Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Violet Hill

A Christmas Carol

immagine copertina
Charles Dickens
A Christmas Carol
Puffin Books Collana Puffin Chalk 2014
10 righe da pagina 24:

The sky was gloomy, and the narrow streets were drowned in a thick fog that fell in
sleet and rain of sooty atoms, as if all the chimneys in Great Britain had ignited by mutual agreement and cheerfully divampassero. In truth neither time was very cheerful nor the city, and yet a certain joy spandevasi around the clearest sky and more gorgeous summer sun could not give.

inviato il 13/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Thank so much! :)

Charles John Huffam Dickens ( 7 febbraio 1812, Landport - 9 giugno 1870, Higham, Regno Unito), è considerato uno dei più importanti romanzieri di tutti i tempi, è stato uno scrittore, giornalista e reporter di viaggio britannico.

1984

immagine copertina
George Orwell
1984
Signet Book Signet Classics 1950
10 righe da pagina 81:

The owner had just lit an oil lamp hanging from
ceiling and spread in the air a smell is not exactly pleasant but, for
so to speak, welcoming. He was a man in his sixties, thin and curved, with
a long nose that gave his face an air of benevolent, and a pair of eyes
good, distorted by very thick glasses. Although the hair was almost white,
eyebrows were thick and black. The glasses, combined with his movements
polite and precise, and the fact he was wearing an old black velvet jacket,
They gave him a certain air of intellectual, as if it were in the past
a man of letters or a musician. He spoke softly, almost a
and whisper, than the vast majority of Prole, with an accent
less right.

inviato il 13/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Thank so much! :)

George Orwell, pseudonimo di Eric Arthur Blair (Motihari, 25 giugno 1903 – Londra, 21 gennaio 1950) è stato un giornalista, saggista, scrittore e attivista britannico.

Alice's Adventures in Wonderland

immagine copertina
Lewis Carroll
Alice's Adventures in Wonderland
Giunti Demetra (collana Scuola di inglese) 2008
10 righe da pagina 172:

"Hero!"cried Alice, quote forgetting in the flurry of the momento how large sue head grown in the Last few minutes, and sue jumped up in such a hurry that she tipped over the jury-box with the edge of her skirt, upsetting all the jurymen on the heads of the crowd below, and there they lay sprawling abaut, reminding her very much of a globe of gold-fish she had accidentally upset the week before.

inviato il 13/07/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Thank so much! ;)

Lewis Carroll, pseudonimo di Charles Lutwidge Dodgson (Cheshire, 27 gennaio 1832 – Guildford, 14 gennaio 1898), è stato uno scrittore, matematico, fotografo, logico britannico.

Tutte le poesie

immagine copertina
Luigi Pirandello
Tutte le poesie
A. Mondadori 1982
10 righe da pagina 512:

Vuoi tu ch'io venga teco ove tu vai?
Triste andar soli, estranei, senza mèta...
Il tempo, innanzi a me, non si concreta
in un desio che i piè mi muova. Andai
finora invan; vuoi tu ch'io venga teco?
vuoi tu ch'io segua un tratto il tuo cammino?
tu l'arbitra sarai del mio destino.
io ti verrò dappresso come un cieco.
Oh amore, oh dolce errore! Al mesto invito,
mi porse ella una man, senza far motto.
Di qua, di là la Bella m'ha condotto.
poi m'ha lasciato, ed io mi son smarrito...

inviato il 17/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Maturarighe 2015

UN AMORE

immagine copertina
Dino Buzzati
UN AMORE
Oscar Mondadori scrittori 900 2006
10 righe da pagina 237:

"La vita in persona ha portato il grande pacco dei suoi doni e non resta che tagliare gli spaghi colorati e aprire l'involucro per sapere. (...) una serie interminabile di felici stagioni, giù, giù, fino all'orizzonte lontanissimo, invisibile da tanto lontano. I doni della vita".

inviato il 16/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Dino Buzzati (San Pellegrino di Belluno , 16 ottobre 1906 – Milano , 28 gennaio 1972

Undici Minuti

immagine copertina
Paulo Coehlo
Undici Minuti
Tradotto da Rita Desti
Bompiani - Libri oro 2006
10 righe da pagina 48:

"Ma vale la pena fuggire? Sono appena arrivata e ancora non conosco nulla.Che problema c'è nel ballare sette sere a settimana?Prima lo facevo per piacere, ora lo faccio per denaro e per fama. Le gambe protestano. L'unica cosa difficile è mantenere il sorriso sulle labbra. Posso scegliere fra essere una vittima del mondo o un'avventuriera in cerca del suo tesoro, è semplicemente una questione riguardo al modo in cui affronterò la mia vita.

inviato il 09/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Paulo Coelho è uno scrittore e poeta brasiliano. Nato a Rio De Janeiro il 24 agosto 1947.

POESIE

immagine copertina
Antonello Bazzu
POESIE
Ichnussa la biblioteca digitale della poesia sarda 2004
10 righe da pagina 33:

ISULA
Armuttos in fióre
e pedras arressas
in sa tratta ‘e su tempus
istorias pèrdidas
in sa memoria
chi su ‘entu maletrattat
ei su mare
carignat e abbratzat.
Terra de isténiu
e de infadu
impudu e arrennegu
de isperas ispérdidas
in sas intragnas de mortos a balla
sognu
bántzigu
signu
de amistade e rancore.
Isula
de sole e de sale
árrida
de solidade…
Inoghe
no isco ‘istare
ma infora
ebbía morrer nde poto.

inviato il 07/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Violet ti aggiudichi un libro incentivo per il mini gioco di oggi. Complimenti!!

Partecipo a Passi sardi gioco Sardegna http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

TRAD.

Isola

Asfodeli in fiore
e pietre immobili
nelle orme del tempo
storie perse
nella memoria
che il vento schiaffeggia
ed il mare
carezza e abbraccia.
Terra di indolenza e di noia
rabbia e rimpianto
di speranze disperse
nelle viscere degli uccisi
Sogno
Altalena
segno
di concordia e rancore.
Isola
di sole e di sale
riarsa
di solitudine…
Qui
non so vivere ma lontano
posso solo morirne.

Poesie

immagine copertina
Antonello Bazzu
Poesie
Ichnussa la biblioteca digitale della poesia sarda 2004
10 righe da pagina 16:

Chei su sole

Chei su sole mi chería,
caldu, in sas dies d’‘eranu,
a istrobeíre sonnios
de s’astrau de s’ierru presoneris,
e luna ‘e prata, in nottes de lentore
armoniosas, mi chería
a mi catzare sa oza ‘e cuntièrras
noas in dun’inferru ‘e balentes,
chi mai forsis an connottu
su color’‘e s’amore.
E cadd’areste a currer chena briglias,
ne mere in groppa, ne istalla
su notte a recuíre.
E fizu ‘onu in bratzos tuos, mama,
a disora,
galu, a mi che drommire,
e istellas a illuminare s’ándala
de rosas chi mi torrat a tie.
Fog’alluttu a brujare disisperu,
Chei su sole
Chei su sole mi chería,
caldu, in sas dies d’‘eranu,
a istrobeíre sonnios
de s’astrau de s’ierru presoneris,
e luna ‘e prata, in nottes de lentore
armoniosas, mi chería
a mi catzare sa oza ‘e cuntièrras
noas in dun’inferru ‘e balentes,
chi mai forsis an connottu
su color’‘e s’amore.
E cadd’areste a currer chena briglias,
ne mere in groppa, ne istalla
su notte a recuíre.
E fizu ‘onu in bratzos tuos, mama,
a disora,
galu, a mi che drommir

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Antonello Bazzu è nato a Sassari nel luglio del 1947.

Partecipo a Passi Sardi Poesie Autori Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Come il sole
Come il sole vorrei essere,
fervido, nei giorni di primavera,
a liberare i sogni
dell’invernale gelo prigionieri,
e luna fulgida, in notti di rugiada
armoniose, mi vorrei
a scacciare la voglia di nuove contese
in un inferno di protervi,
che mai forse han conosciuto
il colore dell’amore.
E cavallo selvaggio a correr senza briglie,
né padrone in groppa, né stalla
la notte cui tornare.
E figliol prodigo fra le tue braccia, madre,
in ora tarda,
ancora addormentarmi,
e stella ad illuminare il sentiero
di rose che mi riporta a te.
E fuoco acceso a distrugger disperazione,
e vento ad ingrandirlo,
poi acqua a spegnerlo
per ridarmi pace.
Mi chiamano poeta,
ma sono pastore notturno di parole,
che mi ribollono in mente
gorgogliando lente
nel fornello del cuore.
Ah! Dov’è la mia perduta
agnella nera?
Dov’è il sentiero
che mi riporta a casa?

Poesie

immagine copertina
Antonello Bazzu
Poesie
Ichnussa la biblioteca digitale della poesia sarda 2004
10 righe da pagina 1:

Augurio

T’accumpanzet sa fortun
addáe t’istet su dolore.
Bonas Pascas cumpridas
e a medas annos menzus!

Augurio
T’accompagni la fortuna
sempre ti sorrida la luna
mai ti manchi l’amore
lontano ti resti il dolore.
Buon Natale
e molti anni migliori!

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Antonello Bazzu è nato a Sassari nel luglio del 1947.

Partecipo a Passi Sardi Poesie Autori Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

L'educazione sentimentale

immagine copertina
Gustave Flaubert
L'educazione sentimentale
Tradotto da Stefano Agosti e Marina Balatti
I CLASSICI UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI 2013
10 righe da pagina 8:

Frèdèric però tornò quasi subito sotto la tenda, dove stava di nuovo la signora Arnoux. Era intenta a leggere un libro sottile dalla copertina grigia: gli angoli della bocca si alzavano di tanto in tanto, mentre un lampo di piacere le illuminava la fronte. Fu geloso di chi aveva inventato le cose da cui lei sembrava così presa. Più la contemplava, più sentiva degli abissi aprirsi tra lei e se stesso. Pensava che gli sarebbe toccato ben presto lasciarla, e per sempre senza averne avuto una parola, senza lasciarle nemmeno un ricordo.

inviato il 16/09/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Scelgo queste righe Staff grazie.
http://scrivi.10righedailibri.it/unidea-di-destino-0

Grazieeeee ^_^

Ciao Violet hill, con le tue 10 righe, ti aggiudichi un posto come finalista nel mese di Settembre. Lunedì prossimo ricorda di scegliere le 10righe che preferisci tra quelle postate da oggi a domenica 28 settembre. Grazie :D

La Romana

Alberto Moravia
La Romana
Bompiani 1962
10 righe da pagina 243:

Ora, io sapevo di vivere in una specie di nebbia che mi ero creata a me stessa per non specchiarmi più nella mia coscienza. Lui, invece, con quei suoi sguardi, aveva dissipato questa nebbia e sottoposto di nuovo lo specchio ai miei occhi. E io mi vedevo come ero veramente, o meglio, come dovevo essere per lui, perché di me stessa io non sapevo né pensavo nulla, come ho già detto, stentando persino di credere alla mia esistenza.

inviato il 03/01/2019
Nei segnalibri di:

La via della bellezza

immagine copertina
Vito Mncuso
La via della bellezza
Garzanti 2018
10 righe da pagina 80:

Vedere con la mente

Il punto è che la bellezza è un evento, una rivelazione, un'epifania.
Per esserci deve accadere, e non sempre, e non a tutti accade.
Essa è inevitabilmente legata al luogo, al tempo, al contesto, alla disposizione interiore.
Non tutte le giornate, non tutti i fenomeni naturali, non tutti i panorami generano sempre bellezza; anche se tutti sono belli in sé, non per questo in chi li vive, fanno sempre nascere il sentimento della bellezza. Perché si possa dare la speciale rivelazione dell'essere che chiamiamo bellezza occorre che la lucentezza del reale (sempre in sé depositario di bellezza) risuoni nel soggetto.

inviato il 03/01/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Vito Mancuso è nato a Carate Brianza il 9 dicembre 1962

40 novelle

immagine copertina
Hans Christian Andersen
40 novelle
Tradotto da Maria Pezzé Pascolato
EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO 1941
10 righe da pagina 138:

Faceva un freddo terribile, nevicava e calava la sera. l'ultima sera dell'anno, per l'appunto, la sera di San Silvestro. In quel freddo, in quel buio, una povera bambinetta girava per le vie, a capo scoperto, a piedi nudi. Veramente, quand'era uscita di casa, aveva certe babbucce; ma a che le eran servite? Erano grandi grandi prima erano appartenute a sua madre, e così larghe e sgangherate, che la bimba le aveva perdute, traversando in fretta la via, per iscansare due carrozze, che s'incrociavano con tanta furia... Una non s'era più trovata, e l'altra se l'era presa un monello, dicendo che ne avrebbe fatto una culla per il suo primo figliuolo. E così la bambina camminava coi piccoli piedi nudi, fatti rossi e turchini dal freddo: aveva nel vecchio grembiale una quantità di fiammiferi, e ne teneva in mano un pacchetto.

inviato il 03/01/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Violet Hill, sei nella finale di gennaio, 10righe scelte da Voi utenti.

Benvenuto 2019

immagine copertina
Staff 10 Righe
Benvenuto 2019
10 Rghe dai libri
10 righe da pagina 1:

Lo Staff vi Augura un Buon 2019.

Il primo giorno dell’anno di Pablo Neruda.

Lo distinguiamo dagli altri
come se fosse un cavallino
diverso da tutti i cavalli.
Gli adorniamo la fronte con un nastro,
gli posiamo sul collo sonagli colorati,
e a mezzanotte lo andiamo a ricevere
come se fosse un esploratore
che scende da una stella.

Come il pane assomiglia al pane di ieri.
Come un anello a tutti gli anel.
La terra accoglierà questo giorno
dorato, grigio, celeste,
lo dispiegherà in colline,
lo bagnerà con frecce di trasparente pioggia
e poi, lo avvolgerà nell’ombra.

Così è:
piccola porta della speranza,
nuovo giorno dell’anno,
sebbene tu sia uguale agli altri
come i pani a ogni altro pane,
ci prepariamo a viverti in altro modo,
ci prepariamo a mangiare, a fiorire, a sperare.

inviato il 01/01/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Auguri!

Auguri!

Auguriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Morire per sopravvivere

immagine copertina
Chuck Klosterman
Morire per sopravvivere
Tradotto da Maurizio Bartocci
Minimum fax 2018
10 righe da pagina 22:

La morte è l’unica garanzia per una rockstar di lasciare un’eredità che vada oltre un interesse passeggero. Da qualche parte, in un certo momento, in una certa maniera, qualcuno ha deciso che la morte sia uguale alla credibilità. E io voglio capire perché è così. Voglio scoprire perché la scelta migliore che un musicista possa fare per la sua carriera sia quella di smettere di respirare. Voglio scoprire perché gli incidenti aerei, le overdose e i colpi di pistola alla tempia trasformino dei chitarristi capelloni in profeti messianici. Voglio percorrere le strade insanguinate del rock’ n’ roll e chiacchierare con i superstiti che si contorcono nei canali di scolo. Questa teoria è diventata la mia ricerca. Anziché recarmi nei luoghi dove tutto è cominciato, andare nei luoghi dove tutto è terminato.

inviato il 01/01/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Chuck Klosterman, 5 giugno 1972 Breckenridge, Minnesota, Usa

Lacci

Domenico Starnone
Lacci
Einaudi (collana Super ET) 2014
10 righe da pagina 74:

C'è una distanza che conta più dei chilometri e forse degli anni luce, è la distanza dei cambiamenti. Mi allontanai da mia moglie e dai miei figli andando dietro a ciò che mi appassionava: la donna nuova che amavo e un alacre operare anch'esso nuovo, che in una successione all'apparenza inarrestabile sommò piccolo successo personale a piccolo successo personale. Piacevo a Lidia, piacevo a tutti. E intanto una nebbia secca copriva il passato in cui mi ero sentito lento e inconcludente. Sbiadì la casa di Napoli, sbiadirono i parenti, gli amici. Restarono vivi, presenti, Vanda, Sandro, Anna, ma solo fino a quando la distanza non tolse loro energia, non tolse spessore al dolore.

inviato il 02/01/2019
Nei segnalibri di:

Il contrario della nostalgia

Sara Taylor
Il contrario della nostalgia
Tradotto da Assunta Martinese
Edizioni minimum fax 2018
10 righe da pagina 100:

I ricordi sono sfuggenti, e non come un pesce ma come un'anguilla, un cubetto di ghiaccio, un coagulo di sangue la cui membrana a stento riesce a contenere l'interno liquido e irrequieto: più provi ad afferrarli, più debole si fa la presa, e meno fedeli i ricordi. Ma in fondo non importa cosa è successo davvero, no? Quel che conta non sono tanto i fatti, ma il modo in cui li si è percepiti: quel frammento, una piuma o forse una squama, che ti resta impigliato addosso mentre ti sfreccia accanto. E dopo aver trascorso un anno o dieci a prendere polvere in una tasca, chi può dire con certezza se quella squama apparteneva a una lucertola oppure a un drago?

inviato il 02/01/2019
Nei segnalibri di:

Parigi Nuove poesie e Ellenia moderna

immagine copertina
Ferdinando Fontana
Parigi Nuove poesie e Ellenia moderna
NICOLA ZANICHELLI EDITORE 1881
10 righe da pagina 84:

Mesta, al par del tramonto, è l'alba anch'essa, perchè tutto quaggiù volge al dolore, e intona il mondo una nota indefessa che rende mesto tutto ciò che muore. Alba e tramonto hanno la luce istessa; Muor col tramonto il dì, muor coll'albore la notte; ed in entrambi ci fan ressa speranze e crucci alla porta del cuore. Noi, nel profumo d'una strada agreste, mentre son l'ombre sgominate e rotte, gridiamo, avvolti dalla luce scialb a:
"L'albe; del par che i tramonti, son meste! "Perchè il tramonto è l'alba della notte
"Ed il tramonto della notte è l'alba".

inviato il 02/01/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie.

Grazie.

Ciao Barbara, sei nella finale settimanale di gennaio. Scegli da oggi 7 gennaio a domenica 13 gennaio, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Storie da ridere... e da piangere

immagine copertina
Ercole Luigi Morselli
Storie da ridere... e da piangere
F.lli Treves 1919
10 righe da pagina 49:

Di buio si fece cupo; di cupo, torvo; di torvo, truce, e ringhioso, e ispido come un gatto pestato. Quando il Carro scoppiò, eravamo rivali. Ed eccoci di colpo trasportati dalla più lieta commedia, alla più fosca tragedia. Era di maggio. Tutta Firenze odorava di rose e di donne. La gente posata trovava che, le giornate umide, le fogne puzzavano, che certe vuotature non avrebbero dovuto chiamarsi "inodore" ecc., ecc.; ma per noi ragazzi vi giuro che Firenze odoravatutta di rose e di donne, soltanto di rose e di donne, nient'altro che di rose e di donne.

inviato il 02/01/2019
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Ferdinando, sei nella finale di gennaio, 10righe scelte dalla redazione.

Il vento dei demoni

immagine copertina
Marco Buticchi
Il vento dei demoni
Edizione Mondolibri su licenza Longanesi
10 righe da pagina 14:

La morte era a un passo da lui.
Ancora una volta Oswald Breil si sentì vincere dalla sensazione di freddo che pervadeva il suo corpo.
Quello che era stato uno degli uomini più potenti al mondo giaceva a terra, in una pozza di sangue. I suoi arti minuti erano coperti di ecchimosi. Il volto tumefatto dalle percosse poggiava sul duro cemento. Un rivolo di sangue misto a bava gli colava dalla bocca. Oswald era nudo all'interno della cella. Il corpo rattrappito assomigliava a quello indifeso di un bambino vittima delle peggiori sevizie.

inviato il 02/01/2019
Nei segnalibri di:

Benvenuto 2019

Benvenuto 2019 2 settimane 5 giorni fa

Auguri!

Il materialismo

Il materialismo 2 years 9 settimane fa

Cesare Enrico Airoldi nato a Palermo, 2 novembre 1774.

10 righe dai libri su RadioLibri intervista

10 righe dai libri su RadioLibri intervista 2 years 48 settimane fa

:-)

tutti i racconti

tutti i racconti 2 years 48 settimane fa

Cesare Pavese 9 settembre 1908 27 agosto 1950.

rosso istanbul

rosso istanbul 2 years 49 settimane fa

Ferzan Ozpetek, nato a Istanbul nel 1959.

Maturarighe 2015

Maturarighe 2015 3 years 31 settimane fa

Tutte le poesie

Tutte le poesie 3 years 31 settimane fa

Partecipo a Maturarighe 2015

UN AMORE

UN AMORE 3 years 48 settimane fa

Dino Buzzati (San Pellegrino di Belluno , 16 ottobre 1906 – Milano , 28 gennaio 1972

Undici Minuti

Undici Minuti 3 years 49 settimane fa

Paulo Coelho è uno scrittore e poeta brasiliano. Nato a Rio De Janeiro il 24 agosto 1947.

POESIE

POESIE 4 years 6 settimane fa

Partecipo a Passi sardi gioco Sardegna http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy