Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di CiroCerullo

Gente di Dublino

immagine copertina
James Joyce
Gente di Dublino
I grandi libri Garzanti
10 righe da pagina 89:

Un uomo dall'aria molto cupa stava all'angolo del ponte O'Connell, in attesa del piccolo tram di Sandymount che l'avrebbe riportato a casa. Era fumante di collera e di rancore. Si sentiva avvilito e disgraziato; non era nemmeno riuscito a ubriacarsi e in tasca gli restavano soltanto due pence. C'è l'aveva con tutto. Si era comportato come uno scemo in ufficio, aveva impegnato l'orologio, aveva speso tutti i soldi, e non era riuscito nemmeno a ubriacarsi. Cominciava a sentire di nuovo sete e desiderò essere ancora nel caldo, nel fumo dell'osteria.

inviato il 04/06/2019
Nei segnalibri di:

NELLA TORMENTA

immagine copertina
DAVID PARK
NELLA TORMENTA
Bollati Boringhieri
10 righe da pagina 35:

Gli auguro buona fortuna e vorrei che ricambiasse l’augurio ma si limita ad annuire. Mi infilo dietro qualche albero vicino a un paio di tavoli da picnic e mentre faccio pipì alzo gli occhi verso il fitto boschetto che si spiega verso l’alto fino a perdersi nell’ombra in lontananza. È tutto silenzioso e immobile, e via via che i miei occhi si addentrano nel bosco il silenzio e l’immobilità aumentano. Nemmeno un uccellino che spezzi l’incantesimo spargendo una spolverata di neve fine. Se avessi la mia macchina fotografica la userei ma chissà se riuscirei a cogliere anche solo di sfuggita quello che si cela nel momento. Sento una voce, il mio navigatore satellitare interiore, dirmi che malgrado tutte le speranze che nutro e ho sempre nutrito su ciò che potrei fare ed essere con la macchina fotografica, non sono all’altezza.

inviato il 26/05/2019
Nei segnalibri di:

Fragile è la notte

immagine copertina
ANGELO PETRELLA
Fragile è la notte
Marsilio Editori 2018
10 righe da pagina 49:

"Ormai aveva abbastanza carte in tavola per una prima riunione col capo. C’era qualcosa, in questura, che non lo convinceva: era impossibile che Tagliamonte fosse stato così stupido da non riuscire a imbrogliare il cingalese. E come se non bastasse, alle undici di sera la Scientifica non aveva ancora identificato neanche un’impronta nell’appartamento di via Petrarca. O erano degli incapaci, o lo stavano prendendo per il culo. In ogni caso, gli impedivano di fare il suo lavoro.
Telefonò a Lettieri da una cabina pubblica, come gli era stato ordinato. La prima cosa che l’altro disse fu: «Niente nomi. Vediamoci in quel posto in cui un giorno ti stavo dando un calcio in bocca.»
«Intendi dopo che ti avevo atterrato con una gomitata e reso inoffensivo?» rispose Denis.
«Proprio lì…» rise il capo.
Si riferiva a un’indagine di due anni prima."

inviato il 03/05/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie infinite amici.......spero che i contributi di noi tutti siano "spronanti" affinchè la lettura sia diffusa e praticata il più possibile.

Ciao CiroCerullo, per Te un libro incentivo come finalistanel mese di maggio, 10righe scelte dalla redazione. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie

Ciao Ciro, sei nella classifica del mese di maggio, 10righe scelte dalla redazione.

LE MENZOGNE DELLA NOTTE

immagine copertina
GESUALDO BUFALINO
LE MENZOGNE DELLA NOTTE
Bompiani
10 righe da pagina 54:

Giunse il giorno prescritto alla fuga. Di come essa venne al proposito, l'Europa intera ha parlato e non dirò oltre. Quel che non sapete abbastanzasono gli accidenti nostri di terra in terra, dopo che ci trovammo fuori dei termini dell'impero, nello stato della Chiesa. Vi eravamo arrivati in abito di viaggiatori, con cavalcature fresche e adatte a trascorrere le montagne; ma già Veniero m'era parso, non so se giudicando equamente o per effetto di geloso livore, uomo cedevole, di fatue fattezze e maniere.

inviato il 04/04/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Ciro sei nella finale del mese di aprile, 10righe scelte da Voi utenti.

CASE DI VETRO

immagine copertina
LOUISE PENNY
CASE DI VETRO
Tradotto da Letizia Sacchini
Giulio Einaudi Editore 2019
10 righe da pagina 191:

Isabelle Lacoste alzò gli occhi dallo schermo per fissarli su Gamache e Beauvoir. Poi tornò a fissare l'immagine.
- Sembra la morte, - dichiarò in tono neutro, come si trattasse di un dato di fatto.
- Oui, - assentì Gamache. - E' quello che abbiamo pensato anche noi.
La creatura nella foto era potente, minacciosa, ma emanava anche una spece di solennità. Un senso di calma, di certezza. Un destino ineluttabile.
Il contrasto con il mucchietto di stracci riverso nel ripostiglio era impietoso. La prima immagine sembrava la Morte. La seconda lo era.
- Cosa avete fatto? - chiese Lacoste.
Gamache cambiò posizione sulla sedia scomoda. Era la prima volta che gli toccava rispondere a quella semplice domanda, e verosimilmente non sarebbe stata affatto l'ultima.

inviato il 29/03/2019
Nei segnalibri di:

DA DOVE LA VITA E' PERFETTA

immagine copertina
SILVIA AVALLONE
DA DOVE LA VITA E' PERFETTA
Rizzoli
10 righe da pagina 204:

Sbucarono nella zona universitaria. Passarono di fronte a una copisteria, la serranda abbassata a metà e la luce ancora accesa: STAMPA QUI LA TUA TESI! TRE COPIE, 10 EURO DI SCONTO.
Quanto le sarebbe piaciuto, che studiassero là un giorno. In quegli edifici monumentali, dietro le finestre ornate di tende rosse.
Non si era mai perdonata di aver lasciato le superiori a un anno dal diploma: per la foga di sposarsi, di trasferirsi, perché era incinta. Tutte scuse, errori madornali. E poi aveva perso il treno.
Ma per Adele doveva essere diverso. Non trovava il coraggio di dirglielo, ma l'avrebbe aiutata lei con il bambino.

inviato il 05/03/2019
Nei segnalibri di:

SCOMPARTIMENTO N. 6

immagine copertina
ROSA LIKSOM
SCOMPARTIMENTO N. 6
Iperborea 2014
10 righe da pagina 103:

Il treno avanzava strisciando, quasi volesse chiedere perdono. Il sole che splendeva in tutta la sua gloria da un cielo bianco latte inondava di luce la neve immacolata. Fu così per qualche ora, finchè l'astro protervo non venne per un attimo occultato da un'ombra nera. La Siberia svanì dal finestrino, per riapparire di colpo prima ancora che qualcuno se ne accorgesse. Un muro di alberi si ergeva, nero e spaventoso, proprio sul bordo della ferrovia.
Traduzione di Delfina Sessa

inviato il 23/02/2019
Nei segnalibri di:

PERDUTI NEI QUARTIERI SPAGNOLI

immagine copertina
HEDDI GOODRICH
PERDUTI NEI QUARTIERI SPAGNOLI
GIUNTI 2019
10 righe da pagina 184:

Scendemmo dalla macchina per imboccare un sentiero costeggiato da fili d'erba secca che mi punzecchiavano le caviglie. Arrivati in un boschetto, Pietro si fermò, prendendomi il volto tra le mani come una coppa per bere. Mi baciò delicatamente, con la pazienza fiduciosa di un classico primo bacio che fra di noi non c'era mai stato. Che dolcezza stare finalmente soli.Sotto quel merletto di ombra, l'odore di abete si fuse con quello del suo dopobarba, il graticcio dei rami con i suoi ricci scuri.
"Sei l'aria che respiro" mi sussurrò "l'acqua che bevo."

inviato il 07/02/2019
Nei segnalibri di:

Il re di denari

immagine copertina
Sandrone Dazieri
Il re di denari
A. MONDADORI 2018
10 righe da pagina 23:

"Chi sei? Voltati, fatti vedere."
Il ragazzo non si mosse, e fu Colomba ad andargli vicino, scoprendo un viso roseo e privo di peli. Poteva avere diciotto anni al massimo, e guardava nel vuoto, senza espressione.
Colomba si chiese se fosse sempre così o fosse sotto shock, ma abbassò la pistola. "Che ci fai qui? Ti sei perso?"Chiese.
Il ragazzo non rispose. Senza preavviso cominciò a correre verso l'uscita con gesti scordinati e rigidi, le ciabatte che spruzzavano acqua sporca. Colomba lo afferrò. Il ragazzo le morsicò la mano, lei con uno sgambetto lo fece cadere a faccia in giù nella neve. "Dai, piantala di fare lo scemo" disse. "Non voglio farti niente. Solo sapere chi..." Le parole le morirono in gola.
La neve attorno al ragazzo era diventata rossa.

inviato il 17/01/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Ciro, sei nella finale del mese di gennaio, 10righe scelte dalla redazione.

SABBIA NERA

immagine copertina
CRISTINA CASSAR SCALIA
SABBIA NERA
2018 Giulio Einaudi s.p.a. - Torino
10 righe da pagina 207:

Ora, che la Guarrasi avesse già subdorato qualcosa era fuori discussione. Però la conversazione col notaio, quella tanticchia di acredine che traspariva più dall'espressione del vicequestore che dalle sue parole, in fondo misurate...
Insomma, qualche sentore doveva averlo avuto.
Fragapane, invece, ci aveva capito poco e niente. L'unica cosa che sapeva per certo era che quel caso si andava complicando ogni giorno di più, e secondo il suo punto di vista questo non era un bene. No, non era un bene per niente.
- 'Mpare, ma quello che volevamo sapere almeno l'abbiamo saputo? - domandò, una volta raggiunta l'auto di servizio, ferma da due ore in via Principe Nicola.

inviato il 08/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuto Ciro Eco :)

Nebbia

immagine copertina
Miguel de Unamuno
Nebbia
Tradotto da Umberto Arenal
KKien 2018
10 righe da pagina 59:

E mentre si gettava sul letto, ai cui piedi dormiva Orfeo, disse fra sé: “Ahi, Orfeo, Orfeo, dover dormire da solo, solo, solo; dormire un solo sogno!
Il sogno di uno solo è l'illusione, l'apparenza; il sogno di due è già verità, realtà. Cos'è il mondo reale, se non il sogno che tutti sognano, il sogno comune a tutti?”
[Tratto dal volume di Miguel de Unamuno, "Nebbia", KKien casa editrice, trad. it. da Umberto Arenal, 2018]

inviato il 10/06/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Miguel de Unamuno (Bilbao 1864 – Salamanca 1936), scrittore e filosofo spagnolo.

Il sentiero nel bosco

immagine copertina
Adalbert Stifter
Il sentiero nel bosco
Tradotto da Margherita Belardetti
Adelphi 2006
10 righe da pagina 69:

Quando Tiburius, perciò, aveva voluto tornare sui propri passi, aveva imboccato per ventura quella diramazione maggiormente in evidenza, addentrandosi così sempre di più nel bosco e allontanandosi dalla carrozza. Gli parve cosa incredibilmente insensata non essersene accorto subito. Ora tutto era talmente chiaro. Non sapeva che accade sempre così a chiunque vada per i boschi. I boschi si svelano per gradi, si dischiudono piano alla comprensione del viandante, finché si mutano per lui in bellezza e gioia.

inviato il 10/06/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille! Ho già provveduto ad inviare la mail!

Ciao Alessandro, per Te un libro incentivo come finalista nel mese di giugno, 10righe scelte da Voi utenti. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Alessandro, sei nella finale di giugno, 10 righe scelte da Voi utenti.

Di nulla!!!

Grazie per la scelta, Natalina!

http://scrivi.10righedailibri.it/il-sentiero-nel-bosco...ho scelto queste 10 righe!!!

Adalbert Stifter (Oberplan 1805 – Linz 1868), scrittore austriaco.

La versione di Fenoglio

immagine copertina
Gianrico Carofiglio
La versione di Fenoglio
Einaudi (Stile libero big) 2019
10 righe da pagina 235:

Se l'interlocutore non vale la pena, parlare di cose che per te sono importanti o fondamentali, cose che addirittura definiscono chi sei, conduce spesso alla frustrazione. Già trovare le parole adatte è difficile. Sei sempre esposto al rischio di impoverirle, quelle cose, di svilire il loro significato, di dissiparle. Se poi chi ti sta davanti, la persona con cui stai parlando non è capace, o non ha voglia, di ascoltare sul serio, allora quel senso di sperpero diventa più acuto, a volte quasi vergognoso.

inviato il 10/06/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Francesca, per Te un libro incentivo come finalista nel mese di giugno, 10righe scelte dalla redazione. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie :))

Ciao Francesca, sei nella finale di giugno, 10righe scelte dalla redazione.

pagina 235 posizione kindl

Caporetto

immagine copertina
Alessandro Barbero
Caporetto
Laterza 2017
10 righe da pagina 274:

Nel successo dell'attacco contro le posizioni italiane il 24 ottobre l'artiglieria giocò un ruolo decisivo, da un duplice punto di vista: da parte austro-tedesca, il bombardamento fu una componente importante, accuratamente studiata e preparata, dal piano d'attacco; da parte italiana, invece, quello che le truppe in trincea percepirono largamente come il silenzio della nostra pur potentissima artiglieria, poi catturata in massa già il primo giorno per l'inattesa penetrazione nemica, scatenò polemiche non ancora sopite, contribuendo a gettare un'ombra duratura su un personaggio cruciale della nostra storia, come Pietro Badoglio.

inviato il 10/06/2019
Nei segnalibri di:

Una notte

immagine copertina
Trinh Xuan Thuan
Una notte
Tradotto da Laura Serra
Ponte alle Grazie 2018
10 righe da pagina 38:

La Luna svolge un ruolo decisivo nella nostra esistenza. Senza di essa, infatti, la vita sul nostro pianeta non sarebbe stata possibile. Per più motivi, Terra e Luna sono una coppia simbiotica. All'inizio c'era solo la Terra. Fu la colossale collisione di un bolide lanciato follemente contro il nostro pianeta a strapparne quel pezzo che poi sarebbe diventato un satellite.
Secondo questa teoria, detta dell' "impatto gigante". la Terra avrebbe generato al Luna all'epoca in cui, 4.55 miliardi di anni fa, si formarono, dopo la nascita del Sole, i pianeti del sistema solare. Nelle centinaia di milioni di anni successive alla nascita della nostra stella, durante la formazione dei pianeti, grossi bolidi - gli asteroidi - attraversarono il sistema solare in tutte le direzioni, alla velocità di decine di chilometri al secondo.

inviato il 10/06/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

Ciao Elena, sei nella finale settimanale di giugno.

La vedova Couderc

immagine copertina
G.Simenon
La vedova Couderc
Tradotto da Edgardo Franzosini
Adelphi 1993
10 righe da pagina 29:

Jean capì che era domenica vedendo passare in bicicletta un gruppo di ragazzi e ragazze con i vestiti della festa,poi una donna, probabilmente la moglie del guardiano della chiusa,che usciva di casa e si avviava verso il villaggio con il libro da messa in mano.
si avvicinò al vecchio.
"Allora..."disse come se l'altro non fosse stato sordo.
Nello stesso tempo,gli lanciò un occhiata che voleva essere complice,ma Couderc,invece di rispondere all'invito,voltò la testa dall'altra parte.Probabilmente non si fidava,o forse aveva paura,perché quando Jean si avvicinò di più fece due o tre passi in direzione delle bestie,come per mantenere le distanze-Allora,con il sacco quasi pieno d'erba,lui rientrò in casa. Tati,vestita di tutto punto,con il cappello in testa,metteva una pentola sulla stufa ormai accesa.

inviato il 11/06/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

http://scrivi.10righedailibri.it/nico-e-il-fantastico-mondo-del-mare-Amici dello staff..queste 10 righe ...mi piacciono,naty

Ciao Natalina, sei nella finale settimanale di giugno. Scegli da lunedì 17 giugno a domenica 23 giugno, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

I pirati della Malesia

immagine copertina
Emilio Salgari
I pirati della Malesia
Fabbri Editori 2002
10 righe da pagina 19:

I pirati gettano le carabine, impugnano le scimitarre, le scuri, le mazze, i kriss e danno intrepidamente l'abbordaggio aggrappandosi alle murate, ai paterazzi e alle griselle. Alcuni si slanciano sulla cima degli alberi dei prahos, corrono come scimmie lungo i pennoni e piombano sull'attrezzatura del trealberi, lasciandosi scivolare in coperta. In meno che lo si dice i pochi difensori, sopraffatti dal numero, cadono a prua, a poppa, sul cassero e sul castello. Presso l'albero di maestra un solo uomo, armato di una pesante e larga sciabola d'abbordaggio, ancora rimaneva.
Quest'uomo, l'ultimo della Young-India, era l'indiano Kammamuri, il quale si difendeva come un leone, smussando le armi del nemico incalzante, e percuotendo a destra ed a sinistra.
- Aiuto! Aiuto!... - urlò il poveretto con voce strozzata.

inviato il 17/06/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie.

Ho scelto queste 10 Righe : http://scrivi.10righedailibri.it/rien-ne-va-plus

Grazie

Ciao Giovanni, sei nella finale settimanale di giugno. Scegli da lunedì 24 giugno a domenica 30 giugno, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Emilio Carlo Giuseppe Maria Salgàri (Verona, 21 agosto 1862)

L'amore

immagine copertina
Maurizio Maggiani
L'amore
Feltrinelli (collana I narratori) 2018
10 righe da pagina 140:

In quel particolare telefono molto costoso sullo schermo appare la prima riga di ogni messaggio compresa del mittente, in questo modo ha a disposizione diverse opzioni riguardo alle informazioni che gli sono trasmesse, può scegliere di andare a vedere in dettaglio oppure decidere di sapere senza doverne sapere abbastanza, di non sapere pur credendo di sapere, e comunque può completare lui il messaggio, sistemare le cose per conto suo in modo ragionevole. Funziona se la cosa non va troppo per le lunghe, ogni messaggio pretende una risposta, è un diritto, e è un dovere del messaggero fare in modo che venga rispettato, il telefono vibra fino allo spasimo.

inviato il 17/06/2019
Nei segnalibri di:

La casa dei Krull

immagine copertina
Georges Simenon
La casa dei Krull
Tradotto da Simona Mambrini
Adelphi 2017
10 righe da pagina 21:

Cornelius fumava una lunga pipa di porcellana,con gli occhi socchiusi e la barba rigida come quella della statua di un santo.Zia Maria ricamava con un filo rosso gli angoli di una pila di tovaglioli a quadretti.anna aveva preso un libro ma non lo leggeva,e Liesbeth era andata a letto con la scusa che si sentiva poco bene.
Il mondo sembrava essersi svuotato.Le chiatte sonnecchiavano .
Un sottile rivolo d'acqua che sgocciolava dalla fessura di una paratoia chiusa diffondeva un gorgoglio di fontana,interrotto ogni dieci minuti dal frastuono del tram,le cui irruzioni si diradarono con il calare della notte.

inviato il 17/06/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Georges Simenon n.13 febbraio 1903 Liegi -Belgio-Decesso 4 Settembre 1989 Losanna -Svizzera

Nico e il fantastico mondo del mare

immagine copertina
Imma Pontecorvo
Nico e il fantastico mondo del mare
Youcanprint

«Nico, vieni a sentire il fratellino!» lo chiamò mamma Linda.

Nico corse dalla mamma e mise tutte e due le mani sul suo grande pancione. Mamma Linda alzò la maglietta così che lui potesse sentire la pelle calda che si muoveva e dei piccoli colpetti, come se qualcuno bussasse dolcemente alla porta. Era il suo fratellino, Mattia, che cresceva nella pancia della mamma.

«Mamma, ma come fa a muoversi così tanto? Non starà un po’ stretto lì dentro?» chiese Nico preoccupato.

La mamma sorrise e gli accarezzò i capelli riccioli e castani.

«No, amore mio, stai tranquillo, il tuo fratellino sta benissimo. Sta nuotando qui dentro come in una piccola bolla d’acqua.»

inviato il 17/06/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Daisy :)

Fragile è la notte

Fragile è la notte 6 settimane 22 ore fa

Grazie infinite amici.......spero che i contributi di noi tutti siano "spronanti" affinchè la lettura sia diffusa e praticata il più possibile.

Fragile è la notte 7 settimane 3 giorni fa

Grazie

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy