Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di alfaromeo.spider

Il trono di spade

immagine copertina
George Martin
Il trono di spade
A. MONDADORI

«Tu non eri là, Robert.» La voce di Eddard Stark era venata di amarezza.
«Non c'è stato alcun onore in quella conquista.»
«Che gli Estranei se lo portino alla dannazione, il tuo stramaledetto onore, Ned!»
imprecò il re. «Quando mai un Targaryen ha saputo che cos'è l'onore? Scendi nella
tua cripta, chiedi a tua sorella Lyanna dell'onore del drago!»
«Lyanna è stata vendicata, Robert.» Ned si arrestò accanto al suo re. «Tu l'hai
vendicata, al Tridente.»
«Promettimi, Ned» gli aveva sussurrato Lyanna prima di andare per sempre.
«Non è servito a riportarla indietro.» Lo sguardo di Robert vagò sull'immensità
grigiastra della pianura. «Maledetti siano gli dei. Che vittoria amara hanno voluto
concedermi... Perché io avevo pregato che fosse la ragazza, la mia vittoria. Tua
sorella al sicuro... e di nuovo mia, com'era destinata a essere. E ora io chiedo a te,
Ned, a che cosa serve sedere su un trono, quando gli dei si fanno beffe tanto delle
preghiere dei re quanto di quelle dei pastori?»

inviato il 01/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

<3

Hyperversum

immagine copertina
Cecilia Randall
Hyperversum
Giunti

Daniel il ladro fece un respiro profondo e si inerpicò per l'ultimo tratto del tetto di pietra che si congiungeva con la parete del torrione centrale.
Il maniero era tranquillo, emergeva dal buio della Selva Nera come l'ombra di un gigante silenzioso seduto tra gli abeti e poi di nuovo si mimetizzava sullo sfondo delle montagne al velarsi della luna. Solo lo scintillio del fiume Reno rimaneva allora visibile dall'alto delle torri merlate.

inviato il 22/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Per me, un libro bellissimo.

lo Hobbit

immagine copertina
J.R.R. Tolkien
lo Hobbit
Gli Adelphi

Quando il signor Bilbo Baggins di Casa Baggins annunziò che avrebbe presto festeggiato il suo centoundicesimo compleanno con una festa sontuosissima, tutta Hobbiville si mise in agitazione.
Bilbo era estremamente ricco e bizzarro e, da quando sessant'anni prima era sparito di colpo, per ritornare poi inaspettatamente, rappresentava la meraviglia della Contea.

inviato il 22/10/2011
Nei segnalibri di:

Romanzo criminale

immagine copertina
Giancarlo De Cataldo
Romanzo criminale
Einaudi

Se ne stava rannicchiato fra due auto in sosta e aspettava il prossimo colpo cercando di coprirsi il volto. Erano in quattro. Il più cattivo era il piccoletto, con uno sfregio di coltello lungo la guancia. Tra un assalto e l'altro scambiava battute al cellulare con la ragazza: la cronaca del pestaggio. Menavano alla cieca, per fortuna. Per loro era solo un gran divertimento. Pensò che potevano essergli figli. A parte il negro, si capisce. Pischelli sbroccati. Pensò che qualche anno prima, solo a sentire il suo nome, si sarebbero sparati da soli, piuttosto che affrontare la vendetta. Qualche anno prima. Quando i tempi non erano ancora cambiati. Un attimo fatale di distrazione. Lo scarpone chiodato lo prese alla tempia. Scivolò nel buio.

inviato il 22/10/2011
Nei segnalibri di:

Cupcake club

immagine copertina
Roisin Meaney
Cupcake club
Newton Compton

«Piantala», disse Adam. «Io sono la prova vivente che alle tue cupcake è impossibile resistere, e che non fanno male. Tra una settimana, tutti, qui a Clongarvin, parleranno di te».Hannah fece un lieve sorriso. «Vedremo».
«Vuoi un consiglio?», disse lui. «Per cosa?»«Non provare a vendere il giorno dopo le cupcake che rimangono. Non si manterranno».Gli dette un fiacco buffetto sul braccio. «Bel tentativo.Sai bene che sono buone per almeno tre giorni. Quello che rimane sarà venduto a metà prezzo, e questo è tutto. Te lo dico per l’ultima volta: non ti rifornirò in eterno».«È proprio questo che temo», disse mesto. «Sarai così impegnata a preparare tortine per il negozio, che non potrò mai più mangiarle».

inviato il 19/09/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

link per leggere le prime 36 pagine :) http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/cupcake-club

Alice nel paese delle meraviglie e Attraverso lo specchio magico

immagine copertina

Alice rise: "è inutile che ci provi, non si può credere a una cosa impossibile."
"Oserei dire che non ti sei allenata molto", ribattè la Regina. "Quando ero giovane, mi esercitavo sempre mezz'ora al giorno. A volte riuscivo a credere anche a sei cose impossibili prima di colazione."

inviato il 09/11/2011
Nei segnalibri di:

Il meraviglioso mago di Oz

immagine copertina
Frank Lyman Baum
Il meraviglioso mago di Oz
Fabbri Editore

«Sii la benvenuta, nobilissima fata, nel paese dei Munchkin» disse con una voce
dolce dolce. «Ti siamo infinitamente grati perché hai ucciso la perfida Strega dell'Est
liberando il nostro popolo dalla schiavitù.»
Dorothy ascoltava, sbalordita. Perché quella vecchina la chiamava fata e diceva
che aveva ucciso la perfida Strega dell'Est? Lei era solo un innocente bambina che il
ciclone aveva trasportato per miglia e miglia lontano da casa e non aveva mai ucciso
nessuno!
Intanto la vecchina la guardava e si capiva bene che aspettava una risposta. Al-
lora, esitando, disse:
«Lei è molto gentile, signora, ma guardi che si sbaglia: io non ho mai ucciso
nessuno.»
«La tua casa sì, però» replicò la donnina ridendo. «Il che, in fondo, è la stessa
cosa. Guarda tu stessa!» E indicò l'angolo della casa. «Non vedi quei due piedi che
spuntano sotto un pezzo di parete?»

inviato il 09/11/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

federica, di che anno è il libro?

Canale Mussolini

immagine copertina
Antonio Pennacchi
Canale Mussolini
Mondadori

Per la fame.
Siamo venuti giù per la fame. E perché se no? Se non era per la fame restavamo là. Quello era il paese nostro.
Perché dovevamo venire qui?
Lì eravamo sempre stati e lì stavano tutti i nostri parenti. Conoscevamo ogni ruga del posto e ogni pensiero dei vicini. Ogni pianta. Ogni canale. Chi ce lo faceva fare a venire fino qua?

inviato il 09/11/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Decisamente uno dei libri migliori che mi sia capitato di leggere ultimamente. La storia letta in chiave tragicomica e senza ipocrisie.

epico!

Viaggio al termine della notte

immagine copertina
Louis Ferdinand Céline
Viaggio al termine della notte
Tradotto da Ernesto Ferrero
Corbaccio 1992
10 righe da pagina 216:

Precariamente vestito mi affrettai, intirizzito, in una delle spaccature più buie che si possano trovare in quella facciata gigante, sperando che i passanti non mi vedessero nemmeno in mezzo a loro. Precauzione superflua. Non avevo niente da temere. Nella strada che avevo scelto, davvero la più stretta di tutte, mica più spessa di un ...grosso ruscello di casa nostra e tutta sporca di grasso sul fondo, bella umida, piena di tenebre, ci camminavano già tante di quelle altre persone, piccole e grosse, che mi trascinarono con loro come un' ombra.Precariamente vestito mi affrettai, intirizzito, in una delle spaccature più buie che si possano trovare in quella facciata gigante, sperando che i passanti non mi vedessero nemmeno in mezzo a loro. Precauzione superflua. Non avevo niente da temere. Nella strada che avevo scelto, davvero la più stretta di tutte, mica più spessa di un ...grosso ruscello di casa nostra e tutta sporca di grasso sul fondo, bella umida, piena di tenebre, ci camminavano già tante di quelle altre persone, piccole e grosse, che mi trascinarono con loro come un' ombra

inviato il 23/11/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Michele ma hai visto quanti segnalibri??

Complimenti Michele, queste 10 righe sono state le più apprezzate dai nostri lettori, così ti sei aggiudicato il libro-incentivo di questa settimana!
Puoi inviarci un recapito a cui spedire il libro a info@10righedailibri.it indicando che genere preferisci.
Un saluto
Enrico
Staff 10righedailibri

Grazie Micheleeeeeeee, ho integrato il post
:)

Riprovo a scrivere. L' edizione originale di Danoel è del 1932, poi Gallimard l' ha ristampata nel 52, penso che ormai le ristampe non le contano neanche più. Corbaccio l' ha pubblicato nel 1992 in questa traduzione di Ernesto Ferrero e attualmente siamo alla XX ristampa.

La prima edizione Corbaccio è del 1992 attualmente stiamo alla XX ristampa del 2010.

Michele di che anno è il libro?

Oltre la Soglia

immagine copertina
Tito Faraci
Oltre la Soglia
Piemme 2011
10 righe da pagina 65:

Due. Sono due. Due bastardelli. Li vedo. Io li vedo, loro non mi vedono. Li vedo dalla finestra. Due bastardelli schifosi. Chi si credono di essere? Li ammazzo. Gli strappo il cuore. Occhio non vede, cuore non duole. Bastardelli fottuti. Credono che il mondo sia loro. Il mondo non è loro. Io li ammazzo. Adesso li ammazzo. Sono già morti e non lo sanno. Il ragazzo, il rosso, lo uccido per primo. Ha un impermeabile rosso. Rosso di sera, bel tempo si spera. Ha un'accetta, l'imbecille. Il bastardello. Ha un'accetta, ma non gli servirà a un cazzo. Non gli servirà. Li ammazzo. Passano sotto di me, sotto la finestra. Li vedo, li vedo.

inviato il 25/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Che bella sorpresa :D

Link per leggere le prime 44 pagine: http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/oltre-soglia

Scelte come migliori 10 righe ogni 10 giorni!

Tra pochi giorni pubblicheremo i primi capitoli : ))

Io sono Dorian Dum, appena dopo il crepuscolo e altri racconti

immagine copertina

"Questa è la segreteria telefonica del cellulare di Dorian
Dum. Se ascoltate questo messaggio sono già morto.
Quando ero ancora in vita ho sottoscritto un contratto con
il gestore telefonico affinché mantenesse attivo questo nume-
ro fino a sei mesi dopo l’ultima telefonata ricevuta. Se ascol-
tate questo messaggio è molto probabile che io sia stato ucci-
so. [...]Nessuno, a parte il gestore, conosce l’esistenza di questo
numero, se lo avete composto lo avete letto casualmente su qual-
che parete, o in uno SPAM nella posta elettronica o ancora su di
un pezzo di carta scarabocchiato e messo dentro una bottiglia.
Perché questo è un messaggio nella bottiglia, un messaggio di
richiesta di aiuto. Se sono vivo trovatemi, se sono morto trovate
chi mi ha ucciso e consegnatelo alle forze dell’ordine.

inviato il 28/10/2011
Nei segnalibri di:

l ragazzo con gli occhi blu

immagine copertina
Joanne Harris
l ragazzo con gli occhi blu
Garzanti

C'era una volta una vedova con tre figli che si chiamavano Nero, Marrone e Blu.
Nero era il maggiore, lunatico e aggressivo.
Marrone era il figlio di mezzo, timido e ottuso.
Ma Blu era il beniamino di sua madre.
Ed era un assassino.

inviato il 22/10/2011
Nei segnalibri di:

Il fante di cuori e la dama di picche

immagine copertina
Joanne Harris
Il fante di cuori e la dama di picche
garzanti elefanti

Non dovrei mai scrivere dopo che sono calate le tenebre. Di notte le parole diventano false, inquietanti: eppure è di notte che queste hanno più potere. Sharazad scelse la notte per tessere le sue mille e una storia, ciascuna delle quali è una porta in cui si infila ininterrottamente con la Morte alle calcagna, come un lupo inferocito. Lei conosceva il potere delle parole.

inviato il 25/10/2011
Nei segnalibri di:

L'ombra del vento

immagine copertina
Carlos Ruiz Zafón
L'ombra del vento
Oscar Mondadori

Ricordo ancora il mattino in cui mio padre mi fece conoscere il Cimitero dei Libri Dimenticati. Erano i primi giorni dell'estate del 1945 e noi passeggiavamo per le strade di una Barcellona intrappolata sotto cieli di cenere e un sole vaporoso che si spandeva sulla rambla de Santa Monica in una ghirlanda di rame liquido.
«Daniel, quello che vedrai oggi non devi raccontarlo a nessuno» disse mio padre. «Neppure al tuo amico Tomás. A nessuno.»
«Neanche alla mamma?» domandai sottovoce.
Mio padre sospirò, offrendomi il sorriso dolente che lo seguiva sempre come un'ombra.
«Ma certo» rispose a capo chino. «Per lei non abbiamo segreti.»

inviato il 25/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

un libro che riporta nell'atmosfera quasi simile ..è la piazza del diamante ..cerca se trovi tra le dieci righe..dell'autrice Mercè Rodoreda..ciao

Leggendo questo libro, avevo l'impressione di stare al centro della città. Da li si passava nei vari vicoli. In ogni vicolo succedeva qualcosa di diverso. Tutte queste cose hanno fatto parte della trama di questo libro. Un libro intrigante e bello. Interessante e ...... spero che l'abbiate già letto.

Una porta di libri

Una porta di libri 6 years 51 settimane fa

Io confesso di John Grisham (Mondadori)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy