Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Emma

Berta Isla

immagine copertina
Javier Marias
Berta Isla
Tradotto da Maria Nicola
Einaudi 2018
10 righe da pagina 102:

...Come se non fosse il destino di tutti noi ,come se non fosse quello che tocca a quasi tutti, fin dalla nascita, passare sulla terra fin dalla nascita, passare sulla terra senza che la nostra presenza la alteri minimamente, come se fossimo qui solo per fare scena, comparse di un dramma o figure immobili per l'eternità sullo sfondo di un dipinto, massa indistinguibile e prescindibile e superflua , tutti sostituibili e invisibili, tutti dei perfetti nessuno. Le eccezioni sono talmente poche che si può dire che non contano, e perfino di questo non rimane traccia nel giro di poco tempo...

inviato il 17/10/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Bentornata cara Emma :)

un libro che consiglio vivamente, molto profondo , ricco di riflessioni , scritto magistralmente, avvincente anche nella trama, va letto lentamente per riflettere sulle situazioni che offre al lettore . Un libro che ho particolarmente apprezzato.

Javier Marias scrittore spagnolo nato a Madrid il 20 settembre 1951

2666

immagine copertina
Roberto Bolano
2666
Tradotto da Ilide Carmignani
Adelphi 2009
10 righe da pagina 283:

Quando uno legge non perde mai tempo.
Io in carcere leggevo.Mi misi a leggere. Molto. Divoravo i libri come se fossero costolette di maiale piccanti. Nelle carceri la luce viene spenta prestissimo. Uno s'infila nel letto e ascolta i rumori. Passi. Grida. Come se il carcere invece di essere in California si trovasse all'interno del pianeta Mercurio, che è il pianeta più vicino al sole. Senti freddo e caldo allo stesso tempo ed è il segno più evidente che ti senti solo o sei malato. Uno cerca ,ovviamente, di pensare ad altro, a cose belle ma non sempre ci riesce. A volte, qualche sorvegliante accende una lampada nella guardiola interna e un raggio di luce di quella lampada sfiora le sbarre della sua cella. A me è successo un'infinità di volte. La luce di una lampada piazzata male o i neon della galleria superiore o della galleria vicina.

inviato il 19/03/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Roberto Bolano è stato uno scrittore, poeta, saggista cileno nato a Santiago del Cile il 28 aprile 1953

Il Dottor Zivago

immagine copertina
Boris Leonidovic Pasternak
Il Dottor Zivago
Tradotto da Pietro Zveteremich
Feltrinelli Editore 1959
10 righe da pagina 368:

Mi è sempre sembrato che ogni concepimento sia immacolato, che in questo dogma riguardante la Madonna si esprima l'idea universale della maternità.
"In ogni donna che genera si trova lo stesso senso di solitudine, di abbandono, di disposizione solo verso se stessa. L'uomo ormai, in questo particolare momento, rimane estraneo, come se in nessun modo fosse stato partecipe e tutto fosse caduto dal cielo.
"La donna mette al mondo da sola la propria creatura, si ritira solo con essa su un altro piano dell'esistenza, dove c'è silenzio e si può tenere senza paura una culla.
E sola, in silenziosa umiltà, la nutre e la cresce."

inviato il 07/03/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma, sei nella classifica settimanale del mese di marzo.

Conservavalo bene cara Emma :)

congratulazioni a chi ha riconosciuto questa edizione dalla copertina !

si confermo edizione del 1959 , me la tengo cara lasciatami da mio nonno!

Emma, è la copertina originale dell'edizione del 1959? :)

Bouvard e Pécuchet

immagine copertina
Gustave Flaubert
Bouvard e Pécuchet
Arnoldo Mondadori editore 1968
10 righe da pagina 23:

...Ognuno , ascoltando l'altro, riscopriva qualcosa di sé che aveva scordato.E per quanto l'età in cui si è facili a commuoversi fosse trascorsa per entrambi, provavano un piacere nuovo a stare insieme, una specie di appagamento : l'incanto dell'amicizia al suo sbocciare. Più volte s'erano alzati da sedere, avevano fatto insieme la strada della diga chiusa a monte a quella a valle, erano tornati a sedersi, col proposito ogni volta di separarsi, ma senza mai risolvervisi, come prigionieri d'un incantesimo.

inviato il 26/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Staff ! Sono contenta e mi sono riletta anche l'edizione nel testo originale francese. Questo è un libro che esalta il senso dell'amicizia di due persone che rimaste sole condividono la loro solitudine"inventandosi" una nuova vita scoprendo il piacere di trovare tanti interessi comuni. Anche se attraverso delusioni di vario genere si rendono conto che si deve comunque continuare a credere nella possibilità di restare "vivi" grazie alla loro amicizia e alla condivisione dei lorointeressi.

Ciao Emma, sei nella finale di marzo 10righe scelte dalla redazione.

ho segnalato questo libro perchè sabato prossimo alla trasmissione "Per un pugno di libri" si parlerà proprio di questo libro con il Prof. Piero Dorfles ! Il libro è molto simpatico e la trasmissione...da non perdere !

Gustave Flaubert nacque a Rouen ( Francia) il 12.12.1821

Cose preziose

immagine copertina
Stephen King
Cose preziose
Tradotto da Tullio Dobner
CDE su licenza Sperling & Kupfer 2014
10 righe da pagina 40:

Quando in una cittadina del New England aprono un negozio nuovo, la gente del luogo,per quanto provinciale sia per molti altri versi, rivela un atteggiamento cosmopolita che raramente si riscontra nei loro cugini di città.
A New York o a Los Angeles, una nuova galleria d'arte attira talvolta un capannello di possibili clienti o semplici curiosi, prima ancora che sia inaugurata; davanti a un club nuovo è possibile che si raccolga una vera e propria coda, con tanto di cordone di polizia dietro al quale si assiepano in concitata attesa una schiera di paparazzi carichi di borse e teleobiettivi. E si diffonde un eccitato brusio di conversazioni, come tra i frequentatori di Broadway alla vigilia della prima di una nuova rappresentazione che, strepitoso successo o fiasco sciagurato, non può non provocare commenti.

inviato il 22/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Stephen King è nato a Portland il 21 settembre 1974

VITA D'UN UOMO UNGARETTI tutte le poesie

immagine copertina
Giuseppe Ungaretti
VITA D'UN UOMO UNGARETTI tutte le poesie
Mondadori editore 1969
10 righe da pagina 253:

SEGRETO DEL POETA

Solo ho amica la notte.
Sempre potrò trascorrere con essa
D'attimo in attimo, non ore vane ;
Ma tempo cui il mio palpito trasmetto
Come m'aggrada, senza mai distrarmene.
Avviene quando sento,
Mentre riprende a distaccarsi da ombre,
La speranza immutabile
In me che nuovamente scova
E nel silenzio restituendo va,
A gesti tuoi terreni
Talmente amati che immortali parvero,
Luce

inviato il 11/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Giuseppe Ungaretti nacque ad Alessandria d'Egitto l'8 febbraio 1888

La bella estate

immagine copertina
Cesare Pavese
La bella estate
Mondadori editore 1949
10 righe da pagina 172:

Così anche Oreste rimase a vivere sul Greppo.
Scappava a volte in bicicletta e poi tornava. La collina sembrava cuocere al sole d'agosto; caprifoglio e mentastro le facevano intorno una parete invisibile, ed era bello aggirarcisi e, giunti sul punto di sbucarne fuori, nel sottostante bosco di carpini, tornare indietro nella macchia, come un insetto o un uccello.
Pareva d'averci le zampe invischiate, in quel profumo e in quel sole. Al pomeriggio scendemmo in gruppo, i primi giorni, per le coste ripide fino alle viti soffocate d'erba; e una volta aggirammo tutta la collina, giungendo fra i rovi a un piccolo chiosco nero, per le cui crepe si vedeva il cielo. Ma né di siepi né di viottolo d'accesso c'era più traccia; il versante era tutto sodaglia, per quanto un tempo fosse stato giardino, e la baracca un padiglione. Oreste e Poli la chiamavano la pagoda cinese e ricordavano quand'era ancora vestita di gelsomini

inviato il 11/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Cesare Pavese nacque a Santo Stefano Belbo (Cuneo) il 9 settembre 1908

Sardegna come un'infanzia

immagine copertina
Elio Vittorini
Sardegna come un'infanzia
Bompiani 2009
10 righe da pagina 36:

Una vena d'acqua è affiorata sulle lastre, profonda da immergervi il piede. Ma è chiara, colore anch'essa del granito. A poco a poco si stringe nelle sue sponde e suscita un'irta vegetazione, che la ricopre.
Seguendola s'incontrano alberi, qualche ontano, qualche ulivo. Alberi dalle fronde di cenere, d'un verde spento.
Poi sugheri.
Somigliano all'ulivo, dal fogliame un pò più canuto, un pò più arruffato, ma hanno tronchi che sanguinano. Dal piede fin sotto l'attaccatura dei primi rami , esattamente, la corteccia è stata sbalzata via. E' rimasto il tronco vivo. Alcuni d'un rosso fulvo,, in altri come cuoio conciato. altri, sotto l'azione del sole, hanno preso una tinta violacea. I più vecchi, che furono scortecciati l'anno scorso, si sono ricoperti d'un muschio bluastro. Ma non ce n'è uno intatto. Anche certi arboscelli , dal corpo sottile,mostrano un piede sanguinolento. Strano, per questo taglio come sembrano vivi !

inviato il 08/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Elio Vittorinii è nato a Siracusa il 23 luglio 1908

L'Arminuta

immagine copertina
Donatella di Pietrantonio
L'Arminuta
Einaudi 2017
10 righe da pagina 163:

Ci siamo fermate una di fronte all'altra, così sole e vicine,io immersa fino al petto e lei al collo. Mia sorella.
Come un fiore improbabile,cresciute su un piccolo grumo di terra attaccata alla roccia.
Da lei ho appreso la resistenza. Ora ci somigliamo meno nei tratti, ma è lo stesso il senso che troviamo in questo essere gettate nel mondo.
Nella complicità ci siamo salvate.Ci guardavamo sopra il tremolio leggero della superficie, i riflessi accecanti del sole. Alle nostre spalle il limite acque sicure. Stringendo un poco le palpebre l'ho presa prigioniera tra le ciglia.

inviato il 05/02/2018
Nei segnalibri di:

La felicità domestica

immagine copertina
Lev Tolstoj
La felicità domestica
Tradotto da Clemente Rebora
FAZI editore 2018
10 righe da pagina 31:

"...Sapevo ch'egli mi voleva bene, ma se come a donna o bambina, non m'ero chiesta ancora. Serbavo caro quest'affetto; e poichè sentivo di contar per lui come la miglior ragazza del mondo,io non potevo non desiderare che questo inganno gli rimanesse. E involontariamente lo ingannavo. Ma nell'ingannarlo, io stessa mi andavo facendo migliore. Sentivo com per me fosse meglio, e più degno, èorre in evidenza davanti a lui piuttosto i lati migliori della mia anima, che non del corpo.""...Sapevo ch'egli mi voleva bene, ma se come a donna o bambina, non m'ero chiesta ancora. Serbavo caro quest'affetto; e poichè sentivo di contar per lui come la miglior ragazza del mondo,io non potevo non desiderare che questo inganno gli rimanesse. E involontariamente lo ingannavo. Ma nell'ingannarlo, io stessa mi andavo facendo migliore. Sentivo com per me fosse meglio, e più degno, porre in evidenza davanti a lui piuttosto i lati migliori della mia anima, che non del corpo."

inviato il 29/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma, pagina aggiunta...

pag. 31 Lev Tolstoj nato il 9 settembre 1828

Dura Madre

immagine copertina
Marcello Fois
Dura Madre
Enaudi Tascabili 2003
10 righe da pagina 174:

Michele all'inizio non ebbe reazioni, era totalmente assurdo quanto gli stava succedendo che non ebbe la forza di dire niente. Passò qualche secondo prima che chiedesse a mia madre...
«Perché?»
«Lo sai perché»
«No, non lo so»
«Per quello che dice la gente»
«E cosa dice la gente?»
«Che sei amicato, dice. E se la gente parla…»
«Che cosa... Io… Maddalena...»
«È inutile che fai storie con me... Queste cose a casa mia non devono succedere... Io neanche il sospetto accetto»
Era una pietra tombale...

inviato il 11/03/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazieeeee!!

Ciao Argiovan58, sei nella classifica del mese di marzo, 10righe scelte dalla redazione.

Grazie :)

Grazie!!!
il libro è del 2003

Benvenuto Argiovan58, di che anno è il libro? :)

Cosmo

immagine copertina
Witold Gombrowicz
Cosmo
Tradotto da Vera Verdiani
Il Saggiatore 2017
10 righe da pagina 97:

... alla malevolenza umana opponevano solo la purezza delle intenzioni e la legittimità del diritto. «Non ne ho forse il diritto?» sembrava dire lei. «Sì che ce l’ho! Lo so che lui è bello e io no… ma ciò m’impedisce forse di amare? No! Non potete impedirmelo! È un diritto di tutti! E quindi io amo! Amo, e il mio amore è puro e bello, guardate, per cui ho il diritto di non vergognarmene – e non me ne vergogno!» In disparte, estranea alla festa, covava quel suo sentimento come un tesoro, raccolta, silenziosa, gli occhi fissi sul marito o intenti ad assorbire attraverso la finestra il verde splendore dei prati fiorenti, e di tanto in tanto le sollevava il seno un sospiro che era quasi una prece.

inviato il 11/03/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Witold Gombrowicz (Małoszyce, 4 agosto 1904 – Vence, 24 luglio 1969). La pagina è riferita all'ebook.

Ritratto di signora

immagine copertina
Henry James
Ritratto di signora
Tradotto da Beatrice Boffito Serra
Rizzoli-Bur 2011
10 righe da pagina 253:

Tu credi di poter condurre una vita romantica, di poter vivere piacendo a te stessa e piacendo agli altri. Ti accorgerai di sbagliarti. Qualunque vita tu conduca, devi metterci tutta l’anima tua per riuscire; e dal momento in cui fai questo, cessa d’essere romantica, te lo assicuro io; diventa la cruda realtà! E non puoi sempre piacere a te stessa, qualche volta devi piacere agli altri! Questo, lo ammetto, sei sempre pronta a farlo; ma c’è un’altra cosa che è anche più importante: devi spesso dispiacere agli altri. Devi essere sempre pronta per questo, non rifuggirne mai.

inviato il 11/03/2018
Nei segnalibri di:

Il monastero delle ombre perdute

immagine copertina
Marcello Simoni
Il monastero delle ombre perdute
Einaudi 2018
10 righe da pagina 107:

Margherita Basile attendeva nel chiosco della Minerva, tra gli affreschi con la vita di santa Caterina da Siena. Avvolta in una spolverina color cenere, vagava come un'anima del limbo tra le arcate deserte.
Come la vide, lo Svampa si rannuvolò. Cosa siete venuta a fare? - proferì, sbucando dalla penombra di un loggiato.
La dama alzò il cappuccio che le celava il volto. - A rivolgervi una supplica, - rispose con deferenza.
Rivolgetela al maestro di palazzo.
Vi spavento a tal punto? - s'irritò lei.
Lui le si mise di fronte, squadrandola dalla testa ai piedi. Spaventarmi... voi?
Ogni qualvolta vi trovate al mio cospetto, - spiegò Margherita, - non fate che oscillare tra l'indifferenza e la provocazione.
Lo Svampa ignorò quel commento e prese a vagare per il chiostro. Ebbene, seguitò con piglio sbrigativo, ditemi quel che volete e andatevene.

inviato il 05/03/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Marcello Simoni - Comacchio (Fe) 1975

Frugalità

immagine copertina
Paolo Legrenzi
Frugalità
Il Mulino 2014
10 righe da pagina 43:

L'ultimo tassello di una strategia volta a comunicare il fascino dei prodotti del consumo di massa arriverà nel 1932, con la pubblicazione del testo dei professionisti, e teorici della pubblicità, Roy Sheldon [...] e Egmont Arens [...]. Essi si pongono il problema della sostituzione dei prodotti: se questi fossero stati ben progettati, costruiti in modo efficiente, e comunicati con messaggi affascinanti, quando mai ce ne saremmo disfatti? La soluzione di Sheldon e Arens consiste nell'affiancare alla nozione di stile quella di "obsoletismo", cioè di stile che diventa obsoleto:
"Ogni volta bisogna domandarsi: come inventare nuovi modelli? Possiamo incrementare i consumi? Si può creare un'obsolescenza artificiale? La progettazione dei consumi non deve avere mai fine, se non fino a quando si sarà consumato tutto quello che è stato prodotto.

inviato il 06/03/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Il testo citato da Legrenzi è tratto da Sheldon e Arens, Consumer Engineering: A New Techique of Prosperity, 1932.

Il Dottor Zivago

immagine copertina
Boris Leonidovic Pasternàk
Il Dottor Zivago
Tradotto da Pietro Zveteremich
Feltrinelli Editore 1960
10 righe da pagina 555:

"Quella notte, ragazzina delle ultime classi del ginnasio, con la divisa color caffè, nella penombra della stanza d'albergo, tu eri esattamente la stessa di oggi e, come oggi, bella da togliere il respiro.
"spesso, poi, nella vita, ho tentato di dare un nome a quella luce d'incanto che lasciasti cadere allora su di me, a quel raggio che gradualmente si spegneva, a quel suono che moriva, cose che mi hanno accompagnato per tutta l'esistenza e sono divenute la chiave della mia conoscenza di tutto il resto del mondo, grazie a te.
"Quando tu, ombra in divisa di scolara, uscisti dall'oscurità della camera dell'albergo, io, ragazzo, senza sapere chi eri,compresi quanta forza fosse nel dolore che si sprigionava da te. "Questa ragazza magrolina e fragile è carica di tutta la femminilità pensabile al mondo, come di una corrente elettrica...

inviato il 05/03/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Fatto :)

Devo apportare delle correzioni. Come faccio?

Lettera a un bambino mai nato

Oriana Fallaci
Lettera a un bambino mai nato
Rizzoli 1996
10 righe da pagina 90:

Non piangere, mamma: io mi rendo conto che facevi questo anche per amore, per prepararmi a non cedere il giorno in cui l'orrore di esistere mi avrebbe investito. Non é vero che non credi all'amore, mamma. Ci credi tanto da straziarti perché ne vedi così poco, e perché quello che vedi non é mai perfetto. Tu sei fatta d'amore. Ma é sufficiente credere all'amore se non si crede alla vita? Non appena compresi che tu non credevi alla vita, che facevi uno sforzo ad abitarci e portare me ad abitarci, io mi permisi la prima e l'ultima scelta: rifiutar di nascere, negarti per la seconda volta la luna... Ormai potevo, mamma. Il mio pensiero non era più il tuo pensiero: ne possedevo uno mio.

inviato il 26/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao ferdy41,sei nella finale di marzo 10righe scelte da Voi utenti.

Ciao ferdy41,sei nella finale di marzo 10righe della settimana. Scegli 10righe che più ti piacciono partendo da oggi lunedì 5 marzo a domenica 11 marzo . Riportando qui nei commenti il link.

Storia di un corpo

immagine copertina
Daniel Pennac
Storia di un corpo
Tradotto da Yasmina Melaouah
Feltrinelli (collana Universale economica) 2012
10 righe da pagina 163:

La prima cosa che si legge sui nostri volti quando siamo in società è il desiderio di far parte del gruppo, l’insopprimibile bisogno di esserci. Questo si può senz’altro attribuire all’educazione, al gregarismo, alla debolezza di carattere…ma io la vedo più come una reazione arcaica alla solitudine ontologica, un moto istintivo del corpo che si aggrega al corpo comune, rifiuta istintivamente la solitudine dell’esilio, fosse anche solo per la durata di una conversazione superficiale. Quando osservo tutti noi nei luoghi pubblici dove conversiamo –salotti, giardini, brasseries, corridoi, metropolitana, ascensori -, ciò che più mi colpisce nei movimenti del nostro corpo è questa propensione a dire sì. Fa di noi una banda di uccelli che annuiscono meccanicamente: Sì, sì, fanno i piccioni che camminano fianco a fianco.

inviato il 26/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

doppio grazie!

metterei anche un altro asterisco a queste righe ! le merita secondo me

Ciao Milesoli, sei nella finale di marzo 10righe della settimana.

Sprezzatura - 50 WAYS ITALIAN GENIOUS SHAPED THE WORLD

Peter D'Epiro e Mary D. Pinkowish
Sprezzatura - 50 WAYS ITALIAN GENIOUS SHAPED THE WORLD
Anchor Books 2001

Although women are known to have practiced medicine at Salerno, only one, Trota, lent her name to a body of twelfth-century medical treatises subsumed under the rubric of Trotula. This document is a patchwork collation of at least three different texts. The sections On the Conditions of Women (later called Trotula major) and On Women's Cosmetics were, according to the most recent scholarship, written by men, whereas the part called On Treatments for Women (or Trotula minor), attributed to Trota, seems to reflect a woman's empiric perspective on a broad range of gynecologic problems. In its totality, the Trotula became the preeminent medieval textbook on women's health, dealing mostly with conception, pregnancy, embryonic development, and childbirth.

inviato il 25/02/2018
Nei segnalibri di:

Ritratto della scrittrice da giovane

immagine copertina
Virginia Woolf
Ritratto della scrittrice da giovane
Tradotto da Andrea Cane
Utet libri 2017
10 righe da pagina 189:

Messaggio di congratulazioni alla nostra Signora in occasione del Prossimo Matrimonio
Cara Signora,
noi sottoscritte tre Scimmie e un Wombat desideriamo renderle nota la nostra grande afflizione e gioia alla notizia che lei intende sposarsi.
Veniamo a sapere che lei ha trovato una nuova Scimmia Rossa(Clive Bell)di una specie prima sconosciuta,che è migliore di qualsiasi altra scimmia in quanto può sia parlare che sposarla:cosa da cui noi siamo esclusi.Abbiamo esaminato il suo pelo e lo abbiamo trovato di ottima qualità,rosso, e dorato sulle punte,con un sottobosco di soffice peluria,ottimo per l'inverno.L'abbiamo trovato pulito,allegro e sagace ,mangiatore dispendioso e appassionato di fossili.I suoi denti sono affilati,e noi consigliamo di continuare con gli ossi.E' di carattere affettuoso.
Noi perciò lodiamo il suo matrimonio...

inviato il 26/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

congratulazioni Natalina ! sei bravissima e costante un plauso alla tu perseveranza

10.000... cosa ....Euro...no ...1000 ...libri=10.000 Righe,giorno speciale questo,da dedicare a Virginia Woolf ,ultimo libro , acquistato ,e da leggere!!!

Virginia Woolf nata a Stephen (Londra) 25 gennaio 1882- D:Rodmell 28 marzo 1841 è stata scrittrice e attivista britannica.

Berta Isla

Berta Isla 18 ore 29 min fa

un libro che consiglio vivamente, molto profondo , ricco di riflessioni , scritto magistralmente, avvincente anche nella trama, va letto lentamente per riflettere sulle situazioni che offre al lettore . Un libro che ho particolarmente apprezzato.

Berta Isla 18 ore 37 min fa

Javier Marias scrittore spagnolo nato a Madrid il 20 settembre 1951

2666

2666 30 settimane 2 giorni fa

Roberto Bolano è stato uno scrittore, poeta, saggista cileno nato a Santiago del Cile il 28 aprile 1953

Il Dottor Zivago

Il Dottor Zivago 31 settimane 6 giorni fa

congratulazioni a chi ha riconosciuto questa edizione dalla copertina !

Il Dottor Zivago 31 settimane 6 giorni fa

si confermo edizione del 1959 , me la tengo cara lasciatami da mio nonno!

Storia di un corpo

Storia di un corpo 32 settimane 1 giorno fa

metterei anche un altro asterisco a queste righe ! le merita secondo me

Bouvard e Pécuchet

Bouvard e Pécuchet 32 settimane 2 giorni fa

Grazie Staff ! Sono contenta e mi sono riletta anche l'edizione nel testo originale francese. Questo è un libro che esalta il senso dell'amicizia di due persone che rimaste sole condividono la loro solitudine"inventandosi" una nuova vita scoprendo il piacere di trovare tanti interessi comuni. Anche se attraverso delusioni di vario genere si rendono conto che si deve comunque continuare a credere nella possibilità di restare "vivi" grazie alla loro amicizia e alla condivisione dei lorointeressi.

Bouvard e Pécuchet 33 settimane 1 giorno fa

ho segnalato questo libro perchè sabato prossimo alla trasmissione "Per un pugno di libri" si parlerà proprio di questo libro con il Prof. Piero Dorfles ! Il libro è molto simpatico e la trasmissione...da non perdere !

Bouvard e Pécuchet 33 settimane 2 giorni fa

Gustave Flaubert nacque a Rouen ( Francia) il 12.12.1821

Ritratto della scrittrice da giovane

Ritratto della scrittrice da giovane 33 settimane 2 giorni fa

congratulazioni Natalina ! sei bravissima e costante un plauso alla tu perseveranza

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy