quando hai fatto questo, quando ti sei sottoposta a una vera sofferenza, perché non è altro che sofferenza, questa, sofferenza che hai scelto tu, Merry, vera sofferenza e nulla di piú o di meno che sofferenza, - gli tremava la voce ma continuò, sempre cosí ragionevole, sempre cosí responsabile,- allora, solo allora... Capisci quello che sto dicendo?... Solo allora la balbuzie è passata?
- Te l’ho detto. Ho chiuso con l’egoismo e con le passioni.
- Ah, dolce figlia, dolce bambina mia! - E lo Svedese si sedette tra i rifiuti che coprivano il pavimento, incapace di far altro che tentare con tutte le sue forze di non perdere il controllo.

inviato il 24/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie

Il meglio che possa capitare a una brioche

immagine copertina
Pablo Tusset
Il meglio che possa capitare a una brioche
Tradotto da Tiziana Gibilisco
Feltrinelli
10 righe da pagina 93:

"Sai, sei un tipo strano... Mi piacerebbe sapere chi sei veramente."
Santo Cielo, confidenze al chiaro di luna. Mi sono stretto nelle spalle:
"Sono quello che vedi."
"Pero' oggi sembri un altro. Non so, ho sempre avuto la sensazione che tu abbia... una seconda personalita' nascosta."
"Beh, non ci pensare. Ognuno vive nel mondo che si costruisce, e nel tuo mondo io ho un'altra personalita', tutto qui."
Ci ha pensato un attimo, senza togliermi gli occhi di dosso.
"Cosa vuoi dire?"
"Voglio dire che la realta' e' sempre inventata."

inviato il 03/08/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Chiedo scusa per gli accenti che non sono accenti ma sto scrivendo da un pc a cui manca la nostra bella lingua ...

Agnes Browne Mamma

immagine copertina
Brendan O'Carroll
Agnes Browne Mamma
Tradotto da Gaja Cenciarelli
Beat 2011
10 righe da pagina 13:

"Nome da ragazza?"
"Ehm, Reddin".
"Bene. Nome di suo marito?"
"Nicholas Browne e, prima che me lo chieda, il nome da ragazza di mio marito non lo conosco".
"Mi basta Nicholas Browne. Professione?"
Agnes guardò Marion, poi l'impiegata, e alla fine disse con dolcezza: "Il morto".
"Ma no, da vivo, che lavoro faceva da vivo?"
"Era un lavapiatti".
"E dove lavorava?"
Agnes guardò di nuovo il viso inespressivo dell'amica. "In cucina?" azzardò, sperando che fosse la risposta giusta.
"Certo che lavorava in cucina, ma dov'era questa cucina? In un albergo?"
"È ancora un albergo, vero, Marion?" Lei annuì.
"Insomma, in quale albergo?!!" La ragazza era esasperata, cominciava a digrignare i denti.

inviato il 14/09/2011
Nei segnalibri di:

Homer & Langley

Homer & Langley 6 years 16 settimane fa

ma guarda Laura che ha un qualcosa di "stregonesco" sta cosa eh..... con tutti gli zilioni di libri usciti andiamo a beccare lo stesso... O___o eheheh

Homer & Langley 6 years 16 settimane fa

ussignur...l'ho prenotato su amazon proprio ieri...e stamattina me lo ritrovo qui in prima pagina... lo segnalibro subito ;)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy