Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di micha

La banalità del male

immagine copertina
Arendt Hannah
La banalità del male
Feltrinelli
10 righe da pagina 239:

È vero che il regime hitleriano cercava di creare vuoti di oblio ove scomparisse ogni differenza tra il bene e il male, ma come i febbrili tentativi compiuti dai nazisti dal giugno 1942 in poi per cancellare ogni traccia dei massacri (con la cremazione, con l'incendio in pozzi, con gli esplosivi e i lanciafiamme, e macchine che frantumavano le ossa) furono condannati al fallimento, così anche tutti tutti i loro sforzi di far scomparire gli oppositori "di nascosto, nell'anonimo," furono vani. I vuoti di oblio non esistono. Nessuna cosa umana può essere cancellata completamente e al mondo c'è troppa gente perché certi fatti non si risappiano: qualcuno resterà sempre in vita per raccontare. E perciò nulla può mai essere "praticamente inutile," almeno non a lunga scadenza.

inviato il 02/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

della prima edizione o di questa specifica? L'edizione Feltrinelli nella collana economica è del 2004

Anno di edizione del libro?

Partecipo al Giuoco domenicale 10 Righe autori precisi + link
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-10-righe-autori-precisi

L'attesa

immagine copertina
Pamela Gotti
L'attesa
LaPiccolaVolante
10 righe da pagina 11:

Dalla porta si affaccia il visetto asciutto di Martina.
Mi porge una delle sue caramelle alla menta. Non lo fa mai. Vorrà fare pace.
Si siede vicino a me, più del solito, quasi attaccata al viso, pronta a succhiare le mie parole. Appoggia in grembo la sua piccola locomotiva e infila in tasca le caramelle.
I suoi occhi diventano ruote di carro, tondi e verdi come fossero passate in fretta in uno stagno. Il sole si appoggia giusto giusto su un suo ginocchio. Inizio a raccontare.

inviato il 02/06/2013
Nei segnalibri di:

27 MARTORE E 4 CAFFÈ

immagine copertina
Emiliano Billai e Michela Meloni
27 MARTORE E 4 CAFFÈ
LaPiccolaVolante
10 righe da pagina 33:

Al borbottar della moka, esitò sull incandescente maniglia. Il pronto rovistar tra gli ultimi gesti compiuti appena prima di lasciar l’ufficio non porse alcun riscontro. Scoprì il quadrante sotto i peli per trovar conferma nell’ora: non aveva mai bevuto il suo caffè prima delle diciassette. Quei due bei zoccoli della sua segretaria si godevano le ferie e solo a lei era concesso toccar la sua moka.
Sollevò lo sguardo sui caratteri dorati della targa affissa alla grande porta d’ebano.
“Lucifero, Signore degli Inferi e di Tutte le Cose Malvagie”.

inviato il 20/03/2012
Nei segnalibri di:

Pane - Volume 1

immagine copertina
Emiliano Billai
Pane - Volume 1
LaPiccolaVolante
10 righe da pagina 15:

Ha un non so che di incantevole, il modo subdolo
in cui ti strega. Mi piace farmi imbrogliare, fargli
allungare i miei tempi, far finta che non abbia un
posto dove tornare, nessuno a cui rendere conto, non
essere una preoccupazione per nessuno, e nessuno un
tormento per me. Faccio decidere a lui e continuo a
suonare, perché, son sicuro, è lui a voler farsi suonare.
L’erba è ancora fresca, nonostante il sole cominci a
farsi prepotente. Starei seduto giorni interi a regalare
fiato al Flauto, ma da qui vedo tutto il mio villaggio,
anche il tetto di casa.

inviato il 23/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

mi piacciono i giuochi...la domenica un po' meno quindi grazie dell'invito :D

Capitaba B. anche se in ritardo... benvenuta! :)
è in corso il giuoco domenicale... partecipi? http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-10-righe-autori-precisi

LA COMMEDIA DEGLI ERRORI

immagine copertina
WILLIAM SHAKESPEARE
LA COMMEDIA DEGLI ERRORI
Tradotto da Natalia fusini
UNIVERSALE ECONOMICA I CLASSICI 2008
10 righe da pagina 48:

A fidarsi di te, c’è da star bene!
M’ero spinto a impegnare la parola
che saresti venuto al “Porcospino”
con la collana, ma né la collana
né l’orefice si son fatti vivi.
Forse hai pensato che tra me e te,
se fosse stata incatenata insieme,
l’amicizia durasse troppo a lungo,
perciò ti sei guardato dal venire.
Salvo il rispetto pel tuo umore allegro,
ecco il conto della collana: il peso
esatto fino all’ultimo carato,
il titolo dell’oro e la quietanza;
il che fa in tutto tre ducati in più
di quanto debbo a questo gentiluomo,
che si deve imbarcare in tutta fretta
e aspetta solo questo per partire.

inviato il 26/04/2013
Nei segnalibri di:

LA CASA DEL SONNO

immagine copertina
Jonathan Coe
LA CASA DEL SONNO
Tradotto da DOMENICO SCARPA
Universale Economia Feltrinelli 199
10 righe da pagina 31:

Il buio la avvolse quando aprì la porta della camera da letto ed entrò. Buio e silenzio: nemmeno il rumore del respiro di lui. Cercò a tentoni l'interruttore, poi cambiò idea. Si schiarì invece la gola e disse debolmente:"Gregory?".Il lume del comodino si accese all'istante: lui era seduto, eretto, e la guardava fisso, con le braccia conserte e la giacca del pigiama abbottonata come sempre fino al collo. Prima che Sarah potesse aprire bocca aveva già intrapreso un breve, elaborato e inespressivo monologo: "Ho soltanto una cosa da dirti Sarah, e te la dirò ora, nel modo più rapido e gentile che mi sarà possibile, in modo da non farti soffrire...

inviato il 12/08/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

... Il tuo comportamento di questa sera ha confermato un sospetto che da qualche tempo è andato aumentando in me: il sospetto cioè che tu sia - per dirlo a chiare lettere _ ben lungi dall'essere una compagna con cui io possa serenamente trascorrere il resto della mia vita. Di conseguenza m'incombe l'obbligo d'informarti che la nostra relazione termina qui, vale a dire in questo preciso istante. Dal momento che ora è troppo tardi perchè io possa ragionevolmente pretendere che ti organizzi altrimenti, ti concederò per questa notte, ma solo per questa notte, di dividere il letto con me. La mia posizione su tale argomento non è aperta al negoziato e, avendola orami resa nota, vorrei profittare dell'occasione per ricordarti che domattina dovrò affrontare un lungo viaggio in automobile, pertando vorrai concedermi, se non altro per questa ragione, che io non differisca oltre la mia notte -"
- e qui spense la luce -
" - sonno".

Diceria dell'untore

immagine copertina
Gesualdo Bufalino
Diceria dell'untore
Tascabili Bompiani 2003
10 righe da pagina 121:

E allora il pianto mi sciolse finalmente il groppo nel petto e mi ricondusse sulle labbra le vecchie cadenze di lutto imparate nell'infanzia da grandi contadine vestite di nero: "Marta", cominciai "Marta, ascoltami" dissi. "Dove sei ora, Marta, dove cammini? In quale notte? Con che nome mi chiami, con che nome devo chiamarti? Ci sono fiumi dove abiti ora? da varcare a nuoto? su passerelle che tremano? E sei sola, siete tanti, ti ricordi ancora di me? Tornami in sogno, Marta. Anche se l'aria duole sotto i tuoi piedi scalzi, e non trovi labbra per dirmi le parole che vuoi. Guarda come mi lasci in mezzo alla via: una guasta semenza, una sconsacrata sostanza, un pugno di terra su cui casca la pioggia..."

inviato il 03/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Oh grazie!
Ho scoperto solo ieri l'esistenza di 10 righe...
Sono felice di collaborare con tutti voi!

Carola benvenunta :)

Dal balcone del corpo

immagine copertina
Antonella Anedda
Dal balcone del corpo
A. MONDADORI 2007
10 righe da pagina 32:

L'ARIA È PIENA DI GRIDA

Pensi davvero che basti non avere colpe per non essere puniti,
ma tu hai colpe.
L’aria è piena di grida. Sono attaccate ai muri,
basta sfregare leggermente.
Dai mattoni salgono respiri, brandelli di parole.
Ferri di cavalli morti circondano immagini di battaglie
Le trattengono prima che vadano in un futuro senza cornici.

Cosa ci rende tanto crudeli gli uni con gli altri?
Cosa rende alcuni più crudeli di altri?
Le crudeltà subite e poi inghiottite fino a formare una guaina
con aculei sul corpo ferito?
O semplicemente siamo predestinati al male,
e la vita è solo fatta di tregue dove sostiamo
per non odiare e non colpire?

inviato il 17/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi sardi su http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi

Il contratto sociale

immagine copertina
Jean Jacques Rousseau
Il contratto sociale
Tradotto da Gianluigi Barni
BUR 1974
10 righe da pagina 41:

L'uomo è nato libero,ma in ogni luogo egli è in catene.Anche chi si crede padrone degli altri,non cessa tuttavia di essere piu' schiavo di loro.
Come mai è avvenuto questo cambiamento ?
Lo ignoro. Che cosa puo' renderlo Legittimo'
Credo di poter risolvere questo problema.
Se io prendessi in considerazione solo la forza e le conseguenze che ne derivano,direi :"Fintanto che un popolo è obbligato a obbedire e obbedisce,agisce bene;ma non appena puo' scuotere il giogo e lo scuote.agisce ancor meglio,perchè recuperando la libertà in base al medesimo diritto con cui gli era stata tolta, o esso è legittimato a riprendersela o nesssuno lo era mai stato a toglierla".L'ordine sociale è certamente un sacro diritto che deriva dalla natura ,è dunque fondato su accordi.Si tratta di sapere quali sono questi accordi.

inviato il 02/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Felicemente vi ringrazio!!!

Natalina, con queste 10 righe hai vinto il giuoco domenicale
: )
Vinci un libro incentivo. Invia il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it

Barbara !!! Ciao

Partecipo al giuoco domenicale Autori precisi+linkhttp://scrivi.10righedailibri.it/il-contratto-sociale-2

Satire

immagine copertina
Ludovico Ariosto
Satire
Biblioteca Universale Rizzoli 1990
10 righe da pagina 9:

La vita che mi avanza me la salvo
meglio ch'io so: ma tu che diciotto anni
dopo me t'indugiasti a uscir de l'alvo,
gli Ongari a veder torna e gli Alemanni,
per freddo e caldo segui il signor nostro,
servi per amendua, rifà i miei danni.
Il qual se vuol di calamo et inchiostro
di me servirsi, e non mi tòr da bomba,
digli: «Signore, il mio fratello è vostro».
Io, stando qui, farò con chiara tromba
il suo nome sonar forse tanto alto
che tanto mai non si levò colomba.

inviato il 02/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale 10 Righe autori precisi + link
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-10-righe-autori-precisi

Una porta di libri

Staff 10 righe dai libri
Una porta di libri
Moderatori Staff
10righedailibri 2012

Aiutiamo Sonia a catalogare i libri?
Facciamolo però in un modo insolito...

Iniziate scrivendo titolo, autore, editore dell'ultimo libro che avete appena finito di leggere.

-----
INFO FOTO

Installazione temporanea di Sonia De Risi
© Francesco Cascone

leggi tutto
inviato il 11/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Tra loro di Richard Ford Feltrinelli editore

Suite 703, F.L. Koraline, eNewton Narrativa

703 ragioni per dire di si, F.L. Koraline

703 ragioni per dire di si, L.F. Koraline, eNewton Narrativa

La vera storia del pirata Long John Silver, Biorn Larsson, Iperborea

La seconda crocifissione di Cristo

immagine copertina
Nikos Kazantzakis
La seconda crocifissione di Cristo
Tradotto da Vitti M.
Castelvecchi 2011
10 righe da pagina 507:

Si nutriva bene questo prete: beveva, diceva cose volgari quand'era di buonumore e picchiava quando si arrabbiava. Anche ora che era vecchio guardava le donne, e il suo sangue bolliva. La sua testa, il petto e le reni erano tutti pieni di difetti umani. Ma quando celebrava la messa o stendeva la mano a dare la benedizione o a gettare l'anatema, un vento selvaggio del deserto soffiava su di lui, e padre Grigori, mangione, bevitore, grossolano, diventava un profeta. [...]
"Maledizione a voi tutti!", borbottava capitan Burrasca mentre, appoggiandosi pesantemente al bastone, nella discesa, si avviava da solo alla residenza dell'Agà, che l'aveva invitato a bere e a mangiare a mezzogiorno. "Per queste cose, accidenti, ci vuole un cuore puro, e noi siamo Sodoma e Gomorra".

inviato il 05/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie

grazie, l'ho iniziato ieri sera e mi piace, vorrei postare altre righe la settimana prox.

aggiungo segnalibro

Ciao Elena.grazie !naty

Grazie all'editore Castelvecchi per il Libro incentivo!

Il libro degli errori

immagine copertina
Gianni Rodari
Il libro degli errori
Einaudi
10 righe da pagina 113:

C'era una volta un re di legno.
La testa di legno,
la corona di legno,
era tutto di legno,perchè
era soltanto la statua di un re.
I tarli gli sforacchiavano il manto.
I ragni tessevano la tela
tra il naso e l'orecchio.
Era di legno,ed era anche assai vecchio.
Era così vecchia la statua di quel re,
che il re di quella statua
era già morto ,sepolto e consumato .... in fondo al tempo passato-dove vanno i re veri

inviato il 25/10/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Il bambino che c'è in noi..non deve morire...ciao ciao

...è anche uno dei modi migliori per ricordare l'importanza di tornare un po' bambini;)

Mel..di Rodari io penso sia l'antidoto alla tristezza..cosa dici?

grande Rodari...

aggiungo segnalibro

Il teorema del pappagallo

immagine copertina
Denis Guedj
Il teorema del pappagallo
TEA

Come ogni sabato, Max aveva fatto un giro al mercato delle pulci di Porte de Clignancourt, raggiungendolo a piedi dal lato nord della collina di Montmartre. Da principio si era limitato a curiosare sul banco del venditore presso il quale Lea aveva cambiato le Nike macchiate che Perrette le aveva regalato la settimana prima. Poi entrò nel capannone dov'erano esposti articoli coloniali di provenienza militare, e stava frugando in un gran mucchio di oggetti eterogenei quando scorse, in fondo al locale, due tizi piuttosto ben messi e molto agitati. Ebbe l'impressione che stessero litigando, ma non era affar suo. Soltanto dopo si accorse del pappagallo: i due stavano tentando di catturarlo. Allora si, che diventava affar suo

inviato il 25/10/2011
Nei segnalibri di:

Caro libro, grazie!

Caro libro, grazie! 5 years 4 settimane fa

cari libri, c'è sempre qualcosa al di là dello specchio

La banalità del male

La banalità del male 5 years 23 settimane fa

della prima edizione o di questa specifica? L'edizione Feltrinelli nella collana economica è del 2004

La banalità del male 5 years 23 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale 10 Righe autori precisi + link
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-10-righe-autori-precisi

Giuoco domenicale: 10 Righe autori precisi

Giuoco domenicale: 10 Righe autori precisi 5 years 23 settimane fa

Partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/la-banalit%C3%A0-del-male-1 (e spero di aver capito il gioco, il vento mi spettina le capacità logiche :/)

Pane - Volume 1

Pane - Volume 1 5 years 23 settimane fa

mi piacciono i giuochi...la domenica un po' meno quindi grazie dell'invito :D

Una porta di libri

Una porta di libri 5 years 23 settimane fa

Haruki Murakami, L'uccello che girava le viti del mondo, Einaudi.

GIOCO - Riga 10

GIOCO - Riga 10 7 years 3 settimane fa

Chissà se ce l'avrebbe fatta a imparare a slacciarsi le scarpe prima di trovarsi sul letto di morte? (John Fante - Aspetta Primavera, Bandini)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy