Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Donatella Brusca

NADIA TERRANOVA

immagine copertina
GLI ANNI AL CONTRARIO
NADIA TERRANOVA
Einaudi (collana Super ET) 2016
10 righe da pagina 105:

Quando penso agli anni trascorsi mi sembra che siano andati tutti al contrario. Abbiamo avuto una casa, una figlia, una laurea senza sapere che farcene, e ora che lo sappiamo ci stiamo già dividendo le briciole. Ci saluteremo da balconi e finestrini d’auto portando e prendendo Mara da un posto all’altro, finché lei non se ne andrà per la sua strada e allora ci incontreremo alla sua laurea e al suo matrimonio. Avremo un nuovo marito e una nuova moglie e non ripeteremo gli stessi sbagli perché avremo imparato dall’esperienza, che poi è la somma di tutte le cazzate fatte.

inviato il 15/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Nadia Terranova nata a Messina, 1978.

The Underground Railroad

immagine copertina
Colson Whitehead
The Underground Railroad
Doubleday 2016

Cora had heard Michael recite the Declaration of Independence back on the Randall plantation many times, his voice drifting through the village like an angry phantom. She didn’t understand the words, most of them at any rate, but created equal was not lost on her. The white men who wrote it didn’t understand it either, if all men did not truly mean all men. Not if they snatched away what belonged to other people, whether it was something you could hold in your hand, like dirt, or something you could not, like freedom. The land she tilled and worked had been Indian land. […]
Stolen bodies working stolen land. It was an engine that did not stop, its hungry boiler fed with blood.

inviato il 07/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

È un piacere! :)

Grazieee :)

Tutto si muove intorno a me

immagine copertina
Dany Laferrière
Tutto si muove intorno a me
Tradotto da Giuseppe Girimonti Greco e Francesca Scala
66THAND2ND (COLLANA BAZAR) 2015
10 righe da pagina 72:

In questo paese si va in ospedale solo quando il dolore diventa davvero insopportabile. Altrimenti ti consideri sano come un pesce. Se non puoi comprarti le medicine, tanto vale che eviti di ammalarti. E così passi direttamente dalla salute al decesso. La malattia è un lusso che non ti puoi permettere, se non hai i mezzi. E quindi muori senza essere mai stato malato. Di morte improvvisa. Siccome una morte del genere non ha una spiegazione scientifica, risulta misteriosa. Ora finalmente abbiamo un colpevole: il terremoto.

inviato il 04/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Dany Laferrière (Port-au-Prince, 13 aprile 1953)

La ferrovia sotterranea

immagine copertina
Colson Whitehead
La ferrovia sotterranea
Tradotto da Martina Testa
SUR (collana BIGSUR) 2016
10 righe da pagina 145:

Alla piantagione dei Randall Cora aveva sentito tante volte Michael recitare la Dichiarazione d'Indipendenza. Non capiva le parole, o quantomeno ne capiva una minima parte, ma quel creati uguali non le sfuggiva. Gli uomini bianchi che avevano scritto quel testo non lo capivano neanche loro, se tutti gli uomini per loro non significava davvero tutti gli uomini. Se rubavano ciò che apparteneva ad altri, che fosse qualcosa che si poteva tenere in mano, come la terra, o qualcosa di immateriale, come la libertà. I terreni che Cora dissodava e lavorava un tempo erano appartenuti agli indiani. […]
Corpi rubati che lavoravano terra rubata. Era un motore che non si fermava, la sua caldaia mai sazia si alimentava a sangue.

inviato il 01/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

:)

Grazie! :)

Appena inserito! ;)

Grazieee! Puoi scrivere nei commenti i metadati in della vesione inglese (titolo, editore ecc.)? Oppure meglio scrivi un altro post così quando avremo finito il nuovo sito appariranno nell'area "10 righe in lingua" :)

Nel 2017, con "La ferrovia sotterranea", Colson Whitehead ha vinto il premio Pulitzer e il National Book Award.

Sono tratte dalla versione inglese del libro. Colgo l'occasione per precisare che, nella versione inglese come in quella italiana, ci sono della parole scritte in corsivo. Nello specifico:
- "created equal" e "all men";
- "creati uguali" e "tutti gli uomini".

Donatella, hai tradotto le 10 righe o le hai tratte dalla versione inglese del libro?

Colson Whitehead (New York, 6 novembre 1969)

Cora had heard Michael recite the Declaration of Independence back on the Randall plantation many times, his voice drifting through the village like an angry phantom. She didn’t understand the words, most of them at any rate, but created equal was not lost on her. The white men who wrote it didn’t understand it either, if all men did not truly mean all men. Not if they snatched away what belonged to other people, whether it was something you could hold in your hand, like dirt, or something you could not, like freedom. The land she tilled and worked had been Indian land. […]
Stolen bodies working stolen land. It was an engine that did not stop, its hungry boiler fed with blood.

Colpisci e scappa

immagine copertina
Doug Johnstone
Colpisci e scappa
Tradotto da Alessandra Brunetti
CasaSirio (collana riottosi) 2017
10 righe da pagina 238:

Le arterie principali che si incrociavano in città erano straripanti di veicoli e persone, scie di luminoso traffico giallo trasportavano vite e speranze e paure in ogni direzione. Billy si chiese come dovesse essere stare là sotto, con loro. Essere di nuovo parte di qualcosa.
Charlie si spostò in modo da coprirgli la vista. [...]
- Guardami - disse Charlie.
Billy alzò lo sguardo lentamente, e osservò il volto del fratello. Era nascosto dall'ombra, solo qualche crepa più scura attorno agli occhi.
- Mi dispiace.
Billy fissò Charlie a lungo.
- Anche a me.

inviato il 26/12/2017
Nei segnalibri di:

Neve, cane, piede

immagine copertina
Claudio Morandini
Neve, cane, piede
Exòrma - collana quisiscrivemale 2015
10 righe da pagina 58:

Fame, Freddo e Sonno sedevano di fronte a lui, avvolti in cenci scuri. Avevano facce normali, espressioni stanche. Erano a corto di argomenti, e si sbirciavano l'un l'altro con evidente disagio.
– Vorreste andare? – rideva Adelmo Farandola, nella febbre.
– Ma no, restate, che mi fate compagnia! Non andate, o mi offendo! Son fatto così!
Così, vincendo sull'eloquenza squallida di Fame e Freddo e Sonno, Adelmo Farandola sopravviveva e scampava alle ricerche dei soldati dai pesanti cappotti grigi.

inviato il 19/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Claudio Morandini (Aosta, 8 maggio 1960)

La grande A

immagine copertina
Giulia Caminito
La grande A
Giunti 2016
10 righe da pagina 88:

L’Adi diceva che tutti gli animali son fatti per stare in compagnia, ma devono poter scegliere. Diceva: porta a casa una di quelle gazzelle, la metti fuori con te, dalle due giorni, se ha malinconia vedrai che se ne va e la puzza del deserto la ritrova facilmente; altrimenti falle un giaciglio comodo e non la comandare; consiglia soltanto, chiedile se vuol fare un pezzo di strada con te.

inviato il 18/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Giulia Caminito (Roma, 18 giugno 1988)

Gli anni

immagine copertina
Annie Ernaux
Gli anni
Tradotto da Lorenzo Flabbi
L'orma (collana Kreuzville) 2015
10 righe da pagina 240:

Per tutti, compresi gli immigrati clandestini stipati su un barcone in direzione della costa spagnola, la libertà aveva le fattezze di un centro commerciale, di ipermercati pronti a implodere sotto il peso dell'abbondanza. Nessuno si scandalizzava del fatto che i prodotti arrivassero dal mondo intero e circolassero liberamente mentre gli uomini erano respinti alle frontiere. Per attraversarle alcuni si chiudevano nei container, si facevano merce, inerte, morivano asfissiati, dimenticati dal camionista in un parcheggio di Douvres sotto il sole di giugno.

inviato il 15/12/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Annie Ernaux (Lillebonne, 1 settembre 1940)

Grazie mille! :)

Ciao Donatella, sei nella classifica del mese di dicembre, 10righe scelte dalla redazione.

Paradisi minori

immagine copertina
Megan Mayhew Bergman
Paradisi minori
Tradotto da G. Guerzoni
NN Editore 2017
10 righe da pagina 32:

Ricordati, dissi a mia madre, che non sono obbligata a prendermi cura di quel pennuto.
Be', disse lei, io non sono obbligata a prendermi cura di te.
Invece si, pensai, le sue parole una scheggia nel petto. Devi.
In quel momento, mi sentii cedere. La odiavo per la sua freddezza, la logica testarda, la capacità di fare la voce grossa anche quand'era stanca morta, pelle e ossa, e non vedeva nemmeno il cibo sulla forchetta.
Eccola seduta il poltrona, nel suo vestito fuori moda fatto a mano, con il pennuto in braccio e la merda sulla spalla.
Era stata schiacciata dal mondo, ma di fronte alla sconfitta minacciava tutti noi.

inviato il 08/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Megan Mayhew Bergman nata a Born il 23 dicembre 1979.

Le 10 righe sono tratte dal racconto "Le arti della casalinga". Anche l'incipit ė notevole..: "In famiglia, sono io che porto a casa i soldi e sono io la casalinga. Preparo i pranzi e cambio le lampadine, le lenzuola e l'olio della macchina. Bacio i lividi sulle ginocchia e uccido a zappate i serpenti testa di rame che arrivano dal torrente dietro casa. Posso fare una crostata e sterminare le locuste in cantina con un'asse coperta di colla, non in contemporanea, però. Mi piace tessere le mie lodi perché non lo fa nessun altro.*

Gli anni

immagine copertina
Annie Ernaux
Gli anni
Tradotto da Lorenzo Flabbi
L'orma (collana Kreuzville) 2015
10 righe da pagina 217:

E non invecchiavamo. Nessuna delle cose che avevamo attorno durava abbastanza per diventare vecchia, sostituita in fretta e furia dal modello più recente. La memoria non aveva il tempo di associare gli oggetti a delle frasi dell'esistenza.
Di tutte le novità il "telefono cellulare" era la più miracolosa, la più sconcertante. Non avremmo mai immaginato che un giorno ci saremmo trovati a passeggiare con un telefono in tasca e a fare chiamate in qualunque posto e in qualunque momento. Ci faceva specie che le persone parlassero da sole per la strada, con il telefono all'orecchio.

inviato il 08/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Francesca, sei nella classifica finale del mese di febbrario. 10righe scelte da Voi utenti.

Annie Ernaux è nata a Lillebonne il 1 settembre 1940.

The Catcher in the Rye

immagine copertina
J. D. Salinger
The Catcher in the Rye
Little Brown and Company 2014
10 righe da pagina 22:

What I like the best is a book that's at least funny once in a while. I read a lot of classical books, like The Return of the Native and all, and I like them, and I read a loto of war books and mysteries and all, but they don't knock me out too much. What really knocks me out is a book that, when you're all done reading it, you wish the author that wrote ut was a terrific friend of yours and you could call him up on the phone whenever you felt it. That doesn't happen much, though. I wouldn't mind calling Isak Dinesen up. And Ring Lardner, except that D.B. told me he's dead. You take that book Of Human Bondage, by Somerset Maugham, though. I read it last summer. It's a pretty good book and all, but I wouldn't want to call Somerset Maugham up. I don't know. He just isn't the kind of guy I'd want to call up, that's all.

inviato il 05/01/2018
Nei segnalibri di:

Il gigante sepolto

immagine copertina
Kazuo Ishiguro
Il gigante sepolto
Tradotto da Susanna Basso
Einaudi 2016
10 righe da pagina 157:

- Ma siete proprio certa, mia buona signora, di volervi liberare di questa nebbia? Non è forse meglio che le cose rimangano nascoste alle nostre menti? - Sarà così per qualcuno, padre, ma non per noi. Axl e io desideriamo riavere i bei momenti vissuti insieme. Ne siamo stati derubati, come se un ladro nottetempo fosse entrato in casa a portarci via quel che avevamo di più prezioso. - Ma la nebbia copre tutti i ricordi, i brutti come i belli. Non è così, mia signora? - Che tornino anche quelli brutti, seppure ci faranno piangere o tremare di rabbia. Non è comunque la vita che abbiamo vissuto insieme?

inviato il 08/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Kazuo Ishiguro (Nagasaki, 8 novembre 1954).

Grazie!

Ciao Paola, sei nella classifica settimanale del mese di gennaio.

Mr Holmes Il mistero del caso irrisolto

immagine copertina
Mitch Cullin
Mr Holmes Il mistero del caso irrisolto
Tradotto da Giovanna Scocchera
Neri Pozza 2015
10 righe da pagina 13:

Tanto all’andata quanto al ritorno aveva percorso gli stessi, interminabili itinerari, perlopiù in compagnia di militari chiassosi, pochi dei quali riconoscevano l’anziano gentiluomo che cenava o sedeva accanto a loro (quel Matusalemme lento come una lumaca che si frugava in tasca alla ricerca di un cerino mai trovato, masticando in continuazione un sigaro giamaicano spento). Quei visi rubizzi si volgevano a lui solo nelle rare occasioni in cui un funzionario proclamava ad alta voce la sua identità, e allora lo scrutavano meravigliati perché, sebbene usasse due bastoni da passeggio, il suo corpo era ancora diritto, e il passare degli anni non aveva smorzato il grigio intenso degli occhi. I capelli candidi, folti e lunghi, come la barba, erano pettinati all’indietro, alla moda inglese.
«È vero? È proprio lei?»
«Temo di potermi fregiare ancora di quel titolo».
«Lei è proprio Sherlock Holmes? No, non ci credo».
«Poco male. Del resto fatico io stesso a crederci».

inviato il 08/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie.

Ho scelto queste 10righe http://scrivi.10righedailibri.it/i-melrose-0

Grazie

Ciao Giovanni, sei nella classifica settimanale del mese di gennaio. Scegli partendo da oggi a domenica 21 gennio 10righe che più ti piacciono riportando il link qui nei commenti.

Mitch Cullin (Santa Fe, 23 marzo 1968)

Benediction

immagine copertina
Kent Haruf
Benediction
First Vintage Contemporaries Edition 2013
10 righe da pagina 43:

I think that'll do, he said. That'll do just fine. You know about love, I can see that. But let me just add my own thoughts. Love is the most important part of life, isn't it. If you have love you can live in this world in a true way and if you love each other you can see past everything and accept what you don't understand and forgive what you don't know or don't like. Love is all. Love is patient and bound-less and right-hearted and long-suffering. I hope you may love each other all your days of life together. And I hope you may have a great many years of those days.
They sat looking at him talk. Yes sir, we will, the boy said. He glanced at the woman. Can you perform the service now?

inviato il 05/01/2018
Nei segnalibri di:

Dubliners, "The dead"

immagine copertina
James Joyce
Dubliners, "The dead"
Wordsworth Classics 1993
10 righe da pagina 153:

A wave of yet more tender joy escaped from his heart and went coursing in warm blood along his arteries. Like the tender fire of stars moments of their life together, that no one knew of or would ever know of, broke upon and illumined his memory. He longed to recall to her those moments, to make her forget the years of their dull existence together and remember only their moments of ecstasy. For the years, he felt, had not quenched his soul or hers. Their children, his writing, her household cares had not quenched all their souls’ tender fire. [...] He longed to be alone with her. When the others had gone away, when he and she were in the room in the hotel, then they would be alone together.

inviato il 05/01/2018
Nei segnalibri di:

Umami

immagine copertina
Laia Jufresa
Umami
Tradotto da Giulia Zavagna
SUR 2017
10 righe da pagina 174:

Perché?, mi ha chiesto Linda.
Perché pesa più un morto che un vivo?
A-ha.
Suppongo che abbia a che vedere con la mancanza di sforzo muscolare, le ho detto: Quando prendi in braccio una persona viva, per quanto sia debole, ancora si sostiene, o almeno ha intenzione di farlo.
Forse morire è proprio questo, no?
Pesare di più?
Quel momento in cui uno smette di portare il proprio peso.
------
Perché?, mi ha chiesto Linda.
Perché pesa più un morto che un vivo?
A-ha.
Suppongo che abbia a che vedere con la mancanza di sforzo muscolare, le ho detto: Quando prendi in braccio una persona viva, per quanto sia debole, ancora si sostiene, o almeno ha intenzione di farlo.
Forse morire è proprio questo, no?
Pesare di più?
Quel momento in cui uno smette di portare il proprio peso.
------

inviato il 04/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie.

Ho scelto queste 10righe: http://scrivi.10righedailibri.it/la-pietra-di-luna !

Grazie :)) provvedo al più presto! (I folletti hanno rimesso le righe a posto!!

Ciao Francesca, sei nella finale di gennaio, 10 righe settimanali. Scegli 10righe che più ti piacciono partendo da lunedì 8 gennaio a domenica 14 gennaio, riportando qui nei commenti il link.

Ohhhhh.. <3 Questo spiega tutto :))

Ciao Francesca, alcune volte il testo sparisce nei dialoghi... Folletti :)

Non so perché, mentre facevo una correzione, mi sono sparite le righe.. :( le ho riscritte nei commenti!

Perché?, mi ha chiesto Linda.
Perché pesa più un morto che un vivo?
A-ha.
Suppongo che abbia a che vedere con la mancanza di sforzo muscolare, le ho detto: Quando prendi in braccio una persona viva, per quanto sia debole, ancora si sostiene, o almeno ha intenzione di farlo.
Forse morire è proprio questo, no?
Pesare di più?
Quel momento in cui uno smette di portare il proprio peso.

Frida Kahlo

immagine copertina
Rauda Jamis
Frida Kahlo
Tradotto da Flavia Celotto
CASA EDITRICE TEA 2016
10 righe da pagina 198:

La mia notte è come un grande cuore che pulsa. Sono le tre e trenta del mattino. La mia notte è senza luna. La mia notte ha grandi occhi che guardano fissi una luce grigia che filtra dalle finestre. La mia notte piange e il cuscino diventa umido e freddo. La mia notte è lunga, lunga e sembra sempre tesa verso una fine incerta. La mia notte mi precipita nella tua assenza. Ti cerco, cerco il tuo corpo immenso vicino al mio, il tuo respiro, il tuo odore.

inviato il 04/04/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Alessandra, per Te un libro incentivo come finalista del mese di aprile, 10 righe della settimana. Manda i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie.

Ciao Alessandra le tue 10 righe sono nella finale settimanale di Aprile. Scegli da oggi lunedì 10aprile a domenica 15 aprile, 10righe che più ti piacciono riportando qui nei commenti il link.

Rimbaud Poesie

immagine copertina
Arthur Rimbaud
Rimbaud Poesie
Tradotto da Gian Piero Bona
Edizione CDE su licenza Giulio Einaudi 1990
10 righe da pagina 253:

Le sere estive, all'occhio ardente di facciate, quando la linfa freme nelle oscure grate radiante ai piedi dei castani delicati, fuori dai crocchi neri, allegri o ritirati, i baciasigari o i succhia pipa-dura, nel chiosco ove mi sperdo, stretto mezze-mura, -d'Ibled rosseggiain alto la pubblicità, -penso che un rombo d'acqua chiara gelerà d'inverno il Tibet, placando l'umana piena,-e l'aspro vento non risparmi alcuna vena.

inviato il 28/08/2017
Nei segnalibri di:

La ferrovia sotterranea

La ferrovia sotterranea 23 settimane 6 giorni fa

:)

La ferrovia sotterranea 23 settimane 6 giorni fa

Appena inserito! ;)

La ferrovia sotterranea 24 settimane 23 ore fa

Nel 2017, con "La ferrovia sotterranea", Colson Whitehead ha vinto il premio Pulitzer e il National Book Award.

La ferrovia sotterranea 24 settimane 23 ore fa

Sono tratte dalla versione inglese del libro. Colgo l'occasione per precisare che, nella versione inglese come in quella italiana, ci sono della parole scritte in corsivo. Nello specifico:
- "created equal" e "all men";
- "creati uguali" e "tutti gli uomini".

La ferrovia sotterranea 24 settimane 3 giorni fa

Colson Whitehead (New York, 6 novembre 1969)

The Underground Railroad

The Underground Railroad 23 settimane 6 giorni fa

È un piacere! :)

La grande A

La grande A 24 settimane 3 giorni fa

Giulia Caminito (Roma, 18 giugno 1988)

Tutto si muove intorno a me

Tutto si muove intorno a me 24 settimane 3 giorni fa

Dany Laferrière (Port-au-Prince, 13 aprile 1953)

Neve, cane, piede

Neve, cane, piede 24 settimane 3 giorni fa

Claudio Morandini (Aosta, 8 maggio 1960)

Gli anni

Gli anni 24 settimane 3 giorni fa

Annie Ernaux (Lillebonne, 1 settembre 1940)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy