Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Staff

Il libro del domani

immagine copertina
Cecelia Ahern
Il libro del domani
Tradotto da M. Maffi
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli (collana Narrativa) 2011

Credo che la maggior parte delle persone entri nelle librerie senza sapere che cosa vuole comprare, ma poi i libri magicamente le spingono a sceglierli. La persona giusta per il libro giusto. È come se sapessero già di quale vita dovrebbero far parte, in che modo possono influenzarla, insegnare una lezione o illuminare un volto con un sorriso al momento giusto.

inviato il 16/11/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Condivido pienamente e, vorrei aggiungere che dentro ogni libro c'è una frase scritta solo per Noi..

La mia Patria

immagine copertina
Autore anonimo
La mia Patria
4 Novembre 2015

La mia Patria è l'Italia, la terra meravigliosa
incoronata di monti superbi e bagnata dal mare
azzurro. Essa è ricca di bellissime città, di colli
verdeggianti, di pianure fertili.
Roma è il cuore dell'Italia.
lo amo la mia Patria e la sua libertà. Molti
uomini forti e generosi offrirono la loro vita per
difendere la libertà d'Italia. Il simbolo della mia
Patria è la bandiera tricolore, che sventola al sole
nei giorni di festa o pende abbrunata nei giorni
di dolore.

inviato il 03/11/2015
Nei segnalibri di:

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

immagine copertina
Luis Sepúlveda
Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare
Tradotto da I. Carmignani
Guanda (collana Le Fenici tascabili) 2002

Ora volerai, Fortunata. Respira. Senti la pioggia. E’ acqua. Nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si chiama acqua, un altro si chiama vento, un altro ancora si chiama sole e arriva sempre come una ricompensa dopo la pioggia. Senti la pioggia.

inviato il 28/09/2015
Nei segnalibri di:

Le lune di Giove

immagine copertina
Alice Munro
Le lune di Giove
Tradotto da S. Basso
Einaudi (collana Super ET) 2010

C'è un limite alla quantità di sofferenze e di scombussolamento che si è disposti a sopportare in nome dell'amore, come c'è un limite al disordine che siamo disposti ad ignorare in una casa. Non si può conoscere in anticipo, ma quando lo raggiungi, te ne accorgi. Ne sono convinta.

inviato il 23/09/2015
Nei segnalibri di:

Scrittori nati oggi 21 settembre

immagine copertina
Leonard Cohen, Stephen King, Lars Saabye Christensen
Scrittori nati oggi 21 settembre
Libridinosa, agenda letteraria 2015

Buon compleanno agli scrittori nati oggi:
- Leonard Cohen nato 21 a Montréal il 21 settembre 1934
- Stephen King, nato a Portland 21 settembre 1947
- Lars Saabye Christensen nato Oslo 21 settembre 1953
«L'energia che si scialacqua con tanta profusione da ragazzi, l'energia che si ritiene non debba mai esaurirsi, si dilegua fra i diciotto e i ventiquattro anni […]. Niente di sconvolgente. Non se ne va tutta d'un colpo, come un grande scoppio. [...]. Non si smette di essere piccoli tutt'a un tratto, con una grande esplosione, come uno di quei palloncini pubblicitari con gli slogan. Il bambino che hai dentro cola fuori, trapela come aria da una foratura in una gomma. E un giorno ti guardi allo specchio e ti trovi faccia a faccia con un adulto. [...] Ed è successo tutto mentre dormivi, forse, come la visita della fatina dei denti».
(Stephen King, It, trad. T. Dobner, Sperling & Kupfer)
10 righe suggerite da Irma su Libridinosa 2015

inviato il 21/09/2015
Nei segnalibri di:

Scrittori nati oggi 17 settembre: Aldo Cazzullo

immagine copertina
Aldo Cazzullo
Scrittori nati oggi 17 settembre: Aldo Cazzullo
Libridinosa, agenda letteraria 2015

Tanti Auguri al giornalista e scrittore italiano, Aldo Cazzullo (Alba, 17 settembre 1966).

Anche quando saremo lontani, vorrei che il mio amore fosse sempre con te, come un pensiero allegro in fondo alle giornate tristi, o un amico che ti fa compagnia quando sei sola. Spero che il mio amore si renda utile, come lo scialle che indossi quando hai freddo e poi posi quando voli via, libera e leggera. Attenta però a non dimenticarlo, a non lasciarlo chissà dove. Maneggialo con cura, il mio amore, quando lo porti in giro: bada a non urtare gli spigoli, proteggilo dalle chiacchiere indiscrete. Ricordati che il mio pensiero ti segue sempre, il mio cuore ti appartiene, e la mia anima è ovunque tu sia.

(Aldo Cazzullo, La mia anima è ovunque tu sia, Mondadori 2011)

10 righe suggerite da Valentina Castellaneta.

inviato il 17/09/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Emma, non c'è bisogno... li trovi dentro la tua cara Agenda letteraria libridinosa 2015 che hai a casa. : )

ma che stupendi pensieri ! me li trascrivo

La profezia di Celestino

immagine copertina
James Redfield
La profezia di Celestino
Tradotto da A. De Vizzi
Corbaccio (collana New age) 1994

Le strane coincidenze, ogni giorno sotto i nostri occhi,
ora assumono un significato diverso ed osservare attentamente il passato
che e’ alle nostre spalle puo’ essere determinante
se vogliamo pienamente comprendere quale potra’ essere
il nostro destino e lo scopo della nostra presenza sul nostro pianeta.
Sbagliamo certamente se pensiamo che la nostra spiritualita’
sia gia’ compresa appieno e in qualche modo stabilita.
Proprio la Storia ci ha insegnato che la conoscenza
e’ perennemente in continua evoluzione

inviato il 14/09/2015
Nei segnalibri di:

La magia delle spezie

immagine copertina
Chitra Banerjee Divakaruni
La magia delle spezie
Tradotto da F. Oddera
Einaudi (collana Super ET) 2005

A volte mi chiedo se la realtà esiste davvero, se c’è veramente una natura delle cose, obiettiva e intatta. O se tutto ciò che ci accade è già modificato in anticipo dalla nostra immaginazione. Se sognando qualcosa gli diamo vita.

inviato il 07/09/2015
Nei segnalibri di:

Il Circo Della Notte

immagine copertina
Erin Morgenstern
Il Circo Della Notte
Tradotto da M. Magrì
Rizzoli (Rizzoli best) 2012

C’è bisogno di qualcuno che le racconti, quelle storie, (...) C’è della magia in questo.
E’ nell'ascoltatore, e suonerà in modo diverso in ogni orecchio, colpendo ognuno in modo imprevedibile. In superficie e in profondità. Puoi narrare una storia che va a innestarsi nell'anima di qualcuno, divenendone il sangue, l’io e il proposito. Quella fiaba lo smuoverà, lo spronerà, e chissà cosa mai potrebbe arrivare a fare grazie ad essa, grazie alle tue parole.

inviato il 27/08/2015
Nei segnalibri di:

Kafka sulla spiaggia

immagine copertina
Haruki Murakami
Kafka sulla spiaggia
Tradotto da G. Amitrano
Einaudi (collana Supercoralli) 2008

Qualche volta il destino assomiglia a una tempesta di sabbia che muta incessantemente la direzione del percorso. Per evitarlo cambi l’andatura. E il vento cambia andatura, per seguirti meglio. Tu allora cambi di nuovo, e subito di nuovo il vento cambia per adattarsi al tuo passo. Questo si ripete infinite volte, come una danza sinistra con il dio della morte prima dell’alba. Perché quel vento non è qualcosa che è arrivato da lontano, indipendente da te. È qualcosa che hai dentro. Quel vento sei tu. Perciò l’unica cosa che puoi fare è entrarci, in quel vento, camminando dritto, e chiudendo forte gli occhi per non far entrare la sabbia.

inviato il 07/08/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Haruki Murakami, (12 gennaio 1949 Fushimi-ku, Kyoto, Prefettura di Kyoto, Giappone).

Report itinerario Agenda Libridinosa 2018

immagine copertina
10 righe dai libri
Report itinerario Agenda Libridinosa 2018
10 Righe dai libri 2018

Cari lettori.
le 10 righe stanno viaggiando in tutta Italia :)

Condividendo le vostre 10 righe state contribuendo attivamente alla promozione della lettura.
Continuate a postare perché stiamo già lavorando su Libridinosa 2018...
Grazie ancora!

- report itinerario Agenda Libridinosa 4 dicembre - 4 gennaio

inviato il 10/01/2018
Nei segnalibri di:

Moll Flanders

immagine copertina
Daniel Defoe
Moll Flanders
Tradotto da G. Trevisani
Garzanti Libri 2015
10 righe da pagina 167:

Quando, la mattina dopo, avemmo il permesso di salire in coperta, io domandai a uno degli ufficiali della nave se potevo avere il permesso di mandare a terra una lettera, per far sapere ai miei amici dov'era la nave e farmi mandare le cose di cui avevo bisogno. Era, seppi, il nostromo, un tipo d'uomo civile e cortese, il quale mi disse che mi avrebbe dato quel permesso, e tutti gli altri che desideravo, purchè potesse darmeli senza correre rischi. Io gli dissi che non volevo altro; mi rispose che la scialuppa della nave andava a Londra conla prossima marea, e che avrebbe dato la mia lettera da portare.Così, quando fu per partire la scialuppa, venne da me il nostromo e mi disse che la scialuppa partiva, e che ci andava anche lui, e mi domandò se era pronta la lettera della quale doveva occuparsi. Io, potete figurarvelo, m'ero procurata penna, inchiostro e carta, e avevo scritto una lettera indirizzata alla mia governante.

inviato il 09/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Daniel Defoe nacque a Stoke Newington il 3 aprile 1660.

IL VAMPIRO DI MUNCH

immagine copertina
ALESSANDRO MAURIZI
IL VAMPIRO DI MUNCH
CIESSE Edizioni 2014

La loro attenzione , all'improvviso, fu attratta da alcuni versi di Munch. Riguardavano "Il Vampiro", riflessioni che avevano spinto il pittore a porsi di fronte a una tela immacolata e riempirla con il sangue di un amore degenerato.
"I suoi capelli rosso sangue si erano impigliati in me,
si erano avvolti attorno a me come serpenti rosso sangue,
i loro lacci più sottili si erano avvolti intorno al mio cuore."
Alla fine gli sguardi di Alfieri e Waldman s'incontrarono sbigottiti. In quel momento compresero che quell'abbraccio non rappresentava l'amore bensì la morte, quella più sottile, quella che uccide l'anima.

inviato il 01/08/2017
Nei segnalibri di:

ROOM (Stanza, Letto, Armadio, Specchio)

immagine copertina
EMMA DONOGHUE
ROOM (Stanza, Letto, Armadio, Specchio)
Tradotto da CHIARA SPALLINO ROCCA
Mondadori Editore 2016

"Spaventato è come ti senti" dice Ma' "ma coraggioso è quello che sarai."
"Come dici?"
"Spaveggioso."
"Spavoso."
Le parole sandwich la fanno sempre ridere ma io non stavo scherzando.
"Qual è la parte del nostro piano che ti preoccupa?" chiede Ma'.
"L'ospedale. E se non mi ricordo le parole giuste?"
"Devi solo dire che tua madre è imprigionata e che è stato l'uomo che ti ha portato lì a rapirla."
"Ma le parole..." "
Cosa vuoi dire?" Attende.
"Se non mi vengono?"
Ma' si mette le dita sulle labbra. "Mi dimentico sempre che non hai mai parlato con nessuno a parte me."
Aspetto.
Lei fa un sospiro lunghissimo e rumoroso. "Ascolta, mi è venuta un'idea. Scriverò un bigliettino con tutte le spiegazioni e tu lo terrai nascosto."
"Okay."
"Basta che lo dai alla prima persona che incontri, non a un paziente, però, ma a qualcuno che porta il camice."
"E questo qualcuno cosa farà?"
"Lo leggerà, ovviamente."
"Quelli della Tv sanno leggere?"
Mi fissa. "Sono persone in carne e ossa, ricordatelo, proprio come noi.
"Non riesco ancora a crederci ma non lo dico.

inviato il 01/08/2017
Nei segnalibri di:

The twins paradox

immagine copertina
Alan Gasparutti
The twins paradox
BookRix Edition 2010
10 righe da pagina 13:

Commander Ondichi then went to the library to read if this had ever been done before. There were several references to comets crushing into planets, and the subsequent development of water, and oxygen, on the planets involved. Then, eventually, there was an item about a comets being deflected by a missile into the course of a planet. As he read on, he found that, dozens of years later, these comets had successfully smashed into the planet and created the necessary ingredients for life. The explosions had also given off carbon dioxide and methan to heat the planet, so the water could remain in its liquid form

inviato il 01/08/2017
Nei segnalibri di:

IL VAMPIRO DI MUNCH

immagine copertina
ALESSANDRO MAURIZI
IL VAMPIRO DI MUNCH
CIESSE Edizioni 2014

La loro attenzione , all'improvviso, fu attratta da alcuni versi di Munch. Riguardavano "Il Vampiro", riflessioni che avevano spinto il pittore a porsi di fronte a una tela immacolata e riempirla con il sangue di un amore degenerato.
"I suoi capelli rosso sangue si erano impigliati in me,
si erano avvolti attorno a me come serpenti rosso sangue,
i loro lacci più sottili si erano avvolti intorno al mio cuore."
Alla fine gli sguardi di Alfieri e Waldman s'incontrarono sbigottiti. In quel momento compresero che quell'abbraccio non rappresentava l'amore bensì la morte, quella più sottile, quella che uccide l'anima.

inviato il 01/08/2017
Nei segnalibri di:

IL PARADISO NON E' LASSU'

immagine copertina
CHRISTINA McKENNA
IL PARADISO NON E' LASSU'
Tradotto da ANDREA GRECHI
AMAZON CROSSING 2017

Ogni sedia, finestra e superficie della casa esprimeva la passione di Rose per il fai-da-te e un certo gusto per le chincaglierie da quatto soldi.
Tende: a sbuffo, a coda, con le balze e plissettate.
Cuscini: a coste e pieghettati.
Coprischienali e passatoie: merlettati, all'uncinetto, con applicazioni varie, in pizzo, ricamati e increspati.
Cesterie: una ciotola con sgabello abbinato, che aveva costruito nel corso di una terapia occupazionale postnatale, quando aveva sofferto di depressione; un gallo di cartapesta realizzato in sei venerdì sera consecutivi nella sala parrocchiale locale, mentre Paddy gareggiava nel torneo di freccette di Duntybutt al pub di Murphy. Oggettini a base di conchiglie e altri souvenir dal lido di Portaluce: una bottiglia di vino trasformata in lampada, con un paralume a frange; un piattino-cartolina con una balena; un tavolo da gioco decorato con molluschi e capesante; un pesce con le branchie fatte con tappi di bottiglie del latte, l'occhio con un tappo di Fanta e una penna maestra di gabbiano a mo' di coda.

inviato il 01/08/2017
Nei segnalibri di:

LA RAGAZZA NELLA NEBBIA

immagine copertina
DONATO CARRISI
LA RAGAZZA NELLA NEBBIA
LONGANESI 2015

"Dovevo perdere tutto perché dentro di me nascesse un pensiero profondo. Perché, per una volta, non pensassi solo al mio tornaconto."
"E quale sarebbe questa riflessione che ha mutato per sempre il suo modo di sentire?"
"Una piccola 'O' tracciata con una biro sul braccio sinistro."
Vogel mimò il gesto.
"La prima volta che ho letto il passaggio su una pagina di Anna Lou, non ho pensato al povero Oliver. Mi è venuto in mente dopo."
"Il povero Oliver?"
"Si, quel ragazzo che non aveva trovato il coraggio di baciarla durante l'estate ha perso qualcosa. anche lui, come tutti gli altri - la famiglia e quanti conoscevano la ragazzina. La, a differenza loro, non lo sa, e non lo saprà mai...
Forse Anna Lou è morta, ma con lei sono morti anche i figli, che non avrà, e i suoi nipoti: generazioni e generazioni che non esisteranno mai. tutte queste anime prigioniere del nulla meritavano qualcosa di meglio... una vendetta."

inviato il 01/08/2017
Nei segnalibri di:

Suo marito

immagine copertina
Luigi Pirandello
Suo marito
Passerino 2015
10 righe da pagina 40:

La seccatura di quegli albums se l'era perciò accollata lui, Giustino Boggiolo: vi scriveva lui i pensieri invece della moglie. Non se ne sarebbe accorto nessuno, perché egli sapeva imitare appuntino la scrittura e la firma di Silvia. I pensieri li traeva dai libri di lei già stampati; anzi, per non star lì ogni volta a sfogliare e a cercare, se n'era ricopiati una filza in un quadernetto, e qua e là ne aveva anche inserito qualcuno suo; sì, qualche pensiero suo, che poteva passare, via, tra tanti... In quelli della moglie s'era arrischiato di far nascostamente, alle volte, qualche lieve correzioncina ortografica. Leggendo nei giornali gli articoli di scrittori raffinati (come, per esempio, il Betti, che aveva trovato tanto da ridire sulla prosa di Silvia) s'era accorto che costoro scrivevano - chi sa perché - con lettera majuscola certe parole. Ebbene, anche lui, ogni qual volta nei pensieri di Silvia ne trovava qualcuna majuscolabile, come vita, morte, ecc.: là, una bella V, una magnifica M! Se si poteva fare con così poca spesa una miglior figura...

inviato il 03/08/2017
Nei segnalibri di:

La ragazza di Bube

immagine copertina
Carlo Cassola
La ragazza di Bube
Einaudi 1973
10 righe da pagina 281:

La corriera si mosse, passò sotto la porta, percorse un tratto del viale alberato lungo le mura; poi affrontò la discesa.
Alla prima curva, si scoprì la Valdelsa. C’era un mare di nebbia, laggiù: da cui emergevano come isole le sommità delle collinette. Ma il sole, attraversando con i suoi raggi obliqui la nebbia, accendeva di luccichii il fondovalle. Mara non distoglieva un momento gli occhi dallo spettacolo della vallata che si andava svegliando nel fulgore nebbioso della mattina.

inviato il 03/08/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Carlo Cassola (Roma 1917 – Montecarlo 1987)

La pietra di luna

La pietra di luna 19 ore 33 min fa

Ciao sei nella classifica finale di gennaio, 10 righe scelte da Voi utenti.

Umami

Umami 19 ore 39 min fa

Grazie.

4321

4321 19 ore 40 min fa

Ciao Beths, sei nella finale del mese di gennaio. 10 righe scelte dalla redazione.

Il gigante sepolto

Il gigante sepolto 19 ore 41 min fa

Ciao Paola, sei nella classifica settimanale del mese di gennaio.

Mr Holmes Il mistero del caso irrisolto

Mr Holmes Il mistero del caso irrisolto 19 ore 42 min fa

Ciao Giovanni, sei nella classifica settimanale del mese di gennaio. Scegli partendo da oggi a domenica 21 gennio 10righe che più ti piacciono riportando il link qui nei commenti.

Paradisi minori

Paradisi minori 4 giorni 42 min fa

Megan Mayhew Bergman nata a Born il 23 dicembre 1979.

Ci vediamo un giorno di questi

Ci vediamo un giorno di questi 4 giorni 44 min fa

Federica Bosco è nata a Milano il 25 settembre 1971.

Gli anni

Gli anni 4 giorni 46 min fa

Annie Ernaux è nata a Lillebonne il 1 settembre 1940.

Vista con granello di sabbia

Vista con granello di sabbia 4 giorni 1 hour fa

Ciao Oliva, eri nella finale del mese, ma vince chi ha più segnalibri accumulati nell'arco dei 30 31 giorni.

Moll Flanders

Moll Flanders 6 giorni 23 ore fa

Daniel Defoe nacque a Stoke Newington il 3 aprile 1660.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy