Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Emma

Il Fuggiasco

immagine copertina
Massimo Carlotto
Il Fuggiasco
e/o edizioni 2005
10 righe da pagina 25:

Ancora oggi tengo fede al mio impegno morale, e continuo a dire che la latitanza è uno stato dell'anima, anche se sono convinto che la mia esperienza di latitante possa definirsi in modo più appropriato come una forma di metateatro della sopravvivenza.
Come nella commedia dell'arte, sono stato un volto che ha dato vita a una serie di maschere diverse, caricature di tipologie sociali ben definite, improvvisando giorno per giorno all'interno di un canovaccio che altro non era che l'intreccio tra la mia vicenda processuale e la scelta di sottrarsi alla giustizia. Personaggi scelti, voluti : una rottura con quella parte da telenovela giudiziari che il processo mi aveva cucito addosso prima e dopo la latitanza, l'unica che non abbia mai saputo interpretare. A essa mi sono sempre profondamente ribellato.

inviato il 18/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie a Eagledolvis che mi ha fatto ricordare questo autore che apprezzo molto

Massimo Carlotto è nato a Padova il 22 luglio 1956

La promessa dell'alba

immagine copertina
Romain Gary
La promessa dell'alba
Tradotto da Marcello Venturi
Neri Pozza 2006
10 righe da pagina 32:

...Non ci sarà mai un'altra donna, nella vita, che ti vorrà bene a quel modo. Questo è certo.
Era certo. Ma non lo sapevo. Soltanto quando raggiunsi la quarantina cominciai a capirlo. Non è bene essere tanto amati quando si è giovani, così presto. Ci vengono delle cattive abitudini. Si crede che sia dovuto. Si crede che un amore simile esista anche altrove e che si possa ritrovare. ci si fa affidamento. Si guarda, si spera, si aspetta.
Con l'amore materno la vita ci fa all'alba una promessa che non manterrà mai. In seguito si è costretti a mangiare fino alla fine.

inviato il 14/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Romain Gary nasce a Vilsinius Lituania l'8 maggio 1914

L'Idiota

immagine copertina
Fedor M. Dostoevskij
L'Idiota
Tradotto da Giovanni Faccioli
Rusconi Editore 2010
10 righe da pagina 566:

..."Ascoltate ! So che non è bello parlare; è meglio dare l'esempio; è meglio cominciare semplicemente... Io ho già cominciato...e...e è davvero possibile essere infelici ? Oh, che importano le mie pene e le mie disgrazie se ho in me la forza di essere felice ! Sapete, non capisco com'è possibile passare vicino a un albero e non essere felici di vederlo. Parlare con un uomo e non sentirsi felici di amarlo ! Oh, non riesco ad esprimermi ... ma quante belle cose si vedono in continuazione, così che neppure la persona più disillusa può non trovarle belle. Guardate un bambino, guardate l'aurora del buon Dio, guardate l'erba che cresce, guardate gli occhi che vi guardano e che vi amano..."

inviato il 26/02/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Fedor M. Dostoevskij è nato a Mosca Russia l'11 Novembre 1821

Il piccolo libraio di Archangelsk

immagine copertina
Georges Simenon
Il piccolo libraio di Archangelsk
Tradotto da Massimo Romano
Biblioteca Adelphi 1958
10 righe da pagina 56:

Eppure aveva vissuto così per anni, da solo, e non ne aveva sofferto, non si era nemmeno accorto che gli mancava qualcosa Che cosa faceva, un tempo, a quell'ora ? Gli capitava di leggere, seduto dietro il bancone. Aveva letto molto, non solo romanzi, ma anche saggi su svariati argomenti, talvolta i più imprevedibili, dall'economia politica ai racconti di scavi archeologi .
Gli interessava tutto. Tirava fuori a caso un libro sulla meccanica, per esempio, pensando di scorrere solo un paio di pagine, e finiva col leggerlo da cima a fondo.

inviato il 24/02/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma, per Te un libro incentivo come finalista 10righe scelte dalla redazione, nel mese di Febbraio. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Emma,quante emozioni,ci danno i libri !!!

grazie ! questo è uno dei libri di Simenon che prediligo e ogni tanto mi piace rileggerlo

Ciao Emma, sei nella finale di febbraio, 10righe scelte dalla redazione.

Georges Simenon è nato a Liegi Belgio il 13.2.1903

Lettere

immagine copertina
Etty Hilllesum
Lettere
Tradotto da Chiara Passani Tina Montone Ada Vigliani
Adelphi 2013
10 righe da pagina 16:

Arrabbiarsi ed essere scontenti non è produttivo; soffrire davvero per qualcosa è produttivo, e precisamente perché nella scontentezza, nell'arrabbiarsi c'è una passività attiva, mentre nella vera sofferenza c'è un'attività passiva. La passività attiva della scontentezza consiste nella resistenza, nella rivolta con cui ci opponiamo a qualcosa di irrevocabile, per cui le restanti energie della persona si paralizzano. L'attività passiva nel caso della vera sofferenza consiste nel nostro accettare e sopportare qualcosa di irrevocabile, e proprio così si liberano nuove forze

inviato il 15/01/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma, sei nella finale di gennaio, 10righe scelte da Voi utenti.

Etty Hillesum nasce a Mittelburg Paesi Bassi il 15 gennaio 1914

Augustus

immagine copertina
John Williams
Augustus
Tradotto da Stefano Tummolini
Fazi Editore 2017
10 righe da pagina 57:

Alcuni anni fa il mio amico Orazio mi descrisse il modo in cui compone i suoi versi.
Mi disse : " Decido di comporre una poesia quando sono spinto da una forte emozione ma prima aspetto che l'emozione si traduca in determinazione; poi immagino un fine, il più semplice possibile, verso cui quell'emozione dovrebbe rendere, anche se spesso non so prevedere come potrà raggiungerlo.E infine compongo la poesia,usando tutti i mezzi a mia disposizione. Se necessario prendo in prestito da altri : non importa. Se necessario, invento : non importa.
Uso la lingua che conosco e lavoro entro i suoi limiti.

inviato il 09/01/2019
Nei segnalibri di:

La via della bellezza

immagine copertina
Vito Mancuso
La via della bellezza
Garzanti 2018
10 righe da pagina 80:

Vedere con la mente

Il punto è che la bellezza è un evento, una rivelazione, un'epifania.
Per esserci deve accadere, e non sempre, e non a tutti accade.
Essa è inevitabilmente legata al luogo, al tempo, al contesto, alla disposizione interiore.
Non tutte le giornate, non tutti i fenomeni naturali, non tutti i panorami generano sempre bellezza; anche se tutti sono belli in sé, non per questo in chi li vive, fanno sempre nascere il sentimento della bellezza. Perché si possa dare la speciale rivelazione dell'essere che chiamiamo bellezza occorre che la lucentezza del reale (sempre in sé depositario di bellezza) risuoni nel soggetto.

inviato il 03/01/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Vito Mancuso è nato a Carate Brianza il 9 dicembre 1962

Mandate a dire all'imperatore

immagine copertina
Pierluigi Cappello
Mandate a dire all'imperatore
Crocetti editore 2010
10 righe da pagina 56:

MATTINO
Ho un acero fuori casa, e tutto è lontano qualche volta
tutto passa nelle cose senza contorno
ho un acero misterioso come una città sommersa
e guardare diventa le sue foglie, l'ombra premuta
metà sulla strada metà nel giardino
la luce di ciascun giorno
dove le luci si appuntano e si disperdono
Siamo l'acqua versata sulle pietre dei morti
sul filo teso fra la preghiera e il canto
siamo la neve dentro le cose
l'occhio cui tutto allucina, tutto separa
e vivere è un minuscolo posto nel mondo
dove stare in giardino

inviato il 10/12/2018
Nei segnalibri di:

Questa libertà

immagine copertina
Pierluigi Cappello
Questa libertà
Rizzoli 2013
10 righe da pagina 79:

Qui adesso sta piovendo :è una pioggia pesante, che sento saltellare sulla lamiera delle grondaie, che batte sulla distesa di foglie morte ai piedi dell'acero e ogni goccia ha il suo timbro a seconda di com'è disposta la foglia che colpisce.E' una pioggia che batte dove prima era scesa la neve, è una pioggia che sembra trascinare a terra tutto il cupo malumore del cielo durante una mattina in cui è passato l'infermiere quando ancora nevicava, lasciandomi solo nella stanza, alle prese con un disordine interiore e un disordine esteriore.

inviato il 10/12/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma, per Te un libro incentivo come finalista 10righe scelte dalla redazione nel mese di dicembre. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Emma, sei nella finale di dicembre, 10righe scelte dalla redazione.

Pierluigi Cappello è nato a Gemona del Friuli l'8.8.1967

Le vrai lieu

immagine copertina
Annie Ernaux
Le vrai lieu
Gallimard
10 righe da pagina 89:

Je n'arrive pas à vivre réellement quand je n'ai pas de projet de livre en tete. Ou que ce projet est trop flou.
C'est une période de recherches mais ce n'est pas la vraie vie.
La vraie vie , c'est quand je suis dans un livre dont je sais que je le finirai.
A ce oment là , j'ai vraiment l'impression de vivre, de vivre bien.vivre bien c'est vivre toujurs avec le livre dans la tète.
Tout s'y rapporte.
C'est un rapport continuel entre l'écriture du livre et le monde réel.

inviato il 23/11/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Annie Ernaux è nata il 1 settembre 1940 a Lillebonne France

L'oscura immensità della morte

immagine copertina
Massimo Carlotto
L'oscura immensità della morte
E/O 2004
10 righe da pagina 17:

In libertà le notti non saranno più così. Potrò passeggiare in riva al mare, scopare e divertirmi, forse anche dormire come un sasso. In galera, sempre se ci riesci, dormi a intermittenza. Qui il buio ti ricorda che sul tuo fascicolo c'è un timbro rosso con scritto “fine pena: mai”. Che sei fottuto. E allora pensi a quanto sei stato stronzo a rovinarti in questo modo. E i ricordi ti impediscono di riposare. Ogni notte penso alla donna e al bambino. Non so davvero come ho potuto tirare il grilletto. Ma ormai è fatta e non posso fare nulla per loro. Mi dispiace tanto però. Per sopravvivere in galera faccio il duro ma dentro di me sono pentito di aver buttato via la mia vita con il crimine. Potevo avere una vita diversa. Ho avuto tutte le possibilità.

inviato il 17/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Eagledolvis :)

Massimo Carlotto
Padova, 22 luglio 1956

I volatili del Beato Angelico

immagine copertina
Antonio Tabucchi
I volatili del Beato Angelico
Sellerio editore Palermo 2012
10 righe da pagina 40:

La notte, in queste latitudini, cala all'improvviso, con un crepuscolo effimero che dura un soffio, e poi è buio. Io devo vivere soltanto in questo breve spazio di tempo, e per il resto non esisto. O meglio, ci sono, ma è come se non ci fossi, perché sono altrove, anche lì, dove ti ho lasciata, e poi dappertutto, in tutti i luoghi della terra, sui mari, nel vento che gonfia le vele dei velieri, nei viaggiatori che attraversano le pianure, nelle piazze in città, con i loro mercanti e le loro voci e il flusso anonimo della folla. È difficile dire come è fatta la mia penombra, e che cosa significa. È come un sogno che sai di sognare, e in questo consiste la sua verità: nell’essere reale al di fuori del reale.

inviato il 15/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Antonio Tabucchi è nato a Pisa il 24 settembre 1943.

Il giardino di Elizabeth

immagine copertina
Elizabeth Von Arnim
Il giardino di Elizabeth
Tradotto da Sabina Terziani
Fazi 2017
10 righe da pagina 60:

Chi può prevedere le mosse di una donna?E una donna impara mai la lezione?
Perciò il terzo giorno sono partita,come se piombare in casa dei cugini che fino ad allora avevo trascurato fosse la cosa più naturale del mondo,aspettandomi per giunta un'accoglienza calorosa.
E' stato un viaggio complicato e lungo.Nella prima parte,quando faceva ancora buio ,splendevo di entusiasmo e spirito di avventura,gioivo della prospettiva di rivedere a breve i luoghi che tanto amo.Ero colma di stupore per i lunghi anni che avevo lasciato passare dall'ultima volta che ero stata li,e il pensiero di cosa avrei detto ai cugini,di come sarei entrata nella loro piccola comunità,non mi ha nemmeno sfiorato.Mi dominava lo spirito del pellegrino,lo spirito di chi non si preoccupa degli aspetti pratici ma si lascia portare per il mondo godendo semplicemente emozioni.

inviato il 11/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Mary A.Beauchamp 31.agosto 1866- Kirribilli Australia -Decesso 9 febbraio1941 Charleston Carolina del Sud, Stati Uniti

il Segreto della Sorgente

immagine copertina
Luca Rossi
il Segreto della Sorgente
Luca Rossi 2017
10 righe da pagina 152:

per qualche istante incrociò lo sguardo con quello di Obolil. I suoi occhi …
Erano due antri oscuri dai quali emanava puro odio.
Ma lei strinse ancora di più, sapeva di doverlo eliminare. Non posso permettermi alcuna pietà, si ripeté mentalmente.
Eppure una parte di lei si sentiva in colpa per il dolore che stava causando.
Quello era Obolil, si. Era odio e sofferenza,morte, espressione del peggiore dei mali. Ma lei detestava infliggere dolore a chiunque. Se Obolil era diventato quel che era significava che aveva sofferto, e molto a sua volta. Ma non posso fermarmi ora.
Devo andare avanti, insistere. Che cosa sarebbe scaturito il ritorno di Obolil in quel mondo? Che uso nefasto avrebbe fatto dei poteri acquisiti da lei.

inviato il 13/03/2019
Nei segnalibri di:

Storia di Ásta

immagine copertina
Jón Kalman Stefánsson
Storia di Ásta
Tradotto da Silvia Cosimini
Iperborea 2018
10 righe da pagina 65:

Qui non c'è altro che una vita di fatica, il mare infinito, e le montagne che amplificano i venti, trasformandoli in bufera. Ma a volte, in certi giorni, in certe sere, in certe notti, questo posto è così bello che sembra proprio che Dio stia scendendo sulla terra per stringere un patto con gli uomini e gli animali. Altre volte non offre abbastanza per una vita intera. A volte ti posso baciare, a volte posso tenerti stretta, a volte posso addormentarmi al tuo respiro, a volte posso svegliarmi mentre sussurri il mio nome. A volte è come dire raramente. A volte non vuol dire spesso, ma solo di tanto in tanto. A volte significa che passerà molto tempo fino alla prossima volta, e per questo sei condannato all'infelicità. Poi gli edifici crollano sulla tua vita.

inviato il 13/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

http://scrivi.10righedailibri.it/ho scelto queste 10 righe,Storia di Asta- J.K.Stefansson

Jón Kalman Stefánsson (Reykjavík, 17 dicembre 1963) è uno scrittore islandese.

Alla Conquista di un Impero

immagine copertina
Emilio Salgari
Alla Conquista di un Impero
Fabbri editori 1968
10 righe da pagina 73:

I Sikkari rizzarono in pochi minuti un ampia e bellissime tenda di seta rossa in forma di padiglione e cosparsero il suolo con dei soffici tappeti di Persia, mentre il baobarki, ossia il cuoco della spedizione, aiutato da alcuni sais, cioè palafrenieri, faceva scaricare la makna del maggiordomo le sue provviste, onde servire la colazione fredda. Yanez, Sandokan e Tramal-Naik si erano affrettati a prendere possesso della tenda, essendo il caldo intensissimo. Kammamuri ed i suoi malesi della scorta si erano invece rifuggiati sotto un immenso tamarindo che spandeva, sotto i suoi lunghissimi e flessibili rami, un ombra benefica. L’aria del mattino aveva aguzzato straordinariamente l’appetito dei cacciatori, sicché gli ospiti del rajah fecero molto onore alla currec bat, che innaffiarono abbondantemente con birra e toddy, la dolce e piccante b

inviato il 26/02/2019
Nei segnalibri di:

Le buone vecchie maniere. La nostalgia per un comportamento civile in un mondo cafone

immagine copertina
Lucinda Holdforth
Le buone vecchie maniere. La nostalgia per un comportamento civile in un mondo cafone
Tradotto da Elisabetta Stefanini
Orme Editore 2010
10 righe da pagina 11:

“Le buone maniere”, osservò Ralph Waldo Emerson, scrittore e filosofo americano, “sono fatte di piccoli sacrifici”. Un'idea antiquata che incontrò sicuramente i gusti del pubblico ottocentesco; ma penso che ben pochi aforismi siano meno adatti alla mentalità di oggi.
Viviamo in un'epoca decisamente antitetica all'idea di sacrificio. Be', in teoria, in linea di principio, in pubblico, siamo tutti favorevoli alle buone maniere, e concordiamo con convinzione sul fatto che bisognerebbe usarle di più. Soprattutto che gli altri debbano usarle di più.

inviato il 04/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Leggermente in ritardo per motivi tecnici...Grazie Staff!!!

Cara Naty, ci proveremo :)

Chiedo cortesemente allo Staff...di verificare,credo di avere un libro incentivo "a credito" se sia possibile ...anche per me ricevere questo libro:Le buone vecchie maniere...sarei veramente contenta!!!Grazie!!!

E' una lettura interessante e divertente che fa pensare sul valore delle buone maniere, dovrebbe essere letto tutti, non farebbe male.

Da tempo lo guardo mi rende curiosa di leggerlo...

Grazie Staff per questo libro incentivo

L'annusatrice di libri

immagine copertina
Desy Icardi
L'annusatrice di libri
Fazi 2019
10 righe da pagina 66:

Confusa e frastornata, Adelina percorse rapidamente la strada che l'avrebbe riportata dall'appartamento di Luisella sino a casa di sua zia. Era certamente in ritardo, anche se non avrebbe saputo dire di quanto poiché Amalia, terrorizzata dell'eventualità che potesse perderlo, le aveva proibito di indossare l'orologio. [...]
"Ho letto col naso", farfugliava camminando. " Ho visto delle cose con il naso".
Adelina non vedeva l'ora di riprendere i suoi esperimenti olfattivi; se solo avesse avuto un bel libro da annusare! Il suo passo spedito si arrestò quando si ricordò di avere un libro con sé. Nella sua cartella, infatti, c'era la copia della Gerusalemme liberata che doveva restituire all'avvocato Ferro, l'inquilino del primo piano.

inviato il 04/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Desy Icardi, nata a Torino nel 1975

Memorie dal sottosuolo

immagine copertina
Fiodor Dostoevskji
Memorie dal sottosuolo
Tradotto da Milli Martinelli
BUR 2007
10 righe da pagina 116:

Io cedo che mia figlia non la darei in sposa a nessuno.
"Come ?"Liza accennando un sorriso.
"Sarei geloso,perdio.Non sopporterei che baciasse un altro uomo.Che volesse bene a uno che non fosse suo padre.E'duro solo da immaginare.Certo queste sono sciocchezze.Certo alla fine se ne fanno tutti una ragione.Io credo che mia figlia non la darei in sposa a nessuno.
"Come ?"Liza accennando un sorriso.
"Sarei geloso,perdio.Non sopporterei che baciasse un altro uomo.Che volesse bene a uno che non fosse suo padre.E'duro solo da immaginare.Certo queste sono sciocchezze.Certo alla fine se ne fanno tutti una ragione.
Ma io credo che,prima di concedere mia figlia mi sarei tormentato:avrei scartato tutti i pretendenti.Ma avrei finito però con accettare l'uomo che lei amasse.Anche se l'uomo che la figlia ama,per il padre è sempre il peggio

inviato il 04/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

http://scrivi.10righedailibri.it/La storia di Asta ,J-K.Stefansson

Ciao Natalina, sei nella finale settimanale di marzo. Scegli da lunedì 11 marzo a domenica 17 marzo, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Condivido e ti ringrazio Francesca!!!.

Uno dei libri più belli che abbia mai letto ..... Grazie Natalina

F.M.Dostoevskij Nascita 11.novembre 1821 Mosca -Russia -Decesso 9 febbraio 1881 San Pietroburgo

La ballata di Mila

immagine copertina
Matteo Strukul
La ballata di Mila
Edizioni E/O 2011
10 righe da pagina 75:

Io ero iscritta a giurisprudenza. Capii una volta di più quanto fosse inutile studiare un sistema di norme che oggi come oggi, semplicemente, è fallito. Perché è gestito da esseri umani. Niente potrà mai togliermi dalla testa che buona parte di quelli che avrebbero potuto parlare o fare qualcosa non mossero un dito perché stavano sul libro paga di Pagnan. Pubblico ministero e giudice per l’udienza preliminare compresi. E del resto, perché il giudice che aveva accolto la nostra opposizione all’archiviazione morì, un anno dopo, in un incidente stradale molto sospetto? Il punto è, secondo me, che gli uomini non sono in grado di avvicinarsi alla giustizia. Nemmeno un po’.

inviato il 05/03/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Matteo Strukul
Padova, 8 settembre 1973

Il Fuggiasco

Il Fuggiasco 16 ore 42 min fa

grazie a Eagledolvis che mi ha fatto ricordare questo autore che apprezzo molto

Il Fuggiasco 16 ore 44 min fa

Massimo Carlotto è nato a Padova il 22 luglio 1956

La promessa dell'alba

La promessa dell'alba 4 giorni 14 ore fa

Romain Gary nasce a Vilsinius Lituania l'8 maggio 1914

L'Idiota

L'Idiota 2 settimane 6 giorni fa

Fedor M. Dostoevskij è nato a Mosca Russia l'11 Novembre 1821

Il piccolo libraio di Archangelsk

Il piccolo libraio di Archangelsk 3 settimane 9 ore fa

grazie ! questo è uno dei libri di Simenon che prediligo e ogni tanto mi piace rileggerlo

Il piccolo libraio di Archangelsk 3 settimane 1 giorno fa

Georges Simenon è nato a Liegi Belgio il 13.2.1903

Lettere

Lettere 8 settimane 6 giorni fa

Etty Hillesum nasce a Mittelburg Paesi Bassi il 15 gennaio 1914

Memorie dal sottosuolo

Memorie dal sottosuolo 9 settimane 6 giorni fa

grazie Francesca concordo con il tuo commento, perfetto !

La via della bellezza

La via della bellezza 10 settimane 4 giorni fa

Vito Mancuso è nato a Carate Brianza il 9 dicembre 1962

Storia, misteri e leggende di templari e ordini cavallereschi. I cavalieri di Malta, del Santo Sepolcro, teutonici...

Storia, misteri e leggende di templari e ordini cavallereschi. I cavalieri di Malta, del Santo Sepolcro, teutonici... 12 settimane 1 giorno fa

bello riferirsi a storie di un'altra epoca, di un altro mondo che non è finito ma continua ad affascinarci anche se così lontano e diverso da quello in cui viviamo. Condivido il tuo interesse per l'argomento !

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy