Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Francesca Cammisa

Prendiluna

immagine copertina
Stefano Benni
Prendiluna
Narratori Feltrinelli 2017
10 righe da pagina 76:

Ciò che chiamiamo magia prima o poi incontra una spiegazione scientifica. La tecnologia ha sostituito la magia. Se cento anni fa avessero detto a qualcuno che appoggiando una scatolina all'orecchio poteva chiamare una persona dall'altra parte del mondo, non l'avrebbero considerata magia? E distruggere un paese solo premendo un pulsante, guarire il corpo entrandoci dentro, racchiudere intere biblioteche in una minuscola scheda, trasmettere immagini ovunque, vedere gli astri come fossero a un passo, osservare le più piccole parti della materia ... E' magico, ma non ci ha reso migliori.

inviato il 04/08/2017
Nei segnalibri di:

Le stagioni della vita

immagine copertina
Herman Hesse
Le stagioni della vita
Tradotto da Non citato
Oscar Saggi Mondadori 1988
10 righe da pagina 91:

Se oggi si osserva come si comportano tra loro due uomini qualunque, che per caso fanno conoscenza e non desiderano effettivamente niente di materiale l'uno dall'altro, si avverte in maniera quasi tangibile come ognuno di essi sia oppresso da un'atmosfera di coercizione, da una crosta protettiva, da una membrana difensiva; [...] E' come se all'anima non fosse nemmeno lecito avere la parola, come se fosse necessario proteggerla con alti steccati, gli steccati della paura e della vergogna. Solo l'amore disinteressato può spezzare questa rete. E ovunque si apre un varco, là c'è l'anima che ci guarda.

inviato il 28/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Francesca, per Te un libro incentivo come finalista 10 righe scelte da Voi utenti del mese di luglio. Manda i tuoi dati a: libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Francesca, sei nella finale dell mese di luglio, 10 righe scelte da Voi utenti.

Grazie :))

Ciao Francesca, sei nella classifica finale del mese di Luglio, 10righe scelte dalla redazione.

Le stagioni della vita

immagine copertina
Hermann Hesse
Le stagioni della vita
Tradotto da Non citato
Oscar Mondadori 1988
10 righe da pagina 66:

La vera cultura non è quella che mira a un qualche scopo, ma, come ogni ricerca della perfezione, ha il suo significato in se stessa. Come la ricerca della forza, dell'agilità e della bellezza fisica non ha un suo fine ultimo (quello, ad esempio, di farci ricchi, celebri e potenti), ma ha la sua ricompensa in se stessa, in quanto esalta il nostro senso vitale e la nostra fiducia in noi stessi, ci rende più lieti e più felici e ci dà un più alto senso di sicurezza e di salute. così anche la ricerca della "cultura", cioè di un perfezionamento intellettuale e spirituale, non è un cammino faticoso verso un qualche fine limitato, ma un fortificante e benefico allargamento della nostra coscienza, un arricchirsi delle nostre potenzialità di vita e di gioia.

inviato il 22/05/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :))

Ciao Francesca, le tue 10 righe sono le finaliste del mese di Maggio, 10righe scelte da Voi utenti. Per Te un libro incentivo. Manda i tuoi dati all'indirizzo: libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie :))

Ciao Francesca, sei nella finale di Maggio, 10righe scelte da Voi utenti.

Ciao Francesca, sei nella finale settimanale di Maggio.

Tre atti e due tempi

immagine copertina
Giorgio Flaetti
Tre atti e due tempi
Edizione Mondadori Direct 2011
10 righe da pagina 11:

L'esperienza è una cazzata, una cosa che non esiste, un bacio che non sveglia nessun sonno. E' utile per cambiare una lampadina o imbiancare una stanza o prendere un gatto senza farsi graffiare.
Per il resto, è sempre la prima volta.
L'esperienza serve solo a capire in che modo si soffrirà o quanto soffriranno le persone che hai vicino. A renderti conto che, come quando ti fai la barba, sei solo con il rasoio in mano davanti allo specchio. Ci sono ferite, anche se piccole, che non smettono mai di sanguinare.

inviato il 01/05/2017
Nei segnalibri di:

Il senso della lotta

immagine copertina
Nicola Ravera Rafele
Il senso della lotta
Fandago Libri 2017
10 righe da pagina 318:

"Pensavo di combattere per la rivoluzione, ma ho sempre combattuto solo per me. Ero figlio di due piccolo-borghesi, e volevo essere più di loro. Più intelligente, più colto, più istruito, più matto, e anche più ricco. La lotta di classe è una cazzata, Diana. Vogliamo venire fuori. La politica era un autobus, e ci siamo saliti tutti. A me non bastava mai. Quando sono diventato uno dei capi del movimento, ho sentito che mi stava stretto anche quel ruolo. Si poteva andare oltre. Queste cose le dico adesso, perché da tanti anni ormai non passa notte che non ci pensi, che non cerchi di capire. Va bene combattevo per me, ma chi non lo fa? I monaci, i santi. O quelli destinati a non diventare un cazzo"

inviato il 03/04/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :))

Ciao Francesca le tue 10 righe sono nella finale di Aprile, 10 righe scelte da Voi utenti.

Ortiche

immagine copertina
Alice Munro
Ortiche
Tradotto da Susanna Basso
La Biblioteca di Repubblica-L'Espresso 2008
10 righe da pagina 88:

Comunque. Sarebbe la stessa identica cosa, se ci incontrassimo ancora. Oppure no. Un amore non utilizzabile, che sapeva stare al suo posto (qualcuno lo definirebbe non vero, perché non rischierebbe mai di farsi tirare il collo, né trasformarsi in una battuta volgare, né di consumarsi penosamente). Un amore che non rischia niente, ma che si mantiene vivo come una goccia di miele, una risorsa sotterranea. Con il peso di questo nuovo silenzio venuto a sigillarlo.

inviato il 21/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Francesca, sei nella finale di marzo, 10 righe scelte da Voi utenti.

Il senso della lotta

immagine copertina
Nicola Ravera Rafele
Il senso della lotta
Fandango Libri 2017
10 righe da pagina 244:

Mi ha scritto un sms troppo lungo. L'uso eccedente che fa del mezzo chi ha imparato a usarlo da grande. Diana scrive sempre sms troppo lunghi, e troppo sinceri.
Non ha capito che la proliferazione dei canali di comunicazione ha coinciso con un aumento della neutralità. Sms, WhatsApp, Facebook. Sono spazi disadorni, poco adatti al calore umano, o al dolore umano.
Mi ha scritto:
Mi hai costretta a ricordare, e io non volevo.
E' inutile che ti dica che ho mentito per il tuo bene, lo sai già.
Quando ti è rimasto poco futuro, il passato ti ammazza.

inviato il 06/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :))

Ciao Francesca, sei nella finale di marzo, 10 righe scelte dalla redazione.

Una specie di felicità

immagine copertina
Francesco Carofiglio
Una specie di felicità
EDIZIONI PIEMME 2016
10 righe da pagina 510:

Affacciato al balcone della sua stanza pensò che alla fine ogni cosa è necessaria, per dare una forma alle cose. E magari quando succede ti sembra che sia tutto sbagliato, che non ci sia un senso. Ma forse c'è. Quella notte lui era scappato. Da una realtà perfetta e fragile, e aveva cominciato a crearne una nuova, imperfetta, ma ugualmente fragile. Quindi la forma delle cose non la capisci mai.
C'erano voluti tanti anni per capire che certe cazzate poteva evitarle, ma che magari era giusto così. Ognuno di noi ha il diritto di cercare la felicità, passando attraverso un terreno minato di piccole e grandi infelicità.

inviato il 06/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

http://scrivi.10righedailibri.it/i-falsari
ecco la mia scelta :))

Grazie :)) non mancherò!

Ciao Francesca, sei finalista settimanale del mese di Febbraio, ricordati di scegliere 10righe che più ti piacciono partendo da oggi 13 febbraio a domenica 19 febbraio, riportando qui nei commenti il link.

Intendo precisare che per pagina "510" intendo la posizione sul kindl

Per un attimo immenso ho dimenticato il mio nome

immagine copertina
Roberto Cotroneo
Per un attimo immenso ho dimenticato il mio nome
Mondadori 2002
10 righe da pagina 227:

Scomparve e io non esitai un attimo, entrando proprio nel momento in cui Nora stava per alzarsi. Ci guardammo, io sorrisi imbarazzato, lei portò la mano alla tasca come a essere sicura che la busta fosse ben custodita e non si vedesse fuori. Le chiesi perché, il perché delle lettere, il perché della busta a Marsiglia, il perché di quell'uomo. E sbagliai. Ogni volta che pensavo esistessero delle risposte a qualcosa dovevo ricordarmi che la vita mi aveva insegnato a non cercare risposte, e soprattutto a non fare domande agli altri, domande che in realtà erano per me.

inviato il 16/01/2017
Nei segnalibri di:

La zona cieca

immagine copertina
Chiara Gamberale
La zona cieca
Romanzo Bompiani 2008
10 righe da pagina 142:

Il peso dell'ambiguità a cui mi sottoponeva a volte diventava insostenibile.
Vivevo ogni giorno nella condizione precaria di chi fa il lavoro che ha sempre sognato, ma ha firmato un contratto a termine.
Quando meno se lo aspetta potrà venire licenziato.
Quando meno me l'aspettavo sarei potuta di nuovo venire abbandonata.
Di nuovo dimenticata.
- Diciamolo, siamo un aereo che non è mai decollato, - mi diceva a volte.
- Sei la donna a cui in assoluto ho dato di più, - mi diceva altre volte.

inviato il 02/01/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)))

Ciao Francesca, sei nella finale 10righe scelte dalla redazione mese di gennaio.

Il giardino segreto

immagine copertina
Banana Yoshimoto
Il giardino segreto
Tradotto da Gala Maria Follaco
Narratori Feltrinelli 2015
10 righe da pagina 99:

Una cosa è certa:vedere quel giardino aveva determinato una svolta dentro di me.Ho perso!avevo pensato.Nessuno lo vedeva,nessuno sapeva...Ecco perché Takahashi era riuscito a star dietro alla propria ossessione.Quel giardino era l'espressione visibile di segreti che prima esistevano solo nella sua testa.Provavo invidia per la forza di spirito e la perseveranza su cui si fondava quel giardino.ero ancora immatura,e chissà se sarei mai riuscita ad arrivare a risultati come quello.Ma probabilmente ne sarei stata capace.
E come avrei potuto arrivarci?
Ci pensavo e ripensavo,tra gli odori dell'inverno,gli occhi elevati verso il cielo limpido.
Nella mia testa si ripresentavano in continuazione le immagini del giardino.Con l'alternarsi delle stagioni vi sarebbero cresciuti chissà quali frutti,si sarebbero sentiti nuovi odori,fiori sempre diversi sarebbero sbocciati...Insieme alla stratificazione dei tanti toni di verde che in quel giardino si mischiavano e confondevano,mi sembrò di vedere lo scorrere delle giornate.

inviato il 07/08/2017
Nei segnalibri di:

La brevità della vita

immagine copertina
Lucio Anneo Seneca
La brevità della vita
Tradotto da Gavino Manca
All'insegna del pesce d'oro 1991
10 righe da pagina 58:

Soli fra tutti raggiungono la vita serena coloro che si dedicano alla sapienza;sono i soli che sanno vivere,perché si limitano ad amministrare bene la loro vita,ma aggiungono alla propria anche le precedenti .Tutti gli anni che li precedono fanno parte del loro patrimonio.Se non vogliamo apparire ingrati,dobbiamo riconoscere che i famosissimi fondatori delle sacre dottrine sono nati per noi,hanno preparato la nostra.
Grazie alle fatiche altrui veniamo guidati verso grandi verità strappate alle tenebre e portate alla luce.Nessuna epoca ci è sconosciuta,in tutte veniamo accolti e,se con la nostra grandezza d'animo riusciamo a superare le miserie della condizione umana,possiamo spaziare attraverso i secoli.

inviato il 31/07/2017
Nei segnalibri di:

Un battito d'ali

immagine copertina
Sveva Casati Modignani
Un battito d'ali
Mondadori 2017
10 righe da pagina 113:

Nell'arco di un 'ora, il principe Orsini mi fece un ritratto impietoso di una parte della mia città che non immaginavo potesse esistere. Io pensavo ai tanti cortigiani che, fino a quando lui era potente erano vissuti del suo denaro, adulandolo in ginocchio e un attimo dopo la sua caduta, lo avevano vilmente dimenticato.
Pensai all'amarezza e domandai :Principe non ha rimpianti?
"Ho solo rimorsi, ma li tengo per me", replicò con il solito sorriso mite e disarmante. Quindi spiegò:" Sono stato educato per essere un signore il mio mondo è in declino, mi sembra una buona cosa defilarmi". Era nato principe e tale sarebbe rimasto, anche se aveva perduto cariche e appannaggi e viveva della generosità di un amico. "Ha mai letto Proust? La Recherche?", domandò.
"Si, certamente. Volevo laurearmi in letteratura francese", risposi.
"Lo rilegga ora che sta osservando dallo spiraglio di una porta il mondo che lui racconta. Capirà molte cose sui vizi e sulle virtù del bel mondo".

inviato il 17/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!!!

Corretto cara Naty :)

Allo Staff..l'autrice si chiama :"Modignani",chiedo venia per l'errore...naty

Sveva Casati Modignani è nata il 13 luglio 1938 a Milano

Lessico Famigliare

immagine copertina
Natalia Ginzburg
Lessico Famigliare
Einaudi 1963
10 righe da pagina 203:

(Pavese) ascoltava, tuttavia, con vivo piacere. Aveva sempre, nei rapporti con noi suoi amici, un fondo ironico, e usava, noi suoi amici, commentarci e conoscerci con ironia; e questa ironia, che era forse tra le cose più belle che aveva, non sapeva mai portarla nelle cose che più gli stavano a cuore, non nei suoi rapporti con le donne di cui si innamorava, e non nei suoi libri: la portava soltanto nell'amicizia, perché l'amicizia era, in lui, un sentimento naturale e in qualche modo sbadato, era cioè qualcosa a cui non dava un'eccessiva importanza. Nell'amore, e anche nello scrivere, si buttava con tale stato d'animo di febbre e di calcolo, da non saperne mai ridere, e da non essere mai per intero se stesso: e a volte, quando io ora penso a lui, la sua ironia è la cosa di lui che più ricordo e piango, perché non esiste più: non ce n'è ombra nei suoi libri, e non è dato ritrovarla altrove che nel baleno di quel suo maligno sorriso.

inviato il 19/07/2017
Nei segnalibri di:

Romanza senza parole

immagine copertina
Sof''ja Tolstaja
Romanza senza parole
Tradotto da Tiziana Elsa Prina
La Tartaruga 2017
10 righe da pagina 41:

D'improvviso nel silenzio ovattato della notte di maggio risuonò la melodia di una delle "Romanze senza parole" in sol maggiore di Mendelsshon,eseguita da una mano magistrale. La prima nota della mano destra, tenuta per un momento,risuonò profonda,lunga ed espressiva.La mano sinistra accompagnava la melodia come un leggero sussurro,poi il Re non fu più percettibile,le voci della mano sinistra e destra si unirono e intonarono un canto.La romanza raccontava a Sasha tutto il suo dolore ,la tranquillizzava e prometteva felicità ,vita e un nuovo amore...

inviato il 11/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ringrazio la Casa Editrice Baldini e Castoldi -La Tartaruga-per avermi inviato questo libro...sono veramente onorata,grazie allo Staff e tutti,Natalina -

Le notti bianche

immagine copertina
Fedor Dostoevskij
Le notti bianche
Tradotto da Luigi Vittorio Nadai
Garzanti 2014
10 righe da pagina 84:

Sia limpido il tuo cielo, sia luminoso e sereno il tuo caro sorriso, sii benedetta tu per l'attimo di beatitudine e di felicità che hai donato a un altro cuore solitario e riconoscente!
Mio Dio! Un intero attimo di felicità! E' forse poco possa, foss'anche esso solo in tutta la vita di un uomo?

inviato il 03/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Fëdor Dostoevskij (Mosca, 1821 – San Pietroburgo 1881), scrittore russo.

Suite francese

immagine copertina
Irène Némirosvky
Suite francese
Tradotto da Laura Frausin Guarino
Adelphi 2005
10 righe da pagina 271:

“Ma quel che è certo è che fra cinque, dieci o vent’anni questo problema, che secondo lui è il problema del nostro tempo, non esisterà più, sarà sostituito da altri... Mentre questa musica, questo rumore della pioggia sui vetri, questo lugubre scricchiolio del cedro nel giardino di fronte, questo momento così dolce, così strano in mezzo alla guerra, questo non muterà... E' eterno...".

inviato il 01/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Irène Némirovsky (Kiev 1903 – Auschwitz 1942), scrittrice francese.

L'ultimo lieto fine

immagine copertina
Soman Chainani
L'ultimo lieto fine
Tradotto da Alessandra Guidoni
A. MONDADORI 2017
10 righe da pagina 31:

Tedros la spinse via, ma Agatha lo placcò di nuovo. Lui allora agguantò Killer e glielo lanciò in faccia. Agatha si abbassò e l’animale volò verso il bagno, agitando le zampe spelacchiate e grinzose prima di atterrare di testa dentro il water. «Se mi conoscessi, sapresti che certe cose me le faccio da solo» sbuffò il ragazzo, stringendosi i lacci della camicia.
«Mi hai buttato addosso il mio gatto?» sbraitò Agatha, schizzando in piedi. «Solo perché sto cercando di salvarti dalla cancrena?»
«Quel gatto è Satana» sibilò Tedros fissando Killer che cercava di arrampicarsi fuori dalla tazza del gabinetto, ma tornava a scivolarci dentro. «E, se tu mi conoscessi, sapresti che io odio i gatti.»

inviato il 03/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie.

Ho scelto queste 10Righe http://scrivi.10righedailibri.it/la-voce-delle-onde-1

Grazie :)

Ciao Giovanni, sei nella finale settimanale del mese di Luglio. Scegli 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi 10 luglio a domenica 16 luglio. Riportando qui nei commenti il link scelto.

Knulp

immagine copertina
Herman Hesse
Knulp
Tradotto da Ervino Pocar
Oscar Mondadori 2007
10 righe da pagina 74:

Due persone possono andare d'accordissimo, parlare di tutto ed essere vicine. Ma le loro anime sono come fiori, ciascuno ha la sua radice in un determinato posto e nessuno può avvicinarsi troppo all'altro senza abbandonare la sua radice, cosa peraltro impossibile. I fiori effondano il loro profumo e spargono il loro seme perché vorrebbero avvicinarsi, ma il fiore non può fare niente perché il seme giunga nel posto giusto; tocca al vento che va e viene come vuole.

inviato il 26/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Davide sei nella classifica del mese di luglio. 10 righe scelte da voi utenti.

Grazie mille Natalina! Felice che ti siano piaciute :)

http://scrivi.10righedailibri.it/knulp -Allo Staff queste sono le righe scelte da parte mia,(26.6.2017 al -2.7.2017)

Allo Staff,ho scelto queste 10 righehttp://scrivi.10righedailibri.it/knulp , di Hermann Hesse -Natalina

Ciao Davide sei nella classifica finale settimanale del mese di Luglio.

Il libro dell'inquietudine di Bernardo Soares

immagine copertina
Fernando Pessoa
Il libro dell'inquietudine di Bernardo Soares
Tradotto da Maria José de Lancastre e Antonio Tabucchi
Feltrinelli 2017
10 righe da pagina 276:

L'amore stanca o delude. Dal sonno ci si sveglia e, quando si è dormito, non si è vissuto. Le droghe si scontano con la rovina del fisico che hanno servito a stimolare. Ma nell'arte non c'è delusione perché la delusione è stata ammessa dall'inizio. Dall'arte non c'è risveglio perché in essa non abbiamo dormito, anche se abbiamo sognato. Nell’arte non c'è tributo o multa da pagare per averne goduto.
Siccome il piacere che essa ci offre in certo qual modo non è nostro, non dobbiamo pagarlo o pentircene. Per arte si intende tutto quello che ci delizia e che non è nostro: il paesaggio, il sorriso fatto a un altro, il tramonto, una poesia, l'universo obiettivo.
Possedere è perdere. Sentire senza possedere è conservare, poiché significa estrarre da una cosa la sua essenza.

inviato il 26/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille! Queste sono le 10 righe da me scelte: http://scrivi.10righedailibri.it/le-stagioni-della-vita-0

Ciao Alessandro sei nella classifica finale settimanale del mese di Luglio, scegli 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi 3 luglio a domenica 9 luglio. Riportando qui nei commenti il link.

Fernando Pessoa (Lisbona 1888 – Lisbona 1935), scrittore e poeta portoghese.

Le stagioni della vita

Le stagioni della vita 6 settimane 5 giorni fa

Grazie :))

Le stagioni della vita

Le stagioni della vita 10 settimane 4 giorni fa

Grazie :))

Le stagioni della vita 11 settimane 6 giorni fa

Grazie :))

Il senso della lotta

Il senso della lotta 18 settimane 5 giorni fa

Grazie :))

Il senso della lotta

Il senso della lotta 22 settimane 5 giorni fa

Grazie :))

Una specie di felicità

Una specie di felicità 25 settimane 5 giorni fa
Una specie di felicità 26 settimane 6 giorni fa

Grazie :)) non mancherò!

Una specie di felicità 27 settimane 5 giorni fa

Intendo precisare che per pagina "510" intendo la posizione sul kindl

La zona cieca

La zona cieca 31 settimane 3 giorni fa

Grazie :)))

In fondo al tuo cuore

In fondo al tuo cuore 37 settimane 4 giorni fa

grazie :))

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy