Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di stellinai74

DIALOGHI CON L'ANIMA

immagine copertina
Alessandro Monica
DIALOGHI CON L'ANIMA
EDIZIONI STAZIONE CELESTE 2013
10 righe da pagina 7:

Mi stupisce che ci siamo appena conosciuti e stiamo parlando di cose assurde conosci… la storia dei semi stellari? Certo, anch'io lo sono, e tu? Be' io… ho un'altra visione, che praticamente veniamo tutti da possibili geni di altri mondi, ma abbiamo ricominciato da capo sulla terra, per imparare a non fare gli stessi sbagli del passato, ma è solo una fantasia. Questo è vero, ma quanti ricordano di provenire dalle stelle? Perché tu ti ricordi? Secondo me un po' ti ricordi anche tu.

inviato il 07/02/2017
Nei segnalibri di:

Fuori da un evidente destino

immagine copertina
Giorgio Faletti
Fuori da un evidente destino
Baldini & Castoldi 2013
10 righe da pagina 190:

Colin amava tutto quello che aveva intorno. Gli alberi, il sole, il cielo, il profumo umido dei pini di montagna, la luce e le ombre che proiettavano sul suolo e sulle loro vite, da cercare e da scansare con eguale fatica. L'esistenza era dura ma immersa dentro a colori che esigevano sempre da lui il pedaggio di una seconda occhiata. Forse quel fascino non era così evidente per tutti. Per molti, quella era ancora una zona di passaggio frettoloso, un posto che l'istinto degli uomini di andare a vedere cosa c'era oltre non permetteva di considerare in tutta la sua vera essenza.

inviato il 04/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

;)

Proprio così, avrò ancora di più daleggere, sto scoprendo anche il caro Faletti.

Buona lettura :)

Purtropo ho perso i libri di Faletti. Li leggerò solo adesso, ma resta , a parte tutto, un grande e poliedrico artista.

Il mio preferito

Sul fascismo

immagine copertina
Antonio Gramsci
Sul fascismo
Editori riuniti 2008
10 righe da pagina 185:

Perché i partiti proletari italiani sono sempre stati deboli dal punto di vista rivoluzionario? Perché hanno fallito quando dovevano passare dalle parole all'azione? Essi non conoscevano la situazione in cui dovevano operare, essi non conoscevano il terreno in cui avrebbero dovuto dare la battaglia. Pensate: in piú di trenta anni di vita, il partito socialista non ha prodotto un libro che studiasse la struttura economico-sociale dell'Italia. Non esiste un libro che studi i partiti politici italiani, i loro legami di classe, il loro significato.(...)Basta porsi queste domande per accorgersi che noi siamo completamente ignoranti, che noi siamo disorientati. Sembra che in Italia non si sia mai pensato, mai studiato, mai ricercato. Sembra che la classe operaia italiana non abbia mai avuto una sua concezione della vita, della storia, dello sviluppo della società umana.

inviato il 02/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho scelto queste righe perchè da ieri a oggi non mi sembra che l'Italia sia migliorata anzi...

Partecipo a Festa della Repubblica + link http://bit.ly/1nT6rRL

LA PEDAGOGIA

immagine copertina
Immanuel Kant
LA PEDAGOGIA
Tradotto da Angelo Valdarnini
G.B. Paravia 2005
10 righe da pagina 13:

Come si può, difatti, render felici gli uomini, se non li rendiamo morali e savi? La quantità del male appo essi non verrà cosi diminuita. Bisogna fondare scuole sperimentali prima di poter creare quelle normali. L’educazione e l’istruzione non debbono essere puramente meccaniche, ma devono riposare su principi. (...) Come si può, difatti, render felici gli uomini, se non li rendiamo morali e savi? La quantità del male appo essi non verrà cosi diminuita. Bisogna fondare scuole sperimentali prima di poter creare quelle normali. L’educazione e l’istruzione non debbono essere puramente meccaniche, ma devono riposare su principî.

inviato il 26/05/2014
Nei segnalibri di:

LA MIA ALASKA

immagine copertina
ANN MARIAH COOK
LA MIA ALASKA
Tradotto da SUSANNA BINI
PIEMME POCKET 2001
10 righe da pagina 91:

Ero abituata ad un concetto: l'uomo deve proteggere la natura. Non avevo molta esperienza nel proteggere me stessa e le mie proprietà dalla natura. Una serie di incidenti cambiò tutto. Ebbe inizio con i lupi. Un giorno, durante l'allenamento, Sandy e George avevano scoperto la carcassa di un piccolo alce. Si erano fermati per esaminare il corpo e Sandy aveva dedotto da alcuni indizi che il piccolo era stato vittima dei lupi. Per me era una notizia strabiliante. Sapevo che i lupi vivevano a nord della nostra zona, ma non che si spingessero così vicino a Fairbanks. Tuttavia non li temevo, perchè sapevo che erano creature timide che evitavano il contatto con l'uomo.

inviato il 11/09/2013
Nei segnalibri di:

I SEGRETI DI ROMA

immagine copertina
Corrado Augias
I SEGRETI DI ROMA
OSCAR MONDADORI 2005
10 righe da pagina 361:

Ve vojjo di una bbuggera, ve vojjo:
Er giorno a rroma ch'entra carnovale,
LiGgiudii vanno in d'una delle sale
de li Conzervatori a Ccampidojjo;
e ppresentato er palio (tributo) prencipale
Pe riscattasse da un antico imbrojjo,
ErCacemme (haham, rabbino maggiore) j ordissce un bel orzojjo
De chiacchiere tramate de morale.
Sta moral' è cch'er Ghetto sano sano
giura ubbidienza a le Legge e mmanate
Jemanate: anche questo è un gioco di parole
Der Zenato e dder Popolo Romano.

inviato il 22/07/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissimo.

Le Mille e una notte Novelle arabe

immagine copertina
curatore: Antoine Galland
Le Mille e una notte Novelle arabe
Tradotto da Antoine Galland
Bietti 2010
10 righe da pagina 144:

Il vento che successe alla calma, ci fece felicemente approdare e gittar l’ancora nel Porto di una bella città, di grande commercio, capitale di un potente Stato. Giunsero pertanto alcuni uffiziali che domandavano di parlare per parte del Sultano ai mercanti del nostro bordo. I mercanti si presentarono a loro, ed uno degli uffiziali
disse: "Il Sultano nostro padrone ci ha incaricati di manifestarvi la sua gioia pel vostro arrivo, e di pregar ciascuno di voi a prendersi la pena di scrivere su questo involto di carta un rigo del suo carattere".

inviato il 26/05/2013
Nei segnalibri di:

Racconti sardi

immagine copertina
Grazia Deledda
Racconti sardi
Ilisso Edizioni 1996
10 righe da pagina 15:

Vivevano in fondo al villaggio, uno dei più forti e pittoreschi villaggi delle montagne
del Logudoro, anzi la loro casetta nera e piccina era proprio l'ultima, e guardava giù
per le chine, coperte di ginestre e di lentischi a grandi macchie.Filando ritta sulla porta, Saveria vedeva il mare in lontananza, nell'estremo orizzonte, confuso col cielo di platino in estate, nebbioso in inverno: cucendo presso la finestra scorgeva una immensità di vallate stendentisi ai piedi delle sue montagne, e sentiva il caldo profumo delle messi d'oro ondeggianti al sole, e il sussulto del torrente che
scorreva fra le roccie e i roveti montani.

inviato il 17/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi sardi su http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi

Il fu Mattia Pascal

immagine copertina
Luigi Pirandello
Il fu Mattia Pascal
Mondadori 1995
10 righe da pagina 50:

Non volli immaginarmi una nuova mamma. Mi sarebbe parso di profanar la memoria viva e dolorosa della mia mamma vera. Ma un nonno, sì, il nonno del mio primo fantasticare, volli crearmelo. Oh, di quanti nonnini veri, di quanti vecchietti inseguiti e studiati un po' a Torino, un po' a Milano, un po' a Venezia, un po' a Firenze, si compose quel nonnino mio! Toglievo a uno qua la tabacchiera d'osso e il pezzolone a dadi rossi e neri, a un altro là il bastoncino, a un terzo gli occhiali e la barba a collana, a un quarto il modo di camminare e di soffiarsi il naso, a un quinto il modo di parlare e di ridere; e ne venne fuori un vecchietto fino un po' bizzoso,
amante delle arti, un nonnino spregiudicato, che non mi volle far seguire un corso
regolare di studii, preferendo d'istruirmi lui, con la viva conversazione e conducendomi con sé, di città in città, per musei e gallerie.

inviato il 04/04/2013
Nei segnalibri di:

Tutti i romanzi

immagine copertina
Beppe Fenoglio
Tutti i romanzi
Einaudi 2012
10 righe da pagina 35:

Guardando fuori attraverso la finestra sopra il lavandino Ettore disse: "lascialo vivere, lasciagli fare tutto quello che vuole, in questi pochi anni che ha ancora da vivere lascialo fare secondo la sua testa. Io vorrei una cosa, mi piacerebbe una cosa. Che il padre potesse vivere questi ultimi anni come viveva quando era giovane come me, che finisse di essere tuo uomo e mio padre, come se avesse finito un servizio che gli ha preso trent'anni, e vivesse quest'ultimi anni come se fosse libero e solo. Mi capisci cosa vorrei io?

inviato il 25/03/2013
Nei segnalibri di:

L'Emancipazione Imperfetta

immagine copertina
Claudio Schermi
L'Emancipazione Imperfetta
Herald Editore 2016
10 righe da pagina 23:

Un caffè! Il valore del nostro amore.
Ogni giorno respiravo i momenti del tempo che mi divideva da lei.
Ogni giorno amavo sorprenderla, coccolarla, viziarla.
Mi piaceva tutto ciò che piaceva a lei: i film, l’opera, i mercatini; mi piacevano i suoi vestiti retrò in stile Audrey, i suoi cappelli e i suoi immancabili guantini.
Mi piaceva guardarla senza calze e vedere la sua eccitazione quando toccavo la pelle delle sue gambe bianchissime.
Mi piaceva ascoltarla, comunicare con lei, raccontarle ogni dettaglio della mia vita e di ogni giornata.
Mi piaceva fare l’amore con lei: a casa, in macchina, in albergo.
Un amore immenso, in cui non mi pesava darle tutto, adorarla come una dea cui donavo tutto me stesso.
È così bella, una professionista ai miei occhi senza eguali, ricca e di ottima educazione.
Correvo ad aprirle la portiera della macchina, l’aspettavo senza annoiarmi, vivevo ogni giorno per stupirla.
Le regalavo fiori, ogni mese era l’occasione per festeggiare il nostro mesiversario, non c’era ristorante che la incuriosiva in cui non la portavo alla prima occasione.

inviato il 26/12/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, molto bello il vostro sito. Ho pubblicato altre 10 righe del mio romanzo che ho anche già condiviso sulla pagina FB https://www.facebook.com/EmancipazioneImperfetta

Benvenuto Claudio :)

L'Emancipazione Imperfetta

immagine copertina
Claudio Schermi
L'Emancipazione Imperfetta
Herald Editore
10 righe da pagina 93:

Emanciparsi è per definizione la capacità di farcela da soli.
Liberarsi dal bisogno dell’altro.
Brando rifletteva tra se e se… liberarsi del bisogno dell’altro, mi pare una gran cazzata!
Come se uno potesse liberarsi del bisogno di mangiare, di bere, di respirare.
Come si può in amore, nel rapporto a due, emanciparsi realmente?
Non si può, perché amare è bisogno dell’altro e sarebbe una privazione in partenza.
L’imperfezione dell’idea stessa di emanciparsi dall’amore era immaginare che l’amore potesse fare a meno dell’amore.
Impossibile e contraddittorio. Questa era la cazzata.

inviato il 30/12/2016
Nei segnalibri di:

L'Emancipazione Imperfetta

immagine copertina
Claudio Schermi
L'Emancipazione Imperfetta
Herald Editore
10 righe da pagina 27:

Fatta la spesa chiamai di nuovo la donna che amavo per invitarla a venire da me a cena.
Parafrasai una celebre battuta de Il Padrino, “Se vieni a cena domani avrai ancora un fidanzato, se no… saprò come regolarmi”.
Lei non venne, io non la chiamai e lei non mi chiamò.
Chiamai Anna e la portai in uno dei ristoranti panoramici più belli di Roma. Non era abituata e capitolò quasi subito.
La grande bellezza era di nuovo intorno a me, Roma ed una donna bella, giovane, elegante, erotica.
Era una psicologa infantile, ne risi, nulla di meglio per me. E seppe come arrivare al punto.
Aveva bisogno di un prestito di 600 Euro per pagare l’affitto.
Cominciammo a fare sesso già dal secondo incontro, un sesso pazzesco, fatto di completini sexi, scarpe, stivali, risate.

inviato il 03/01/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie, lo farò... per ora sto leggendo molte delle "10 righe dai libri" che trovo molto belle. Al momento sto leggendo un libro in inglese che trovo molto interessante e scritto in un inglese molto ricercato ma comprensibile. Ne riporterò qualche passaggio. Mi fa piacere che a qualcuno piacciono le righe del mio primo romanzo L'Emancipazione Imperfetta. Non ho capito come aggiungerlo a "prime pagine". Complimenti e buon lavoro.

Claudio, dovesti postare anche 10 righe tratte dai libri che leggi ;)

Il fu Mattia Pascal

immagine copertina
Luigi Pirandello
Il fu Mattia Pascal
.Mondadori Editore 1958
10 righe da pagina 115:

M'assaliva di tratto in tratto l'idea di quella mia libertà sconfinata, unica, e provavo una felicità improvvisa, così forte, che quasi mi ci smarrivo in un beato stupore ; me la sentivo entrar nel petto con un respiro lunghissimo e largo, che mi sollevava tutto lo spirito.
Solo ! Solo ! padrone di me ! senza dover dar conto di nulla a nessuno ! Ecco, potevo andare dove mi piaceva : a Venezia ? a Venezia ! a Firenze ? a Firenze !; e quella felicità mi seguiva dovunque.

inviato il 11/12/2016
Nei segnalibri di:

La lingua geniale

immagine copertina
Andrea Marcolongo
La lingua geniale
editori Laterza 2016
10 righe da pagina 14:

Scrivere questo libro dedicato al greco antico è stata per me una straordinaria esperienza umana.
E' stato come recuperare il senso delle parole greche scritte su una lavagna mille anni fa e subito cancellate al termine della lezione - dimenticate.
Sono partita dal ricordo di me, poco più che bambina, che mi affannavo su un alfabeto non mio fino a guardare ora alla lingua, quindi alla natura umana, in modo del tutto nuovo.
Ho recuperato da scatoloni sopravvissuti ad oltre dieci traslochi di me quattordicenne , che annotavo accanto alle declinazioni il nome del compagno di banco,fino ai materiali universitari che mi seguono di vita in vita,di città in città più di tutte le case che ho avuto e lasciato.

inviato il 15/02/2017
Nei segnalibri di:

Guida rapida agli addii

immagine copertina
Anne Tyler
Guida rapida agli addii
Tradotto da Laura Pignatti
Guanda 2012
10 righe da pagina 19:

C'erano così tante cose che le volevo dire.
Non solo della quercia, lasciamo perdere la quercia, non so nemmeno perchè l'avevo tirata fuori. Volevo dirle :
"Dorotthy, se potessi premere il tasto REWIND adesso e tornare indietro nel tempo, riportarci nella nostra casetta, be', non andrei mai più a chiudermi in una stanza da solo. Ti seguirei nella veranda. Ti raggiungerei, mi metterei dietro di te, seduta alla scrivania, e appoggerei la guancia sulla tua testa calda finchè non di volteresti".

inviato il 16/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Anne Tyler nasce a Minneapolis il 25 ottobre 1941

Ossi di seppia

immagine copertina
Eugenio Montale
Ossi di seppia
Mondadori Collana: Oscar poesia del Novecento 2003
10 righe da pagina 21:

L'AGAVE SULLO SCOGLIO.
Scirocco
O rabido ventare di scirocco
che l'arsiccio terreno gialloverde
bruci;
e su nel cielo pieno
di smorte luci
trapassa qualche biocco
di nuvola, e si perde.
Ore perplesse, brividi
d'una vita che fugge
come acqua tra le dita;
inafferrati eventi,
luci - ombre, commovimenti
delle cose malferme della terra;
oh alide ali dell'aria
ora son io
l'agave che s'abbarbica al crepaccio
dello scoglio
e sfugge al mare da le braccia d'alghe
che spalanca ampie gole e abbranca rocce;
e nel fermento
d'ogni essenza, coi miei racchiusi bocci
che non sanno più esplodere oggi sento
la mia immobilità come un tormento.

inviato il 15/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Eugenio Montale nacque a Genova il 12 ottobre 1896.
Premio Nobel per la letteratura nel 1975.

Le Occasioni

immagine copertina
EUGENIO MONTALE
Le Occasioni
Einaudi 1996
10 righe da pagina 20:

La rondine vi porta
fili d'erba, non vuole che la vita passi.
Ma tra gli argini, a notte, l'acqua morta
logora i sassi.
Sotto le torce fumicose sbanda
sempre qualche ombra sulle prode vuote.
Nel cerchio della piazza una sarabanda
s'agita al mugghio dei battelli a ruote.

inviato il 22/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Barbara, sei nella finale settimanale di marzo. scegli 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi 27 marzo a domenica 2 aprile, riportando qui nei commenti il link.

Grazie Natalina. :*

Segnalibrone...che bella!

Eugenio Montale nacque a Genova il 12 ottobre 1896.
Premio Nobel per la letteratura nel 1975.

LE OCCASIONI

immagine copertina
EUGENIO MONTALE
LE OCCASIONI
EINAUDI 1996
10 righe da pagina 26:

La trama del carrubo che si profila
nuda contro l'azzurro sonnolento,
il suono delle voci, la trafila
delle dita d'argento sulle soglie,
la piuma che s'invischi, un trepestio
sul molo che si scioglie
e la feluca già ripiega il volo
con le vele dimesse come spogli.

inviato il 23/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Eugenio Montale nacque a Genova il 12 ottobre 1896.
Premio Nobel per la letteratura nel 1975.

Donne e Poeti

immagine copertina
ENRICO PANZACCHI
Donne e Poeti
CAV. NICCOLÒ GIANNOTTA Editore 1902
10 righe da pagina 48:

O Santo,
O Forte, o Sempiterno! Deh, perdona
Ai naviganti e al pellegrin smarrito.
Dal mar, dal ciel, dal tuo sdegno percosso.
Che vale il picciol uom? Di già le stelle
Tramontano fra' nembi e pur non viene
Pietoso il sonno! Malatesta è sordo
A rimorsi, a procelle, io veglio e peno!
Dunque han pace i tiranni, e l'innocenza
Ognor geme?
Fugga,
Si salvi, se talor dorme il tiranno,
Tirannìa va d'intorno e non chiude occhio.

inviato il 23/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Enrico Panzacchi nacque a Ozzano dell'Emilia il 16 dicembre 1840.

Tu, piccolo infinito. Poesie per giovani innamorati

Tu, piccolo infinito. Poesie per giovani innamorati 8 settimane 4 giorni fa

Meravigliose poesie...

In culo al mondo

In culo al mondo 10 settimane 3 giorni fa

Bellissimo. Immergersi in un libro di Lobo Antunes è sempre un'avventura.

Il nome della rosa

Il nome della rosa 10 settimane 5 giorni fa

Stupendo

Il piacere della lettura

Il piacere della lettura 12 settimane 2 giorni fa

Bello!!!

IO UCCIDO

IO UCCIDO 2 years 41 settimane fa

Bellissima frase, ciao Giorgio.

Fuori da un evidente destino

Fuori da un evidente destino 2 years 41 settimane fa

Ciao Giorgio...

Sul fascismo

Sul fascismo 2 years 46 settimane fa

Ho scelto queste righe perchè da ieri a oggi non mi sembra che l'Italia sia migliorata anzi...

Sul fascismo 2 years 46 settimane fa

Partecipo a Festa della Repubblica + link http://bit.ly/1nT6rRL

GIUOCO DOMENICALE RIGHE Festa della Repubblica

GIUOCO DOMENICALE RIGHE Festa della Repubblica 2 years 46 settimane fa

Che tu sia per me il coltello

Che tu sia per me il coltello 2 years 47 settimane fa

ciao Francesca, ho spesso letto qui su 10 righe questo libro, me lo consigli? Bo da una parte sono attratta, ma dall'altra non tanto...

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy