Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di marsielo

Cercando Alaska

immagine copertina
John Green
Cercando Alaska
Tradotto da Lia Celi
Rizzoli 2006
10 righe da pagina 24:

Il Colonnello mi spiegò che: 1)Quella era la stanza di Alaska;2)Era diventata singola perche quella che doveva essere la sua compagna di stanza era stata buttata fuori alla fine dell'anno scolastico, e 3) Alaska aveva le sigarette, anche se il colonnello non si curò di appurare se..4) Io fumavo, cosa che..5) non facevo. bussò una sola volta, forte. Dietro la porta, una voce strillò: "Oddììo! Entra, entra omino bello, devo raccontartene una coi controfiocchi". Entrammo. mi voltai per chiudere la porta alle mie spalle, ma il Colonnello fece no con la testa. "Dopo le sette devi lasciare la porta aperta, se sei in camera di una femmina" disse. ma lo sentii a malapena. davanti a mè, in bermuda di jeans e top color pesca, c'era la ragazza più sexy della storia dell'umanità.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

ok non lo sapevo..

Ciao Marsielo quando posti le tue10righe attendi che altri utenti postino le proprie, prima di inserirne altre. (Come da Regolamento)
Grazie.

Liberi di essere

immagine copertina
Osho
Liberi di essere
Tradotto da Gagan Daniele Pietrini
mondadori 2007
10 righe da pagina 82:

In realtà da tempo hai dimenticato la tua voce. Non hai mai ricevuto abbastanza libertà per manifestare le tue opinioni, ti è sempre stata insegnata l'obbedienza. ti è stato insegnato a rispondere sì a tutto ciò che dicevano gli anziani, a seguire ciò che dicevano gli insegnanti o i preti. nessuno ti ha mai detto di cercare la tua voce: "hai o non hai una voce tua?". di conseguenza la tua voce è rimasta molto flebile, mentre le altre sono chiassose e imperiose, perchè erano comandi che hai eseguito di malavoglia. non ti andava di obbedire, riuscivi a vedere che quelle cose erano sbagliate: tuttavia si deve obbedire, se si vuol essere rispettati, accettati, amati. Naturalmente in tè manca una sola voce, una sola persona: tu stesso.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Il vecchio e il mare

immagine copertina
Ernest Hemingway
Il vecchio e il mare
Tradotto da Fernanda Pivano
mondadori 1952
10 righe da pagina 9:

Pensava sempre al mare come a "la mar", come lo chiamano in spagnolo quando lo amano. A volte coloro che l'amano ne parlano male, ma sempre come se parlassero di una donna. Alcuni fra i pescatori più giovani, di quelli che usavano gavitelli come galleggianti per le lenze e avevano le barche a motore, comprate quando il fegato di pescecane rendeva molto, ne parlavano come di "el mar"al maschile. ne parlavano come di un rivale o di un luogo o perfino di un nemico. Ma il vecchio lo pensava sempre al femminile e come qualcosa che concedeva o rifiutava grandi favori e se faceva cose strane o malvagie era perchè non poteva evitarle. La luna lo fà reagire come una donna pensò.

inviato il 16/05/2018
Nei segnalibri di:

Il Profumo

immagine copertina
Patrick Suskind
Il Profumo
Tradotto da Giovanna Agabio
CASA EDITRICE TEA 1988
10 righe da pagina 11:

Grida, un gran correre di gente, la folla in cerchio con tanto d'occhi, si chiama la polizia.
La donna con il coltello in mano è ancora là sulla strada, a poco a poco ritorna in sè. -che le è successo? "Niente"..-che cosa fà con il coltello? "Niente". da dove viene il sangue che ha sulle gonne? "dai pesci". La donna si alza, getta via il coltello e và a lavarsi. in quel momento, inaspettatamente, la sotto al banco la cosa appena nata comincia ad urlare. Vanno a vedere, sotto uno sciame di mosche e fra interiora e teste di pesci troncate scoprono in neonato, lo tirano fuori. Lo consegnano d'ufficio ad una balia, la madre è arrestata. e poichè è rea confessa, e ammette senz'altro che avrebbe di certo lasciato crepare quella cosa, come del resto ha già fatto con le quattro precedenti, la condannano per infanticidio e le tagliano la testa in.

inviato il 16/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Francia diciottesimo secolo visse un uomo più geniali e scellerate di quell'epoca. Si chiamava Jean-Baptiste Grenouille.....

Bella è la gioventù

immagine copertina
Hermann Hesse
Bella è la gioventù
Tradotto da Mirella Ulivieri
Newton Compton 1992
10 righe da pagina 51:

Poiché avevo deciso di sfruttare anche quell'ultima giornata e di partire soltanto la sera, noi giovani stabilimmo di passare il pomeriggio facendo una bella gita.
Così le ore del mattino furono dedicate ai miei genitori, e io sedetti in mezzo a loro sul divano nello studio di mio padre. Mio padre teneva ancora in serbo per me alcuni doni d'addio, che ora mi porse in tono amichevole e scherzoso, con cui celava la sua commozione. Erano un'antiquata scatoletta con alcuni talleri, una penna tascabile e un quadernetto graziosamente rilegato, fatto da lui, nel quale aveva scritto con i suoi severi caratteri latini una dozzina di massime. Con i talleri mi consigliò di esser parco, ma non avaro con la penna mi pregò di scrivere spesso a casa e, quando trovassi una buona nuova massima sperimentata da me stesso, di annotarla sul quaderno...

inviato il 15/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Prima edizione 1916 (Hermann Hesse è stato premio nobel per la letteratura)

la professione di moglie

immagine copertina
LUCIO D'AMBRA
la professione di moglie
A. MONDADORI 1939
10 righe da pagina 47:

Ho scelto a vent'anni una professione difficile: le lettere. Brutto affare!
Non ho voluto essere che un romanziere. Ma questa professione io l'ho assunta con entusiasmo, con fede, con spirito di dedizione totale, di completa abnegazione.
Privazioni, rinunzie, sacrifici delusioni, riduzioni progressive degli ideali, accettata modestia dei risultati sul massimo possibile degli sforzi, a tutto ho detto sì, lealmente; ed ho, tuttavia, compiuto le mie opere, ho comunque percorso la mia strada, ho raggiunto insomma una meta, mi sono fatto onore nella mia dura professione, e, a conti fatti, passivo ed attivo, non ho oggi da lamentare un fallimento totale. Subisco in serena rassegnazione solamente il fallimento parziale, inesorabilmente imposto a tutti gli uomini e a tutte le donne:-quello che dal sogno vago conduce all'aritmetica precisa.

inviato il 15/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

p. 47

Ogni angelo è tremendo

immagine copertina
Susanna Tamaro
Ogni angelo è tremendo
Bompiani 2013
10 righe da pagina 7:

Nove mesi nella pancia della mamma,ma, prima di quella pancia cè la storia dei suoi genitori, dei suoi nonni e dei trisavoli.
E' la storia dei suoi genitori e progenitori è la storia delle loro scelte, delle loro conquiste e dei loro errori, delle meschinità e delle grandezze. sulle loro piccole vicende si inserisce la storia più grande, quella in cui, anche se non si vuole, si finisce per venire coinvolti e spesso anche stritolati. e storia molto spesso, vuol dire guerra, e dunque odio, violenza, morte, dolori che si tramandano, in modo sottile, di generazione in generazione.
Ogni bambino che nasce viene al mondo con le spalle ricurve come quelle di Atlante.
Soltanto che, invece del mondo, regge pagine e pagine di storie, di storia , e sono proprio quelle pagine a far apparire i suoi occhi così stanchi, così lontani nei primi giorni.

inviato il 12/05/2018
Nei segnalibri di:

ipotesi di felicità

immagine copertina
Alberto pellegatta
ipotesi di felicità
A. MONDADORI 2017

Sembra l'adolescenza
ma è solo un drink con un estraneo
piacere insolente.

Come scriveremo tra decenni,
- in codice, senza verbi -
pressioni di cerbiatti sulla neve.

Convincerci, come prima di una recita,
che anche questa perfidia ci appartenga.
non esistere, per quanto eccellenti siano
le camice nei cassetti.Continuerebbe
bene anche nei bassifondi.

messo il libro sullo scaffale giusto
starai meglio, tra le robinie e le tue scatole
seriali, che spaventano le ragazze, vuote.
Lo chiami spirito ma è un disturbo del sonno
che ci riporta agli entusiasmi dei doganieri

inviato il 07/05/2018
Nei segnalibri di:

inseparabile

immagine copertina
Lalla Romano
inseparabile
Einaudi

Le sue pitture hanno sempre un titolo. se si tratta di animali, non si accontenta del nome; poichè li copia da testi, estrae dall'informazione una parola che ne dica il carattere, il costume.
Così, dipinto un pappagallo, scrisse in capo al foglio la parola fatale : INSEPARABILE.
Credo che le grandi scelte siano inconsce. Se Emiliano fu colpito da quella parola, certamente non è stato perchè vi abbia colto un'allusione. Quello che avvertì fu la potenza affermativa che consiste nel negare la negazione. inseparabile significa "legame nonostante tutto". INSEPARABILE è lo specchio della sua tenue, intensa vita.

inviato il 01/05/2018
Nei segnalibri di:

La solitudine dei numeri primi

immagine copertina
Paolo Giordano
La solitudine dei numeri primi
Mondadori 2008
10 righe da pagina 11:

Alice Della Rocca odiava la scuola di sci. Odiava la sveglia alle sette e mezzo del mattino anche nelle vacanze di Natale e suo padre che a colazione la fissava e sotto il tavolo faceva ballare la gamba nervosamente, come a dire sù, sbrigati. Odiava la calzamaglia di lana che la pungeva sulle cosce, le moffole che non le lasciavano muovere le dita, il casco che le schiacciava le guance e puntava con il ferro sulla mandibola e poi quegli scarponi troppo, sempre troppo stretti, che la facevano camminare come un gorilla. -" Allora lo bevi o no questo latte?" La incalzò di nuovo suo padre. Alice ingurgitò tre dita di latte bollente, che le bruciò prima la lingua, poi l'esofago e lo stomaco. "Bene. e oggi fai vedere chi sei" le disse....E chi sono?, pensò lei.

inviato il 30/04/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

2008...pag. 1

grazie mille ..spero di vincere ma come si dice l'importante è partecipare..:-/..

Ciao Marsielo, sei nella finale del mese di maggio, 10righe scelte dalla redazione.

Grazie :)

2008 Arnoldo mondatori editore s.p.a. milano...........pagina 11..

Scrivi qui nei commenti l'anno di pubblicazione e il numero di pagina delle tue 10righe. :-)

Benvenuto Marsielo.

Bacco in Toscana

immagine copertina
Francesco Redi
Bacco in Toscana
Federico Motta 1990
10 righe da pagina 66:

Di Mezzomonte, ove talora io soglio
Render contenti i miei desiri a pieno
Allor che assiso in verdeggiante soglio
Di quel molle Piropo empiomi il seno,
Di quel molle Piropo almo e giocondo,
Gemma ben degna de' Corsini Eroi,
Gemma dell'Arno, ed alegria del Mondo.
La rugiada di Rubino,
Che in Valdarno i colli onora, tanto odora,
Che per lei il suo pregio perde,
La brunetta
Mammoletta
Quando spunta dal suo verde:
S'io ne bevo, mi sollevo
Sovra i gioghi di Permesso,
E nel canto si m'accendo,
Che pretendo e mi do vanto
Gareggiar con febo istesso.
Dammi dunque dal boccal d'oro
Quel Rubino mio tesoro:
Tutto pien d'alto furore
Canterò versi d'Amore.

inviato il 23/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Francesco Redi (Arezzo, 18 febbraio 1626 – Pisa, 1º marzo 1698) è stato un medico, naturalista e letterato italiano. Egli è il fondatore della biologia sperimentale, ed è soprannominato come il "Padre della parassitologia moderna". Redi è considerato uno dei più grandi biologi di tutti i tempi.

Gli Obelischi di Roma

immagine copertina
CESARE D'ONOFRIO
Gli Obelischi di Roma
Officine di via Baccina della s.p.a. Aristide Staderini 1965
10 righe da pagina 186:

Nel dí 16 del corrente Luglio per ordine del...Card. Segretario di Stato,d'intelligenza degli Ecc.mi Sig.ri Conservatori, fu fatto partire il barbiere dalla porta della colonna di Marc'Aurelio e Faustina, in piazza Colonna, e distrutto inmediatamente il casotto di tavole, che il medesimo teneva appoggiato alla porta, dimodoche l'ingresso resta libero e pulito, e più monda la scala, prima quasi impraticabile per le immondezze del barbiere, e sgombra anche la piazza da un casotto deforme. " il piacere è stato universale. Gli Ecc.mi Sig.ri Conservatori hanno regalato 40 scudi al barbiere, il quale ha preso bottega accanto alla Gran Guardia. In questa occasione si è veduto meglio, ciò, che dai più conditi si sapeva, ma generalmente s'ignorava, che la porta attuale non fosse l'antica, ma che la vera fosse più bassa...

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Arrivederci ragazzi

immagine copertina
Louis Malle
Arrivederci ragazzi
Tradotto da Ave Gagliardi
Bruno Mondadori 2007
10 righe da pagina 124:

All'improvviso in mezzo a noi si leva una voce, nitida, vibrante, coraggiosa: “Arrivederci padre Jean!” Molte altre voci riprendono il saluto[.]: “Arrivederci, padre!” Padre Jean si gira verso di noi con un sorriso: “Arrivederci, ragazzi!”[.]Sembra che dica: “A presto!” come per un breve distacco. Ma la sua figura[.]si frantuma di fronte ai miei occhi velati di lacrime. Attraverso il sottile cristallo di quelle lacrime ora colgo l’immagine di Jean che esista un attimo al limite del cancello, si volta, mi cerca tra i compagni.[.]alzo la mano in un timido cenno di saluto. Jean è fermo e i nostri sguardi si incontrano per l'ultima volta.[.]Resto a fissare il vuoto dove poco dove poco prima c’era il mio amico. La voce di padre Jean mi accompagna ancora, lontana e smorzata, come un’eco amara: “Arrivederci ragazzi!”

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Louis Malle (Thumeries 1932 – Beverly Hills 1995), regista e scrittore francese.

Quand'ero bambino

immagine copertina
Jacques Prévert
Quand'ero bambino
Tradotto da Roberto Carifi
Guanda 2001
10 righe da pagina 28:

Il mare: io gli correvo dietro e lui correva dietro a me, tutti e due facevamo quello che si voleva. Era come nei racconti delle fate: cambiava le persone. Appena arrivate non avevano più lo stesso colore, e nemmeno lo stesso modo di parlare. Erano subito rimesse a nuovo, si sarebbe detto diverse. Il mare cambiava anche le cose e le spiegava. Grazie a lui imparavo l'orizzonte, il flusso e il riflusso, il crepuscolo, l'alba, il vento che si alza, il tempo che scorre troppo veloce e che non ha fine.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Alessandro,sei nella finale di maggio, 10righe scelte da Voi utenti.

Jacques Prévert (Neuilly-sur-Seine 1900 – Omonville-la-Petite 1977), poeta e scrittore francese.

Anime perse

immagine copertina
Umberto Piersanti
Anime perse
Marcos y Marcos 2018
10 righe da pagina 92:

Intervenne il direttore del centro, alto e ben piantato, dallo sguardo fermo e dalla voce sicura: “Capisco, capisco che tu stavi soffrendo. Comunque non ti pare troppo uccidere una persona per una frase?”
Debbo dirgli di sì, debbo dirgli che ha ragione sennò da qui dentro non esco più. Hanno ragione sempre quelli che non ci stanno dentro, che gli insulti non li provano sulla propria pelle. Ha ragione chi sta bene, ha ragione chi non gli è successo mai niente. Ma io adesso lo faccio contento.
“Sì, adesso capisco che era troppo, allora non riuscivo a intendere le cose, allora ero arrabbiato e pieno di sconforto”.
Lo psichiatra e il direttore del centro si allontanano, debbono esaminare la situazione, debbono prendere una decisione.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Umberto Piersanti (Urbino, 26 febbraio 1941).

Jorge Luis Borges

immagine copertina
POESIE
Jorge Luis Borges
Tradotto da Livio Bacco Wilcock
BUR 2004
10 righe da pagina 71:

RIGHE CHE POSSO AVERE SCRITTO E PERDUTO VERSO IL 1922

Silenziose battaglie del tramonto
in periferie ultime,
sempre antiche sconfitte di una guerra nel cielo,
albe rovinose che ci arrivano
dal fondo deserto spazio
come dal fondo del tempo,
neri giardini della pioggia,una sfinge di un libro
che io avevo paura di aprire
e la cui immagine ritorna nei sogni,
la corruzione e l'eco saremo,
la luna sopra il marmo,
alberi che si innalzano e perdurano
come divinità tranquille,
la mutua notte e l'aspettata sera,
Walt Whitman,il cui nome è l'universo,
la spada coraggiosa di un re
nel silenzioso letto di un fiume,
i sassoni,gli arabi,e i goti
che,senza saperlo,mi generarono
sono io quelle cose e le altre
o son algebre
di ciò che non sapremo mai?

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Welbo87:se vuole posso rispondere ,se lei mi da un indirizzo email,cordialità,naty

Salve Natalina vorrei chiederle una cosa in privato riguardo al libro di Pinocchio ma non so come contattarla..volevo sapere se era originale dato che nn c è scritto ristampa sul retro..grazie

Jorge Luis Borges (Buenos Aires-24 agosto 1899-Ginevra 14.Giugno 1986)Narratore ,poeta , saggista ,uno dei più grandi,colti e completi intellettuali e letterati che il mondo possa vantare.

Il tristo mietitore

immagine copertina
Terry Pratchett
Il tristo mietitore
Tradotto da Valentina Daniele
Salani 2016
10 righe da pagina 22:

Windle Poons, il mago più vecchio di tutta l'Università Invisibile (casa della magia, della stregoneria e delle grandi cene) stava per morire anche lui.
Lo sapeva, in un certo senso tremolante e fragile.
Naturalmente, rifletté guidando la sedia a rotelle sul lastricato verso il suo studio a pianoterra, in generale tutti sanno che devono morire, anche la gente comune. Nessuno sapeva dove si trovava prima di nascere, ma una volta nati ci voleva poco prima di ritrovarsi con il biglietto di ritorno già timbrato.
Ma i maghi lo sapevano davvero. Non in caso di morte violenta o assassinio, naturalmente, ma se la causa della morte era il semplice esaurimento della vita... be', lo sapevano.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie.

Ciao, ho scelto queste 10Righe http://scrivi.10righedailibri.it/il-cimitero-di-praga-7

Ok, grazie

Ciao Giovanni, sei nella finale settimanale i maggio. Scegli da oggi 28 maggio a domenica 3 giugno, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Sir Terence David John Pratchett, meglio conosciuto come Terry Pratchett, (Beaconsfield, 28 aprile 1948)

I segreti della casa sul mare

immagine copertina
Nora Roberts
I segreti della casa sul mare
Tradotto da Annalisa Biasci
Fanucci 2018
10 righe da pagina 70:

"Molte persone sono convinte che io abbia ucciso mia moglie"
"Molte persone sono convinte che il riscaldamento globale sia una bufala. Io non sono d'accordo."
"Tu non mi conosci. Non sai cosa potrei fare in determinate circostanze."
Abra rispose il lettino e ripiegò la fodera, con movimenti precisi, esperti e rilassati. " "Non so cosa faresti in determinate circostanze, ma so che non hai ucciso tua moglie."
Quel tono calmo e colloquiale lo fece infuriare. "Come fai a saperlo? Perché mia nonna è convinta che io non sia un assassino?
"Questa potrebbe essere una ragione." Abra stese una coperta di lana sul lettino e vi pose sopra un lenzuolo. "Hester è una donna intelligente e presente a sé stessa, e che mi vuole bene. Se avesse avuto anche il minimo dubbio, mi avrebbe detto di starti alla larga. [...]

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Questo libro l'ho ricevuto per il mio compleanno. Diverso da quelli che leggo di solito. Mi sta piacendo.
Leggo poche pagine, aspetto il fine settimana per leggere di più.
Ho ancora dei libri da leggere e ne compro altri. Penso come tutti.
Buona serata.

OH! Grazie di tutto.

Ciao Elena, per Te un libro incentivo come finalista del mese di maggio, 10righe scelte dalla redazione. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Elena, non preoccuparti arriverà, la casa editrice è stata informata :-)

Scusa staff, il libro incentivo che ho vinto con Patria non mi è ancora arrivato, l'email l'ho mandata.

Oh! Grazie.

Ciao Elena, sei nella finale settimanale i maggio. 10righe scelte dalla redazione.

[...] Ma questa è solo una ragione. Io ne ho molte altre."
Mentre parlava, Abra dispose alcune candele in giro per la stanza e le accese. "Io lavoro per tua nonna e siamo amiche. Vivo a Whiskey Beach, che è territorio dei Landon. Così ho seguito la vicenda."
La nera nube della depressione, sempre in agguato, riapparve. "immagino che qua lo abbiano fatto tutti."
"E' naturale, e umano. Proprio come è naturale e umano detestare ed essere infastiditi dal fatto che le persone parlino di te, traendo conclusioni. Io sono arrivata alle mie. Ti ho visto in tv, sui giornali, su internet. Ho visto un uomo sconvolto e triste. Non colpevole. Cosa vedo adesso? Un uomo stressato, arrabbiato, frustrato. Non un uomo colpevole."

Nora Roberts - Silver Spring, 10 ottobre 1950

Cercando Alaska

immagine copertina
John Green
Cercando Alaska
Tradotto da Lia Celi
Rizzoli 2006
10 righe da pagina 24:

Il Colonnello mi spiegò che: 1)Quella era la stanza di Alaska;2)Era diventata singola perche quella che doveva essere la sua compagna di stanza era stata buttata fuori alla fine dell'anno scolastico, e 3) Alaska aveva le sigarette, anche se il colonnello non si curò di appurare se..4) Io fumavo, cosa che..5) non facevo. bussò una sola volta, forte. Dietro la porta, una voce strillò: "Oddììo! Entra, entra omino bello, devo raccontartene una coi controfiocchi". Entrammo. mi voltai per chiudere la porta alle mie spalle, ma il Colonnello fece no con la testa. "Dopo le sette devi lasciare la porta aperta, se sei in camera di una femmina" disse. ma lo sentii a malapena. davanti a mè, in bermuda di jeans e top color pesca, c'era la ragazza più sexy della storia dell'umanità.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

ok non lo sapevo..

Ciao Marsielo quando posti le tue10righe attendi che altri utenti postino le proprie, prima di inserirne altre. (Come da Regolamento)
Grazie.

Liberi di essere

immagine copertina
Osho
Liberi di essere
Tradotto da Gagan Daniele Pietrini
mondadori 2007
10 righe da pagina 82:

In realtà da tempo hai dimenticato la tua voce. Non hai mai ricevuto abbastanza libertà per manifestare le tue opinioni, ti è sempre stata insegnata l'obbedienza. ti è stato insegnato a rispondere sì a tutto ciò che dicevano gli anziani, a seguire ciò che dicevano gli insegnanti o i preti. nessuno ti ha mai detto di cercare la tua voce: "hai o non hai una voce tua?". di conseguenza la tua voce è rimasta molto flebile, mentre le altre sono chiassose e imperiose, perchè erano comandi che hai eseguito di malavoglia. non ti andava di obbedire, riuscivi a vedere che quelle cose erano sbagliate: tuttavia si deve obbedire, se si vuol essere rispettati, accettati, amati. Naturalmente in tè manca una sola voce, una sola persona: tu stesso.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Cercando Alaska

Cercando Alaska 29 settimane 4 giorni fa

ok non lo sapevo..

Il Profumo

Il Profumo 30 settimane 5 giorni fa

Francia diciottesimo secolo visse un uomo più geniali e scellerate di quell'epoca. Si chiamava Jean-Baptiste Grenouille.....

Bella è la gioventù

Bella è la gioventù 30 settimane 5 giorni fa

Prima edizione 1916 (Hermann Hesse è stato premio nobel per la letteratura)

la professione di moglie

la professione di moglie 30 settimane 5 giorni fa

p. 47

La solitudine dei numeri primi

La solitudine dei numeri primi 31 settimane 2 giorni fa

2008...pag. 1

La solitudine dei numeri primi 31 settimane 6 giorni fa

grazie mille ..spero di vincere ma come si dice l'importante è partecipare..:-/..

Giuoco Giuoco - Primo libro 2018

Giuoco Giuoco - Primo libro 2018 31 settimane 6 giorni fa

Il Profumo- Patrick Suskind pag. 100 riga 10 :- Una partita più grossa di bulbi di iris o di radici di valeriana

La melodia dell'universo.

La melodia dell'universo. 32 settimane 10 ore fa

non sò quanti anni hai ...ma neil young è stato uno dei miei più grandi cantautori che ho sentito..dico sentito perchè non conoscevo nemmeno la lingua inglese ma la sua armonia ed il suo sound mi hanno colpito davvero...

Maria Stuarda. La rivale di Elisabetta I d'Inghilterra

Maria Stuarda. La rivale di Elisabetta I d'Inghilterra 32 settimane 5 giorni fa

secondo mè il potere fà sì che si deformi ogni tipo di carattere e di propria cognizione..sia uomini che donne al potere sono solo degli esecutori in un contesto a cui è impossibile sottrarsi...

La custode di mia sorella

La custode di mia sorella 32 settimane 5 giorni fa

significativo..:-)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy