Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di BIVIO

DINO BENVENUTI

immagine copertina
SHAMBHO'
DINO BENVENUTI
AREABLU EDIZIONI
10 righe da pagina 15:

Dalle Alpi all'Himalaya 30.000 km in auto cercando mia figlia ho ritrovato me stesso.

Credevo di essere stato un buon padre: protettivo, amoroso, intelligente. Pensando al futuro dei miei tre figli, avevo creato con la collaborazione di mia moglie un'attività artigianale in una cittadina del Piemonte, Valenza. Ero un discreto fotografo ed avevo una buona clientela. Il lavoro di fotografia non mancava: decisi però di abbinare alla mia attività quella di ottica. Così pensai di mandare la figlia maggiore, Lorena, a Milano per conseguire il diploma di ottica e optometria, tre anni di studio. Siccome la scuola non dava allora (ora non so) un indirizzo specifico, quasi tutti i ragazzi erano alla mercé dei propri genitori. (...) Conseguito il diploma, Lorena mi ha detto. Papà, non me la sento di affrontare quello che mi offre questa società....

inviato il 26/02/2018
Nei segnalibri di:

ACETO, ARCOBALENO

immagine copertina
Erri De Luca
ACETO, ARCOBALENO
Economica Feltrinelli
10 righe da pagina 39:

Giungemmo a un sentiero pianeggiante. Marciavi leggero, appoggiando con forza e snellezza la pianta del piede, con passi che trattenevano a stento il rimbalzo, come se un morso impedisse loro di slanciarsi in corsa. Era bello vederti camminare.
Ero sudato, mi offristi un fazzoletto. Ritrovando un'antica frase di nostri studi di filosofia recitasti: "non ci si bagna due volte nella stessa acqua," e aggiungesti "nemmeno nello stesso sudore". Di tante voci staccate staccate da un sistema di pensiero, ne restavano a mente alcune che si reggevano da sole.

inviato il 21/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Bivio, anno di edizione? :)

IL FIGLIO DI BAKUNIN

immagine copertina
SERGIO ATZENI
IL FIGLIO DI BAKUNIN
Sellerio Editore Palermo
10 righe da pagina 11:

Stanotte ho sognato Tullio Saba. Aveva la pelle del viso bianca come cera, e gli occhi spalancati, spaventati, o forse un po' tristi… Una camicia militare americana del tempo di guerra, lacera, a brandelli. Mi ha detto «Tutti mi hanno dimenticato, anche gli amici, anche le donne».
Te ne ho mai parlato?
Era un bravo ragazzo. Minatore. Compagno. Anche dirigente del partito. Un po' matto.
Mi ha fatto la corte, subito dopo la guerra.
Tuo padre mi piaceva di più.

inviato il 18/02/2018
Nei segnalibri di:

La terra è la mia preghiera Vita di Gino Girolomoni, padre del biologico

immagine copertina
10 righe da pagina 4:

«Mi considero un poeta religioso e politico, una categoria pericolosa: quegli uomini che, se individuano un obiettivo, fanno un gran casino e coinvolgono tutti quelli che avvicinano per raggiungere il sogno».
Quello di Gino Girolomoni (1946-2012), contadino e mistico, marito e «monaco», è stato ritornare alla terra, riviverel’affetto per il lavoro agricolo come contatto vivo e vivificante con il creato. Grazie a tale passione, scaturita da un cristianesimo radicale, Girolomoni ha costruito un’esistenza intessuta di opere e incontri: la rinascita di un monastero abbandonato, Montebello, ancor oggi luogo di spirito e silenzio per tanti e tante in ricerca...

Vandana Shiva

inviato il 12/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

«Gino guarda sempre il mondo dalla cima di un monte. E mai dal buco della serratura» Sergio Quinzio

«Mangiare non è soltanto piantare, raccogliere, trasformare e cuocere il cibo. Mangiare è dono, spiritualità, amicizia, fraternità, bellezza, calore, colore, sapienza, semplicità, compagnia» Gino Girolomoni

"Con questo libro Massimo Orlandi racconta la vita di Gino Girolomoni con la capacità di chi riesce a parlare al cuore delle persone, trasmettendo l’essenza profonda della sua missione di pioniere dell’agricoltura biologica, paladino delle comunità locali e uomo dalle grandi passioni, testimone di un rapporto religioso con la terra e con la natura. Questo libro servirà a far capire a molti che non ne hanno mai sentito parlare, ma persino a molti che lo hanno conosciuto e non lo hanno capito fino in fondo, il senso straordinario e multicolore del suo messaggio."

Vandana Shiva

“Io non penso che l’agricoltura biologica salverà il mondo,
ma la pratico per non stare dalla parte di chi il mondo lo distrugge”.

Gino Girolomoni

Napòlide

immagine copertina
Erri De Luca
Napòlide
Libreria Dante e Descartes
10 righe da pagina 82:

E dalla sagoma rampante di una nuvola in fondo all'orizzonte sapevano predire burrasca o buona pesca. I vecchi non erano un peso, lo avevano invece.

inviato il 12/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Bivio integra le righe... queste sono poche. Devi scrivere almeno 500 caratteri spazi inclusi

A pag. 73 troviamo una bella descrizione di Totò

"Il grande comico è un riassunto. Si addensa in lui un repertorio di mosse, frasi e contrazioni nervose disseminate in un popolo. Lui non le imita, né le ricalca, le possiede."

Un tuffo in un angolo

immagine copertina
Pino Viscuso
Un tuffo in un angolo
Albatros

Amore e nuvole

Un velo di nuvole
A volte delicate e soffici
O impetuose e ardite
Magari talvolta indifferenti
Nella cripta del cielo amoroso
Cullano come l'onda sulla battigia
O brillano come teneri virgulti
Nella volta celeste che protegge le nostre passioni,
Offrendo capacità e desiderio
In una esistenza complessa che ci può donare solo questo:
amore.

inviato il 11/02/2018
Nei segnalibri di:

I FRATELLI DI ÁRPÁD

immagine copertina
Biagio Angrisani
I FRATELLI DI ÁRPÁD
Areablu Edizioni

Lo scudetto targato 1925 fu deciso al quinto spareggio tra Genova e Bologna. Successe di tutto dentro e fuori gli stadi. L'episodio più eclatante -dopo il quarto equilibrato incontro tra gli uomini di Garbutt e quelli di Felsner- alla stazione Porta Nuova di Torino dove alcuni colpi di revolver furono sparati da un vagone di tifosi emiliani contro i sostenitori genoani. La vicenda generò una interpellanza parlamentare e loo show calcistico fu sterilizzato dai vertici federali.

inviato il 10/02/2018
Nei segnalibri di:

Medicina da mangiare

immagine copertina
Franco Berrino, con la collaborazione di Simonetta Barcella e Silvia Petruzzelli
Medicina da mangiare
La Grande Via

Può capitare che il cambiamento faccia paura. Più si è deboli, più il cambiamento spaventa, in quanto si teme di perdere le proprie certezze. Le abitudini forniscono una sorta di sicurezza. Anche per questo è difficile cambiare. La paura, come vedremo più avanti, è un sentimento strettamente connesso a un indebolimento dei nostri reni.

inviato il 10/02/2018
Nei segnalibri di:

L'arte di essere felici

immagine copertina
Arthur Schopenhauer
L'arte di essere felici
Adelphi
10 righe da pagina 51:

Massima n. 13

Se si è sereni, non chiedere per giunta a se stessi l'autorizzazione a esserlo, stando lì a riflettere se si ha per davvero motivo di essere sereni da tutti i punti di vista.

inviato il 09/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Bivio, dovresti scrivere almeno 500 caratteri spazi inclusi e dopo 2 post consecutivi dovresti aspettare che un altro lettore scriva le proprie 10 righe ;)

Il libraio di Selinunte

immagine copertina
Roberto Vecchioni
Il libraio di Selinunte
Einuadi
10 righe da pagina 16:

-Cosa?
-Io non vendo libri, li leggo.
- Li legge a chi?
- E che ne so?
- Un libraio che non vende libri? Ma che razza di libraio è?
Leggeva libri. E così. per sfizio, alcuni ci andarono a sentirlo, quella sera, ma furono i primi e gli ultimi.

inviato il 09/02/2018
Nei segnalibri di:

Un tuffo in un angolo

immagine copertina
Pino Viscuso
Un tuffo in un angolo
Albatros

Amore e nuvole

Un velo di nuvole
A volte delicate e soffici
O impetuose e ardite
Magari talvolta indifferenti
Nella cripta del cielo amoroso
Cullano come l'onda sulla battigia
O brillano come teneri virgulti
Nella volta celeste che protegge le nostre passioni,
Offrendo capacità e desiderio
In una esistenza complessa che ci può donare solo questo:
amore.

inviato il 11/02/2018
Nei segnalibri di:

I FRATELLI DI ÁRPÁD

immagine copertina
Biagio Angrisani
I FRATELLI DI ÁRPÁD
Areablu Edizioni

Lo scudetto targato 1925 fu deciso al quinto spareggio tra Genova e Bologna. Successe di tutto dentro e fuori gli stadi. L'episodio più eclatante -dopo il quarto equilibrato incontro tra gli uomini di Garbutt e quelli di Felsner- alla stazione Porta Nuova di Torino dove alcuni colpi di revolver furono sparati da un vagone di tifosi emiliani contro i sostenitori genoani. La vicenda generò una interpellanza parlamentare e loo show calcistico fu sterilizzato dai vertici federali.

inviato il 10/02/2018
Nei segnalibri di:

Medicina da mangiare

immagine copertina
Franco Berrino, con la collaborazione di Simonetta Barcella e Silvia Petruzzelli
Medicina da mangiare
La Grande Via

Può capitare che il cambiamento faccia paura. Più si è deboli, più il cambiamento spaventa, in quanto si teme di perdere le proprie certezze. Le abitudini forniscono una sorta di sicurezza. Anche per questo è difficile cambiare. La paura, come vedremo più avanti, è un sentimento strettamente connesso a un indebolimento dei nostri reni.

inviato il 10/02/2018
Nei segnalibri di:

Sardegna come un'infanzia

immagine copertina
Elio Vittorini
Sardegna come un'infanzia
Bompiani 2009
10 righe da pagina 36:

Una vena d'acqua è affiorata sulle lastre, profonda da immergervi il piede. Ma è chiara, colore anch'essa del granito. A poco a poco si stringe nelle sue sponde e suscita un'irta vegetazione, che la ricopre.
Seguendola s'incontrano alberi, qualche ontano, qualche ulivo. Alberi dalle fronde di cenere, d'un verde spento.
Poi sugheri.
Somigliano all'ulivo, dal fogliame un pò più canuto, un pò più arruffato, ma hanno tronchi che sanguinano. Dal piede fin sotto l'attaccatura dei primi rami , esattamente, la corteccia è stata sbalzata via. E' rimasto il tronco vivo. Alcuni d'un rosso fulvo,, in altri come cuoio conciato. altri, sotto l'azione del sole, hanno preso una tinta violacea. I più vecchi, che furono scortecciati l'anno scorso, si sono ricoperti d'un muschio bluastro. Ma non ce n'è uno intatto. Anche certi arboscelli , dal corpo sottile,mostrano un piede sanguinolento. Strano, per questo taglio come sembrano vivi !

inviato il 08/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Elio Vittorinii è nato a Siracusa il 23 luglio 1908

L'arte di essere felici

immagine copertina
Arthur Schopenhauer
L'arte di essere felici
Adelphi
10 righe da pagina 51:

Massima n. 13

Se si è sereni, non chiedere per giunta a se stessi l'autorizzazione a esserlo, stando lì a riflettere se si ha per davvero motivo di essere sereni da tutti i punti di vista.

inviato il 09/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Bivio, dovresti scrivere almeno 500 caratteri spazi inclusi e dopo 2 post consecutivi dovresti aspettare che un altro lettore scriva le proprie 10 righe ;)

Il libraio di Selinunte

immagine copertina
Roberto Vecchioni
Il libraio di Selinunte
Einuadi
10 righe da pagina 16:

-Cosa?
-Io non vendo libri, li leggo.
- Li legge a chi?
- E che ne so?
- Un libraio che non vende libri? Ma che razza di libraio è?
Leggeva libri. E così. per sfizio, alcuni ci andarono a sentirlo, quella sera, ma furono i primi e gli ultimi.

inviato il 09/02/2018
Nei segnalibri di:

Il bambino che sognava l'infinito

immagine copertina
10 righe da pagina 11:

Fu il bambino, un giorno, ad avere un'idea: "Se io salissi su un albero" disse, "non molto alto, quel tanto che basta per superare la cresta delle siepi, forse potrei vedere qualcosa.
(...) "Non è una cattiva idea" rispose il padre.

inviato il 09/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

"Un sogno di volo, libero da qualsiasi ostacolo... un dono d'amore di un grande scrittore"
Il Messaggero

La musica provata

immagine copertina
Erri De Luca
La musica provata
Feltrinelli
10 righe da pagina 88:

Sono uno del Mediterraneo, che non è Sud né Nord, né Oriente né Occidente. E' il ventre liquido tra Asia, Africa e Europa. Chi è nato su un suo bordo ha nel sangue un arcipelago di popoli.

inviato il 08/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

scrivi almeno 500 caratteri spazi inclusi...

I CONTADINI VOLANTI

immagine copertina
FLAVIA AMABILE
I CONTADINI VOLANTI
Arkhé edizioni - L'Aquila
10 righe da pagina 5:

I contadini volanti esistono, sono persone in carne e ossa come noi. Vivono nei giardini di sfusati della Costiera Amalfitana dove i limoni si coltivano arrampicandosi sui pali e camminando sui rami, metà busto che spunta oltre le foglie, l'altra metà nascosta sotto come creature mitologiche, centauri della campagna.

inviato il 08/02/2018
Nei segnalibri di:

L'UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI

immagine copertina
Jean Giono
L'UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI
SALANI EDITORE
10 righe da pagina 5:

Scoprii la stona semplice e toccante dell'uomo
che piantava gli alberi per puro caso, molti anni
fa. A quell'epoca, Jean Giono era uno scrittore
poco noto in Italia e i messaggi d'amore per la
natura, nella letteratura che andava per la maggiore,
non erano troppo frequenti. Questa vicenda
d'un pastore che, con molta fatica e nessun
tornaconto personale, si dedicava tenacemente a
piantar querce in una landa desolata avrebbe potuto
apparire allora, tuttalpiù, come un'innocua
stravaganza. Meritevole di suscitare, al massimo,
un sorrisetto di compiacimento.
Dietro a questa insolita storia positiva, persino
ingenua, si cela invece un messaggio profondo.

inviato il 08/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

L'uomo che piantava gli alberi (L'homme qui plantait des arbres) è un film d'animazione del 1987 diretto da Frédéric Back, basato sul racconto omonimo di Jean Giono.

Nel 1994, è stato inserito alla posizione numero 44 nella lista The 50 Greatest Cartoons stilata da membri del campo dell'animazione.
(Wiki)

Benvenuto Bivio

Aforismi sui libri

Aforismi sui libri 12 settimane 16 ore fa

io libro, tu libri, ...NOI liberiamo il mondo da ogni forma di dipendenza e schiavitù.

La terra è la mia preghiera Vita di Gino Girolomoni, padre del biologico

La terra è la mia preghiera Vita di Gino Girolomoni, padre del biologico 14 settimane 4 giorni fa

«Gino guarda sempre il mondo dalla cima di un monte. E mai dal buco della serratura» Sergio Quinzio

La terra è la mia preghiera Vita di Gino Girolomoni, padre del biologico 14 settimane 4 giorni fa

«Mangiare non è soltanto piantare, raccogliere, trasformare e cuocere il cibo. Mangiare è dono, spiritualità, amicizia, fraternità, bellezza, calore, colore, sapienza, semplicità, compagnia» Gino Girolomoni

La terra è la mia preghiera Vita di Gino Girolomoni, padre del biologico 14 settimane 4 giorni fa

"Con questo libro Massimo Orlandi racconta la vita di Gino Girolomoni con la capacità di chi riesce a parlare al cuore delle persone, trasmettendo l’essenza profonda della sua missione di pioniere dell’agricoltura biologica, paladino delle comunità locali e uomo dalle grandi passioni, testimone di un rapporto religioso con la terra e con la natura. Questo libro servirà a far capire a molti che non ne hanno mai sentito parlare, ma persino a molti che lo hanno conosciuto e non lo hanno capito fino in fondo, il senso straordinario e multicolore del suo messaggio."

Vandana Shiva

La terra è la mia preghiera Vita di Gino Girolomoni, padre del biologico 14 settimane 4 giorni fa

“Io non penso che l’agricoltura biologica salverà il mondo,
ma la pratico per non stare dalla parte di chi il mondo lo distrugge”.

Gino Girolomoni

Napòlide

Napòlide 14 settimane 4 giorni fa

A pag. 73 troviamo una bella descrizione di Totò

"Il grande comico è un riassunto. Si addensa in lui un repertorio di mosse, frasi e contrazioni nervose disseminate in un popolo. Lui non le imita, né le ricalca, le possiede."

L'UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI

L'UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI 15 settimane 23 ore fa

L'uomo che piantava gli alberi (L'homme qui plantait des arbres) è un film d'animazione del 1987 diretto da Frédéric Back, basato sul racconto omonimo di Jean Giono.

Nel 1994, è stato inserito alla posizione numero 44 nella lista The 50 Greatest Cartoons stilata da membri del campo dell'animazione.
(Wiki)

Il bambino che sognava l'infinito

Il bambino che sognava l'infinito 15 settimane 23 ore fa

"Un sogno di volo, libero da qualsiasi ostacolo... un dono d'amore di un grande scrittore"
Il Messaggero

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy