Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di StregaDrusilla

CON TE FINO ALLA FINE DEL MONDO

immagine copertina
Nocolas Barreau
CON TE FINO ALLA FINE DEL MONDO
Tradotto da Monica Pesetti
Feltrinelli Edizioni (Universale Economica Oriente) 2013
10 righe da pagina 166:

Nessuno mi è mai stato più vicino di voi!
E come Cyrano de Bergerac, a cui in questi giorni mi sento particolarmente legato anche se il mio naso non è grosso come il suo, dichiaro solennemente: se non vi vedrò presto, la pena e l'amore mi consumeranno a tal punto che quando sarò nella tomba ai vermi resterà un ben magro pasto.
Eccovi la mia resa incondizionata, firmata venerdì 13 giugno, nell'ora che precede l'alba:
Vi amo!
Ti amo, chiunque tu sia.
Jean-Lu

inviato il 22/11/2014
Nei segnalibri di:

CON TE FINO ALLA FINE DEL MONDO

immagine copertina
Nicolas Barreau
CON TE FINO ALLA FINE DEL MONDO
Tradotto da Monica Pesetti
Feltrinelli Universale economica 2013
10 righe da pagina 171:

E' strano, il tempo.
Domina la nostra vita come nessun altro parametro. In definitiva tutto ruota intorno al tempo che abbiamo, al tempo che ci rimane. E questo è il tempo cronologico. Un giorno, dieci mesi, cinque anni. Poi c'è il tempo interiore, il fratello volubile del tempo cronologico. Quello che trasforma un'ora di attesa in trentacinque e quella che abbiamo per terminare qualcosa di importante in otto minuti.
Ci sfugge, ci incalza, ed esiste solo un frangente in cui i padroni siamo noi: quei rari momenti in cui viviamo completamente dentro il tempo e proprio per questo non lo avvertiamo più. Mettiamo fuori uso tutti quei piccoli ingranaggi che di solito si incastrano uno nell'altro e navighiamo senza sforzo nella vita lasciandoci sospingere dal vento.
Sono i momenti dell'amore.

inviato il 18/11/2014
Nei segnalibri di:

CON TE FINO ALLA FINE DEL MONDO

immagine copertina
Nicolas Barreau
CON TE FINO ALLA FINE DEL MONDO
Tradotto da Monica Pesetti
Feltrinelli Edizioni (Universale Economica Oriente) 2013
10 righe da pagina 180:

Quel bacio sognato come nessun altro, quel bacio preparato da così tanto tempo, quel bacio più bello di ogni altro bacio sembrava non voler finire. Era perfetto. Finalmente il Duca aveva trovato la sua Principessa. Sotto una zanzariera, da qualche parte in rue du Bac, due innamorati si presero una vacanza dal mondo.
E se Aristide non avesse telefonato, probabilmente saremmo stati dimenticati all'Au bout du monde, la libraia avrebbe spento le luci e chiuso la porta e noi non ce ne saremmo neppure accorti.

inviato il 14/11/2014
Nei segnalibri di:

CON TE FINO ALLA FINE DEL MONDO

immagine copertina
Nicolas Barreau
CON TE FINO ALLA FINE DEL MONDO
Tradotto da Monica Pesetti
Feltrinelli Edizioni (Universale Economica Oriente) 2013
10 righe da pagina 73:

Oggetto: Sedotto!

Bellissima Principessa!

Chiunque voi siate che colpite il mio cuore con il vostri dardi dorati - dopo una lettera come la vostra, infatti, non si può certo definirle minuscole scaglie d'oro -, dovete sapere che le vostre sorprendenti parole non hanno mancato il bersaglio.
Tuttavia, non siate precipitosa nello scommettere una mano, mia adorata, perché di certo la graziosa posta in palio potrebbe ancora servirvi, sia per scrivermi di nuovo sia per fare cose che qui preferirei non nominare per questioni di decoro (e se adesso arrossirete, sarà la mia dolce vendetta per le vostre fantasticherie notturne a occhi aperti, in cui le mie, di mani, hanno a mia insaputa un ruolo tanto osé).

inviato il 10/11/2014
Nei segnalibri di:

Lessico Famigliare

immagine copertina
Natalia Ginzburg
Lessico Famigliare
Einaudi 2009
10 righe da pagina 67:

Gli Olivetti avevano, a Ivrea, una fabbrica di macchine da scrivere. Noi non avevamo mai conosciuto, fin allora, degli industriali; l'unico industriale di cui si parlava in casa nostra, era un fratello di Lopez chiamato Mauro, che stava in Argentina ed era ricchissimo; e mio padre progettava di mandare Gino a lavorare da quel Mauro nella sua azienda. Gli Olivetti erano i primi industriali che vedevamo da vicino; e a me faceva impressione l'idea che quei cartelloni di réclame che vedevo per strada, e che raffiguravano una macchina da scrivere in corsa sulle rotaie d'un treno, erano strettamente connessi con quell'Adriano in panni grigio-verdi, che usava mangiare con noi, la sera, le nostre insipide ministrine.

inviato il 29/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, grazie, grazie!!!

Oggi dovevo scegliere a chi regalare il libro, ho scelto le righe di Moni V.
http://scrivi.10righedailibri.it/la-casa-degli-spiriti-7
Grazie

Susy ringrazia, per via della connessione non riesce ad entrare. Lunedì oltre a scegliere vi manderà l'email.

Ciao Strega Morgana, hai vinto la classifica settimanale, a te un libro incentivo!Lunedì prossimo dovrai inoltre scegliere le tue 10 righe preferite della settimana! Manda il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie, è molto bello! ... :)

Lessico famigliare

immagine copertina
Natalia Ginzburg
Lessico famigliare
Tradotto da Cesare Garboli
Einaudi 2009
10 righe da pagina 147:

La guerra, noi pensavamo che avrebbe immediatamente rovesciato e capovolto la vita di tutti. Invece per anni molta gente rimase indisturbata nella sua casa, seguitando a fare quello che avrebbe fatto sempre. Quando ormai ciascuno pensava che in fondo se l'era cavata con poco e non ci sarebbero stati coinvolgimenti di sorta, nè case distrutte, nè fughe o persecuzioni, di colpo esplosero bombe e mine dovunque e le case crollarono, e le strade furono piene di rovine, di soldati e di profughi. E non c'era più uno che potesse far finta di niente, chiuder gli occhi e tapparsi le orecchie e cacciare la testa sotto al guanciale, non c'era. In Italia fu così la guerra.

inviato il 04/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, sono molto felice, vi ringrazio tanto... Vi manderò la mia mail... appena il mio pc me lo permetterà, saluti a tutti voi della redazione :)

Complimenti Strega :)

Ciao Strega Morgana, le tue sono le 10 righe scelte dalla redazione.
Hai vinto un libro incentivo: complimenti! Invia il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it

Tu non mollare però se non vinci :)

Lo spero anch'io... Dopo tanto tempo mi sono messa a giocare di nuovo... Non xchè non mi andava ma x il semplice fatto che ho il Pc a riparare, mi scuso con voi, se oriesco a darvi a tutti il mio segnalibro... la connessione va e viene... ora ci proverò... :)

Poesie

immagine copertina
Jacques Prévert
Poesie
Tradotto da Maurizio Cucchi e Giovanni Raboni
Euroclub 1992
10 righe da pagina 77:

Canzone

Che giorno è
E' tutti i giorni
Amica mia
E' tutta la vita
Amore mio
Noi ci amiamo noi viviamo
Noi viviamo noi ci amiamo
E non sappiamo cosa sia la vita
Cosa sia il giorno
E non sappiamo cosa sia l' amore

inviato il 09/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Bella la poesia ... Buona serata a tutti, mi piange il cuore ad aver lasciato tutti i miei libri di poesie a casa mia
, causa trasloco, me li ricomprero' tutti da capo, amo molto JACQUES PRÉVERT , io credo che sia l'unico poeta che riesco ad amare ... Salve tra breve ritornero' con i miei nuovi libri di poesie e saggi... ;)

Abbiamo rimandato la mail :)

Mi sono dimenticata di scrivere i traduttori : Maurizio Cucchi, Giovanni Raboni... Potreste aggiungerlo..Grazie!
:)

Per sbaglio lo cancellata... mi è difficile entrare su 10 righe dai libri

Staff purtroppo l'e-mail è stata cancellata per sbaglio, così mi è stato riferito.
Se potete mandatela di nuovo. Vi ringrazio.

Le figlie del libro segreto

immagine copertina
Katherine Howe
Le figlie del libro segreto
Tradotto da Valentina Daniele
Edizione Tea 2009
10 righe da pagina 309:

Connie aggrottò la fronte. La didascalia diceva: Giovane donna che pratica la chiave e la Bibbia, incisore anonimo, East Aglia 1587. Riprodotto in Maleficia Totali, British Museum Special Collections, vedi pag 43.
"Cosa?" disse Connie ad alta voce, e in quel momento sentì una lingua soffice leccarle il ginocchio. "Oh, ciao, Aelo" disse alla bestiola, seduta ai piedi della pesante scrivania. Arlo mugolò. Connie andò a pagina 43, scorrandola con il dito.
"... spesso doveva ricorrere a strumenti comunemente usati in casa" lesse, cominciando dalla prima riga: "Un diffuso metodo di divinazione fino alla prima decade del diciannovesimo secolo, era il cosìdetto metodo della 'Chiave e la Bibbia'.
In questa semplice procedura veniva collocata una chiave all'interno di un grosso libro, solitamente una Bibbia, e il postulante doveva formulare una domanda a voce alta tenendo in mano il libro. Se questo si rovesciava facendo cadere la chiave, allora il postulante poteva essere certo che la risposta alla domanda fosse 'si'".

inviato il 23/01/2013
Nei segnalibri di:

Le figlie del libro perduto

immagine copertina
Katherine Howe
Le figlie del libro perduto
Tradotto da Valentina Daniele
Editore Tea 2009
10 righe da pagina 93:

"Capisco. Ma il compito dello storico non è poi così diverso". Passò le dita sul nome di Marcy Lamson. "Non credi che Mercy sarebbe sorpresa se sapesse che due tizi qualsiasi nel 1991 stanno leggendo il suo nome e pensano a lei? Probabilmente non l'ha mai nemmeno immaginato, il 1991. In un certo senso" esitò, "questo le dà una sorta di immortalità. Almeno viene ricordata. Pensata. Notata".
Nel momento in cui le sue dita toccarono la superficie della pagina, Connie vide con sbalorditiva chiarezza l'immagine del viso lentigginoso di una donna sorridente, ombreggiato da un largo cappello di paglia. Era anziana, gli occhi azzurri segnati e dolci, e rideva di qualcosa. Poi l'immagine svanì quasi all'istante, e Connie ebbe l'impressione che il respiro le venisse strappato dal petto. L'intensità dell'effetto era sconvolgente. Connie sentiva di non poterselo più spiegare come una fantasticheria; la sensazione era completamente diversa, come se il mondo reale fosse stato sostituito da un nitido fotogramma sovrapposto al suo campo visivo.

inviato il 23/01/2013
Nei segnalibri di:

Una donna

immagine copertina
Sibilla Aleramo
Una donna
Feltrinelli 2009
10 righe da pagina 1:

La mia fanciullezza fu libera e gagliarda. Risuscitarla nel ricordo, farla riscintillare dinanzi alla mia coscienza. è un vano sforzo. Rivedo la bambina ch'io ero a sei, a dieci anni, ma come se l'avessi sognata. Un sogno bello, che il menomo richiamo della realtà presente può far dileguare. Una musica, fors'anche: un'armonia delicata e vibrante, e una luce che l'avvolge, e la gioia ancora grande nel ricordo.
Per tanto tempo, nell'epoca buia della mia vita, ho guardato a quella mia alba come a qualcosa di perfetto, come alla vera felicità. Ora, cogli occhi meno ansiosi, distinguo anche ne' miei primissimi anni qualche ombra vaga e sento che già da bimba non dovetti mai credermi interamente felice.

inviato il 09/01/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

:)

si...ma pur sempre la vita... :)

Molto triste...

Strepitosa Juve

immagine copertina
Roberto Savino
Strepitosa Juve
Ultra (collana Ultra sport) 2014

"Tre minuti per batterlo e poi, sempre lui, Andreino Pirlo, il pittore rinascimentale del 1400, quasi 1500, spolvera l'incrocio con un destro dorato, con palla incastonata sul palo più lontano di una porta illuminata come una cornice, per un dipinto che sfratta l'Incredulità di San Tommaso dagli Uffizi..." STREPITOSA JUVE, Fiorentina- Juventus 0-1

inviato il 16/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Te lo manderò a parte quello con la maglietta ahahhahahah :D

Grazie mille " EROINA" l' importante è che il libro non sia intitolato Forza Milan, ahahahaha

Ciao Alessandra, ti regalo il mio libro incentivo... Ps: una milanista che regala un libro a una Juventina con 10 righe intitolato"Strepitosa Juve" devi ammetterlo... Fa di me "un Eroina" ahahhaha :D Ciao Ale :)

Grazie mille a tutti per i segnalibri che ci hanno permesso di andare in finale con questo bellissimo libro. Grazie a Roberto Savino per averlo scritto e allo staff di 10 righe dai libri per averci mandato in finale...adesso da buoni juventini speriamo anche di vincere ;-)

Ciao Alessandra sei in finale con le 10 righe scelte dalla redazione... Buone letture :D

Le metamorfosi

immagine copertina
Publio Ovidio Nasone
Le metamorfosi
Tradotto da P.Bernardini Marzolla
Einaudi 1979
10 righe da pagina 609:

Qui c'era un uomo,che era nativo di Samo,ma fuggito da Samo,e dai padroni
dell'isola,per odio verso la tirrannide viveva in volontario esilio.
Costui avvicinò gli dei,per quanto sperduti nelle profondità del cielo,con la mente,
e ciò che la natura sottraeva agli sguardi umani,lo colse con l'occhio dell'intelletto.
E una volta sviscerato tutto col pensiero e con attento impegno,
insegnava alla gente,e a schiere di discepoli muti e compresi d'ammirazione spiegava
i principi dell'universo e le cause delle cose e che cos'è la natura:cos'è dio,come
si forma la neve, quale è l'origine del fulmine,se è Giove oppure sono i venti a fare
i tuoni squarciando le nubi ,che cosa fa tremare la terra ,secondo quali leggi
viaggiano le stelle ,e tutto ciò che è mistero. E per primo denunciò come una vergogna
che s'imbandissero animali sulle mense,e per primo schiuse la sua bocca dotta
(ma non altrettanto creduta)per pronunciare un discorso così concepito:"Astenetevi o
mortali dal contaminarvi il corpo con pietanze empie!Ci sono i cereali,ci sono i frutti...

inviato il 24/11/2014
Nei segnalibri di:

Il quadro mai dipinto

immagine copertina
Massimo Bisotti
Il quadro mai dipinto
Mondadori 2014
10 righe da pagina 123:

E sai alla fine qual è il riscatto più grande che ho pagato per riavermi?
Oggi so che tu potrai avere tutto il resto, qualsiasi cosa, ma non potrai più avere me. Ti girerai intorno, guarderai dentro a tante anime vuote e a tanti specchi di cuori in cui non ti riconoscerai. È un sollievo incredibile accorgersene, né per orgoglio, né per ripicca, né per rinnegare tutto ciò che avrei desiderato insieme a te. Solo perché oggi alla parola insieme do un altro significato e se per te l’altra parte di te non sono mai davvero stato io, oggi per me l’altra parte di me non sei più tu.

inviato il 23/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

QUANDO HO AVUTO TRA LE MANI QUESTO LIBRO HO SUBITO AVUTO LA SENSAZIONE CHE FOSSE STATO SCRITTO PER ME, NON LO SCRIVO PER DIMOSTRARE QUALCOSA, LO SCRIVO PER ME STESSA.
OGNI SINGOLA FRASE E' STATO IL PERCORSO CHE LA VITA MI STA SOTTOPONENDO CON LE SUE SFIDE.
QUESTO LIBRO E' LA CONSAPEVOLEZZA DI CIO' CHE ERO, CHI SONO E CHI DIVERRÒ.
SONO NEL MEZZO DI UNA TRANSIZIONE, NON POSSO TORNARE INDIETRO E DAVANTI A ME C'E' IL FUTURO CHE NON CONOSCO, NEL FRATTEMPO MI VIVO IL PRESENTE.
ORA SONO IO CHE CHIEDO A TE: LASCIAMI ANDARE, SENZA RANCORE, NON FACCIAMOCI PIÙ' DEL MALE.
NON TI ODIO (QUESTA PAROLA NON FA PARTE DEL MIO ESSERE), METTIMI DOVE I RICORDI SONO BELLI, BUTTA VIA TUTTO IL RESTO.
TROVA LA TUA STRADA, FA TUTTO PER TE STESSA, NON PER FAR PIACERE AD ALTRI. LA VITA E' UNA E NON SIAMO SU QUESTA TERRA PER SODDISFARE LE ASPETTATIVE ALTRUI.
SE TROVERAI LA TUA SERENITÀ VUOL DIRE CHE NON AVRÒ FALLITO, CHE LE PAROLE E I GESTI NON SONO ANDATI PERSI. SE LA TROVERAI O NO, NON LO SAPRÒ MAI PERCHÉ NON VOGLIO SAPERLO.
FA DELLA TUA VITA UN BENE PREZIOSO, PERCHÉ NESSUNO CE LA DARÀ INDIETRO...
LA LETTERA E' ARRIVATA, CIAO.

("Non si vive di attese. Non si attende chi non tornerà. Chi abbiamo smesso di attendere tornerà quando ci saremo stancati di aspettare. Perché le cose si sentono.
Quando una persona ti ha perso davvero lo avverte in un istante, è l'istante in cui ti accorgi che l'occasione migliore è ancora là fuori per te.")

Il quadro mai dipinto

immagine copertina
Massimo Bisotti
Il quadro mai dipinto
Mondadori 2014
10 righe da pagina 7:

Dovrà capitare prima o poi che due anime selvatiche che non vogliono sentirsi strette da nessuno,
né chiuse agli angoli del mondo e che si amano abbastanza da non scappare né inseguire, si fermino a comprendere che completarsi è questo. È chiudersi all'aperto sapendo che a nessuno dall'esterno sarà permesso entrare dentro. Si può rischiare di restare insieme tutta la vita così, senza che sia una minaccia ma solo un sublime stato di grazia e di strafottente e imbarazzante felicità.
Innamoratevi, non di chi vorreste raggiungere a ogni costo, ma di chi una volta raggiunto non vi farà più desiderare uscite di sicurezza. Amate la persona che vi farà venire voglia di svegliarvi sempre prima del previsto, per guardarla qualche attimo prima in più prima di uscire, e dormire sempre un attimo più tardi, per farvi chiudere gli occhi stanchi di sonno ma mai stanchi di lei...

inviato il 23/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

CHIEDO A VOI DELLO STAFF DI TENERE IL MIO ACCOUNT PER QUALCHE GIORNO PERCHÉ TUTTI VOI CHE SIETE STATI COMPAGNI DI LETTURE POSSIATE LEGGERE I MIEI SALUTI, POI DISATTIVATE IL MIO ACCOUNT. QUESTA E' LA MIA VOLONTÀ, VI PREGO NON MI SCRIVETE PER FARMI CAMBIARE IDEA, MA RICORDATE LA MIA AMICIZIA, IO RICORDERÒ LA VOSTRA... CIAO

VI LASCIO QUESTO PENSIERO PERCHÉ MI SEMBRA ADATTO A CONCLUDERE QUESTA BELLA AVVENTURA PERCORSA INSIEME A VOI, PERCHÉ HO AMATO LE PAROLE COME HO AMATO I GESTI CHE LE ACCOMPAGNAVANO.
GRAZIE PER LE EMOZIONI CHE ABBIAMO CONDIVISO INSIEME.
NON E' UN ADDIO ALLA LETTURA. QUELLA, MI FARA' COMPAGNIA FINO ALLA FINE DI QUESTA MERAVIGLIOSA VITA...
E' UN ADDIO A UN PERCORSO CHE NON SENTO PIÙ PERCHÉ HO BISOGNO DI CAMBIAMENTI, HO BISOGNO DI CORAGGIO PER CAMBIARE LE COSE E ACCETTARE QUELLE CHE NON SI POSSONO CAMBIARE.
HO RIMESSO LA FOTO CON IL GATTO PERCHÉ RAPPRESENTA UNA PARTE DELLA MIA VITA IN CUI SONO STATA FELICE, MA LO SARÒ ANCORA, MI RINCUORA IL FATTO CHE LA MIA ANIMA HA UNA NUOVA CONSAPEVOLEZZA, UNA NUOVA VIA.
VI LASCIO UN PENSIERO CHE GESÙ HA DETTO AI SUOI DISCEPOLI:
«Come il Padre ha amato me, così anch’io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.

QUALSIASI E' LA VOSTRA RELIGIONE, QUALSIASI SIA IL VOSTRO CREDO ANCHE SE SIETE ATEI, QUESTO PENSIERO VE LO DEDICO CON IL CUORE.
CIAO

Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre l’ho fatto conoscere a voi.
Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: amatevi gli uni gli altri».

Camerata Neandertal - Libri, fantasmi e funerali vari

immagine copertina
Antonio Pennacchi
Camerata Neandertal - Libri, fantasmi e funerali vari
Baldini & Castoldi 2014
10 righe da pagina 78:

A me pare più democratica - o almeno molto più libera e libertaria - la città fascista d'una volta che quelle che ci vanno costruendo adesso. Non solo a Latina, ma in tutti i quartieri d'espansione d'Italia e del mondo. Nella città europea - per come si era data dal medioevo fino al novecento fascista compreso, che l'aveva solo reinterpretata adeguandola alla modernità - tu lavoravi vicino a dove abitavi, tuo figlio andava a scuola con gli stessi compagni con cui il pomeriggio giocava a pallone in cortile o nella piazzetta lì nei pressi e tu stesso, la sera, ti vedevi con i tuoi vicini al bar o all'osteria sotto casa. Tu vivevi, e tuo figlio cresceva, integrati ambedue nella comunità urbana di cui eravate parte.

inviato il 23/11/2014
Nei segnalibri di:

CON TE FINO ALLA FINE DEL MONDO

immagine copertina
Nocolas Barreau
CON TE FINO ALLA FINE DEL MONDO
Tradotto da Monica Pesetti
Feltrinelli Edizioni (Universale Economica Oriente) 2013
10 righe da pagina 166:

Nessuno mi è mai stato più vicino di voi!
E come Cyrano de Bergerac, a cui in questi giorni mi sento particolarmente legato anche se il mio naso non è grosso come il suo, dichiaro solennemente: se non vi vedrò presto, la pena e l'amore mi consumeranno a tal punto che quando sarò nella tomba ai vermi resterà un ben magro pasto.
Eccovi la mia resa incondizionata, firmata venerdì 13 giugno, nell'ora che precede l'alba:
Vi amo!
Ti amo, chiunque tu sia.
Jean-Lu

inviato il 22/11/2014
Nei segnalibri di:

Opernplatz

immagine copertina
Romano A. Fiocchi
Opernplatz
Edizioni d'autore (ebook)
10 righe da pagina 1:

Vi sembrerà un discorso da idioti ma per un libro essere libro è la cosa più complicata di questo mondo. Sei convinto che per fare il libro basti nascere libro, uscire da una tipografia, passare per una libreria e finire in mano a un lettore che ti accarezza con gusto e poi ti ripone in una scaffalatura insieme ai tuoi consimili. Invece, all’improvviso, ti rendi conto che dietro a quell’essere libro ci può stare tutta un’altra storia d’amore e di odio che può più o meno c’entrare con le idee che tu trasporti, intendo con quelle cose che ci sono scritte dentro di te, nelle tue pagine, e che possono piacere o non piacere al punto di farti amare alla follia o detestare come una creatura spregevole.

inviato il 21/11/2014
Nei segnalibri di:

Come vincere lo stress e cominciare a vivere

immagine copertina
Dale Carnegie
Come vincere lo stress e cominciare a vivere
Tradotto da Marina Marazza
Bompiani 2014
10 righe da pagina 22:

Eliminate il passato; che il passato seppellisca i suoi morti...Eliminate il passato, che ha mostrato agli sciocchi la via della perdizione...Il fardello del domani, aggiunto a quello di ieri, farebbe vacillare chiunque cammini nel presente. Eliminate il futuro come avete fatto col passato...Il futuro è oggi...Non esiste domani. Il giorno della salvezza per l'uomo è quello in cui vive. Spreco di energia, preoccupazioni, disturbi nervosi accompagnano chi si preoccupa e si tormenta per l'avvenire. Chiudete ermeticamente i compartimenti di prua e di poppa e abituatevi a vivere soltanto nell'oggi.

inviato il 21/11/2014
Nei segnalibri di:

Il guardiano del faro

immagine copertina
Camilla Lackberg
Il guardiano del faro
Edizioni Mondolibri su licenza Marsilio Edizioni
10 righe da pagina 138:

Abbiamo dimenticato quanto sia importante il contatto fisico,ma ne abbiamo bisogno per sopravvivere.Spesso commettiamo l'errore di lasciare sole le persone in lutto.Pensiamo che abbiano bisogno di calma,di stare in pace.Non c'è niente di più sbagliato.L'essere umano è un animale abituato a vivere in gruppo e ha bisogno del branco intorno a se,dell'intimità, del calore e del contatto di altri esseri umani.
traduzione a cura di Laura Cangemi
edizione ottobre 2014

inviato il 22/11/2014
Nei segnalibri di:

Nidi di lettura

immagine copertina
Staff 10 Righe
Nidi di lettura
Domande 10 righe dai libri

Che libro leggereste in questo colorato nido di lettura?
: )

inviato il 22/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

sono d'accordo con il libro nel "nido" di Francesca : anch'io riprendo spesso in mano "Che tu sia per me il coltello" ! anzi, oggi vado a estrappolare qualche pensiero dal libro per 10 righe, così...per non dimenticare !

io rileggerei più volte David Grossman Che tu sia per me il coltello, libro mai riposto in libreria ma sempre accanto a me

io riprenderei ancora in mano STONER di John Williams

Rileggerei ...PINOCCHIO...

Poesie

Poesie 2 years 33 settimane fa

Bella la poesia ... Buona serata a tutti, mi piange il cuore ad aver lasciato tutti i miei libri di poesie a casa mia
, causa trasloco, me li ricomprero' tutti da capo, amo molto JACQUES PRÉVERT , io credo che sia l'unico poeta che riesco ad amare ... Salve tra breve ritornero' con i miei nuovi libri di poesie e saggi... ;)

La casa degli spiriti

La casa degli spiriti 3 years 32 settimane fa

Di nulla, mi ero dimenticata il segnalibro sorry. Scrivi nell'email l'oggetto, cioè che toccava a me regalarti il libro. Ciao

La casa degli spiriti 3 years 32 settimane fa

Scelgo queste righe per regalare il libro incentivo. Moni, manda l'email libroincentivo@10righedailibri.it

Lessico Famigliare

Lessico Famigliare 3 years 32 settimane fa

Oggi dovevo scegliere a chi regalare il libro, ho scelto le righe di Moni V.
http://scrivi.10righedailibri.it/la-casa-degli-spiriti-7
Grazie

Lessico Famigliare 3 years 34 settimane fa

Grazie, è molto bello! ... :)

Lessico Famigliare 3 years 34 settimane fa

infatti, è un buon libro, mia figlia lo stava vendendo io glielo ho fregato, lo sto iniziando in questo momento... :)

Parlo d'amore con me

Parlo d'amore con me 3 years 33 settimane fa

Deve essere un bel libro, Elena me lo impresterai? ;)

Poesie di Giosue Carducci 1850-1900

Poesie di Giosue Carducci 1850-1900 3 years 34 settimane fa

Stupenda!!! :)

Lessico famigliare

Lessico famigliare 3 years 37 settimane fa

Grazie, sono molto felice, vi ringrazio tanto... Vi manderò la mia mail... appena il mio pc me lo permetterà, saluti a tutti voi della redazione :)

Lessico famigliare 3 years 37 settimane fa

Lo spero anch'io... Dopo tanto tempo mi sono messa a giocare di nuovo... Non xchè non mi andava ma x il semplice fatto che ho il Pc a riparare, mi scuso con voi, se oriesco a darvi a tutti il mio segnalibro... la connessione va e viene... ora ci proverò... :)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy