Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Suzie Q

Divorati

immagine copertina
David Cronenberg
Divorati
Tradotto da Carlo Prosperi
Bompiani 2014
10 righe da pagina 181:

Facevamo anche sporadiche incursioni nel mondo degli appunti presi mediante riconoscimento vocale con l’iPad o l’iPhone, ma inevitabilmente tornavamo alla parola manoscritta. Entrambi avevamo grafie spaventose che richiedevano notevole attivitá di deciframento persino da parte nostra, ma l’atto del deciframento dava conforto, le contorsioni dei ghirigori trasmettevano emozioni e sfumature che la perfezione dei pixel non avrebbe mai potuto incarnare. Pronunciare le parole sembrava rilasciarle in un vuoto nel quale rischiavano inaspettatamente di evaporare; scriverle sembrava racchiuderle al sicuro nei nostri crani, dove potevano maturare senza fretta.

inviato il 14/04/2015
Nei segnalibri di:

Il suo ultimo respiro

immagine copertina
Castillo Linda
Il suo ultimo respiro
Tradotto da Salomoni Andreaa
Time Crime 2014
10 righe da pagina 9:

"Se piove, ci si bagna" era un dei detti preferiti della mia mamm. Quanto ero una bambina non ne capivo il vero significato, né mi sforzavo piú di tanto. Ai miei occhi di giovane amish, "piú" significava quasi sempre "meglio". Il mondo attorno a me era come un fiume che scorreva veloce, pieno zeppo di rapide e buche che celavano segreti che non potevo nemmeno immaginare. Non vedevo l`ora di sfidare quei gorghi e immergermi alla scoperta di quei misteri ben custoditi. Fu solo quando raggiunsi i vent`anni che scoprii che quel fiume a volte poteva rompere gli argini e uccidere

inviato il 31/03/2015
Nei segnalibri di:

Il magico potere del riordino

immagine copertina
Marie Kondo
Il magico potere del riordino
Tradotto da Di Berardino Francesca
Vallardi A. 2014
10 righe da pagina 56:

La parola „cura“ in giapponese si indica con il termine “teate”, che alla lettera significa “impostazioni delle mani”: si dice derivi dal fatto che, ai tempi in cui l’assistenza medica non era sviluppata come ai giorni d’oggi, si mettevano i palmi delle mani sul punto in cui c’era una ferita per favorirne la guarigione. È risaputo che il contatto fisico che un genitore stabilisce con il proprio figlio – tenerlo per mano, carezzargli la testa, abbracciarlo – aiuta a stabilizzare le sue emozioni. Nel caso dei massaggi, le mani di una persona che sciolgono un muscolo in tensione esercitano effetti molto piú benefici di un apparecchio dall’approccio brusco. In altre parole, quando l’energia che si sprigiona dalle mani viene convogliata sul corpo, ci guarisce a livello fisico e a livello spirituale, ci risolleva e ci fa tornare a stare bene.
La stessa cosa vale per i vestiti: sono certa che l’atto di toccarli e sistemarli con amore sia, anche per loro, piacevole ed energizzante.

inviato il 23/03/2015
Nei segnalibri di:

Gelo per i bastardi di Pizzofalcone

immagine copertina
Maurizio De Giovanni
Gelo per i bastardi di Pizzofalcone
Einaudi 2014
10 righe da pagina 261:

State attenti al freddo , perché il freddo vi puó cambiare. Il freddo è capace di sussurrarvi all’orecchio brutte storie, racconti tristi che rendono l’umore grigio.
Il freddo lo vedete dalla finestra, mentre allunga le dita di nebbia e ghiaccio attraverso la notte, invadendo lento e inesorabile le strade e i pensieri.
Non c’è esercito che possa opporsi all’invasione del freddo. Arriva come una condanna e non potete farci niente. Solo aspettare, e pregare di sopravvivere ancora. Senza che il freddo vi cambi troppo.
[…] Il freddo, attenti si puó anche non sentirlo. Distratti dalle cose della vita, presi dall’inutile corsa quotidiana, il freddo puó sfuggire. Magari non ci fermiamo a pensare, non cogliamo i segnali che ci arrivano da fuori. Magari continuiamo a fissarci l’ombelico come se fosse il centro del sistema solare, e non ci accorgiamo che attorno a noi c’è il freddo.
È allora che il freddo ci avvolge, che ci prende senza incontrare resistenza.
È allora che il freddo vince.

inviato il 16/03/2015
Nei segnalibri di:

Buio - My Land

immagine copertina
Melodia Elena P.
Buio - My Land
Casa editrice TEA 2012
10 righe da pagina 236:

„Ci vediamo qui tra una settimana esatta.” Tea fa per alzarsi, poi mi pianta addosso uno sguardo gelido: “Non farmi scherzi.”
“Non farli tu.”
Ci salutiamo con un semplice cenno del capo. Guardo le mie crocchette ormai fredde. Senza farmi vedere le avvolgo in un fazzolettino e le infilo nello zaino. Sono certa che gli animaletti del parco le troveranno ottime.
È strana la percezione che abbiamo del tempo.
A volte ci sembra infinito, altre non è mai abbastanza.
Ma, soprattutto, scorre velocissimo proprio quando vorresti che un certo momento non arrivasse mai.

inviato il 04/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Elena Peduzzi (Verona, 1974)

Buio - My Land

immagine copertina
Melodia Elena P.
Buio - My Land
Casa editrice TEA 2012
10 righe da pagina 30:

Il desiderio di vendetta é insito in noi, ho letto da qualche parte.
In effetti, credo che esistano davvero poche persone incapaci di vendicarsi, come poche sono quelle incapaci di mentire. Spesso reagiamo a torti che abbiamo subito. A offesa corrisponde difesa. Niente di piú. Quello che è certo è che la vendetta non ci aiuta a dimenticare il torto, né a cancellarlo. Al limite ci dá la sensazione di aver ristabilito un po’ di giustizia. Ma anche il concetto di giustizia è sempre e comunque personale.

inviato il 25/02/2015
Nei segnalibri di:

Gelo per i bastardi di Pizzofalcone

immagine copertina
Maurizio De Giovanni
Gelo per i bastardi di Pizzofalcone
Einaudi 2014
10 righe da pagina 116:

La felicitá si riconosce a posteriori. È il prezzo che paghiamo per il nostro essere sempre proiettati verso il futuro: i giorni, le settimane, i mesi che verranno. Facci caso, aveva detto una volta Pisanelli a frate Leonardo, il minuscolo francescano della Santissima Annunziata che era il suo unico, vero amico: siamo felici sono nel passato. Dal passato emergono ricordi una mattinata, di una festa, di un pranzo, magari con una persona cara che non c'é più, come ne mio caso, o semplicemente della giovetù perduta, ed ecco che sorge lancinante il rimpianto.La felicitá si riconosce a posteriori. È il prezzo che paghiamo per il nostro essere sempre proiettati verso il futuro: i giorni, le settimane, i mesi che verranno. Facci caso, aveva detto una volta Pisanelli a frate Leonardo, il minuscolo francescano della Santissima Annunziata che era il suo unico, vero amico: siamo felici solo nel passato. Dal passato emergono ricordi di una mattinata, di una festa, di un pranzo, magari con una persona cara che non c'é più, come nel mio caso, o semplicemente della gioventù perduta, ed ecco che

inviato il 16/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao!! Ma l'avevo già fatto (vedi commento ) non va bene ??

SuzieQ. Ci comunichi 10 righe che più ti piacciono a partire da lunedì 23 febbraio a 28 marzo. Riportando qui nei commenti il link della pagina. Grazie :)

grazie mille! :-) :-)

Ciao! Le tue 10 righe vincono nella classifica settimanale di Febbraio, ti aggiudichi un libro incentivo! Manda un tuo recapito a libroincentivo@10righedailibri.it

Che bello!
Queste sono le 10 righe che scelgo
http://scrivi.10righedailibri.it/lascensore-ansiogeno

Ciao Suzie, sei nella classifica di febbraio... Ricordati di trascrivere (riportando) il link qui nei tuoi commenti, le 10 righe che più preferisci, da oggi a sabato 28 febbraio... Grazie

Il mio cuore cattivo

immagine copertina
Wulf Dorn
Il mio cuore cattivo
Tradotto da Umberto Gandini
Corbaccio 2013
10 righe da pagina 14:

Che cosa hai fatto, Doro? Ma che cosa hai fatto...
Non lo so.
Dico davvero, non lo so.
Tutto quello che ho conservato nella memoria di quel lasso di tempo si esprime al meglio con una frase da calendario che la mia compagna di stanza, in clinica, teneva appesa sopra il letto:
Solo quando abbiamo perduto tutto, capiamo ció che ha veramente significato per noi!

inviato il 10/02/2015
Nei segnalibri di:

Il mio cuore cattivo

immagine copertina
Wulf Dorn
Il mio cuore cattivo
Tradotto da Umberto Gandini
Corbaccio 2013
10 righe da pagina 238:

Gli animali, per me non hanno colore. Non he hanno bisogno perché non nascondono niente agli occhi degli altri, contrariamente a noi essere umani, sono sempre semplicemente se stessi. [...] Un animale non ne ha necessitá. Non deve fingere. Ti dimostra sempre in modo chiaro e non artefatto ció che vuole, e se gli piaci o meno. perquesto penso spesso che gli animali siano superiori a noi, anche se noi esseri umani ci riteniamo tanto straordinarimente intelligenti. Perché in fondo noi siamo solo incredibilmente complicati.

inviato il 03/02/2015
Nei segnalibri di:

Incubi di morte

immagine copertina
Sharon Bolton
Incubi di morte
Tradotto da Faimali Manuela
Mondadori 2013
10 righe da pagina 363:

Ci sono momenti in cui il semplice atto di svegliarti sembra la cosa piú difficile che qualcuno possa chiederti di fare. La prima mattina dopo la morte di tuo figlio, magari. O dopo che l'uomo che adori ti ha lasciata. Daresti qualsiasi cosa, senz'altro il resto della tua vita, per rimanere nelle tenebre dell'incoscienza.
Non succede mai, peró, vero? Si torna sempre in sé. Il mondo é ancora lí. Tu sei ancora lí.

inviato il 27/01/2015
Nei segnalibri di:

Nelle vene quell'acqua d'argento

immagine copertina
Dario Franceschini
Nelle vene quell'acqua d'argento
Bompiani 2006
10 righe da pagina 9:

Aveva sempre confuso il silenzio con il freddo. Nelle notti sudate d'agosto guardava le labbra di Maria che si muovevano, senza un fruscio, inseguendo le parole del libro, e cominciava a tremare sotto le lenzuola ruvide di cotone bianco.
"Così mi fai confondere le righe" diceva Maria sfogliando le pagine che mancavano alla fine. Poi ricominciava a leggere a bassa voce e Primo, intiepidito dal suono delle parole della moglie, poteva scivolare nei suoi sogni color ruggine.

inviato il 10/04/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Corretto, grazie!

Frasi sui libri

immagine copertina
Paul Auster
Frasi sui libri
Frasi preferite

Leggere per me era evasione e conforto, era la mia consolazione, il mio stimolante preferito: leggere per il puro gusto della lettura, per il meraviglioso silenzio che ti circonda quando ascolti le parole di un autore riverberate dentro la tua testa.

P. Auster
http://scrivi.10righedailibri.it/

inviato il 12/04/2015
Nei segnalibri di:

Divorati

immagine copertina
David Cronenberg
Divorati
Tradotto da Carlo Prosperi
Bompiani 2014
10 righe da pagina 181:

Facevamo anche sporadiche incursioni nel mondo degli appunti presi mediante riconoscimento vocale con l’iPad o l’iPhone, ma inevitabilmente tornavamo alla parola manoscritta. Entrambi avevamo grafie spaventose che richiedevano notevole attivitá di deciframento persino da parte nostra, ma l’atto del deciframento dava conforto, le contorsioni dei ghirigori trasmettevano emozioni e sfumature che la perfezione dei pixel non avrebbe mai potuto incarnare. Pronunciare le parole sembrava rilasciarle in un vuoto nel quale rischiavano inaspettatamente di evaporare; scriverle sembrava racchiuderle al sicuro nei nostri crani, dove potevano maturare senza fretta.

inviato il 14/04/2015
Nei segnalibri di:

Il suo ultimo respiro

immagine copertina
Castillo Linda
Il suo ultimo respiro
Tradotto da Salomoni Andreaa
Time Crime 2014
10 righe da pagina 9:

"Se piove, ci si bagna" era un dei detti preferiti della mia mamm. Quanto ero una bambina non ne capivo il vero significato, né mi sforzavo piú di tanto. Ai miei occhi di giovane amish, "piú" significava quasi sempre "meglio". Il mondo attorno a me era come un fiume che scorreva veloce, pieno zeppo di rapide e buche che celavano segreti che non potevo nemmeno immaginare. Non vedevo l`ora di sfidare quei gorghi e immergermi alla scoperta di quei misteri ben custoditi. Fu solo quando raggiunsi i vent`anni che scoprii che quel fiume a volte poteva rompere gli argini e uccidere

inviato il 31/03/2015
Nei segnalibri di:

Il Coraggio e la Promessa

immagine copertina
Giuseppe Marletta
Il Coraggio e la Promessa
Youcanprint 2014
10 righe da pagina 252:

E' importante studiare, perché così si riesce a sconfiggere i prepotenti, che contano sull'ignoranza del popolo per fare cose molto brutte, come sta avvenendo nella nostra bella Italia. Non so quando potremo rivederci: penso che ci vorrà molto tempo. Nel frattempo ti consiglio di continuare a leggere tanto: i libri sono i nostri migliori compagni e ci proiettano verso mondi incredibili, nei quali possiamo realizzare i nostri sogni, anche quando intorno a noi tutto va male.

inviato il 23/03/2015
Nei segnalibri di:

Il magico potere del riordino

immagine copertina
Marie Kondo
Il magico potere del riordino
Tradotto da Di Berardino Francesca
Vallardi A. 2014
10 righe da pagina 56:

La parola „cura“ in giapponese si indica con il termine “teate”, che alla lettera significa “impostazioni delle mani”: si dice derivi dal fatto che, ai tempi in cui l’assistenza medica non era sviluppata come ai giorni d’oggi, si mettevano i palmi delle mani sul punto in cui c’era una ferita per favorirne la guarigione. È risaputo che il contatto fisico che un genitore stabilisce con il proprio figlio – tenerlo per mano, carezzargli la testa, abbracciarlo – aiuta a stabilizzare le sue emozioni. Nel caso dei massaggi, le mani di una persona che sciolgono un muscolo in tensione esercitano effetti molto piú benefici di un apparecchio dall’approccio brusco. In altre parole, quando l’energia che si sprigiona dalle mani viene convogliata sul corpo, ci guarisce a livello fisico e a livello spirituale, ci risolleva e ci fa tornare a stare bene.
La stessa cosa vale per i vestiti: sono certa che l’atto di toccarli e sistemarli con amore sia, anche per loro, piacevole ed energizzante.

inviato il 23/03/2015
Nei segnalibri di:

Il silenzio del ghiaccio

immagine copertina
Tess Gerritsen
Il silenzio del ghiaccio
Tradotto da Adria Tissoni
Casa editrice TEA 2013
10 righe da pagina 26:

"Io non mi sono mai pentito di niente."
"Nemmeno del matrimonio?"
"Nemmeno di quel disastro che è stato il mio matrimonio. Credo che ogni esperienza, ogni decisione sbagliata ci insegni qualcosa. Per questo non dovremmo aver paura di commettere errori. Io mi butto a testa bassa nelle cose e a volte mi scotto. Ma alla fine c'è una soluzione per tutto."
"Quindi ti fidi dell'universo?"
"Sì. E la notte dormo sonni tranquilli. Niente dubbi, niente armadi pieni di ansie. La vita è troppo breve per quello. Dovremmo semplicemente starcene seduti e goderci il viaggio."

inviato il 15/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Tess Gerritsen, nata Terry Tom (San Diego, 12 giugno 1953)

Gelo per i bastardi di Pizzofalcone

immagine copertina
Maurizio De Giovanni
Gelo per i bastardi di Pizzofalcone
Einaudi 2014
10 righe da pagina 261:

State attenti al freddo , perché il freddo vi puó cambiare. Il freddo è capace di sussurrarvi all’orecchio brutte storie, racconti tristi che rendono l’umore grigio.
Il freddo lo vedete dalla finestra, mentre allunga le dita di nebbia e ghiaccio attraverso la notte, invadendo lento e inesorabile le strade e i pensieri.
Non c’è esercito che possa opporsi all’invasione del freddo. Arriva come una condanna e non potete farci niente. Solo aspettare, e pregare di sopravvivere ancora. Senza che il freddo vi cambi troppo.
[…] Il freddo, attenti si puó anche non sentirlo. Distratti dalle cose della vita, presi dall’inutile corsa quotidiana, il freddo puó sfuggire. Magari non ci fermiamo a pensare, non cogliamo i segnali che ci arrivano da fuori. Magari continuiamo a fissarci l’ombelico come se fosse il centro del sistema solare, e non ci accorgiamo che attorno a noi c’è il freddo.
È allora che il freddo ci avvolge, che ci prende senza incontrare resistenza.
È allora che il freddo vince.

inviato il 16/03/2015
Nei segnalibri di:

La pazza di casa

immagine copertina
Rosa Mantero
La pazza di casa
Frassinelli 2003
10 righe da pagina 8:

Uno scrittore scrive sempre.
E questo è il bello di un romanziere: quel torrente di parole che costantemente gli ribolle nel cervello.
Ho redatto molti paragrafi, innumerevoli pagine, un numero incalcolabile di articoli mentre porto a spasso i miei cani , per esempio : dentro la mia testa continuo a spostare virgole, sostituire un verbo con un altro,affinare un aggettivo.
Talvolta redigo mentalmente la frase perfetta e purtroppo, se non l'annoto subito,poi mi sfugge dalla memoria.

inviato il 08/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ci sono anche quando non scrivo,grazie!

l'importante è che tu sia con noi Natalina !

Emma,ciao sono in ritardo...

Buio - My Land

immagine copertina
Melodia Elena P.
Buio - My Land
Casa editrice TEA 2012
10 righe da pagina 236:

„Ci vediamo qui tra una settimana esatta.” Tea fa per alzarsi, poi mi pianta addosso uno sguardo gelido: “Non farmi scherzi.”
“Non farli tu.”
Ci salutiamo con un semplice cenno del capo. Guardo le mie crocchette ormai fredde. Senza farmi vedere le avvolgo in un fazzolettino e le infilo nello zaino. Sono certa che gli animaletti del parco le troveranno ottime.
È strana la percezione che abbiamo del tempo.
A volte ci sembra infinito, altre non è mai abbastanza.
Ma, soprattutto, scorre velocissimo proprio quando vorresti che un certo momento non arrivasse mai.

inviato il 04/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Elena Peduzzi (Verona, 1974)

Gelo per i bastardi di Pizzofalcone

Gelo per i bastardi di Pizzofalcone 3 years 36 settimane fa

Ciao!! Ma l'avevo già fatto (vedi commento ) non va bene ??

Gelo per i bastardi di Pizzofalcone 3 years 37 settimane fa

grazie mille! :-) :-)

Gelo per i bastardi di Pizzofalcone 3 years 37 settimane fa

Che bello!
Queste sono le 10 righe che scelgo
http://scrivi.10righedailibri.it/lascensore-ansiogeno

Sguardo 11

Sguardo 11 4 years 14 settimane fa

La libreria del Buon Romanzo

La libreria del Buon Romanzo 4 years 15 settimane fa

Scelgo queste righe x il libro incentivo .buona lettura

Le figlie del libro perduto

Le figlie del libro perduto 4 years 17 settimane fa

Sisi l'ho finito qualche giorno fa.è partito bene, poi la parte "fantasy" o "sovrannaturale" l'ho più percepita come inverosimile... Esatto complessivamente carino e una lettura piacevole e scorrvole, ma manca qualcosa per rimanere impresso

Le figlie del libro perduto 4 years 17 settimane fa

si la tematica mi interessa molto. cercavo appunto un libro che parla di streghe, della caccia alle streghe... e ho trovato questo.

Voltati e sorridi

Voltati e sorridi 4 years 31 settimane fa

Ciao, ho scelto le tue righe tra quelle della settimana scorsa (in quanto vincitrice della settimana precedente) perché mi sono particolarmente piaciute.
Comunica il tuo indirizzo per la spedizione del libro allo staff scrivendo a: libroincentivo@10righedailibri.it
buona lettura!

Doppio Sogno

Doppio Sogno 4 years 31 settimane fa

grazie tante! :-)))))))

GIUOCO DOMENICALE #56: Righe siciliane

GIUOCO DOMENICALE #56: Righe siciliane 4 years 32 settimane fa

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy