Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di fiorellino

I love shopping con mia sorella

immagine copertina
Sophie Kinsella
I love shopping con mia sorella
Tradotto da Annamaria Raffo
Arnoldo Mondadori 2004
10 righe da pagina 132:

Io amo la mia scarpiera. La adoro. E' la cosa più bella del mondo. Tutte le mie scarpe sono sistemate in fila, e c'è perfino una luce interna, così posso vederle meglio. Osservo con occhio adorante le file per qualche istante, poi prendo quelle più divertenti, luccicanti e con i tacchi alti, e le getto sul letto. Pronti per la trasformazione!

inviato il 07/03/2012
Nei segnalibri di:

Il giorno prima della felicità

Erri De Luca
Il giorno prima della felicità
Feltrinelli 2009
10 righe da pagina 11:

A scuola c'erano i poveri e gli altri. Quelli della povertà come me ricevevano alle undici un pane con una marmellata di cotogne, portato dal bidello. Con lui entrava un profumo di forno che squagliava la bocca. Altri altri niente, loro avevano una merenda portata da casa. Un'altra differenza era che quelli della povertà in primavera avevano la testa rasata per i pidocchi, gli altri conservavano i capelli.

inviato il 14/01/2012
Nei segnalibri di:

Lo sa il vento

immagine copertina
Carlo Porcedda e Maddalena Brunetti
Lo sa il vento
Verdenero 2011
10 righe da pagina 60:

Polveri che si depositano sulle piante di cui gli animali si nutrono. Polveri che si alzano quando i venti sferzano l'altipiano del Cardiga. Polveri che si accumulano nelle fonti che scivolano nel meandro di rocce e caverne carsiche nel ventre dell'altipiano. L'altipiano delle bombe da smaltire, delle guerre simulate, delle discariche fatte quando servono. E così, un innocuo ruscelletto che le piogge ingrossano ogni tanto nel corso dell'anno può risultare contaminato. Acqua che dal grembo dell'altipiano riappare magari in qualche anfratto, alimenta una fonte stagionale, scende ancora più a valle e una volta arrivata in prossimità della costa, si confonde nella laguna incalzata dal salmastro del mare.

inviato il 09/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Cristina abbiamo condiviso le tue 10 righe sui social :)

aggiungo segnalibro

grazie a te Cristina :))
link per leggere le prime 21 pagine del libro
http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/sa-vento-male-invisibile-dell...
link per guardare il booktrailer http://youtu.be/0fxuao-7200

Ringrazio la casa editrice e lo staff di 10 righe per questo interessantissimo libro!

Apocalypse Kebab

immagine copertina
J. Tangerine
Apocalypse Kebab
Mamma Editori (coll. A cena col vampiro) 2012
10 righe da pagina 1:

Voglio essere cremata, le mie ceneri mischiate alla polvere da sparo di un fuoco d’artificio e sparate in cielo sulle note di “My way” di Sid Vicious, così che amici e colleghi, ormai imbottiti d’alcol come gli stoppini di una molotov, esclamino estasiati: “Alexandra Zahradnik ha fatto il botto”.
Il dolore la colpì alla base del cranio, una coltellata tra il collo e la testa, che affondò e si dissolse. Poi udì il rumore, lamiera piegata, e un botto, e un grido.
Gazi aveva ripreso a parlare nel telefonino e lei riattaccò.
Si mise a sinistra e accelerò. Lo scooter superò un furgone e una macchina verde e un SUV nero e una station wagon blu.
Poi Alexandra Zahradnik vide. Le dita serrarono le leve dei freni con tanta violenza che i muscoli si contrassero fino alla spalla. La ruota posteriore prese a slittare, mentre gli pneumatici vomitavano una nuvola di vapore bruciato. Finalmente la ruota... Primi capitoli qui: http://issuu.com/mammaeditori/docs/apokalypsekebabanteprimasito

inviato il 04/03/2012
Nei segnalibri di:

Inheritance

immagine copertina
Christopher Paolini
Inheritance
Rizzoli
10 righe da pagina 702:

Tenebre, e nelle tenebre, il silenzio.
Eragon si sentì scivolare fino a fermarsi. Poi niente. Riusciva ancora a respirare, ma l'aria era immobile e stagnante, e quando cercò di muoversi la pressione dell'incantesimo aumentò.
Sfiorò le menti di quelli che gli stavano intorno per essere sicuro di averli salvati tutti. Elva era svenuta, e così Murtagh, ma erano vivi, e anche gli altri.
Era la prima volta che Eragon penetrava la coscienza di Castigo. All'inizio il drago rosso si ritrasse; i suoi pensieri erano più oscuri e contorti di quelli di Saphira, ma possedevano una forza e una nobiltà impressionanti.

inviato il 04/03/2012
Nei segnalibri di:

Nonsolomamma

immagine copertina
Claudia De Lillo
Nonsolomamma
TEA
10 righe da pagina 186:

Cecilia è stata quattro giorni immobile sul divano, dolorante. Tobia ha preparato da mangiare, ha lavato i piatti, ha fatto le lavatrici, ha steso il bucato e ha stirato. Tobia si è occupato della piccola Paola, la loro bambina. Ogni mattina ha dibattuto a lungo con lei sul vestito, le calze, le scarpe da indossare. Le ha fatto i codini e l'ha portata all'asilo, per poi precipitarsi in ufficio. E' andato a prenderla nel pomeriggio, fuggendo dal lavoro come un ladro. Le ha fatto il bagno e insieme hanno giocato fino all'ora di cena.
Per novantasei interminabili ore, Tobia ha fatto quello che molte mamme fanno tutti i giorni per anni interi.
Tobia oggi è l'ombra di se stesso.

inviato il 05/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

:-)!!

Aggiungo segnalibro

La Colpa

immagine copertina
Lorenza Ghinelli
La Colpa
Newton Compton Editori
10 righe da pagina 34:

Le scritte, aprono voragini nella mente.
"Realizzo i tuoi sogni."
Niente di quello che sta pensando è razionale.
Estefan si chiede se esiste un interruttore, un pulsante, qualcosa che stacchi la corrente nella testa.
Ma la domanda di tutte le domande è se quello che ha visto esiste.
E se esiste, dove, come, quando?
E soprattutto, perché?
Sente la testa che pesa, scalcia e scoppia.
E ha solo nove anni.

inviato il 05/03/2012
Nei segnalibri di:

Amore zucchero e cannella

immagine copertina
Amy Bratley
Amore zucchero e cannella
Tradotto da Gabriella Pandolfo
Newton Compton 2011
10 righe da pagina 44:

"Troverai qualcun altro, sei giovane. Gli uomini sono dei bastardi". Dannazione. Non volevo nessun altro. Volevo indietro la mia vita. Ma la mia vita non c'era più; era come un palloncino bucato che si sgonfiava senza speranza. Fss! Andata! Salendo sul treno, schiacciata dalla massa febbrile di pendolari, trattenni il respiro. Per la prima volta dopo tanto tempo mi sentivo fallita. Non potevo farci niente. Era terrificante.

inviato il 06/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Questo libro è nella mia lista dei desideri!

aggiungo segnalibro

Nostalgia

immagine copertina
eshkol nevo
Nostalgia
Tradotto da Elena Loewenthal
Arnoldo Mondadori 2007
10 righe da pagina 194:

Nel petto di ogni uomo c'è un sole di dolore e tristezza, e questo sole spande fuori dei raggi ardenti. Se sei ben protetto, quei raggi non ti intaccano. Ma se non sei protetto, il dolore delle persone che ti stanno vicine ti entra dentro e ti brucia, da dentro. Io non possiedo lo strato di epidermide protettivo. non c'è strato che mi protegga dall'angoscia del mondo. a dire la verità, e avvicina le labbra al mio orecchio, come per mettermi al corrente di un segreto, ce l'avevo, quello strato di pelle. Ma si è sciolto anni fa, svanito, lasciandomi esposto a tutte le offese dei raggi che mandano gli estranei.

inviato il 06/03/2012
Nei segnalibri di:

Confessioni di un codardo

immagine copertina
Charles Bukowski
Confessioni di un codardo
Tradotto da Massimo Bocchiola
Tea 2000
10 righe da pagina 93:

Scrivo ancora. Nei primi quattro mesi di quest'anno ho scritto duecentocinquanta poesie. Sento ancora la follia scorrermi dentro, ma ancora non ho scritto le parole che avrei voluto, la tigre mi è rimasta sulla schiena. Morirò con addosso quella figlia di puttana, ma almeno le ho dato battaglia. Se fra voic 'è qualcuno che si sente abbastanza matto da voler diventare scrittore, gli consiglio va avanti, sputa in un occhio al sole, schiaccia quei tasti, è la migliore pazzia che possa esserci, i secoli chiedono aiuto, la specie aspira spasmodicamente alla luce,e all'azzardo, e alle risate. Regalateglieli. Ci sono abbastanza parole per noi tutti.

inviato il 18/01/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Già é vero, me l'ero quasi dimenticata ^^

@mel va: ahem....in effetti no!

daniele, lo sai che ti puoi "autosegnalibrare", vero? :)

aggiungo segnalibro

Grazie!!! Lo trovo davvero un pezzo meraviglioso e uno spiraglio nell'animo di Bukowski che mi ha toccato davvero.

complimenti per la scelta...

La Via dei Re

immagine copertina
Brandon Sanderson
La Via dei Re
Tradotto da Gabriele Giorgi
Fanucci Editore 2011
10 righe da pagina 913:

«…Una storia non vive finché non viene immaginata nella mente di qualcuno.»
«Cosa significa la storia allora?»
«Significa quello che tu vuoi che significhi» disse Hoid. «Lo scopo di un cantastorie non è quello di dirti come pensare, ma di darti delle domande su cui riflettere. Troppo spesso ce ne dimentichiamo.»
Kaladin si accigliò guardando a ovest, in direzione dei campi militari. Ora erano illuminati con sfere, lanterne e candele. «Significa prendersi le proprie responsabilità» disse Kaladin.…
«Questa è un'interpretazione» disse Hoid. «Un'ottima interpretazione, in effetti. Dunque, per cos'è che non vuoi assumerti la responsabilità?»
Kaladin trasalì. «Cosa?»
«La gente vede nelle storie quello che sta cercando, mio giovane amico.»

inviato il 20/01/2012
Nei segnalibri di:

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy