Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Ambra

Piattaforma nel centro del mondo

immagine copertina
Michel Houellebecq
Piattaforma nel centro del mondo
Tradotto da Sergio Claudio Perroni
Tascabili Bompiani 2011
10 righe da pagina 90:

Mi svegliai con un mal di testa atroce, e vomitai a lungo nella tazza del cesso. Erano le cinque del mattino: troppo tardi per gli escort-bar, troppo presto per la colazione. Nel cassetto del comodino trovai una Bibbia e un libro sugli ammaestramenti di Budda, entrambi in inglese. "Because of their ignorance," lessi, "people are always thinking wrong thoughts and always losing their right viewpoint and, clinging to their egos, they take wrong actions.Mi svegliai con un mal di testa atroce, e vomitai a lungo nella tazza del cesso. Erano le cinque del mattino: troppo tardi per gli escort-bar, troppo presto per la colazione. Nel cassetto del comodino trovai una Bibbia e un libro sugli ammaestramenti di Budda, entrambi in inglese. "Because of their ignorance," lessi, "people are always thinking wrong thoughts and always losing their right viewpoint and, clinging to their egos, they take wrong actions. As a result, they become attached to a delusive existence." Non ero proprio sicurissimo di aver capito, però sentivo che l'ultima frase illustrava alla perfezione la mia condizione attua

inviato il 21/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Ambra, abbiamo integrato noi. ;)

Non riesco a modificare e aggiungere le informazioni richieste. Anno 2011, traduzione di Sergio Claudio Perroni.

Ciao Ambra, nome del traduttore e anno di pubblicazione. Grazie :)

La possibilità di un'isola

immagine copertina
Michel Houellebecq
La possibilità di un'isola
Bompiani
10 righe da pagina 226:

Pensai dapprima che fossero probabilmente un po' intimiditi: ero un vip, avevo il privilegio di un accesso diretto alla conversazione col profeta; ma mi resi conto ben presto che quando si incrociavano in un vialetto il loro comportamento era esattamente lo stesso: un sorriso, un cenno del capo, nient'altro. Uscii dal villaggio e camminai per qualche centinaio di metri sulla pista ciottolosa prima di fermarmi. Era una notte di plenilunio, si distinguevano perfettamente le ghiaie, i blocchi di lava; lontano, verso oriente, scorgevo la debole luminosità delle barriere metalliche che circondavano la proprietà; ero in mezzo al niente, la temperatura era mite e mi sarebbe piaciuto arrivare a una conclusione qualunque.

inviato il 27/10/2012
Nei segnalibri di:

Un giorno questo dolore ti sarà utile

immagine copertina
Peter Cameron
Un giorno questo dolore ti sarà utile
Gli Adelphi
10 righe da pagina 93:

La Adler mi aveva detto di dire sempre qualunque cosa mi passasse per la testa, ma per me era difficile, perché per me l'atto di pensare e quello di esprimere i pensieri non sono simultanei, e neppure necessariamente consecutivi. So di pensare e parlare nella stessa lingua, e so che in teoria non c'è ragione per cui io non possa comunicare i miei pensieri appena si formano o immediatamente dopo; eppure la lingua in cui penso e quella in cui parlo sembrano spesso talmente lontane che mi pare impossibile colmare il vuoto sul momento, o anche retroattivamente.

inviato il 21/09/2012
Nei segnalibri di:

Un giorno questo dolore ti sarà utile

immagine copertina
Peter Cameron
Un giorno questo dolore ti sarà utile
Gli Adelphi
10 righe da pagina 44:

Il problema principale era che non mi piace la gente, e in particolare non mi piacciono i miei coetanei, cioè quelli che popolano l'università. Ci andrei volentieri se ci studiassero persone più grandi. Non sono uno psicopatico (anche se non credo che gli psicopatici si definiscano tali), è solo che non mi diverto a stare con gli altri. Le persone, almeno per quel che ho visto fino adesso, non si dicono granché di interessante. Parlano delle loro vite, e le loro vite non sono interessanti. Quindi mi secco. Secondo me bisognerebbe parlare solo se si ha da dire qualcosa di interessante o di necessario.

inviato il 21/09/2012
Nei segnalibri di:

PopCo

immagine copertina
Scarlett Thomas
PopCo
Biblioteca Economica Newton
10 righe da pagina 78:

La forma plastica ha la stessa funzione del sistema binario: stimola l'immaginazione, il desiderio, il piacere... e via dicendo. Lo sappiamo: va bene. E comunque si dice sempre che al giorno d'oggi non si fa altro che vendere immagini, idee. Il prodotto non è importante. La costruzione non è importante. Costruisci qualcosa e poi dai a questa cosa un significato, con il marketing, i prodotti abbinati, le promozioni. E forse è tutta colpa della PopCo: una overdose di PopCo. Forse è lavorare qui che ti fa pensare che tutto il mondo sia solo una scatola di cartone che aspetta un contenuto di plastica e qualche figura sul davanti.

inviato il 04/09/2012
Nei segnalibri di:

Cion Cion Blu

immagine copertina
Pinin Carpi
Cion Cion Blu
Vallardi
10 righe da pagina 7:

Una volta c'era in Cina un cinese vestito di blu e d'arancione che si chiamava Cion Cion Blu. Aveva i pantaloni blu e la giacca arancione, le pantofole blu e le calze arancione; e in tasca aveva un fazzoletto arancione e una pipa blu. Anche i suoi capelli erano blu, blu scuro; ma la sua faccia non era arancione: era gialla, tonda come un pompelmo, anche se era nato in Cina tra i mandarini, quei mandarini che sono le arance della Cina e hanno il colore delle arance e che perciò sono arancione, anche se sembrano arancine.

inviato il 20/08/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

segnalibro!

:* Da non dimenticare A Ran Cion il gatto tutto blu e Blu il cane tutto arancione.

:3

Il cuore cucito

immagine copertina
Carole Martinez
Il cuore cucito
Edizioni Mondolibri
10 righe da pagina 295:

E le sue mani, vi ho mai parlato delle sue mani? Le mani delle narratrici sono fiori mossi dall'alito caldo del sogno, oscillano dall'alto dei loro steli lunghi e flessibili, appassiscono, si drizzano, rifioriscono nella sabbia al primo acquazzone, alla prima lacrima, e proiettano le loro ombre gigantesche in cieli ancora più cupi, che sembrano rischiararsi, sventrati da quelle mani, da quei fiori, da quelle parole.

inviato il 17/08/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

concordo!

è un capolavoro!

segnalibro...bellissimo!

Il cuore cucito

immagine copertina
Carole Martinez
Il cuore cucito
Edizioni Mondolibri
10 righe da pagina 25:

La terza sera, la voce le insegnò due preghiere così complicate, così ermetiche che Frasquita non capì nemmeno a chi fossero rivolte. Si impegnò a proferire suoni disarticolati, quasi impronunciabili. Sentì la bocca riempirsi di un linguaggio misterioso, denso come un boccone da masticare a lungo. Mentre pronunciava quelle parole, le sembrava che sapori insoliti le impregnassero il palato, solleticandone le papille. Erano gli incantesimi che fanno risvegliare i dannati e consentono di gettare ponti tra i mondi, di aprire i cancelli dei sepolcri, di far sgorgare ciò che si è esaurito.

inviato il 17/08/2012
Nei segnalibri di:

Il Regno dei Lupi - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

immagine copertina
George R. R. Martin
Il Regno dei Lupi - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco
Arnoldo Mondadori
10 righe da pagina 864:

L'aria del mattino era resa opaca dal fumo degli dei che bruciavano. Erano ormai tutti quanti avvolti dalle fiamme: la Vergine e la Madre, il Guerriero e il Fabbro, la Vecchia con gli occhi di perle e il Padre con la sua barba dorata, perfino lo Sconosciuto, scolpito in fattezze più bestiali che umane. Il vecchio legno disseccato dal tempo e gli infiniti strati di vernice e di smalto venivano divorati dal fuoco emettendo un bagliore quasi furioso. Il calore faceva vibrare l'aria gelida. Dietro quella cortina tremante, i doccioni e i draghi di pietra sulle mura del castello apparivano evanescenti, come se Davos li osservasse da dietro un velo di lacrime.

inviato il 16/02/2012
Nei segnalibri di:

Il Trono di Spade - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

immagine copertina
George R. R. Martin
Il Trono di Spade - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco
Arnoldo Mondadori
10 righe da pagina 222:

Il verde la inghiottì. L'aria era satura degli effluvi dell'erba e della terra, che andavano a mescolarsi con l'odore del cavallo, del sudore di Daenerys , dell'olio che aveva nei capelli. Erano gli odori dei Dothraki, l'essenza stessa di quel luogo. Ridendo, li respirò a pieni polmoni. Di colpo, provò il bisogno di sentire il suolo sotto di sé, di arcuare le dita dei piedi dentro il ricco humus scuro. Volteggiò giù dalla sella, lasciando la puledra d'argento libera di pascolare mentre lei si toglieva gli alti stivali.

inviato il 15/02/2012
Nei segnalibri di:

Sherlock Holmes - Uno studio in rosso

immagine copertina
Arthur Conan Doyle
Sherlock Holmes - Uno studio in rosso
Tradotto da Nicoletta Rosati Bizzotto
Newton Compton 2013
10 righe da pagina 15:

«Vede», spiegò, «secondo me, in origine il cervello umano è come un attico vuoto che uno deve riempire con i mobili che preferisce. Uno sciocco assimila ogni sorta di ciarpame gli viene a tiro, così che le nozioni che potrebbero essergli utili vengono spinte fuori o, nella migliore delle ipotesi, accatastate alla rinfusa insieme con un’infinità di altre cose, di modo che ha difficoltà a ritrovarle. Un operaio abile, invece, sta molto attento a ciò che immagazzina nel suo attico-cervello. Non vi metterà altro che gli strumenti che possono aiutarlo nel suo lavoro, ma di questi strumenti ne ha un vasto assortimento, e tutti in perfetto ordine. È sbagliato pensare che quella piccola stanza abbia pareti elastiche che possono allargarsi a piacimento. Creda a me, viene sempre un giorno in cui ogni nozione in più gliene fa dimenticare un’altra che aveva prima. È estremamente importante, quindi, che le nozioni inutili non estromettano quelle utili».

inviato il 23/07/2014
Nei segnalibri di:

Piattaforma nel centro del mondo

immagine copertina
Michel Houellebecq
Piattaforma nel centro del mondo
Tradotto da Sergio Claudio Perroni
Tascabili Bompiani 2011
10 righe da pagina 90:

Mi svegliai con un mal di testa atroce, e vomitai a lungo nella tazza del cesso. Erano le cinque del mattino: troppo tardi per gli escort-bar, troppo presto per la colazione. Nel cassetto del comodino trovai una Bibbia e un libro sugli ammaestramenti di Budda, entrambi in inglese. "Because of their ignorance," lessi, "people are always thinking wrong thoughts and always losing their right viewpoint and, clinging to their egos, they take wrong actions.Mi svegliai con un mal di testa atroce, e vomitai a lungo nella tazza del cesso. Erano le cinque del mattino: troppo tardi per gli escort-bar, troppo presto per la colazione. Nel cassetto del comodino trovai una Bibbia e un libro sugli ammaestramenti di Budda, entrambi in inglese. "Because of their ignorance," lessi, "people are always thinking wrong thoughts and always losing their right viewpoint and, clinging to their egos, they take wrong actions. As a result, they become attached to a delusive existence." Non ero proprio sicurissimo di aver capito, però sentivo che l'ultima frase illustrava alla perfezione la mia condizione attua

inviato il 21/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Ambra, abbiamo integrato noi. ;)

Non riesco a modificare e aggiungere le informazioni richieste. Anno 2011, traduzione di Sergio Claudio Perroni.

Ciao Ambra, nome del traduttore e anno di pubblicazione. Grazie :)

Miele

immagine copertina
Ian McEwan
Miele
Tradotto da Maurizia Balmelli
Einaudi 2013
10 righe da pagina 76:

Si dice che gli scrittori coltivino superstizioni e piccoli rituali. Anche i lettori hanno i loro. Il mio consisteva nel tenere il segnalibro arrotolato tra le dita e accarezzarlo col pollice durante la lettura. La sera tardi, al momento di riporre il libro, il mio rituale consisteva nel posare le labbra sul segnalibro, che infilavo tra le pagine prima di chiudere il volume e appoggiarlo sul pavimento accanto alla poltrona, a portata di mano per la volta successiva. Tony avrebbe approvato.

inviato il 21/07/2014
Nei segnalibri di:

I fiori del male

immagine copertina
Charles Baudelaire
I fiori del male
Tradotto da L. Frezza
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli (collana Classici) 1980
10 righe da pagina 195:

Lungo il vecchio sobborgo, dove pendono da le catapecchie le persiane, riparo a le segrete lussurie, quando il sole crudele sferza a dardi raddoppiati la città e i campi, i tetti e le biade, io vado esercitandomi solo a la mia fantastica scherma, fiutando in tutti li angoli le accidentalità de la rima, inciampando ne le parole come nei selciati, urtando talvolta in versi da molto tempo sognati. Questo padre che tutto nutre, nemico della clorosi, sveglia nei campi i vermi come le rose; fa svaporare li affanni verso il cielo, e riempie i cervelli e li alveari di miele. È lui che ringiovanisce quelli che portano le gruccie e li rende allegri e dolci come giovanette, è lui che comanda a le messi di crescere e di maturare ne l'immortale cuore che vuol sempre fiorire! Quando, come un poeta, discende ne le città, nobilita la sorte de le cose più vili, e s'introduce regalmente, senza rumore e senza valletti, in tutti li ospedali e in tutti i palazzi.

inviato il 17/07/2014
Nei segnalibri di:

La fine del mondo e il paese delle meraviglie

immagine copertina
Haruki Murakami
La fine del mondo e il paese delle meraviglie
Tradotto da Antonietta Pastore
Einaudi 2008
10 righe da pagina 273:

Ogni persona agisce basandosi su dei criteri propri. Nessun essere umano è uguale a un altro. E' un problema di identità, insomma. Ma cos'è l'identità? E' l'originalità del sistema di pensiero basato sull'insieme di ricordi delle esperienze passate. Più semplicemente la si può chiamare spirito.
Non esistono due persone con lo stesso spirito. Le persone però non sanno quasi nulla del proprio sistema di pensiero. La stessa cosa vale per me e per lei.
Quello che conosciamo o pensiamo di conoscere è soltanto un decimo del totale, massimo due. La punta dell'iceberg.

inviato il 14/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille!!!
Traduzione di Antonietta Pastore.
1985 è l'anno di prima pubblicazione; l'edizione Einaudi, che ho letto in versione ebook, è del 2008. :-)

Le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione. Sei in finale! :)

Ciao Pamela, scrivi qui sotto il nome del traduttore. Grazie!!! :)

versione ebook

Le braci

immagine copertina
Sándor Márai
Le braci
Tradotto da Houngarian Book Foundation
Adelphi 2008
10 righe da pagina 37:

Vissero insieme sin dal primo istante, come gemelli nell'utero materno. Non ebbero bisogno di stringere patti di amicizia come fanno di solito i ragazzi della loro età, che indulgono con passionalità enfatica a rituali ridicoli e solenni, nella forma inconsapevole e grottesca in cui il desiderio si manifesta tra gli uomini quando decide per la prima volta di strappare il corpo e l'anima di un'altra persona al resto del mondo per possederla in maniera esclusiva. Il senso dell'amore e dell'amicizia è tutto qui. La loro amicizia era seria e silenziosa come tutti i grandi sentimenti destinati a durare una vita intera. E come tutti i grandi sentimenti anche questo conteneva una certa dose di pudore e di senso di colpa. Non ci si può appropriare impunemente di una persona, sottraendola a tutti gli altri.

inviato il 14/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Sara :)

Carissimo Staff, tra le 10righe della settimana scelgo http://scrivi.10righedailibri.it/la-versione-di-barney-5 postate da Mauro r.

Grazie staff!!! Starò molto attenta ai post della settimana, allora.... buone letture a tutti!

Ciao Sara, con le tue 10 righe sei in finale!!! Ricordati di scegliere da oggi fino a domenica 27 Luglio le tue 10 righe preferite... Complimenti e Buone Letture ;)

1984

immagine copertina
George Orwell
1984
Tradotto da Gabriele Baldini
Mondadori 1984
10 righe da pagina 153:

Quel corpo giovane e forte, che giaceva indifeso nel sonno, risvegliò in lui una specie d'istinto protettivo. Ma quella tenerezza spoglia di pensieri che aveva assaporata sotto il nocciolo, mentre cantava il tordo, non sapeva tornare. Scostò l'uniforme e prese a studiare la mollezza della coscia bianca. Nei tempi antichi, pensò, un uomo guardava il corpo di una ragazza, si accorgeva di desiderarlo e tutto finiva lì. Non si sapeva più godere dell'amore puro o della pura libidine, oggidì. Nessuna emozione era più pura, perché ogni cosa era mescolata con la paura e con l'odio. Il loro amplesso era stato una battaglia. L'attimo di godimento, una vittoria. Era un colpo inferto al Partito. Era un atto politico.

inviato il 29/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Marta e grazie a tutti i segnalibratori!!!! Sono molto felice, sceglierò con cura il vincitore della prossima settimana! :D

Ciao Sara!
Le tue 10 righe sono risultate le più segnalibrate - dopo quelle della redazione :-) - e ti aggiudichi quindi il libro incentivo!
Lunedì prossimo invia il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it dopo aver scelto il vincitore tra le 10 righe postate da oggi a domenica 12 maggio.
Marta, staff 10 Righe dai Libri

L'insostenibile leggerezza dell'essere

immagine copertina
Milan Kundera
L'insostenibile leggerezza dell'essere
Gli Adelphi
10 righe da pagina 66:

Chi tende continuamente verso l'alto deve aspettarsi prima o poi d'essere colto dalla vertigine.
Che cos'è la vertigine? Paura di cadere?
Ma allora perchè ci prende la vertigine anche su un belvedere fornito di una sicura ringhiera?
La vertigine è qualcosa di diverso dalla paura di cadere. E' la voce del vuoto sotto di noi che ci attira, che ci alletta, è il desiderio di cadere, dal quale ci difendiamo con paura.

inviato il 19/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Barbara. Anno di edizione e traduttore di queste 10 righe? :)

Ho scritto sotto il post "Saltatempo" i dati, se ne occorrono altri sono qui. Grazie

Barbara, possiamo modificare solo noi. Scrivi i dati sotto il post e li inseriamo...
Anno di edizione e traduttore di queste 10 righe? :)

Come si fa ad inserire il numero di pagina, l'anno ecc ecc dopo che le 10 righe sono state pubblictae?? Mi serve saperlo per le 10 righe che ho pubblicato di "saltatempo" GRAZIE!

Grazie!

Anch'io voglio cadereeee!!!

Benvenuta Barbara :)

Sul buon uso della lentezza

immagine copertina
Perre Sansot
Sul buon uso della lentezza
Nuova Pratiche Editrice
10 righe da pagina 191:

Camminare in punta di piedi per non interrompere una conversazione, per non disturbare il sonno di un bambino. Gli umili se ne vanno da un giardino pubblico come dalla vita, in punta di piedi.
Tenere gli occhi bassi, non per prudenza o paura, ma perché non bisogna squadrare le persone in modo maleducato. C'è sempre una certa sfrontatezza nel guardare qualcuno dritto in viso.
Gli occhi semichiusi dopo una gran mangiata, in segno di soddisfazione, per non turbare la gioia della digestione, per fingere beatitudine perché siamo pieni da scoppiare delle vettovaglie offerte e ingerite.
Sonnecchiare, non prestare attenzione a un mondo che non la merita, ma non piombare comunque nelle tenebre dell'incoscienza. Restare nel dormiveglia. La testa penzolante, le mani sulla pancia, la bocca socchiusa, tutto il nostro corpo arreso alla libertà in una posizione che uno sguardo malevolo definirebbe ridicola.
L'uomo e la sua ombra: che cosa c'è di più banale, di più spiegabile con l'aiuto del sapere delle scienze umane?

inviato il 12/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Sonnecchiare, non correre, godere il riposo, ma.... vivere, non lasciarsi vivere, vivere pienamente!

Complimenti Tino! Approvo! ;)

Queste belle righe sono quelle con il maggior numero di segnalibri, complimenti Tino ti sei aggiudicato un libro incentivo... devi però fare due cose
1) inviarci un recapito a cui farti avere il tuo premio
libroincentivo@10righedailibri.it
2) scegliere le tue righe preferite fra quelle che verranno postate questa settimana

Ci mancherebbe! Concordo con quello che scrivi, anzi aggiungo che bisognerebbe essere sempre di più consapevoli e presenti in quello che ci accade e accade intorno a noi. Altrimenti la vita che viviamo assomiglia a una lunga e lenta premorte….
Ciao Ursula

Sonnecchiare, non prestare attenzione a un mondo che non la merita, ma non piombare comunque nelle tenebre dell'incoscienza. Restare nel dormiveglia ... Segnalibro! ;)

A sud del confine, a ovest del sole

immagine copertina
Haruki Murakami
A sud del confine, a ovest del sole
Tradotto da Mimma De Petra
UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI 2002
10 righe da pagina 17:

Era una musica meravigliosa. all'inizio la trovai ampollosa e ricca di virtuosissimi tecnici e non riuscii a cogliervi un disegno coerente. Ascoltandola più volte, però, quelle immagini fino ad allora completamente sfocate, cominciarono ad assumere una forma più definita e, a poco a poco, sembravano acquisire una certa coesione dentro di me. Se chiudevo gli occhi e provavo a concentrarmi, riuscivo a sorgere in quella musica dei vortici che si formavano l'uno dentro l'altro e che poi andavano a raggiungersi ad altri ancora. Adesso capisco che si trattava di creazioni astratte della mia mente, ma allora avrei voluto poterle trasmettere a Shimamoto. Le parole di uso quotidiano non bastano per esprimere questo tipo di concetti e io non conoscevo ancora i vocaboli adatti a spiegarne il significato. E poi, non sapevo se valesse la pena di comunicare ad altri, a parole, queste mie sensazioni.

inviato il 05/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

GRAZIE Staff 10 Righe GRAZIE alla Casa Editrice, GRAZIE a Tutti i segnalibri lasciati degli Amici che condividono quotidianamente 10 righe... ma questo non è il mio libro incentivo, ma è il libro vinto da Marco Addis quindi stavolta nè lo dono nè lo regalo è semplicemente il Tuo e delle tue dieci righe tratte da Ombra, un grande abbraccio :)

complimenti Barbara con le tue 10 righe, risultate più segnalibrate, ti aggiudichi il libro incentivo. Invia i tuoi dati a libroincentico@10righedailibri.it per poterti inviare il libro

Piattaforma nel centro del mondo

Piattaforma nel centro del mondo 4 years 16 settimane fa

Non riesco a modificare e aggiungere le informazioni richieste. Anno 2011, traduzione di Sergio Claudio Perroni.

Cion Cion Blu

Cion Cion Blu 6 years 12 settimane fa

:* Da non dimenticare A Ran Cion il gatto tutto blu e Blu il cane tutto arancione.

Una porta di libri

Una porta di libri 6 years 13 settimane fa

Il cuore cucito, Carole Martinez, Edizioni Mondolibri

GIOCO - Riga 10

GIOCO - Riga 10 6 years 47 settimane fa

I rubinetti nel lavello, già arrugginiti anche se l'umanità era arrivata sul pianeta da poco più di vent'anni. (Fuga Impossibile - George R. R. Martin, Gardner R. Dozois, Daniel Abraham)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy