Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di marsielo

Cercando Alaska

immagine copertina
John Green
Cercando Alaska
Tradotto da Lia Celi
Rizzoli 2006
10 righe da pagina 24:

Il Colonnello mi spiegò che: 1)Quella era la stanza di Alaska;2)Era diventata singola perche quella che doveva essere la sua compagna di stanza era stata buttata fuori alla fine dell'anno scolastico, e 3) Alaska aveva le sigarette, anche se il colonnello non si curò di appurare se..4) Io fumavo, cosa che..5) non facevo. bussò una sola volta, forte. Dietro la porta, una voce strillò: "Oddììo! Entra, entra omino bello, devo raccontartene una coi controfiocchi". Entrammo. mi voltai per chiudere la porta alle mie spalle, ma il Colonnello fece no con la testa. "Dopo le sette devi lasciare la porta aperta, se sei in camera di una femmina" disse. ma lo sentii a malapena. davanti a mè, in bermuda di jeans e top color pesca, c'era la ragazza più sexy della storia dell'umanità.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

ok non lo sapevo..

Ciao Marsielo quando posti le tue10righe attendi che altri utenti postino le proprie, prima di inserirne altre. (Come da Regolamento)
Grazie.

Liberi di essere

immagine copertina
Osho
Liberi di essere
Tradotto da Gagan Daniele Pietrini
mondadori 2007
10 righe da pagina 82:

In realtà da tempo hai dimenticato la tua voce. Non hai mai ricevuto abbastanza libertà per manifestare le tue opinioni, ti è sempre stata insegnata l'obbedienza. ti è stato insegnato a rispondere sì a tutto ciò che dicevano gli anziani, a seguire ciò che dicevano gli insegnanti o i preti. nessuno ti ha mai detto di cercare la tua voce: "hai o non hai una voce tua?". di conseguenza la tua voce è rimasta molto flebile, mentre le altre sono chiassose e imperiose, perchè erano comandi che hai eseguito di malavoglia. non ti andava di obbedire, riuscivi a vedere che quelle cose erano sbagliate: tuttavia si deve obbedire, se si vuol essere rispettati, accettati, amati. Naturalmente in tè manca una sola voce, una sola persona: tu stesso.

inviato il 21/05/2018
Nei segnalibri di:

Il vecchio e il mare

immagine copertina
Ernest Hemingway
Il vecchio e il mare
Tradotto da Fernanda Pivano
mondadori 1952
10 righe da pagina 9:

Pensava sempre al mare come a "la mar", come lo chiamano in spagnolo quando lo amano. A volte coloro che l'amano ne parlano male, ma sempre come se parlassero di una donna. Alcuni fra i pescatori più giovani, di quelli che usavano gavitelli come galleggianti per le lenze e avevano le barche a motore, comprate quando il fegato di pescecane rendeva molto, ne parlavano come di "el mar"al maschile. ne parlavano come di un rivale o di un luogo o perfino di un nemico. Ma il vecchio lo pensava sempre al femminile e come qualcosa che concedeva o rifiutava grandi favori e se faceva cose strane o malvagie era perchè non poteva evitarle. La luna lo fà reagire come una donna pensò.

inviato il 16/05/2018
Nei segnalibri di:

Il Profumo

immagine copertina
Patrick Suskind
Il Profumo
Tradotto da Giovanna Agabio
CASA EDITRICE TEA 1988
10 righe da pagina 11:

Grida, un gran correre di gente, la folla in cerchio con tanto d'occhi, si chiama la polizia.
La donna con il coltello in mano è ancora là sulla strada, a poco a poco ritorna in sè. -che le è successo? "Niente"..-che cosa fà con il coltello? "Niente". da dove viene il sangue che ha sulle gonne? "dai pesci". La donna si alza, getta via il coltello e và a lavarsi. in quel momento, inaspettatamente, la sotto al banco la cosa appena nata comincia ad urlare. Vanno a vedere, sotto uno sciame di mosche e fra interiora e teste di pesci troncate scoprono in neonato, lo tirano fuori. Lo consegnano d'ufficio ad una balia, la madre è arrestata. e poichè è rea confessa, e ammette senz'altro che avrebbe di certo lasciato crepare quella cosa, come del resto ha già fatto con le quattro precedenti, la condannano per infanticidio e le tagliano la testa in.

inviato il 16/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Francia diciottesimo secolo visse un uomo più geniali e scellerate di quell'epoca. Si chiamava Jean-Baptiste Grenouille.....

Bella è la gioventù

immagine copertina
Hermann Hesse
Bella è la gioventù
Tradotto da Mirella Ulivieri
Newton Compton 1992
10 righe da pagina 51:

Poiché avevo deciso di sfruttare anche quell'ultima giornata e di partire soltanto la sera, noi giovani stabilimmo di passare il pomeriggio facendo una bella gita.
Così le ore del mattino furono dedicate ai miei genitori, e io sedetti in mezzo a loro sul divano nello studio di mio padre. Mio padre teneva ancora in serbo per me alcuni doni d'addio, che ora mi porse in tono amichevole e scherzoso, con cui celava la sua commozione. Erano un'antiquata scatoletta con alcuni talleri, una penna tascabile e un quadernetto graziosamente rilegato, fatto da lui, nel quale aveva scritto con i suoi severi caratteri latini una dozzina di massime. Con i talleri mi consigliò di esser parco, ma non avaro con la penna mi pregò di scrivere spesso a casa e, quando trovassi una buona nuova massima sperimentata da me stesso, di annotarla sul quaderno...

inviato il 15/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Prima edizione 1916 (Hermann Hesse è stato premio nobel per la letteratura)

la professione di moglie

immagine copertina
LUCIO D'AMBRA
la professione di moglie
A. MONDADORI 1939
10 righe da pagina 47:

Ho scelto a vent'anni una professione difficile: le lettere. Brutto affare!
Non ho voluto essere che un romanziere. Ma questa professione io l'ho assunta con entusiasmo, con fede, con spirito di dedizione totale, di completa abnegazione.
Privazioni, rinunzie, sacrifici delusioni, riduzioni progressive degli ideali, accettata modestia dei risultati sul massimo possibile degli sforzi, a tutto ho detto sì, lealmente; ed ho, tuttavia, compiuto le mie opere, ho comunque percorso la mia strada, ho raggiunto insomma una meta, mi sono fatto onore nella mia dura professione, e, a conti fatti, passivo ed attivo, non ho oggi da lamentare un fallimento totale. Subisco in serena rassegnazione solamente il fallimento parziale, inesorabilmente imposto a tutti gli uomini e a tutte le donne:-quello che dal sogno vago conduce all'aritmetica precisa.

inviato il 15/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

p. 47

Ogni angelo è tremendo

immagine copertina
Susanna Tamaro
Ogni angelo è tremendo
Bompiani 2013
10 righe da pagina 7:

Nove mesi nella pancia della mamma,ma, prima di quella pancia cè la storia dei suoi genitori, dei suoi nonni e dei trisavoli.
E' la storia dei suoi genitori e progenitori è la storia delle loro scelte, delle loro conquiste e dei loro errori, delle meschinità e delle grandezze. sulle loro piccole vicende si inserisce la storia più grande, quella in cui, anche se non si vuole, si finisce per venire coinvolti e spesso anche stritolati. e storia molto spesso, vuol dire guerra, e dunque odio, violenza, morte, dolori che si tramandano, in modo sottile, di generazione in generazione.
Ogni bambino che nasce viene al mondo con le spalle ricurve come quelle di Atlante.
Soltanto che, invece del mondo, regge pagine e pagine di storie, di storia , e sono proprio quelle pagine a far apparire i suoi occhi così stanchi, così lontani nei primi giorni.

inviato il 12/05/2018
Nei segnalibri di:

ipotesi di felicità

immagine copertina
Alberto pellegatta
ipotesi di felicità
A. MONDADORI 2017

Sembra l'adolescenza
ma è solo un drink con un estraneo
piacere insolente.

Come scriveremo tra decenni,
- in codice, senza verbi -
pressioni di cerbiatti sulla neve.

Convincerci, come prima di una recita,
che anche questa perfidia ci appartenga.
non esistere, per quanto eccellenti siano
le camice nei cassetti.Continuerebbe
bene anche nei bassifondi.

messo il libro sullo scaffale giusto
starai meglio, tra le robinie e le tue scatole
seriali, che spaventano le ragazze, vuote.
Lo chiami spirito ma è un disturbo del sonno
che ci riporta agli entusiasmi dei doganieri

inviato il 07/05/2018
Nei segnalibri di:

inseparabile

immagine copertina
Lalla Romano
inseparabile
Einaudi

Le sue pitture hanno sempre un titolo. se si tratta di animali, non si accontenta del nome; poichè li copia da testi, estrae dall'informazione una parola che ne dica il carattere, il costume.
Così, dipinto un pappagallo, scrisse in capo al foglio la parola fatale : INSEPARABILE.
Credo che le grandi scelte siano inconsce. Se Emiliano fu colpito da quella parola, certamente non è stato perchè vi abbia colto un'allusione. Quello che avvertì fu la potenza affermativa che consiste nel negare la negazione. inseparabile significa "legame nonostante tutto". INSEPARABILE è lo specchio della sua tenue, intensa vita.

inviato il 01/05/2018
Nei segnalibri di:

La solitudine dei numeri primi

immagine copertina
Paolo Giordano
La solitudine dei numeri primi
Mondadori 2008
10 righe da pagina 11:

Alice Della Rocca odiava la scuola di sci. Odiava la sveglia alle sette e mezzo del mattino anche nelle vacanze di Natale e suo padre che a colazione la fissava e sotto il tavolo faceva ballare la gamba nervosamente, come a dire sù, sbrigati. Odiava la calzamaglia di lana che la pungeva sulle cosce, le moffole che non le lasciavano muovere le dita, il casco che le schiacciava le guance e puntava con il ferro sulla mandibola e poi quegli scarponi troppo, sempre troppo stretti, che la facevano camminare come un gorilla. -" Allora lo bevi o no questo latte?" La incalzò di nuovo suo padre. Alice ingurgitò tre dita di latte bollente, che le bruciò prima la lingua, poi l'esofago e lo stomaco. "Bene. e oggi fai vedere chi sei" le disse....E chi sono?, pensò lei.

inviato il 30/04/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

2008...pag. 1

grazie mille ..spero di vincere ma come si dice l'importante è partecipare..:-/..

Ciao Marsielo, sei nella finale del mese di maggio, 10righe scelte dalla redazione.

Grazie :)

2008 Arnoldo mondatori editore s.p.a. milano...........pagina 11..

Scrivi qui nei commenti l'anno di pubblicazione e il numero di pagina delle tue 10righe. :-)

Benvenuto Marsielo.

Ombre d'amore-Ombrìe d'amur

immagine copertina
Lino Marconi
Ombre d'amore-Ombrìe d'amur
Comp. della StampaMassetti Rodella Editore 2018
10 righe da pagina 15:

Volevo cogliere una rosa damaschina
Un viottolo tra cespugli verdi e rossi,
tra pianticelle chiare e due abeti,
mi accompagni,dritto fino al tuo brolo.
delicato il chiocciolare d'un merlo/ sopra un pino;
battono sul tagliere
per il pranzo in cucina...
mi sono imbrigliato tra rami
troppo pieni di spine,
volevo cogliere
una rosa damaschina.
VOILIE CATA'NA ROSA DALMASCHINA

On trzanèl tra verc e ros broiér,
tra le piantèle ciare e du paghèr
el me compagna drit,dent al tò brol.
Lesér el ciochesà de n'merlo
suran'pi; i bat al pestarol
per el disna ,ne la cusina...
mé sò m'broiat tra i ramtròp pié de spì
voilie cata' na rosa dalmaschina.

inviato il 16/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Condivido con ...Tutti,questa notizia:"Ombrie D'amur"al prestigiosissimo premio nazionale Biagio Marin della città di Grado,è stato tra i primi tre finalisti,la Giuria del Concorso ha conferito all'unanimità ,un Premio alla Carriera intestato alla città
di Grado...complimenti al Dottor-scrittore di poesie Angelo Marconi ...ogni tanto belle notizie !!!

Grazie Naty :)

Angelo (Lino) Marconi nato a Chiari ( Brescia ) dove vive,e si incontra,Laureato in Medicina e Chirurgia,Anestesiologia,Medico Legale Autore di pubblicazioni scientifiche,e di plaquette di poesie dialettali per lo più quali strenne natalizie ,per amici,premiato nel 2014.... "Ritrat de ' n penser " ,primo premio al concorso nazionale "Sala la tua lingua locale",ricevuto nella Sala Protomoteca in Campidoglio ...

Che bel saluto!!!

Natyyyyyyyy ciao :)

Il vecchio e il mare

immagine copertina
Ernest Hemingway
Il vecchio e il mare
Tradotto da Fernanda Pivano
mondadori 1952
10 righe da pagina 9:

Pensava sempre al mare come a "la mar", come lo chiamano in spagnolo quando lo amano. A volte coloro che l'amano ne parlano male, ma sempre come se parlassero di una donna. Alcuni fra i pescatori più giovani, di quelli che usavano gavitelli come galleggianti per le lenze e avevano le barche a motore, comprate quando il fegato di pescecane rendeva molto, ne parlavano come di "el mar"al maschile. ne parlavano come di un rivale o di un luogo o perfino di un nemico. Ma il vecchio lo pensava sempre al femminile e come qualcosa che concedeva o rifiutava grandi favori e se faceva cose strane o malvagie era perchè non poteva evitarle. La luna lo fà reagire come una donna pensò.

inviato il 16/05/2018
Nei segnalibri di:

Il Profumo

immagine copertina
Patrick Suskind
Il Profumo
Tradotto da Giovanna Agabio
CASA EDITRICE TEA 1988
10 righe da pagina 11:

Grida, un gran correre di gente, la folla in cerchio con tanto d'occhi, si chiama la polizia.
La donna con il coltello in mano è ancora là sulla strada, a poco a poco ritorna in sè. -che le è successo? "Niente"..-che cosa fà con il coltello? "Niente". da dove viene il sangue che ha sulle gonne? "dai pesci". La donna si alza, getta via il coltello e và a lavarsi. in quel momento, inaspettatamente, la sotto al banco la cosa appena nata comincia ad urlare. Vanno a vedere, sotto uno sciame di mosche e fra interiora e teste di pesci troncate scoprono in neonato, lo tirano fuori. Lo consegnano d'ufficio ad una balia, la madre è arrestata. e poichè è rea confessa, e ammette senz'altro che avrebbe di certo lasciato crepare quella cosa, come del resto ha già fatto con le quattro precedenti, la condannano per infanticidio e le tagliano la testa in.

inviato il 16/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Francia diciottesimo secolo visse un uomo più geniali e scellerate di quell'epoca. Si chiamava Jean-Baptiste Grenouille.....

Problemi della scienza

immagine copertina
Federigo Enriques
Problemi della scienza
Zanichelli Collana di storia della scienza 1984
10 righe da pagina 620:

La vita non è data a noi soltanto come oggetto di rappresentazione; le previsioni che vi si collegano suscitano nello spirito nostro il timore o il desiderio, corrispondono a fini voluti o disvoluti. Ebbene l'ipotesi meccanica è incapace di spiegare i sentimenti associati alla rappresentazione di ciò che vive, o di suggerire una norma alla volontà; peggio ancora quella ipotesi sembra contraddire ai sentimenti suddetti con una veduta deterministica dei fatti psicologici, che esamineremo più avanti. Che valore hanno queste ragioni di sentimento? Rispondiamo senza esitazione: nessuna.

inviato il 18/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Tiffany.77 il numero della pagina (620) da cui hai tratto il libro è corretto? :)

Federigo Enriques, Livorno 5 gennaio 1871

Senza scampo

immagine copertina
Kati Hiekkapelto
Senza scampo
Tradotto da Delfina Sessa
Atmosphere Libri 2016
10 righe da pagina 11:

Aveva la fronte imperlata di sudore freddo e un incipiente mal di testa. Contò i soldi: una misera banconota che gli era stata regalata attingendo ai fondi parrocchiali di emergenza e un paio di euro. Sarebbero serviti a qualcosa. Almeno a rimettersi in forze per pensare a come procurarsene altri. Del resto bastava mettersi a cercare, da qualche parte i soldi si rimediavano sempre. Raccoglieva vuoti a rendere. Faceva qualche lavoretto in nero in una pizzeria, pulizie e commissioni per i proprietari. Per fortuna non era stato costretto a vendersi tanto spesso, né a commettere veri e propri reati. Non era mica un criminale. Odiava la gente che rapinava gli anziani. I topi di appartamento, poi, li detestava più di tutti. Non ci si introduce di prepotenza nelle case altrui. La casa è sacra.

inviato il 06/05/2017
Nei segnalibri di:

Bella è la gioventù

immagine copertina
Hermann Hesse
Bella è la gioventù
Tradotto da Mirella Ulivieri
Newton Compton 1992
10 righe da pagina 51:

Poiché avevo deciso di sfruttare anche quell'ultima giornata e di partire soltanto la sera, noi giovani stabilimmo di passare il pomeriggio facendo una bella gita.
Così le ore del mattino furono dedicate ai miei genitori, e io sedetti in mezzo a loro sul divano nello studio di mio padre. Mio padre teneva ancora in serbo per me alcuni doni d'addio, che ora mi porse in tono amichevole e scherzoso, con cui celava la sua commozione. Erano un'antiquata scatoletta con alcuni talleri, una penna tascabile e un quadernetto graziosamente rilegato, fatto da lui, nel quale aveva scritto con i suoi severi caratteri latini una dozzina di massime. Con i talleri mi consigliò di esser parco, ma non avaro con la penna mi pregò di scrivere spesso a casa e, quando trovassi una buona nuova massima sperimentata da me stesso, di annotarla sul quaderno...

inviato il 15/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Prima edizione 1916 (Hermann Hesse è stato premio nobel per la letteratura)

Un fannullone

immagine copertina
Tristan Bernard
Un fannullone
Tradotto da P. Alberti
Milano Periodici Alfa 1933
10 righe da pagina 44:

Egli giungeva verso iltramonto e sotto gli occhi meravigliati della cugina, stringeva Agata fra le sue braccia e le dava baci leggeri. Ma il giovanotto non apprezzava forse al suo giusto valore la fortuna che gli capitava. A quell'età impaziente si stabilisce una gerarchia fra le diverse categorie di favori che le signore e le signorine si compiacciono di accordarvi. Un bacio su una gota non vale quanto un bacio sul collo. Un bacio sul collo non vale quanto un bacio sulle labbra. Enrico era, in quel periodo, più ambizioso che appassionato: più che alla felicità, egli tendeva al successo precoce. Un colloquio molto serio si svolse una sera in casa della cuginetta, i cui genitori avendo avuto qualche sospetto, rifiutavano di favorire gli amori segreti di Enrico e di Agata.

inviato il 07/05/2018
Nei segnalibri di:

La tregua

immagine copertina
Mario Benedetti
La tregua
Tradotto da Francesco Saba Sardi
narrativa Nottetempo 2014
10 righe da pagina 143:

“Le sono andato vicino, io pure sono stato a guardare come pioveva, per un po’ non ci siamo detti nulla. Poi all’improvviso, ho avuto coscienza che quel momento, quel frammento di quotidianità, era il grado massimo del benessere, la Felicità. Mai ero stato tanto pienamente felice come in quel momento, tuttavia avevo la dolorosa sensazione che mai più lo sarei stato, almeno con quella forza, con quell’intensità. L’apice è così, esattamente così. Come se non bastasse, sono certo che l’apice duri solo un secondo, un breve istante, la durata di un lampo, e non si ha diritto a proroghe”.

inviato il 07/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Francesca, sei nella finale di maggio, 10righe sceltedalla redazione.

Aprile. Storia di un amore

immagine copertina
Joseph Roth
Aprile. Storia di un amore
Tradotto da Beatrice Donin
Passigli 2011
10 righe da pagina 63:

Finalmente aveva la cassettina, il padre l’ha fabbricata fedelmente. […] C’era una patria dentro la casa, una patria solitaria, protettrice e protetta, amorosa e amata, riservata e benevola. La cassetta stava sotto al letto, aspettava la dolce ora solitaria prima di andare a dormire, la chiave sicura di acciaio lucido e freddo scattava due volte nella sicura serratura e lo sportello girava leggero nei cardini come un’articolazione. Tutto era protetto dalla presa di dita curiose e indagatrici.

inviato il 14/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Joseph Roth (Brody 1894 – Parigi 1939), scrittore austriaco.

Il Gattopardo

immagine copertina
Giuseppe Tomasi di Lampedusa
Il Gattopardo
Feltrinelli Editore 1959
10 righe da pagina 265:

Essi offrivano lo spettacolo patetico più di ogni altro, quello di due giovanissimi innamorati che ballano insieme, ciechi ai difetti reciproci, sordi agli ammonimenti del destino, illusi che tutto il cammino della vita sarà liscio come il pavimento del salone, attori ignari in cui un regista fa recitare la parte di Giulietta e quella di Romeo nascondendo la cripta e il veleno, di già previsti nel copione. Né l'uno né l'altro erano buoni, ciascuno pieno di calcoli, gonfio di mire segrete; ma entrambi erano cari e commoventi, mentre le loro limpide ma ingenue ambizioni erano obliterate dalle parole di giocosa tenerezza che lui mormorava all'orecchio, dal profumo dei capelli di lei, dalla reciproca stretta di quei loro corpi destinati a morire.

inviato il 15/05/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

"...due giovanissimi innamorati... ciechi ai difetti reciproci, sordi agli ammonimenti del destino, illusi che tutto il cammino della vita sarà liscio come il pavimento del salone"
CAPOLAVORO!

Grazie.

ciao

Ciao Barbara, sei nella finale settimanale i maggio. Scegli da oggi 21 maggio a domenica 27 maggio, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Giuseppe Tomasi di Lampedusa, nacque a Palermo il 23 dicembre 1896.

Cercando Alaska

Cercando Alaska 11 settimane 6 giorni fa

ok non lo sapevo..

Il Profumo

Il Profumo 13 settimane 6 ore fa

Francia diciottesimo secolo visse un uomo più geniali e scellerate di quell'epoca. Si chiamava Jean-Baptiste Grenouille.....

Bella è la gioventù

Bella è la gioventù 13 settimane 14 ore fa

Prima edizione 1916 (Hermann Hesse è stato premio nobel per la letteratura)

la professione di moglie

la professione di moglie 13 settimane 18 ore fa

p. 47

La solitudine dei numeri primi

La solitudine dei numeri primi 13 settimane 4 giorni fa

2008...pag. 1

La solitudine dei numeri primi 14 settimane 1 giorno fa

grazie mille ..spero di vincere ma come si dice l'importante è partecipare..:-/..

Giuoco Giuoco - Primo libro 2018

Giuoco Giuoco - Primo libro 2018 14 settimane 1 giorno fa

Il Profumo- Patrick Suskind pag. 100 riga 10 :- Una partita più grossa di bulbi di iris o di radici di valeriana

La melodia dell'universo.

La melodia dell'universo. 14 settimane 2 giorni fa

non sò quanti anni hai ...ma neil young è stato uno dei miei più grandi cantautori che ho sentito..dico sentito perchè non conoscevo nemmeno la lingua inglese ma la sua armonia ed il suo sound mi hanno colpito davvero...

Maria Stuarda. La rivale di Elisabetta I d'Inghilterra

Maria Stuarda. La rivale di Elisabetta I d'Inghilterra 15 settimane 8 ore fa

secondo mè il potere fà sì che si deformi ogni tipo di carattere e di propria cognizione..sia uomini che donne al potere sono solo degli esecutori in un contesto a cui è impossibile sottrarsi...

La custode di mia sorella

La custode di mia sorella 15 settimane 8 ore fa

significativo..:-)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy